QUELLA CITTÀ SOTTERRANEA TRA PORTA PIA E CORSO D’ITALIA

Una città sotterranea tra l’ambasciata inglese e il ministero dei Trasporti. Un labirinto di cunicoli sotto l’asfalto di Porta Pia abitato da decine di persone. Le quattro vie di fuga dei sottopassi dello snodo, che collega corso d’Italia con via Nomentana e viale del Policlinico, sono state trasformate nuovamente in rifugi per sbandati e senzatetto. Arredati con materassi, cartoni, sacchi a pelo, coperte, armadietti, stendini, fornelli da campo tra cumuli di spazzatura accatastata lungo i muri. Porta Pia, una piazza su cui hanno competenza tre municipi, il I, il II e il III (anche se fino a qualche anno fa c’era un tacito accordo che a prendersi cura di quei sottopassi dovevano essere i vigili urbani del II) è da sempre «abbandonata a se stessa», si sfogano i residenti. Continue reading

LIBRERIA “L’ARGONAUTA”, UNO E DUE

Due segnalazioni che riguardano la libreria “L’Argonauta” di via Reggio Emilia (davanti al Macro). Oggi, 30 novembre, alle ore 18.00, presentazione di “Memorie dell’innocenza”, di Serena Frediani, edito dalla Avagliano Editore. Ne parla con l’autrice Alberto Solieri. Domenica 2 dicembre, dalle 11.00 alle 22.00, “L’Argonauta” sarà presente all’Happy Sunday Market presso l’ex Lanificio Luciani di via di Pietralata 159/A. Ci sarà un banco della libreria con l’esposizione dei libri, al 3° piano.

INCONTRO DI STUDI SU GIOVANNI DA CAPESTRANO

Venerdì, 30 novembre 2012, ore 17.00, nella Biblioteca dell’Accademia di Romania, in piazza José de San Martin, ci sarà un incontro di studi: “Giovanni da Capestrano, un viaggiatore nello spazio romeno. Nuove ricerche”. Interventi di : Iulian M. Damian, “Giovanni da Capestrano nella coscienza romena”; Filippo de Marchis, “Appunti sulla scomparsa di Giovanni da Capestrano”; Stefan Damian, “Ricerche delle reliquie capestranesi”. Giovanni da Capestrano (1386 – 1456) fu uno dei maggiori riformatori della chiesa nel Quattrocento. Figura di prim’ordine dell’Osservanza francescana, predicatore d’eccezione, giurista e uomo d’azione a servizio dei papi, influì notevolmente sulle sorti dell’Europa centro-orientale, contribuendo in maniera decissiva alla difesa di Belgrado nel 1456. L’incontro di studi, occasionato dalla recente pubblicazione di due nuove monografie, affronterà temi meno noti che legano la sua personalità allo spazio ed alla coscienza romena.

E SUI FATTI DI VIA DELLA MOSCHEA UN PASSO AVANTI

Il consigliere municipale Massimo Inches da tempo ha sollevato il problema, dopo aver scoperto che il Dipartimento Patrimonio del Comune di Roma aveva affidato nel maggio 2011 la proprietà comunale, casale e terreno di via della Moschea 60, al Circolo Tiro al Volo Polisportiva Parioli, con una semplice determinazione dirigenziale. Per questo, Inches ha presentato, a suo tempo, un esposto-denuncia in Procura per l’apertura di un’indagine penale. Il 12 ottobre 2011 il II Gruppo della Polizia Municipale aveva anche rilevato abusi edilizi presso l’area di via Eugenio Vajna 21 dove è ubicato l’Antico Tiro a Volo, con richiesta di rimozione o demolizione della realizzazione illegale – tra l’altro – di un locale di mq. 400, adibito alla somministrazione di alimenti e bevande (ristorante e pizzeria), in zona sottoposta a tutela ambientale. Continue reading

SDC: GIORNATA SUL TEMA “GIOVANI E ALCOL”

