FILM FEST DI ROMA, UNA MANIFESTAZIONE A RISCHIO

Ora a rischiare è l’esistenza stessa del Festival di Roma. Cominciava così, un anno fa, uno dei tanti articoli dedicati alla travagliata nomina di Marco Müller. Adesso, la situazione è anche peggiore. Mercoledì è andata deserta la riunione del Consiglio di amministrazione. In realtà la domanda è se esista ancora un consiglio in grado di prendere una qualche decisione. Il rappresentante della Regione è dimissionario, quello della Provincia risponde a un commissario, quello del Campidoglio ha davanti un’autonomia di tre mesi prima delle elezioni. Continue reading

MAXXI: IN ANTEPRIMA, IL “QUINTETTO NOTTURNO CONCERTANTE”

Sabato 2 febbraio, ore 19.00, all’Auditorium del Maxxi (ingresso 15 euro, acquistabile presso la biglietteria del museo il giorno dell’evento), in anteprima in Italia, il Quintetto Notturno Concertante, versione cameristica per chitarra e quartetto d’archi di Notturno concertante di Fabio Vacchi, uno dei massimi compositori viventi. Per l’occasione il concerto viene eseguito da Adriano Walter Rullo, alla chitarra, insieme all’Ensemble notturno concertante, nato nell’agosto 2012 in occasione della prima esecuzione mondiale del Quintetto a Bahia Blanca. Il programma del concerto prevede, oltre l’opera del Maestro Fabio Vacchi, il quintetto di Boccherini detto del Fandango e un omaggio all’Argentina con tre tanghi dei più importanti compositori argentini, Osvaldo Pugliese, Carlo Di Sarli e Horacio Salgan, trascritti appositamente per quintetto dal Maestro Massimiliano Tisano. Continue reading

MACRO: ALFREDO JAAR PARLA DEI SUOI PROGETTI

Venerdì 1 febbraio 2013, alle ore 18.30, il Macro ospita la lecture di Alfredo Jaar, “It is Difficult”. L’incontro è in programma presso l’auditorium del Museo. Dopo la partecipazione nel 2004 alle conferenze Art Highlights 2 e la realizzazione nel 2005 dell’installazione Che cento fiori sboccino, il Macro ospita nuovamente l’artista cileno, recentemente nominato rappresentante del padiglione nazionale cileno alla 55^ Biennale di Venezia. Jaar parlerà dei suoi progetti più recenti e della sua ricerca che, fondata su temi complessi e spesso taciuti dai mezzi di informazione come guerre, violenze, disuguaglianze, riesce a mettere in discussione i sistemi politici ed economici vigenti, portando alla luce contraddizioni spesso invisibili. La lecture si tiene in lingua inglese.

A PIAZZA GENTILE DA FABRIANO IL PARCHEGGIO DELLE POLEMICHE

Stamattina, inaugurazione del nuovo parcheggio di piazza Gentile da Fabriano. Si ricorderanno le battaglie del comitato Sos platani e le campagne promosse dal Comitato Piazza Gentile da Fabriano e Cittadini Attivi Flaminio, per le quali il concessionario ha dovuto adeguare le strutture esterne del parcheggio interrato alle prescrizioni del Comune. In particolare, ancora alcuni giorni fa, Cittadinanza attiva scriveva: “Quanto ai parcheggi interrati, che sembrano essere la panacea per il Flaminio, tanto che continuano a metterne sempre nuovi in cantiere, non bisognerebbe mai dimenticare che tutta l’ansa del Tevere è decisamente controindicata, sia per il fenomeno della subsidenza segnalato dai geologi, sia per il rischio esondazione (che non è detto che sarà superato con l’innalzamento – in corso – dell’argine di Ponte Milvio), sia per i ritorvamenti archeologici (una villa romana all’interno dello stesso Auditorium). Continue reading

RICCI: UN MUNICIPIO CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI

“Inaugurata una fontana al centro di piazza S. Emerenziana. Oggi (ieri: ndr), verso mezzogiorno un botto, ma non era il cannone del Gianicolo: un tombino di vari quintali è saltato per la pressione di una colonna d’acqua, che ha raggiunto i 30 metri di altezza. Dopo i guasti di via Messina, di via Alessandria e dintorni, si può dire che il municipio fa acqua da tutte le parti”. Alessandro Ricci, consigliere Municipio II

