“BABY SENSORY” PER I PICCOLISSIMI, AD EXPLORA

Explora, il Museo dei Bambini di via Flaminia 82, propone un incontro dimostrativo con il metodo Baby Sensory della psicopedagogista Lin Day, basato sulle sollecitazioni sensoriali, per sperimentare con i propri bambini un’esperienza unica. È rivolto ai bebè da 0 a 18 mesi e ai loro genitori, per esplorare il mondo attraverso i sensi. Fin dai primi mesi di vita i bambini hanno una naturale curiosità e capacità di conoscere il mondo attraverso la visione, il tatto, l’olfatto, il gusto e l’udito. Questa modalità di conoscenza è la base per il futuro apprendimento, per lo sviluppo dell’ intelligenza e per la crescita. L’incontro è organizzato nel bookshop, e un solo genitore è invitato a partecipare. Una serie di esercizi sensoriali e motori, in uno spazio esplorativo particolare, saranno proposti da un esperto del Baby Sensory, per creare un’occasione per giocare ed interagire in modo diverso con i propri bambini. Attraverso il gioco e il contatto fisico con il genitore, si potenzia la capacità di relazione che sarà fondamentale nello sviluppo dei più piccoli. Continue reading

OGGI STOP AI VEICOLI PIÙ INQUINANTI

Il Dipartimento Ambiente di Roma Capitale ha disposto per oggi il divieto di circolazione per i veicoli a più alta emissione, secondo la normativa adottata per contenere l’inquinamento atmosferico a tutela della salute dei cittadini. Il provvedimento di blocco della circolazione, in vigore dalle 7.30 alle 20.30 nella fascia verde, riguarderà autoveicoli a benzina Euro 0 – Euro 1; autoveicoli diesel Euro 0-1-2; ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote 2 e 4 tempi Euro 0, Euro 1; microcar diesel Euro 0-1. Il provvedimento è stato assunto per i livelli di pm10 superiori ai limiti (50 microgrammi per metrocubo) nelle centraline: Cinecittà (54) e Tiburtina (55) e in considerazione di una situazione meteorologica favorevole al ristagno delle sostanze inquinanti.

UN’ADOZIONE, PERCHÉ NO?

Schizzo ha circa 8 anni ed è un jagd terrier puro , peserà sui 6 kg e viene da un canile del Lazio. E’ stato messo in una pensione dove vive, pur sempre in un box, e con il freddo che fa il suo corpicino ne soffre. Lui non si lamenta, accetta quello che ha, se ne sta nella sua cuccetta. Non sappiamo quanto tempo ci ha passato in canile ma deve esserci stato a lungo, perchè quando è stato prelevato , non si muoveva.,Le sue zampette erano anchilosate per essere stato molto tempo, troppo tempo, relegato nel box del canile, senza mai uscire. Schizzo è molto tenero, ora cammina lentamente con quelle sue zampine storte ed un po’ artritiche , e con quel suo andamento un po’ trotterellante è molto buffo e simpatico. E’ buono, ha un carattere mansueto e tranquillo e sarebbe adattissimo per una persona che gli faccia fare lente e piccole passeggiate. Si cercano persone di buon cuore per fargli passare l’ultimo periodo della sua vita nel calore di una famiglia. Va d’accordo con gli altri cani e sa andare al guinzaglio, è sterilizzato e microchippato. Si cede previo colloquio preaffido e firma modulo di adozione. Per info: Stefaniacucciolissimi@gmail.com , tel. 339 3764205

AL GOETHE INSTITUT SI PROIETTANO I “GRIMM ANIMATI”

Con il progetto “Grimmland”, il Goethe Institut ha celebrato, lo scorso anno, il bicentenario della prima pubblicazione delle famose Fiabe dei Fratelli Grimm. Una delle iniziative era stata il concorso di corti d’animazione “Grimm animati”, che aveva suscitato grande interesse di pubblico e si era concluso con la premiazione dei vincitori. I film in concorso vengono ora presentati anche a Roma, stasera, ore 20:30, all’Auditorium del Goethe Institut. I corti d’animazione, che sono stati realizzati da giovani artisti provenienti dalla Germania e dall’Italia, rispecchiano la vivacità e l’attualità del mondo fiabesco dei Grimm. La proiezione dei cortometraggi è accompagnata dall’incontro con uno dei membri della giuria, l’esperto di cinema e teatro Bruno Di Marino. Introduzione e moderazione a cura del direttore di “Cortoons” – Festival internazionale dei cortometraggi d’animazione Alessandro D’Urso. Saranno presenti alcuni dei giovani autori partecipanti al concorso.

