INCENDIO IN UN HOTEL A VIA LISBONA

Fiamme questa mattina in un albergo di via Lisbona, una traversa di via Panama, nel quartiere Parioli. L’incendio si è sviluppato all’ultimo piano, interessando anche il sottotetto, probabilmente a causa di un cortocircuito nell’impianto elettrico. Due le persone rimaste intossicate e medicate dal 118, subito sopraggiunto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione Parioli e i vigili del fuoco.

BLITZ NON RIUSCITO (PER ORA) SU VIA CHIANA E VIA MANFREDI

Riprendiamo dal Corriere della Sera questo articolo di Paolo Foschi sulla vicenda dei parcheggi di via Chiana e via Manfredi, per i quali è stato tentato un blitz per l’affidamento a privati senza gara.

Tre parcheggi multipiano con annessi mercati e strutture commerciali contesi da una società privata e il Campidoglio. E in mezzo un dirigente comunale che decide di assegnarli ai privati con una sospetta determina dirigenziale che – per adesso – è stata stoppata. Le tre strutture immobiliari al centro della disputa, il cui valore è stimato in alcune decine di milioni di euro, sono in via Chiana (quartiere Trieste), via Magna Grecia (San Giovanni) e via Manfredi (Parioli). Si tratta di palazzi di proprietà del Comune, gestiti in concessione per trent’anni dall’impresa privata che li aveva realizzati, la Società Parioli arl. Continue reading

PASSEGGIATE DI ROMA2PASS: È LA VOLTA DI PALAZZO BORROMEO

Tornano le passeggiate di Roma2Pass. Il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 5 Aprile, alle 10.20, per la visita al Palazzo Borromeo (da casino di campagna ad ambasciata), che sarà fatta per gentile concessione di S.E. l’Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede. Palazzo Borromeo si trova sulla via Flaminia, tra viale delle Belle Arti e via di Villa Giulia, la cinquecentesca residenza papale, progettata per papa Pio IV da Pirro Ligorio, che incorpora la preesistente Fontana dell’Acqua Vergine, capolavoro di Bartolomeo Ammannati. Si ricorda che per motivi organizzativi è obbligatoria la prenotazione. Per informazioni e prenotazioni scrivere a rossimarcelli@gmail.com o chiamare il 3204599586. Si ricorda che queste iniziative riguardano esclusivamente i soci di Amuse, l’associazione Amici Municipio Secondo. Chi fosse interessato può, ovviamente, provvedere al momento, tesserandosi on the road.

PRIMARIE DEL PD PER I MUNICIPI: ELENA IMPROTA NON CI STA

“Chiedo che siano annullate le primarie Roma bene comune per i Municipi previste il prossimo 7 aprile o che siano posticipate, in modo da assicurare il loro svolgimento trasparente e con un metodo coerente nella scelta dei candidati”. E’ l’appello di Elena Improta, dirigente del Pd, ex assessore alle Politiche sociali del Secondo Municipio, esclusa dalla competizione per la Presidenza dello stesso, nonostante il sostegno di oltre 900 residenti che hanno firmato per la sua candidatura. “Il recente episodio che ha visto nel IX Municipio (ex XII) l’accettazione di un candidato privo delle 750 firme richieste dal regolamento, ha evidenziato una carenza di metodo e trasparenza da parte del Comitato di Garanzia di Roma Bene Comune, che non possiamo pensare sia casuale e limitata a un solo Municipio”, afferma Improta. La dirigente del Pd sottolinea infine come, nonostante il suo ricorso contro l’annullamento dalla competizione sia stato presentato puntualmente il 21 marzo entro le 15, ancora il Comitato di Garanzia non si è pronunciato in merito.

«TWEED RIDE. LA BELLE EPOQUE», IERI A PONTE MILVIO

Il popolo di Tweed Ride, il movimento nazionale di ciclisti col pallino del vintage, si è dato appuntamento a Ponte Milvio per la prima edizione romana di «Tweed Ride. La Belle Epoque». Un’originale pedalata in abiti retrò riservata alle due ruote d’epoca, che ha contato quasi trecento iscritti alla competizione e mosso oltre cinquecento bici prodotte entro il 1990. «Non è una gara di velocità ma di una sfida di stile – ha spiegato Ferruccio Ciferni, fondatore di Tweed Ride e ideatore della manifestazione insieme a Daniele Yari Stati -. Tra i premi ci sono quello per la migliore bicicletta retrò, le mise più eleganti e i baffi più curati». Nella carovana di nostalgici ciclisti hanno sfilato signore con sfiziosi cappellini, ampie gonne rigorosamente sotto il ginocchio, pizzi e merletti, accompagnate da gentlemen con pantaloni alla zuava, dotati di coppole, bretelle e orologio da taschino. «Con questo evento, ispirato alla Tweed Run londinese, torniamo indietro nel tempo per rallentare i ritmi metropolitani, vivere la città in compagnia e creare anche un momento di solidarietà – ha precisato Stati -. Il ricavato sarà infatti devoluto alla Peter Pan onlus che accoglie le famiglie dei bambini malati di cancro». Fonte: Corriere della Sera

DA ROMA2OGGI AL CORRIERE DELLA SERA: LA PROTESTA PRENDE QUOTA

Grazie ad un nostro lettore la foto pubblicata da Roma2oggi (vedi articolo) è finita sul Corriere della Sera. Con l’occasione registriamo gli ultimi sviluppi della vicenda: i residenti sono riusciti a far intervenire i vigili che prontamente hanno rilevato che è tutto regolare; ovvero il concessionario si è autodenunciato in precedenza per infrazioni future e ha pagato una concessione che non c’è e quindi non è autorizzato; ma in virtù del pagamento il cartellone non può essere abbattuto come un abusivo qualsiasi. Dunque c’è un abusivo autorizzato e questo spiega perché il panorama di Roma è scandito da installazioni che non permettono di seguire visivamente la continuità delle strade e dei viali. Nello spazio tra un cartellone e l’altro si inseriscono in un continuum di degrado caldarrostai, camion bar, gazebo, bancarelle, cassette con esposizione volante di cineserie e fazzoletti di carta, come se tutta la città fosse in preda ad una pandemia di raffreddore. In tutto ciò i residenti di via Savoia sono convinti che riusciranno a liberarsi di quel cartellone. Eroici in ogni caso!