VIALE TIZIANO: SPOT SUL NUOVO PARCO DIDATTICO PER L’INFANZIA

Roma avrà il suo primo parco didattico per l’infanzia. La struttura sorgerà nei giardini di viale Tiziano, di fronte al Palazzetto dello Sport e sarà realizzato tra febbraio e aprile. L’idea del parco, che nasce dalla collaborazione tra Roma Capitale e l’associazione no profit Laboratorio 0246, che ne finanzierà la realizzazione con un investimento di 300mila euro, è stata presentata ieri in Campidoglio dall’assessore capitolino all’Ambiente Marco Visconti e dal presidente dell’associazione 0246, Valentina Vezzali. La nuova struttura sorgerà in un’area verde di 2.000 metri quadrati e avrà al suo interno venti giochi disposti a formare dei percorsi motorii per sviluppare le prime capacità del bambino. L’area giochi sarà fruibile gratuitamente. Di più non se ne sa. A occhio, tra Vezzali e Visconti, prossimi candidati nella kermesse elettorale, questo del parco sembra il classico e scontato spot ad uso personale.

AUDITORIUM, INCONTRO CON WILBURN SMITH

Per le anteprime della rassegna Libri come – Festa del Libro e della Lettura, allo Spazio Risonanze dell’Auditorium arriva Wilbur Smith a presentare il suo nuovo romanzo Vendetta di Sangue. Loredana Lipperini e Maria Grazia Capulli saranno le sue interlocutrici-intervistatrici. L’appuntamento è per oggi, alle 21, ingresso 2 euro. Wilbur Smith, nome ormai sinonimo di avventura (altri ingredienti della sua ricetta letteraria sono ambientazione storica, suspence e ancora suspence) in Italia ha venduto oltre 23 milioni di copie dei suoi romanzi – 122 milioni in tutto il mondo. La serata di Libri come cercherà di raccontare come si scrive una serie impressionante di storie dal plot vertiginoso, in grado di affascinare milioni di lettori in ogni angolo del mondo. Continue reading

SANTA EMERENZIANA: SCOPPIA UNA TUBATURA DELL’ACQUA

Un boato fortissimo, poi la fontana di acqua a cascata. E’ accaduto questa mattina, poco dopo le 11.30, in piazza Sant’Emerenziana, tra corso Trieste e il quartiere africano, dove è scoppiata una tubatura ad alta pressione. Ancora da quantificare i danni. Diversi i disagi provocati alla circolazione, deviate anche sei linee dell’Atac. E un po’ di paura tra i residenti che hanno sentito un forte botto al momento dell’esplosione. Il potente getto d’acqua ha superato in altezza sia la chiesa di Santa Emerenziana che i palazzi intorno raggiungendo il settimo piano, come raccontano gli abitanti. La rottura ha riguardato una condotta di collegamento di diametro di 60 centimetri che porta l’acqua, in quantità davvero enorme, alle diverse adduttrici che servono le utenze del quartiere Africano. I vigili urbani sono a lavoro per bloccare e deviare le auto in circolazione. Continue reading

UN CARNEVALE BESTIALE, AL BIOPARCO E AL MUSEO DI ZOOLOGIA

Carnevale in compagnia degli animali, grazie alle proposte del Bioparco e del Museo Civico di Zoologia. Al Bioparco c’è Il carnevale degli animali, le domeniche 3 e 10 febbraio: alle 11.30 e alle 15, in Sala degli Elefanti, spettacolo teatrale con gli animali protagonisti. Alle 14.30 lotteria speciale con estrazione di un abbonamento annuale al Bioparco. Tutto il giorno i pasti degli animali con lo staff del giardino zoologico e il face painting, il trucco per trasformarsi in animale. Continue reading

