È SEMPRE MALAGÒ IL PRESIDENTE DEL CIRCOLO ANIENE

Giovanni Malagò è stato rieletto presidente del Circolo Canottieri Aniene. Il numero uno del Coni, che guida il sodalizio capitolino dal 1997, ha ottenuto 732 voti su 768 (34 schede bianche e 2 nulle). Malagò resterà al vertice dell’Aniene per altri quattro anni. Ma la novità è rappresentata dalla nomina di un consigliere delegato, l’ex vicepresidente Vittorio Silvestri, il quale si occuperà direttamente della gestione operativa del club. Il vicepresidente sarà Francesco Rocco. Tra i nuovi consiglieri eletti, Francesco Fiorentino, Carlo Longari, Luigi Bonito e Paco Vaccaro, quest’ultimo nipote del generale Giorgio Vaccaro che a cavallo degli Anni Trenta e Quaranta fu presidente della Federcalcio, segretario generale del Coni, membro del Comitato olimpico internazionale, presidente della Lazio calcio e dello stesso Circolo Aniene.

PIAZZA BOLOGNA: DOPO IL FURTO A BANFI, ORA È PSICOSI “RAPINA”

Seduti a una delle panchine di piazza Bologna, in fila alla posta, nei tanti negozi che colorano la rete di strade e stradine tra la Tiburtina e la Nomentana. La notizia è sulla bocca di tutti: è bastato un orologio, il Rolex da 20mila euro di Lino Banfi, per far scattare la psicosi. La rapina ai danni dell’attore pugliese ha amplificato le paure di un intero quartiere. “Chi abita qui – spiega Mauro D’Innocenzo, il gioielliere di via Michele di Lando – ormai è abituato a scambiarsi storie di ladri e serrature forzate. Più di una volta ho sentito i miei clienti storici lamentarsi della sicurezza. D’altronde – continua l’orafo – perché i malviventi dovrebbero rischiare il furto in strada? Molto più facile a casa, dove riescono a prendere di sorpresa le loro vittime e sono sicuri di farla franca”. Proprio come è successo a “nonno Libero”, minacciato con una pistola nell’androne del palazzo in cui abita. «Penso di averlo saputo prima dei giornalisti – ricorda Caterina Biondi, edicolante di piazza Bologna – perché mi ha raccontato tutto la colf di Banfi. L’ho vista choccata quando è venuta, come al solito, a comprare il giornale qui lo scorso venerdì mattina». Continue reading

PRIMARIE MUNICIPALI: RESPINTO DAL PD IL RICORSO DEGLI ESCLUSI

Sono stati rifiutati tutti i ricorsi presentati dagli esclusi dalla competizione per la presidenza dei Municipio nell’ambito delle primarie del centrosinistra “Roma Bene Comune”. “La notizia è stata resa nota da diversi referenti della Commissione di garanzia, ma non è ancora giunta agli esclusi una comunicazione ufficiale da parte della Commissione presieduta da Marco Miccoli”. Lo denuncia Elena Improta, ex assessore alle Politiche Sociali del Secondo Municipio, ed esclusa dalle primarie per la presidenza dello stesso. “I regolamenti di Roma Bene Comune – continua Improta – sono stati interpretati a seconda delle convenienze per far accedere alla competizione delle primarie per i Municipi esclusivamente candidati favoriti dall’apparato del Partito Democratico, nella totale assenza di considerazione per le altre candidature sostenute dai cittadini”. Elena Improta rimarca la strumentalizzazione del regolamento di Roma Bene Comune nel punto in cui si richiede ai candidati dirigenti del partito la consegna di adesioni di “almeno il 35% dei componenti del Coordinamento municipale, ovvero da almeno il 20% degli iscritti al Partito Democratico romano nei Circoli del Municipio” (oltre alle 750 firme di cittadini residenti del Municipio), mentre tali adesioni non erano state richieste a coloro che si sono presentati nella Lista Civica regionale per le elezioni del 24-25 aprile. Continue reading

UNA PASQUA GOLOSA, TARGATA “SESTO GIRONE”

Interessanti arrivi, per preparare una golosa Pasqua. Dove? Al “Sesto Girone” di via Salaria 91. Si comincia dalla classica pasticceria artigianale con la pastiera, la torta al formaggio e la colomba al mandarino tardivo (si consiglia la prenotazione). Ci sono, poi, le colombe di Filippi e Bonci, accompagnate dalle uova Maglio e La Molina. Da Antica Corte Pallavicina, il salame gentile ed il fresconetto, il parmigiano di vacche rosse e dei pascoli di collina e montagna. Né possono mancare corallina, salsicce fresche e secche di cinta senese. Pecorini stagionati di Pienza, anche affinato a foglia di noce o fieno, pecorino di Moliterno il formaggio trentino a latte vaccino “Pievan Mezzano”, oppure, la toma di Savoia ai vinaccioli di pinot nero e il primo sale ai pistacchi di Bronte. Infine, da Punta Pachino i prodotti di Campisi: ventresca di tonno e di spada,filetto di sgombro, buzzonaglia di tonno rosso, bottarga di cernia e i “veri” pachino secchi e semi secchi. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, per una Pasqua e Pasquetta di passione culinaria.

MUSEO DI ZOOLOGIA/2. CAMPI DI PASQUA E PASQUETTA

Dal 28 marzo al 2 aprile, Campi di Pasqua e Pasquetta in famiglia al Museo di Zoologia di via Adrovandi. Arrivano con le vacanze pasquali i nuovi Campi di Pasqua. Tre intere giornate per sperimentare il lavoro degli scienziati dr. Sauro, dr. Nature e dr. Pinna. Inoltre, anche quest’anno, l’appuntamento del Lunedì di Pasqua con la… la Pasquetta in famiglia, un’occasione per passare la giornata di festa in modo diverso, facendo una “passeggiata scientifica” in Museo. Ecco il programma.

Continue reading

MUSEO DI ZOOLOGIA/1. ARRIVA “MAMMALS OF AFRICA”

Il 27 marzo alle 17.30, al Museo di Zoologia di via Aldrovandi, “Mammals of Africa”, incontro con Jonathan Kingdon. “Mammals of Africa/I Mammiferi dell’Africa” rappresenta la pubblicazione più importante della storia della zoologia sulla mammalofauna africana. L’opera, attesissima da tutto il mondo scientifico e frutto di lunghi anni di studio, è suddivisa in sei volumi, nei quali vengono descritte, con dettaglio senza precedenti, le specie sino ad oggi note di Mammiferi terrestri africani. I volumi riportano informazioni estremamente aggiornate ed un’approfondita descrizione della morfologia, distribuzione, biologia ed evoluzione dei Mammiferi dell’Africa, dal piccolo Toporagno elefante al più grande Mammifero terrestre oggi esistente, il maestoso Elefante africano. Con le sue 1.160 specie, raggruppate in 16 diversi ordini, l’Africa è il serbatoio della biodiversità dei Mammiferi più ricco del Pianeta. Le ragioni di questa ricchezza di vita ed i meccanismi evolutivi che l’hanno determinata costituiscono uno dei temi centrali della pubblicazione, di cui Jonathan Kingdon è ispiratore ed autore, oltre che curatore con David Happold, ThomasButynski, Michael Hoffmann, Meredith Happold and Jan Kalina. Continue reading