MENSA DI VIA VENEZUELA: VALANGA DI PROTESTE CONTRO DE ANGELIS

La vicenda della mensa scolastica di via Venezuela non cessa di provocare una valanga di proteste contro Sara De Angelis (vedi anche la lettera di Alberto Alatri pubblicata nei giorni scorsi da roma 2oggi). Anche a causa delle incaute argomentazioni della stessa De Angelis, con la lettera del 19 marzo ai genitori, in cui sosteneva che “il Municipio ha fatto quanto è nelle proprie competenze e possibilità al fine di portare a termine la nuova mensa della scuola di via Venezuela”. E le risposte non si sono fatte attendere. Continue reading

QUELL’AREA PEDONALE CANCELLATA DAL MUNICIPIO

La consigliera del Pd, Anna Marcon, nell’ultimo Consiglio municipale ha presentato un’interrogazione riguardante una recente determinazione dirigenziale del Municipio II, che ha revocato la concessione dell’area pedonale in viale De Coubertin, antistante l’Auditorium Parco della Musica, chiedendone la restituzione. L’area pedonale in questione – ricorda la Marcon – era in concessione alla Fondazione Musica per Roma, che ne curava il decoro e la sicurezza, rendendo lo spazio fruibile alla cittadinanza; la concessione era stata rinnovata fino al novembre 2013, con parere favorevole dell’Avvocatura di Roma Capitale. Continue reading

“CAR SHARING” CON SCONTI PASQUALI

Car sharing scontato nel periodo pasquale. L’affitto dell’auto condivisa costa il 25 per cento in meno, per chi decide di utilizzare, dal 28 marzo al 2 aprile, un’auto della flotta “car sharing” per almeno due giorni, sino a un massimo di cinque. Gli sconti valgono sia per la tariffa chilometrica che per quella oraria. La convenienza maggiore è per chi utilizza la vettura per fasce multiple alle 24 ore. Ad esempio, per una 500 utilizzata per tre giorni interi (72 ore), con 100 km di percorrenza, si pagherà meno di 115 euro, contro i 158 della tariffa standard. Continue reading

FLAMINIO: BLITZ ACUSTICO CONTRO ALEMANNO

I cittadini del Flaminio sono stanchi («Protestiamo da cinque anni») ma, a due mesi dalle elezioni, ritrovano la grinta. La loro battaglia per spostare i compattatori dell’Ama da Ponte Nenni, vicino a piazza del Popolo, va avanti da cinque anni. «In alternativa abbiamo proposto Borghetto Flaminio e il Villaggio Olimpico – racconta un residente di via Beccaria, Francesco Zucconi – ma nessuno si è mosso. Continuiamo a subire il sottofondo molesto 24 ore su 24, la sporcizia e il cattivo odore». Il prossimo passo sarà un blitz acustico sotto casa del sindaco: «Spareremo da due amplificatori la registrazione del rumore che ci tormenta», annuncia un altro abitante del quartiere, Francesco Napoletano. Continue reading

QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DI VIA SAVOIA

Il consigliere municipale Alessandro Ricci da sempre conduce una strenua battaglia contro i cartelloni, abusivi e non, che deturpano e sottraggono il panorama della città, e si avvale in ciò della consulenza di esperti come l’architetto Rodolfo Bosi. Evidentemente, l’insipienza e la malafede di chi governa giustifica l’insorgenza di figure come l’ “esperto di cartelloni”, commenta ironicamente lo stesso Ricci. Il consigliere ci ha inviato l’interessantissima documentazione – che riportiamo in sintesi – redatta dall’architetto sulla vicenda del cartellone pubblicitario, comparso dalla sera alla mattina in via Savoia, all’altezza del civico 3, e che sta suscitatando le rimostranze e le proteste dei residenti.

Nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella Nuova Banca Dati del Servizio Affissioni – scrive l’architetto Bosi – al codice 0061 corrisponde la ditta “Ital Media srl”, a cui evidentemente il Comune ha rilasciato la concessione per la locazione di questo impianto. La segnalazione ha messo in evidenza che nella suddetta targhetta al di sotto del numero di codice identificativo 0061/AV919/P (quella del cartellone in questione, ndr) é riportata la scritta “via Savoia fronte civico 94” che è da tutt’altra parte della stessa strada. Ne deriva che l’impianto pubblicitario è stato rimosso dalla sua posizione originaria, presumibilmente perché installato a ridosso della storica Villa Albani, in violazione della normativa. A conferma di questa avvenuta rimozione c’è una foto, che lascia vedere il bordo del marciapiede sul fronte opposto al civico n. 94 di via Savoia con il cemento ancora fresco con cui sono stati otturati i fori dei due montanti che sostenevano l’impianto. Dal momento che il sistema alfanumerico assegnato ad ogni impianto pubblicitario dovrebbe identificare univocamente la tipologia e l’ubicazione del medesimo impianto, se ne deve dedurre l’ipotesi che l’impianto rimosso di fronte al civico n. 94 di via Savoia é stato reinstallato all’altezza del civico n. 3. La ditta interessata – dice sempre Bosi – può produrre una dichiarazione con l’individuazione della nuova posizione (che in genere deve essere sempre nello stesso Municipio): trascorsi inutilmente 30 giorni dalla presentazione della dichiarazione, l’impianto può essere installato dalla ditta richiedente nella nuova posizione, previa specifica “comunicazione” di avvio dell’installazione. A questo punto si entra nei meandri della burocrazia, ma per farla breve, l’architetto si chiede e chiede se il suddetto impianto di proprietà comunale concesso in locazione alla ditta “Ital Media” faccia parte dei 453 impianti Spqr per i quali la locazione è stata rinnovata fino al 31.12.2014, perché diversamente avrebbe un titolo concessorio, scaduto al 31.12.2009 e, quindi, va considerato “abusivo”. Ma ci sono altre considerazioni: l’impianto non sembra avere le dimensioni dell’impianto spostato, pur rispettando gli 8 metri quadri complessivi del precedente (una delibera del 1981 limita a 6 i mq legittimi). E l’architetto Bosi sottolinea pure che l’attuale cartellone si trova a ridosso dell’incrocio con via Velletri, provvisto di attraversamento pedonale, in violazione del codice della strada, che prevede una distanza di almeno 50 metri, che non è rispettata. Ma c’è di più: nel Municipio non possono essere installati nemmeno cartelloni pubblicitari a ridosso degli incroci come quello tra via Savoia e via Salaria, con tanto di semafori e strisce pedonali. Motivo per cui, le violazioni descritte, come si vede, sono sicuramente più di una. In conclusione, l’architetto Bosi chiede alle autorità competenti di voler verificare la legittimità dell’impianto e di far provvedere alla sua immediata rimozione in caso di accertata violazione della normativa vigente in materia. A lui si associano i residenti e i cittadini del Municipio che fanno del decoro urbano uno dei punti fondanti della convivenza civile nel territorio.

MULTE SU DUE PIEDI PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE?

L’iniziativa è lodevole: da un po’ di tempo a questa parte, l’Ama multa (dovrebbe) con 250 euro tutti quei proprietari che non provvedono a eliminare dai marciapiedi le deiezioni del proprio cane. E ha lanciato una campagna, distribuendo cartoline come quella che pubblichiamo. Tutto è sulla carta, insomma. Ma nella realtà? Nella nostra via crucis quotidiana ci imbattiamo in decine e decine di questi lasciti. Va anche detto che cani e proprietari escono per lo più la mattina presto e la sera sul tardi. Avete mai visto un vigile a Roma in quelle ore? Per la verità, non si vedono neanche in pieno giorno per multare i tantissimi automobilisti che lasciano le macchine sulle strisce pedonali: figuriamoci! E, poi, i proprietari degli amici a quattro zampe, nella capitale, sono più di 300.000 e le multe elevate in tre anni non arrivano a 1.000. Diciamo, allora, che non c’è partita, con buona pace dell’Ama e delle sue cartoline. Tutto dipende, ahinoi, dalla buona volontà e dalla civiltà ritrovata dei trasgressori.

MUSEI CIVICI APERTI A PASQUETTA (MA ANCHE IL MAXXI)

Arte moderna e contemporanea, fotografia, natura, scultura e archeologia: c’è solo l’imbarazzo della scelta lunedì I° aprile 2013 per i visitatori dei musei del Sistema Musei Civici di Roma Capitale, eccezionalmente aperti al pubblico per la festività di Pasquetta, osservando ognuno il proprio abituale orario e la tariffazione vigente. Riportiamo gli orari dei musei del nostro municipio. Macro: 11.00-19.00; Museo Carlo Bilotti: 10.00-19.00; Museo Pietro Canonica: 10.00-16.00; Museo Civico di Zoologia: 9.00-19.00; Casina di Raffaello 10-19; Technotown 9 -19. Da ricordare che anche il Maxxi resterà aperto a Pasqua e Pasquetta.