SANTA CECILIA, YUJA WANG AL PIANO E PAPPANO CON RACHMANINOV

Due grandi appuntamenti per il fine settimana di Santa Cecilia. Venerdì 1 febbraio recital di Yuja Wang star indiscussa del panorama pianistico internazionale, a dispetto della giovanissima età. Sabato 2 febbraio, con repliche lunedì 4 e martedì 5, è di scena Antonio Pappano, sul podio dell’Orchestra di Santa Cecilia, alle prese con Puccini, Richard Strauss e Rachmaninov. La pianista cinese, a soli 25 anni, è capace di unire uno straordinario virtuosismo con una grande passione interpretative, ed è in grado di padroneggiare i repertori più complessi ed impegnativi. Se a questo si uniscono la giovane età, il fatto che è bella e si presenta con un look inusuale per le sale da concerto, con vestiti attillati, colori sgargianti, tacchi altissimi, scollature profonde, è facile comprendere come Yuja Wang sia già una star e una beniamina del pubblico. Per Santa Cecilia ha già suonato nel novembre del 2011, proprio insieme ad Antonio Pappano, riscuotendo un notevole successo. Ora si presenta da sola, per un recital nel quale propone una prima parte dedicata a Debussy, Skrjabin e Ravel e una seconda parte tutta dedicata a Rachmaninov. Proprio il compositore e pianista russo è il filo conduttore dei due concerti, visto che Antonio Pappano propone l’esecuzione della sua Seconda Sinfonia come brano conclusivo del concerto in programma da sabato a martedì. Una delle composizioni più eseguite di Rachmaninov, nella quale il virtuosismo si fonde con uno straordinario lirismo. In apertura del concerto sinfonico il Capriccio Sinfonico di Puccini, lavoro giovanile scritto nel 1883, poi ripreso in Boheme. Continue reading

VIA PIETRO DA CORTONA: LADRI DI BICICLETTE, OGGI COME IERI

Probabilmente non sanno di aver emulato le gesta del protagonista di uno dei più celebri film di Vittorio De Sica, ‘Ladri di Biciclette’. E così due ladri sono stati arrestati la notte scorsa nella strada che più di sessant’anni fa fece da location per la scena finale della pellicola. Questa volta a finire in manette sono stati due romeni di 21 e 26 anni, sorpresi dai carabinieri della stazione Flaminia a rubare una bici da passeggio in via Pietro da Cortona, proprio dove Antonio, il protagonista del film di De Sica, rischiò il linciaggio dopo aver commesso lo stesso reato. Continue reading

MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA, SI PARLA DI ANIMALI MISTERIOSI

Sarà Lorenzo Rossi, da anni studioso appassionato di criptozoologia a presentare al Museo Civico di Zoologia, giovedì 31 gennaio alle ore 18, il suo libro “Criptozoologia: animali misteriosi tra scienza e leggenda”. Una parola complicata che nasconde però una disciplina affascinante e misteriosa e che prende il nome dalla combinazione delle tre parole greche kryptos, zoon e logos, ovvero lo studio degli animali sconosciuti ma attualmente viventi. L’autore vi condurrà in un viaggio attraverso le regioni del nostro pianeta, alla scoperta di animali ignoti, e rari, i cosiddetti “criptidi”, di cui non esiste ancora una precisa classificazione scientifica. Questo libro, dedicato esclusivamente ai mammiferi, ci farà scoprire l’esistenza di piccoli leoni maculati, di scimmie marine, dell’elefante pigmeo, dei misteriosi “mapinguari” e di molti altri esemplari ad oggi sconosciuti. Dai più non considerata una vera e propria scienza, la criptozoologia è in realtà un viaggio verso mondi inesplorati, dove il reale si confonde con la mitologia ed il fantastico. A lei infatti spetterà il compito di chiarire l’alone di mistero che circonda animali come lo yeti, il famoso Mostro di Lochness o il leggendario Unicorno. Lorenzo Rossi è un divulgatore naturalistico ideatore e curatore del sito web www.criptozoo.com interamente dedicato alla criptozoologia, controversa branca della zoologia, sulla quale svolge e organizza da anni mostre e conferenze, sia in Italia che all’estero.

RICCI: MOZIONE URGENTE SULLA VICENDA DI CORSO D’ITALIA

Sulla vicenda del sottopasso e sui problemi legati alla permanenza di persone in situazioni analoghe, il consigliere d’opposizione, Alessandro Ricci, ha presentato una mozione urgente al Consiglio municipale, che dovrebbe essere votata giovedì 31 gennaio. Ne riportiamo il testo, in cui – vogliamo sottolineare – per la prima volta, si esprime cordoglio per le persone morte tragicamente. Sensibilità che è mancata ai vari livelli istituzionali, in questi giorni.

