CASINA DELLE CIVETTE: PERCORSO GUIDATO PER NON VEDENTI

1050x545_mic_evento-GIDAlla Casina delle Civette di Villa Torlonia il 3 dicembre visita guidata nell’ambito dell’iniziativa Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. Accanto alla descrizione delle trasformazioni architettoniche dell’edificio, caratterizzato da un aspetto medioevale con un repertorio ornamentale che testimonia lo stile eclettico tipico degli inizi del Novecento a Roma, è possibile accompagnare il visitatore in un percorso guidato sulle Arti Applicate. Dall’ingresso di Villa Torlonia fino all’interno del recinto della Casina delle Civette si possono esplorare rilievi, sculture, ferri battuti, intarsi di legno, fontane di mosaico. All’interno del museo sono previsti percorsi tattili per scoprire alcuni dettagli degli diversi apparati decorativi.

E TANTE MOSTRE AL MACRO DI VIA NIZZA

MACRO LOGOAl Macro di via Nizza proseguono le mostre del programma autunnale: Fore-edge Painting, con Tauba Auerbach, Kerstin Brätsch, Cansu Çakar, Enzo Cucchi, Camille Henrot, Victor Man, Andrea Salvino e Andro Wekua; You can have my brain di Anna-Sophie Berger e Teak Ramos; The Extra Geography di Sublime Frequencies; Autoritratto come Salvo, che include anche opere di Jonathan Monk, Nicolas Party, Nicola Pecoraro e Ramona Ponzini; Win A New Car di Vier5; Chi ha paura di Patrizia Vicinelli, dedicata alla poetessa bolognese Patrizia Vicinelli. Ingresso gratuito. Orari: martedì, mercoledì, giovedì e domenica ore 12-20; venerdì e sabato ore 12-22.

VIA GRAMSCI: ISTITUTO GIAPPONESE, CIRCOLO DI LETTURA SU ZOOM

circolo letturaScrive l’Istituto giapponese di via Gramsci: “Cari amici del Circolo di lettura, a novembre continuano le nostre attività, e per il nostro appuntamento abbiamo scelto il brano 「カモメの子」ovvero, “Kamome no ko” (La gabbianella. 2019) di Agawa Sawako 阿川佐和子. La giovane protagonista conduceva una vita serena con la nonna, fino a quando, all’improvviso, tornò a casa la madre. Come ad ottobre proproniamo per la seconda volta un brano contemporaneo che, rispetto ai brani di inizio ‘900 proposti negli incontri passati, risuterà di più facile e scorrevole comprensione! Vi aspettiamo numerosi, e non dimenticatevi di prenotarvi! L’incontro si terrà sabato 27 novembre 2021, ore 11-13 su Zoom. Per info e prenotazioni: https://jfroma.it/circolo-di-lettura-in-lingua/

VIA SAVOIA: SI PARLA DI UN LIBRO DI IVAN CANKAR

ME_Cankar_Il servo_DEF.inddOggi , ore 17, alla Biblioteca Europea di via Savoia incontro con la curatrice Maria Bidovec, Jadranka Cergol Gabrovec e il ministro plenipotenziario Tina Kokalj sul libro Il servo Jernej e la sua giustizia, pubblicato da Marietti 1820. Il servo Jernej ha lavorato quarant’anni nella fattoria dei Sitar, ma alla morte del vecchio padrone, il figlio eredita la proprietà e lo caccia in malo modo. A chi appartiene la terra? A chi ha ereditato senza aver fatto nulla o a chi se ne è preso lungamente cura? Nessuno dà ragione a Jernej, che con la sua domanda raggiunge, in un lungo pellegrinaggio, prima Lubiana e poi Vienna, pensando ingenuamente di poter esporre il suo caso all’imperatore. Considerato il capolavoro dello scrittore sloverno Ivan Cankar (1876-1918), viene ora riproposto in italiano dall’editore Marietti 1820 nella nuova traduzione di Maria Bidovec, docente di Lingua slovena all’Università di Napoli L’Orientale, insignita nel 2018 del riconoscimento dell’Associazione degli Slavisti sloveni. Scritta di getto, in poche settimane, nel maggio 1907, la storia del servo Jernej ha suscitato in Italia un notevole interesse soprattutto in momenti politicamente nevralgici; il suo fascino senza tempo risiede nel grido di dolore universale e nella peculiarità di uno stile che riassume l’esempio più brillante della prosa di uno dei più grandi scrittori europei, che subì il carcere per la sua propaganda antiaustriaca e vide bruciare dalle autorità ecclesiastiche una sua raccolta poetica.

