VIA SAVOIA: LOTTA STUDENTESCA A “MARCIA” RIDOTTA

Il 28 ottobre del 1922 ci fu la Marcia su Roma. Esattamente novanta anni fa. Ieri, più modestamente, i neofascisti di Lotta Studentesca – che magari non conoscono neanche la Storia di riferimento – hanno marciato su via Savoia e lasciato un messaggio più goliardico che politico, rivolto all’Anpi. Nel volantino, accanto ad uno scatolone con su scritto “Maalox”, c’era scritto che il medicinale serve ai partigiani per combattere il mal di stomaco e il rodimento per i fatti del liceo “Giulio Cesare (vedi articoli precedenti). Non sapevano, i fascisti, che la libreria Rinascita, oggetto della loro azione, è chiusa da qualche mese e non ospita, quindi, l’Anpi, come accadeva precedentemente. È, comunque, intervenuta la polizia che ha preso atto dell’accaduto.

FESTIVAL DEL CINEMA DI ROMA, INIZIA LA PREVENDITA DEI BIGLIETTI

Parte lunedì 29 ottobre la prevendita dei biglietti della VII edizione del Festival Internazionale del Film di Roma che torna con le novità cinematografiche italiane e internazionali all’Auditorium-Parco della Musica di Roma dal 9 al 17 novembre. Sessanta film in prima mondiale, ampio spazio alle nuove correnti del cinema contemporaneo e una sezione tutta dedicata al cinema italiano: così la settima edizione del Festival – ma la prima per il nuovo direttore artistico, Marco Muller – si presenta in una veste rinnovata. Il festival è articolato in una selezione ufficiale composta da un Concorso internazionale, dalla sezione Fuori Concorso e da altre due sezioni, CinemaXXI (Cinema del XXI Secolo, con lungo, medio e cortometraggi che “esprimono la continua ridefinizione del cinema all’interno del continente visivo contemporaneo”) e Prospettive Italia, che si propone di fare il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano. La rassegna di film per ragazzi Alice nella città, da quest’anno, è ospitata come sezione autonoma e parallela e organizzata secondo un proprio regolamento. Dal 14 al 18 novembre, sono aperti i due spazi Mercato | The Business Street (Mercato Internazionale del Film di Roma), nell’area di via Veneto, e la Fabbrica dei Progetti | New Cinema Network, a Villa Borghese, che offrono occasioni di incontro e confronto a tutti gli operatori dell’industria cinematografica mondiale. Continue reading

LICEO “GIULIO CESARE”: IL SENSO DISTORTO DELLA STORIA

Pubblichiamo questo commento dello scrittore Vincenzo Cerami, sulle vicende del liceo “Giulio Cesare”, apparso ieri sul quotidiano il Messaggero.

Due forme di follia si sono manifestate dentro la scuola Giulio Cesare di Roma. Una l’altro giorno, quando alcuni giovani neofascisti hanno compiuto il loro raid presentandosi con tutto l’armamentario iconografico mussoliniano, e l’altro ieri quando gli studenti in assemblea non hanno permesso agli anziani partigiani dell’Anpi di solidarizzare con loro in nome dell’antifascismo. L’impressione che se ne ricava è che tutti i ragazzi coinvolti hanno un senso distorto della storia. Nessuno capirà mai com’è possibile che nel 2012 possa ancora esserci qualcuno che, soprattutto tra i giovani, ha nostalgia di un’epoca così lontana, inattuale e oltretutto nefasta. Continue reading

RIMPATRIATA DI MONARCHICI A VILLA ADA, CON PAGGIO ALEMANNO

A Roma da sabato due viali all’interno di Villa Ada sono intitolati a Umberto II di Savoia, l’ultimo re d’Italia, e alla regina Maria Josè. Ad inaugurare le targhe dedicate al «re di maggio» e a sua moglie è stato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. «L’Italia ha avuto una storia lunga e difficile» ha detto Alemanno prima di scoprire le due targhe a pochi metri da via Salaria. «Casa Savoia ha unificato l’Italia, con grandi sforzi ed esempi – ha aggiunto – Ed è proprio l’amore per la nostra Patria quello che oggi ci unifica tutti e che ci fa dare un tributo per Maria Josè e Umberto II, due figure controverse che, però, hanno fatto un grande gesto quando, dopo il referendum, preferirono l’esilio a una possibile spaccatura o guerra civile nel Paese». Continue reading

LUNGOTEVERE FLAMINIO: ANZIANA TRAVOLTA E UCCISA

Il lungotevere come una pista di Formula Uno. Tratti di strada molto pericolosi dove, soprattutto di notte, ma anche di giorno, non vengono quasi mai rispettati i limiti di velocità. Ed è proprio questa una delle cause dell’incidente mortale che si è verificato l’altra sera: una donna di 75 anni è stata travolta e uccisa da un’auto mentre attraversava la strada sul lungotevere Flaminio.