FANTASMI A ROMA: POLVERINI, VENERDÌ UN’ULTIMA NOMINA

Non è uno scherzo. Venerdì scorso, 148 giorni dopo essersi dimessa da presidente della Regione Lazio e 24 ore prima delle elezioni indette per sostituirla, Renata Polverini ha nominato il fedelissimo Leonardo Catarci nel Consiglio di amministrazione della Fondazione Cinema per Roma. Sappiamo che la «malattia delle nomine» da parte di questa amministrazione ha vissuto una fase di febbre acuta proprio dopo la certificazione del suo fallimento. Sappiamo perfettamente che il nuovo presidente potrà impugnarla, avendo tutto il diritto di nominare persone di sua fiducia. Ma questo costerà incertezze, tempo e denaro pubblico. Che la fretta nel designare Catarci sia stata giustificata dal curriculum? Già capo della comunicazione della presidente Polverini, viene dalla segreteria generale. E nel suo passato politico può vantare l’assessorato allo sport della giunta provinciale di Roma guidata da Silvano Moffa. Continue reading

IL CINEMA DI KEISUKE KINOSHITA ALL’ISTITUTO GIAPPONESE

Dal 28 febbraio al 22 marzo, nella sede dell’Istituto Giapponese di Cultura in via Gramsci 74, rassegna di film di Keisuke Kinoshita, nel centenario della nascita. Considerato uno dei più grandi registi giapponesi, Keisuke Kinoshita (Hamamatsu 1912 – Tokyo 1998) ha lavorato per quasi tutta la sua carriera alla Shochiku, la major dove si formò anche Ozu, nota per l’ampia produzione di shomin-geki, storie di vita quotidiana. Passato alla storia come il regista del primo lungometraggio giapponese a colori, Kinoshita ha realizzato 49 film, spaziando tra i generi e sperimentando diversi registri espressivi, sebbene sia ricordato in particolare per le sue commedie. La retrospettiva include quattordici film, tra cui l’opera di esordio alla regia, Hanasaku minato (Port of flowers, 1943), Karumen kokyo ni kaeru (Carmen torna a casa, 1951), primo lungometraggio giapponese a colori, Narayamabushiko (Ballad of Narayama, 1958), Nijushi no hitomi (Twenty-four eyes, 1954), Fuefukigawa (Fuefuki River, 1960) etc. tutti in versione originale giapponese con sottotitoli in italiano o inglese. Per il programma completo delle proiezioni consultare la pagina web dell’Istituto. 

AL MAXXI, PER PARLARE DEL GENIO DI MICHELANGELO

Giovedì 28 febbraio, ore 18.30, al Maxxi, Sala Graziella Lonardi Buontempo (ingresso libero), presentazione del volume “Michelangelo, fortuna di un mito. Cinquecento anni di critica letteraria e artistica” di Eugenio Battisti. Gli studi di Battisti, in parte ancora inediti e raccolti nel volume, hanno illustrato, attraverso le lenti della fortuna critica cresciuta attorno alla personalità e alle opere di Michelangelo, un caso esemplare di creazione storica e ideologica del mito sul maestro, che ha percorso secoli di cultura artistica. Michelangelo, per la sua genialità e inventività, continua a evocare una gamma di reazioni opposte tra estrema ammirazione e epidermica ostilità. Continue reading

MUSEO ETRUSCO, PRESENTAZIONE DI UN LIBRO SU TARQUINIA

Al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Sala della Fortuna, il 1 marzo, ore 16.30, presentazione del libro “Tarquinia. Il santuario dell’Ara della Regina. I templi arcaici”, a cura di Maria Bonghi Jovino e Giovanna Bagnasco Gianni. Presenteranno il volume Alfonsina Russo, Luigi Malnati, Mario Torelli. Interverranno Michel Gras, Dieter Mertens, Christopher Smith. Il Tempio dei Cavalli Alati è l’emblema di Tarquinia etrusca. I Cavalli Alati, attualmente esposti nel Museo Nazionale Tarquiniense e noti da decenni, facevano parte della raffigurazione frontonale dell’edificio sacro che dominava la piazza. Del complesso purtroppo oggi sono rimaste visibili soltanto le fondamenta. Una scoperta tutta nuova e straordinariamente importante per la storia dell’architettura etrusca e mediterranea è avvenuta scavando all’interno del perimetro dell’edificio dei Cavalli Alati, che risale agli inizi del IV secolo a.C., e nella piazza antistante. Continue reading

I LABORATORI PER BAMBINI ALLA LIBRERIA “IL BRUCALIBRO”