VITTORIO DE SICA ATTORE, ALLA CASA DEL CINEMA

Parte mercoledì 3 aprile, in collaborazione con la Ripley’s Film, la nuova rassegna della Casa del Cinema dedicata a Vittorio De Sica attore. Nella prima parte della rassegna (3, 10 e 17 aprile, con repliche il sabato e la domenica successivi alle ore 11) sarà possibile vedere o rivedere sei film girati tra il 1932 e il 1943. Da pellicole celebri come “Il signor Max”, “I Grandi Magazzini” e “Gli uomini che mascalzoni” di Mario Camerini, a film meno noti al grande pubblico come “L’avventuriera del piano di sopra” di Raffaello Matarazzo, “I nostri sogni” di Vittorio Cottafavi e “Tempo massimo” di Mario Mattoli. Due vere rarità, invece, sono “Milly e De Sica” scena ritrovata negli archivi della Ucla di Los Angeles, uno showreel (video) realizzato in occasione del viaggio di Vittorio Mussolini a Hollywood (ottobre 1937) e “Attenzione!”, cortometraggio di propaganda realizzato da Giuseppe Amato nel 1940, ma mai distribuito.

SARA DE ANGELIS CHIAMATA IN CAUSA PER DANNO ERARIALE?

Pubblichiamo la lettera che Alberto Alatri – uno dei tanti genitori direttamente interessati – ha inviato alla presidente del Municipio II, Sara De Angelis, sulla questione riguardante l’annosa vicenda della mensa della scuola elementare e materna del Villaggio Olimpico, chiamandola personalmente in causa con le argomentazioni che seguono.

“Gentile Sara De Angelis,

al contrario dei miei “compagni di sventura”, questa mail non necessità di alcuna risposta da parte sua. Attendo, infatti, di conoscere le determinazioni che saranno assunte dall’esposizione dei fatti dalla competente Procura della Repubblica, dalla Corte dei Conti e dall’Avcp (Autorità di vigilanza sui lavori pubblici). Ma non perché io sia importante o chissà cos’altro; semplicemente perché, sussiste per i titolari di specifiche situazioni giuridiche soggettive e per i comuni cittadini, l’obbligo, giuridico e morale, di rappresentare i gravi fatti accaduti: alla Procura della Repubblica per far valutare l’eventuale sussistenza di specifiche fattispecie di reato, alla Corte dei Conti per la verifica dell’eventuale sussistenza di danno erariale, nonché all’Avcp per le eventuali violazioni del codice degli appalti pubblici. Continue reading

TENTATA RAPINA IN BANCA A SAN LORENZO

Rocambolesco tentativo di rapina stamattina a San Lorenzo. Due banditi sono stati catturati dalla polizia, dopo che avevano preso in ostaggio il direttore della filiale Unipol in via di Porta Tiburtina. L’assalto è fallito e i rapinatori sono usciti dall’agenzia portandosi dietro il responsabile minacciato con le armi. La polizia ha circondato la zona e liberato l’ostaggio, accompagnato in ospedale per accertamenti. I banditi, ormai scoperti, sono fuggiti per le strade di San Lorenzo, ma sono stati bloccati in via dei Frentani e portati in questura.

PER LA PIOGGIA INCIDENTI AL MURO TORTO E PIAZZALE DI VILLA GIULIA

Diversi incidenti nella mattina, probabilmente anche a causa del manto stradale reso viscido dalla pioggia. Il più grave è avvenuto a piazzale di Villa Giulia dove un motociclista è rimasto ferito in maniera seria dopo lo scontro con un’auto. La polizia locale di Roma capitale registra difficoltà di circolazione in zona. Traffico rallentato con code, sempre a causa di incidenti, sulla tangenziale Est tra via Salaria e via delle Valli in direzione San Giovanni e sul Muro Torto tra piazzale Flaminio e viale del Galoppatoio: in questo caso l’incidente è avvenuto all’altezza del primo curvone in direzione piazzale Brasile.

“I LIKE CINEMA”: FILM A 4 EURO, PER I GIOVANI, IN 25 SALE

“I like Cinema” è la nuova iniziativa per promuovere il cinema tra i giovani. Un modo per favorire i consumi culturali in un periodo di crisi e sostenere un settore importante per la nostra economia, ma anche per combattere la pirateria e restituire ai giovani il piacere che solo un film proiettato in sala sa dare. Grazie a “I like Cinema”, tutti i giovani fra i 18 e i 30 anni nelle giornate di lunedì e martedì, a partire dal 2 aprile e fino al 28 maggio, possono acquistare il biglietto per tutti gli spettacoli al prezzo ridotto di 4,00 euro in 25 cinema di Roma, dal centro alla periferia, dai multisala ai cinema d’essai, per un totale di 100 schermi (sono escluse le proiezioni di film in 3D). Basterà presentare al botteghino un documento d’identità per ottenere la riduzione. Cinema aderenti (quelli in maiuscolo sono nel II e III Municipio): Continue reading