CASA DEL CINEMA, GLI APPUNTAMENTI

CASA DEL CINEMAMolto ricco il calendario settimanale della Casa del Cinema che dal 26 al 28 novembre presenta la nuova edizione del Festival del cinema turco. In programma sei film di recente produzione inaugurati da Omar e noi (26 novembre ore 19.30), diretto dal turco Mehmet Bahadır Er e dall’ucraina Maryna Er Gorbach. Seguirà dal 29 novembre l’omaggio all’attrice Laura Antonelli, attraverso una rassegna cinematografica (fino al 1° dicembre) e una mostra di fotografie inedite (fino al 12 dicembre). Si comincia lunedì 29 novembre con le proiezioni di Il Merlo Maschio di Pasquale Festa Campanile (ore 16), Malizia di Salvatore Samperi (ore 18.30) al quale seguirà un incontro e la presentazione in anteprima di un video a cura di Bernard Bédarida e Nello Correale, tratto dal film documentario Senza Malizia. Introducono Donatella Schürzel e Giorgio Gosetti. Chiude la serata il film Venere in pelliccia di Massimo Dallamano (ore 21). Martedì 30 novembre, invece, i film Sans mobile apparent di Philippe Labro (ore 16), Mio Dio come sono caduta in basso di Luigi Comencini (ore 18) e L’Innocente di Luchino Visconti (ore 20). Tra gli altri appuntamenti della settimana si segnalano anche le presentazioni, giovedì 25 novembre alle ore 18, dell’ultimo romanzo di Minnie Minoprio La merlettaia, e martedì 30 novembre, sempre alle 18, del volume Furio Scarpelli. Pennello, china e macchina da scrivere, curato da Sabrina Perucca, Alberto Sarasso, Giacomo Scarpelli e dedicato all’indimenticato sceneggiatore. Presenzieranno Francesca Archibugi, Massimo Ghirlanda, Leone Pompucci, Marco Tiberi e Paolo Virzì. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

AUDITORIUM, IL FESTIVAL DELLE SCIENZE FINO AL 28 NOVEMBRE

XVI edizione del Festival delle ScienzeFino al 28 novembre all’Auditorium Parco della Musica sono tanti gli eventi della XVI edizione del Festival delle Scienze di Roma, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con diversi partner scientifici e culturali, e che ha per tema le Sfide. Tra i tanti appuntamenti, fruibili in presenza e in streaming, si segnalano gli incontri: L’ordine nel Caos con il neo Premio Nobel Giorgio Parisi (giovedì 25 alle ore 21); Galileo contro i nemici del pensiero scientifico con l’astronoma e astrofisica Sandra Savaglio in dialogo con l’astrofisico Mario Livio (venerdì 26 alle ore 16.15); Nello Spazio nessuno può sentirti respirare con il fumettista Leo Ortolani (sabato 27 alle ore 10); Neanderthal: un’eredità condivisa con l’antropologo Giorgio Manzi in dialogo con l’archeologa Rebecca Wragg Sykes (domenica 28 alle ore 17.30). Inoltre sempre domenica 28 novembre alle ore 19, nel Teatro studio Borgna, si terrà la conferenza-spettacolo Notturno Dante a cura degli astronomi del Planetario di Roma Capitale (Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi, Gianluca Masi). Un itinerario nel cosmo dantesco guidato da un Virgilio virtuale, il Virtual Telescope, seguendo le tracce nell’Universo attuale di un mondo letterario che ha profondamente segnato la rappresentazione di quello reale. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

GIORNATA RICCA ALL’AUDITORIUM

auditorium logoTanti eventi, oggi, all’Auditorium. Alle ore 17 (online)  l’evento a cura di Cnr “Scienziate nell’ombra” con  Silvia Mattoni, Responsabile Unità comunicazione e relazioni con il pubblico Cnr, Enrica Battifoglia, giornalista, responsabile canale Scienza & Tecnica Ansa, Barbara Dragoni, primo tecnologo, Unità comunicazione e relazioni con il pubblico Cnr,  Valentina Giaccaglia, professore associato aggiunto per la Chirurgia generale alla Mohamed Bin Rashid University of Medicine and Health Science di Dubai (diretta da Dubai),  Marco Spagnoli, critico cinematografico, giornalista, regista e sceneggiatore italiano e Arianna Voto, giornalista, Giornale Radio1 Rai, che ci accompagneranno in un viaggio alla scoperta della vita e delle opere di grandi scienziate, figure più o meno note che hanno saputo distinguersi nei loro ambiti professionali. Continue reading

AUDITORIUM, RIECCO L’ENSEMBLE INTERCONTEMPORAIN

resimg.cedscdn.itOggi alle 17, nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium torna il celebre Ensemble Intercontemporain, fondato da Pierre Boulez nel 1976, per presentare Reich/Richter, un concerto in cui le musiche di Steve Reich dialogano con le immagini video prodotte dal pittore tedesco Gerhard Richter, tra i massimi artisti viventi. L’opera video nata nel 2016 a New York come nuova testimonianza dell’ammirazione reciproca tra i due giganti della creazione contemporanea, rivive sul palco grazie all’esecuzione del prestigioso Ensamble di solisti, con la sua osmosi totale di musica e immagini. In programma anche altre due opere che sintetizzano lo stile del grande compositore americano, tra sfasature, ritmi frenetici e caleidoscopici: Piano Phase ed Eight Lines.