Il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale dell’Università La Sapienza, insieme con l’Osservatorio Permanente sui Giovani e l’Alcol, promuove per il 12 dicembre, al Centro Congressi di via Salaria 113, una giornata di studio sul tema della comunicazione della salute dei giovani e adolescenti a partire dalla presentazione di recenti ricerche su comportamenti a rischio legati all’abuso di alcol. Si affronteranno i temi legati al consumo di alcol da parte di adolescenti e di giovani, di strategie di comunicazione della salute, di società del rischio e di comportamenti di dipendenza, in un momento in cui la condizione adolescenziale appare critica e la capacità di ascolto, da parte degli adulti, scarsa o colpevolmente assente. La giornata si articolerà in due momenti diversi: la mattinata sarà l’occasione per presentare i risultati di due indagini. Il pomeriggio sarà dedicato ad una tavola rotonda, in cui studiosi ed esperti si confronteranno sul tema: “Parlare di adolescenti, comunicare le scelte di salute”.

CASA DEL CINEMA: “LEZIONE 21” DI BARICCO

Nella serata di “Musei in musica” alla Casa del Cinema, a Villa Borghese, proiezione del film “Lezione Ventuno” di Alessandro Baricco (GB, Italia, 2008, 92’). Il professor Mondrian Killroy è un universitario inglese, adorato dai suoi studenti, che ha tenuto per anni dei corsi fuori dal comune, tra cui la famosa Lezione 21, dedicata alla genesi della Nona sinfonia di Beethoven. Ma ora Killroy è scomparso e soltanto Marta, una studentessa da lui molto stimata, sa dove si trova. La ragazza vuole sentire un’ultima volta questa straordinaria Lezione 21…Sala Kodak, ore 21.30, versione in italiano; Sala Volonté, ore 21.30, versione in inglese.

FORUM AUSTRIACO: MERCATINO DI NATALE CON I PRODOTTI TIPICI

Il 1° dicembre, come ormai da tradizione, si svolgerà presso il Forum Austriaco di Cultura, in viale Bruno Buozzi 113, il tipico mercatino natalizio organizzato dall’Associazione degli Austriaci a Roma. Potrete trovarvi dolci e decorazioni natalizie tipici dell’Austria e un simpatico mercatino delle pulci. Inoltre al mercatino potrete gustare torte, l’ottima zuppa di Gulasch, Wiener Würstel, panini, caffè. Parte del ricavato del mercatino andrà in beneficenza. Organizzazione: Associazione degli Austriaci in Roma. Continue reading

MACRO, AL VIA LE MOSTRE DELLA STAGIONE AUTUNNALE

Inaugurato al Macro di via Nizza il nuovo pacchetto di mostre e progetti pensati per la stagione autunnale. La proposta culturale, curata dal direttore Bartolomeo Pietromarchi insieme a Stefano Chiodi, si presenta come sempre multipla e articolata in generi e percorsi diversi. La mostra principale, “Ritratto di una città. Arte a Roma 1960 – 2001”, racconta con parole e immagini 40 anni di storia dell’arte a Roma ed è pensata come un atlante visivo. Un percorso cronologico alterna e mescola foto, video, documenti e contributi, con oltre 70 opere in parte di proprietà del Museo e in parte prestate dalle tante realtà private protagoniste dell’arte a Roma in quegli anni. Continue reading

SIMONA MOLINARI ALL’AUDITORIUM

Fa tappa all’Auditorium Parco della Musica il nuovo tour di Simona Molinari “Sola me ne vò in tour”, uno spettacolo che vedrà come protagonista assoluta la musica, in tutte le sue forme, stili, sfumature. In programma tutti i suoi brani più conosciuti come Egocentrica, Amore a Prima Vista e gli ultimi successi radiofonici Forse e In Cerca Di Te, estratti dall’ultimo album Tua. Dopo due tournée in terra asiatica concluse con un sold-out al Blue Note di Tokyo, uno dei più importanti jazz club del mondo, oggi Simona Molinari porta in scena tutto ciò che della musica la affascina, accompagnata da un quintetto di ottimi musicisti: La Mosca Jazz Band, provenienti da background musicali diversi, che mettono insieme i loro talenti creando un sound ricco di contaminazioni. Attraverso la musica ci racconterà i suoi viaggi in Asia e in America, il suo amore per il teatro e la sua passione incondizionata per l’Italia, alla quale renderà omaggio con alcuni brani del nostro repertorio. Il tutto condito da una scenografia e un’atmosfera vagamente burlesque che uniscono sonorità del passato con quel sound elettronico di ultima generazione. Sala Petrassi, ore 21.00;  info: www.auditorium.com

