VENERDÌ NERO: SCIOPERO DEI TRASPORTI PUBBLICI

Nuovo venerdì nero per il traffico per lo sciopero di 24 ore, salvo le fasce protette, dei lavoratori del trasporto pubblico locale. Venerdì bus, tram e metro resteranno fermi per tutta la giornata, solo undici giorni dopo l’ultimo sciopero che ha interessato la capitale. Saranno garantite solo le corse fino alle 8.30 del mattino e quelle dalle 17 alle 20. A proclamare l’agitazione Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Sul e Faisa-Cisal. Differito invece lo sciopero dei lavoratori Cotral: i trasporti regionali saranno quindi regolari. Aperti i varchi della ztl. «In occasione dello sciopero che interesserà i lavoratori del trasporto pubblico, nella giornata di venerdì i varchi delle Ztl diurne Centro Storico e Trastevere non saranno attivi. L’accesso sarà dunque libero, in modo da agevolare gli spostamenti in città e limitare il più possibile i disagi», dichiara Maria Spena, assessore alla Mobilità di Roma Capitale. I motivi alla base dell’agitazione sono il mancato rinnovo del contratto di lavoro per i dipendenti, fermo ormai da sei anni, e la minaccia della riduzione delle risorse economiche destinate al trasporto pubblico locale. Venerdì sciopero anche all’aeroporto di Fiumicino: incroceranno le braccia per 4 ore (dalle 12 alle 16) gli addetti al comparto aereo e indotto aderenti al Cub; gli assistenti di volo di Blue Panorama ed Air Italy (Anpav e Rsa Avia), il personale di terra di Alitalia Cai (Rsa Usb); i piloti di Air Italy (Anpac).

VIA XXI APRILE: ABUSIVO DAVANTI ALLA CASERMA DELLA GDF

Da circa un mese, in viale XXI Aprile, proprio di fronte al quartier generale della Guardia di Finanza campeggia una bancarella abusiva di vestiti. Non è assurdo? Ormai a Roma siamo arrivati a livelli allucinanti, l’abusivismo e il degrado proprio davanti al palazzo di coloro che dovrebbero lavorare per la legalità. Una situazione paradossale che ben rappresenta il degrado assoluto di Roma, con bancarelle e venditori abusivi diventati invasori di monumenti e centro. Fonte: Corriere della Sera

MUSEO EXPLORA, MOSTRA INTERATTIVA SULLA BIOECONOMIA

Bioeconomia, overfishing, rifiuti, risorse… Temi scottanti e terribilmente importanti per il mondo contemporaneo. Fino al 3 novembre il museo dei bambini Explora, in via Flaminia 80, ospita “Mission possible”, una mostra interattiva che fornisce ai giovanissimi visitatori ai visitatori temi di riflessione, curiosità e risposte per orientarsi su un argomento complesso come quello della bioeconomia. La mostra si snoda in tre aree tematiche: Agricoltura e pesca, Alimentazione e benessere, Biotecnologie e scienze della vita. Attraverso piccoli workshop scientifici interattivi verrà spiegato concretamente che cosa determinerà la strategia Europa 2020. Il progetto “Mission possible” è stato realizzato da ricercatori ed esperti di tutta Europa.

CASINA DI RAFFAELLO: CARTA CHE TI PASSA, LABORATORI PER I BAMBINI

Dai quaderni ai libri, dai giornali agli album per colorare, da scatole e buste fino ad arrivare ai complementi di arredo, la carta è ancora uno dei materiali più familiari per grandi e piccoli. E proprio alla regina dei giochi più semplici e dal sapore un po’ antico sarà dedicata la nuova attività che la Casina di Raffaello propone al pubblico di scuole e famiglie da oggi, giovedì 18 aprile, a domenica 30 giugno. Anche nell’epoca del digitale, la carta è un materiale di uso comune di cui però molti aspetti restano oscuri. Attraverso un approccio ludico-didattico, il percorso proposto dalla Casina di Raffaello aiuterà a conoscere la storia e la tecnica alla base della sua realizzazione e mostrerà la ricca varietà delle diverse tipologie di carta esistenti. Continue reading

MAXXI/2. IN BICI AL MUSEO? CON LO SCONTO

Al Maxxi in bici e con il biglietto ridotto. Il museo nazionale delle arti diventa sempre più sostenibile tanto che, domenica l’associazione Energy. Architettura E reti del petrolio e del post petrolio offrirà uno sconto sull’ingresso (8 euro invece che 11) a tutti coloro che arriveranno al Maxxi in bicicletta. “Ho voluto le rastrelliere nella piazza del Maxxi – racconta Giovanna Melandri, presidente della fondazione – per dare il nostro piccolo contributo a una mobilità sostenibile in città e accogliere al meglio i ciclisti. La sostenibilità è un tema imprescindibile per il Maxxi. E’ stata ed è al centro di mostre come Re-cycle dello scorso anno ed Energy quest’anno, che invito tutti a venire a vedere, di incontri e dibattiti, e di tante azioni che accompagnano la vita quotidiana del museo”. Continue reading

MAXXI/1. IN RICORDO DI MIRIAM MAFAI

Un anno fa Miriam ci lasciava. A pochi giorni dall’anniversario i figli, gli amici, i colleghi di lavoro la ricorderanno all’Auditorium del Maxxi venerdì 19 aprile alle 17.30. Miriam è stata una giornalista, scrittrice e politica italiana, tra i fondatori de “la Repubblica”. “Fortissima e dolcissima”, così la definiva Ezio Mauro, direttore della testata. “Sarà, comunque, un incontro volutamente poco commemorativo o istituzionale – raccontano i figli Luciano e Sara – incentrato sul ricordo privato, intimo, affettuoso”. Proprio per questo, in apertura, verrà proiettato un filmato dove Luciano e Sara parlano della madre, della ricchezza di un confronto con una figura tanto importante e con una dimensione così fortemente “pubblica”. Continue reading

I FILM DI LAURENT CANTET ALLA CASA DEL CINEMA

Ospite oggi della rassegna “Rendez-Vous”, un autore di punta del nuovo cinema francese: Laurent Cantet, cui è dedicato un focus speciale, grazie ad un’intera giornata di programmazione alla Casa del Cinema, con la proiezione, a partire dalle ore 15:00 e a ingresso libero fino ad esaurimento posti, di due titoli che hanno reso celebre il regista Palma d’Oro a Cannes: “Ressources humaine| Risorse Umane” ed “Entre le murs | La classe”, e a seguire, alle ore 19.00, sempre a ingresso gratuito, una masterclass del regista moderata dall’editorialista de la Repubblica Curzio Maltese. Alle ore 21:00 (ingresso 4 euro, ridotto 3 euro), la presentazione alla presenza di Cantet del suo ultimo lungometraggio, “Foxfire”, la storia della ribellione di una gang al femminile nell’America degli Anni 50, tratto dal bestseller di Joyce Carol Oates “Ragazze cattive”. Il regista francese riceverà in questa occasione il Premio Reset Dialogues-RendezVous, istituito quest’anno per la prima volta e voluto dall’Associazione culturale internazionale Reset Dialogues on Civilitation che viene assegnato “all’autore capace di raccontare, grazie ad un uso personale del linguaggio filmico, un mondo plurale, che rinnova concetti quali: identità, cittadinanza, dissenso, famiglia, pluralismo e donne”.