“Premesso che nelle prime ore del mattino di domenica 27 gennaio due persone sono rimaste carbonizzate in una delle uscite di sicurezza del sottopasso di Corso d’Italia; che l’incendio è stato probabilmente causato da alcuni cartoni accesi nel tentativo di difendersi dal freddo; che nei sottopassaggi e nelle uscite di sicurezza, che si susseguono da Porta Pia fino a Porta Pinciana, albergano in permanenza persone che non hanno altro modo per ripararsi dalle intemperie; che queste persone oltre che nell’indigenza versano in uno stato di particolare debolezza dovuta alla denutrizione spesso unita all’alcolismo;considerato che questo stato di cose è incompatibile con i requisiti minimi di una società civile: Continue reading

“CINEMA E SHOAH” ALLA BIBLIOTECA EUROPEA

Alla Biblioteca Europea, in via Savoia 13, giovedì 31 gennaio, alle ore 17, un itinerario attraverso la rappresentazione della Shoah nel cinema. Nella prospettiva della dialettica tra memoria e oblio, il discorso sulla memoria attraverso il cinema diventa quella grande mediazione, quello spazio di negoziazione delle tante rappresentazioni e della storia stessa. Relatrice della conferenza, Claudia Gina Hassan dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Il «cinema della Shoah» è, già da molti anni, oggetto specifico di attenzione critica da parte di studiosi e osservatori in tutto il mondo. Sin dall’inizio, documento e fiction si intrecciano strettamente. Dopo le riprese effettuate dagli stessi nazisti, e destinate a essere riesumate variamente più tardi, è quanto filmato in presa diretta dagli Alleati, a Est e a Ovest, alla liberazione dei campi, a occupare la scena. Continue reading

SOTTOPASSI: ESPOSTO DI INCHES SULLE OMISSIONI DEL MUNICIPIO

Il consigliere municipale Massimo Inches denuncia, in un comunicato, i ripetuti avvertimenti, sempre documentatissimi, fatti alla presidente del Municipio II, già molto tempo prima di quanto è successo domenica scorsa, con la morte di due persone, arse vive in un sottopasso di corso d’Italia. Ma niente era avvenuto. Come si dice in questi casi, occorre aspettare il morto (due, per la verità) perché qualcosa accada?

“Nonostante i mie ripetuti interventi presso il II Municipio – scrive Inches – per effettuare lo sgombero dei sottopassaggi pedonali di corso Italia dagli occupanti abusivi, che bloccano le vie d’uscita e di fuga dal Muro Torto, oltre alla bonifica dei corridoi e delle scale, non è avvenuto nulla ed ancora si continua a morire. Fin dal novembre 2009 avevo presentato una interrogazione alla presidente del II Municpio, informandola che da alcuni anni erano stati occupati i sottopassaggi pedonali, che rappresentato le vie di fuga dal sottovia del Muro Torto verso corso Italia e piazzale Porta Pia, precisando che i predetti occupanti impediscono il passaggio pedonale con mobili, suppellettili, indumenti, creando uno stato di disagio e pericolo per chi fosse costretto a percorrere tali luoghi”. “Avevo anche specificato – continua Inches– che era stata manomessa l’illuminazione elettrica nei quattro sottopassaggi, aumentandone la pericolosità, e precisando che l’accesso dei sottopassaggi a Porta Pia è vietato ai pedoni, con tabelle poste sul marciapiede”. “Nella sostanza – prosegue la nota – chiedevo alla presidente di attivarsi, per far sgomberare gli occupanti abusivi, ripristinare l’illuminazione pubblica, rimuovere l’immondizia, e tutti gli oggetti depositati illegalmente e far piantonare dalle forze dell’ordine i sottopassaggi per evitare ripetute occupazioni. Il 16/11/2009 il comandante del II Gruppo della Polizia Municipale confermò alla presidente la situazione che avevo denunciato, dimostrando in tal modo di essere a conoscenza delle problematiche. Il 16/12/2009 l’Acea Distribuzione comunicò alla stessa presidente che, in merito alla mia interrogazione, era disponibile ad intervenire per l’eliminazione dei disservizi presenti nei sottopassaggi, dal momento che sarebbero state ripristinate le condizioni igienico ambientali necessarie all’esecuzione degli interventi e posti in essere i necessari provvedimenti per evitare il ripetersi dei danneggiamenti e l’occupazione degli spazi pubblici. Nonostante la disponibilità offerta dall’Acea, la realtà è sotto gli occhi di tutti: non sono mai stati effettuati tali interventi, che avrebbe dovuto coordinare appunto la presidente del II Municipio”. “Oggi – afferma ancora Inches – ho presentato un esposto dettagliato al Commissariato di Polizia di Stato Salario Parioli, con allegati documenti, chiedendo al magistrato inquirente di far accertare la sussistenza di omissioni nei doveri d’ufficio, quali il mancato coordinamento da parte della presidente del II Municipio – tra la Polizia Municipale e l’Acea – al fine del ripristino dell’illuminazione pubblica, deterrente indispensabile e necessario per il regolare passaggio dei pedoni in caso di necessità od incidenti. Il comportamento dello stesso Comando del II Gruppo Polizia Municipale, con un attento e continuativo controllo, unitamente al personale dell’Ama, molto probabilmente avrebbe potuto evitare questa ulteriore tragedia”. “Nel pomeriggio del 27 gennaio – conclude il consigliere – ho effettuato il controllo dei sottopassaggi di Porta Pia, dove non è cambiato nulla, vi sono molti giacigli e materiale vario, quindi non è possibile sapere quante persone dovranno ancora morire per poter risolvere il problema delle uscite di sicurezza di Corso Italia”.