Alla libreria “il BrucaLibro” di via Martignano 10, “Piccole storie animate”, laboratorio di Matteo (18-36 mesi), a cura di Matteo Frasca, venerdì 1, 8, 15 marzo, ore 17-18. I laboratori si propongono di creare un momento di condivisione tra i bambini e gli adulti (mamme, papà, nonni, babysitter…) con giochi, attività musicali e narrative. Particolare sarà la creazione di ambienti sonori (la pioggia, il vento, le onde del mare, i versi degli animali, i rumori del bosco) attraverso l’utilizzo di materiali di recupero e semplici strumenti musicali, albi illustrati, burattini. L’esperienza narrativa sarà intervallata da alcune ninne nanne e da semplici danze e giochi cantati della tradizione italiana e internazionale. Quota: 10 euro a incontro; prenotazione obbligatoria. Sabato 2 marzo, ore 11-12, “A spasso con Rodari”, laboratorio di lettura animata (3-6 anni), a cura di Federica Bicchieraro. Quota: 10 euro. Info: tel. 06.8543931.

MACRO, IN MOSTRA LE OPERE DI VASCO BENDINI

La mostra dedicata a Vasco Bendini (Bologna, 1922), considerato dalla critica uno dei pionieri dell’informale italiano e da pochi mesi tornato a stabilirsi nuovamente a Roma, inaugura il 27 febbraio, giorno di nascita dell’artista, per celebrare il suo novantunesimo compleanno e il suo rinnovato rapporto con la città. L’esposizione rientra nella sezione espositiva “Omaggi” — programma del Museo dedicato ai protagonisti che hanno formato le radici storiche dell’arte contemporanea — e si snoda attraverso una selezione di opere realizzate in soli due anni: 1966 e 1967, cruciali per l’arte italiana e per il percorso dell’artista. In mostra cinque opere decisive di quegli anni: Come è (1966), La Scatola U (1966), il dittico del 1967 Quadro per Momi (La mano), il trittico La mano di Vasco (1967) e Cabina Solare (1967).

IL CONSIGLIO MUNICIPALE DEL 28 FEBBRAIO

Convocato, presso l’Aula Consiliare “Matteo Bonetti” di via Dire Daua, alle 10.00 del 28 febbraio, il Consiglio del Municipio II. Dopo le comunicazioni di rito, da parte del presidente, ci saranno le risposte alle interrogazioni su: n.1. Attraversamenti pedonali via Bruxelles. (conss. Marcon, Peta); n. 2. Attraversamento pedonale via Chiana. (conss. Marcon, Peta); n. 3. Panchine in via Rendano. (conss. Marcon, Peta); n. 8. Occupazione suolo pubblico in piazza Annibaliano. (cons. Marcon). Seguirà l’interrogazione al presidente del Municipio per conoscere il numero del personale, operante per ogni turno di lavoro, del II Gruppo di Polizia di Roma Capitale, adibito quotidianamente al compito di regolare il traffico su strada e di reprimere le infrazioni al codice della strada. (cons.ra Marcon).

L’ARGONAUTA: PRESENTAZIONE DI UN SAGGIO SU GABER & FABER

Ripensare De André e Gaber oltre che un atto doveroso, è quanto mai utile in un periodo storico come il nostro ed è proprio questo che gli autori ci suggeriscono di fare. Partendo da Adorno, Stirner e la Scuola di Francoforte, passando doverosamente per Brel, Brassens e più audacemente per Luigi Pirandello, i nostri affrontano ripetutamente e approfonditamente i temi più cari ai due grandi cantautori quali, l’alienazione(vien proprio da dire “dell’uomo moderno”), il conformismo e tutte quelle forme di schiavitù mentale che l’ambiente “ideologico” o “post-ideologico” può indurre, induce o ha indotto. Ma il compito è arduo, perchè se è vero che Gaber & Faber hanno avuto gli stessi riferimenti culturali, è altrettanto vero che hanno dato due implementazioni artistiche che, a prima vista, possono sembrare ben distanti, addirittura diametralmente opposte: se Gaber s’occupava dei borghesi, dell’uomo medio, dei “non so”, per dirla strettamente con le parole del Signor G, a De André apparteneva proprio tutto il resto: nulla di “medio” o nel suo intorno ma, principalmente, i reietti, i casi limite, tutti coloro che “se non sono gigli son pur sempre figli vittime di questo mondo”. Continue reading

PER CONOSCERE “CITTADINANZA ATTIVA FLAMINIO”

Domani, mercoledí 27 febbraio, alle ore 18.00, si terrà la riunione di Cittadinanzattiva Flaminio presso la sede dell’Accademia Filarmonica Romana (via Flaminia 118, quasi di fronte al Ministero della Marina, Sala Affreschi). È un motivo per conoscere questa associazione ed eventualmente iscriversi. Cittadinanzattiva del Flaminio lavora su vari temi di interesse nel quartiere: nella riunione, si parlerà delle attività svolte fino ad ora e dei progetti per il 2013.