AMUSE: BATTAGLIE E INIZIATIVE PER IL DECORO URBANO

Riprendiano un articolo di Lilli Garrone, pubblicato oggi sul Corriere della Sera nella rubrica “Voci Romane”. Si parla di Amuse, l’Associazione Amici Municipio Secondo, e dei problemi di decoro urbano nel territorio municipale.

Strisce pedonali non ridipinte una volta terminati i lavori stradali. Alberi caduti e non ripiantati: «Anzi lasciati appositamente in abbandono per poi far posto ai cartelloni pubblicitari», spiega Federica Alatri dell’associazione «Amuse». Un’associazione del II Municipio con un motto molto preciso: «Il nostro progetto è “facciamoci sentire” – aggiunge Federica Alatri – Così “Amuse” raccoglie le segnalazioni dei cittadini o di gruppi di cittadini e le porta all’attenzione dell’amministrazione. Spesso abbiamo risposta, ma poi alla risposta non seguono gli interventi». Il motivo? «Il municipio non ha soldi – è un esempio -. Ma il Comune i soldi per piantare gli alberi li ha trovati. Ma poi se la ditta che li ha ripiantati li fa deperire, non è neppure possibile avvantaggiarsi dell’intervento fatto». E tra l’altro adesso Amuse ha iniziato una serie di azioni di sensibilizzazione con le scuole e l’Ama sul tema della raccolta differenziata. Ma ecco le segnalazioni dei cittadini dei Parioli che testimoniano il degrado di uno dei quartieri «bene» della città. Oltre le strisce pedonali su via Siacci e via Antonelli a giugno sono stati piantati degli alberi nuovi e giovani: ma, nonostante la ditta che ha eseguito il lavoro abbia l’obbligo di innaffiarli e sostituirli, non è mai stato fatto. E così molti sono morti. Lavori stradali compiuti a metà, ed i cantieri di Italgas aperti più volte in concomitanza con quelli dell’Acea: aperti e abbandonati, senza operai al lavoro. Non bastasse, «l’Ama o passa poco o per niente – conclude Federica Alatri – e comunque non passa a sufficienza. E a questo si aggiunge l’incuria dei padroni o chi porta fuori i cani che spesso non sono sufficientemente attenti se la bestiola sporca».

CORO LATINOAMERICANO: CONCERTO PER IL CENTENARIO DI GUASTAVINO

Nell’ambito di “Luminaria: Vespri e Musica a Lume di Candela”, rassegna di organisti, cori e musicisti provenienti da tutto il Mondo, il Coro Latinoamericano di Roma (che ha sede nel Municipio II, in via Tagliamento 2) dedica il suo omaggio al compositore Carlos Guastavino nel centenario della sua nascita. Il concerto per coro, pianoforte e tenore solista, si terrà nella chiesta di S. Paolo entro le Mura di Roma, domenica 2 dicembre, alle ore 18.30. Anche in questa occasione il Coro Latinoamericano di Roma si avvale della collaborazione e del supporto di due grandi artisti, la pianista argentina Mirta Herrera, attualmente docente di Conservatorio in Italia e docente di corsi e seminari in varie parti del mondo e del tenore solista Pablo Cesar Cassiba, attuale componente del Coro del Teatro regio di Torino. Il Coro Latinoamericano di Roma con il suo direttore artistico, M° Eduardo Notrica, ha voluto organizzare questo evento unico a Roma, sia per la particolare occasione, sia perché il programma così completo della produzione del compositore, è per il pubblico italiano una vera novità. Sara’ un vero piacere scoprire la bellezza, la sensibilità e la dolcezza delle sue composizioni, attraverso la leggerezza e la passione che la pianista Mirta Herrera riesce a trasmettere con il suo pianoforte.

Continue reading