GLI ARGOMENTI ALL’ODG DEL CONSIGLIO MUNICIPALE DEL 31

Convocato, presso l’Aula Consiliare “Matteo Bonetti” di via Dire Daua, alle 10.00 del 31 gennaio, il Consiglio del Municipio II. Dopo le comunicazioni di rito, da parte del presidente, si discute in merito alle “Problematiche della Scuola Montessori di via S. Maria Goretti “. Argomento richiesto dai consiglieri Gerace, Marcon, Loricchio, Peta, Laj, Celani, Ricci, Tessier, Bottini. Seguiranno le risposte alle interrogazioni sull’area sita in lungotevere Flaminio n. 4. (consigliera Marcon).

METRO B1: “IL MESSAGGERO” SVELA TUTTI I SEGRETI DEL FLOP

Mancanza di fondi, ritardi continui, ascensori non abilitati ai disabili in caso di emergenza, danni ai palazzi interessati dailavori, un quartiere in rivolta. L’odissea della linea B1 prosegue. Inesorabile. Ed ora è anche nel dossier di Roma Metropolitane sullo stato di avanzamento delle attività distribuito agli uffici di Roma Capitale in questi giorni. Un report nel quale – seppur si evidenziano progressi nei lavori per la quarta stazione di Jonio – vengono alla luce ulteriori falle nel progetto in piedi da 8 anni circa. Con la conseguenza che nessuno osa azzardare una data sull’apertura dell’ultima fermata. Un flop dietro l’altro. Continue reading

ROGO DEL SOTTOPASSO: NON CONVINCE LA MORTE ACCIDENTALE

È una storia che ha ancora molti tratti oscuri quella della morte dei due somali nel sottopasso di Corso d’Italia. Secondo una prima verifica medico legale sarebbero morti asfissiati: altri accertamenti tuttavia saranno eseguiti nei prossimi giorni, e forse ci saranno le sorprese. Intanto il pm Alberto Galanti procede per omicidio colposo, “solo prassi”, spiega. Non necessariamente, perciò, dietro questa decisione ci sarebbero contorni inquietanti. Starebbe soltanto a significare che le cose da chiarire ci sono: e che se venisse stabilito nero su bianco che si tratta di un incidente, la vicenda finirebbe archiviata e le risposte non ci sarebbero mai, lasciando aperte delle porte che invece si vuole ben chiuse. La storia quindi non ha ancora contorni precisi. È la notte tra sabato e domenica. Nel sottopasso di Corso d’Italia, in un’uscita di emergenza, trovano rifugio due somali. Il luogo è famoso tra i senza tetto. E anche l’autorità ne è a conoscenza, grazie a inchieste giornalistiche e denunce varie. I due somali sono parcheggiatori abusivi, si racconta, e per ripararsi dal freddo accendono un falò con cartoni, giornali, carta raccolta qua e là. In un attimo divampa un incendio, i due non trovano scampo. E sembra ci sia un testimone. Due clochard baresi, che vivono in un sottopasso di piazza Fiume, vedono un uomo gettare un materasso e dei cartoni dove divampa l’incendio, una persona che poi vedono allontanarsi. Sono le quattro quando arrivano i soccorsi, che non troveranno però altro che corpi completamente carbonizzati. Le carte d’identità miracolosamente scampate alle fiamme conducono subito nel mondo dei rifugiati somali. Si scoprirà poi che i documenti appartengono a due uomini in carcere da una decina di giorni per una rapina ai danni di connazionali.

Continue reading