WEEKEND: TRE APPUNTAMENTI AL MUSEO DI ZOOLOGIA

museo_zoologia_facciata_d0Saranno tre gli appuntamenti del weekend al Museo Civico di Zoologia di via Aldrovandi rivolti al pubblico di tutte le età. Il 18 gennaio alle 15.30 i bambini dai 5 agli 11 anni potranno cimentarsi nel laboratorio Scienza divertente: “esperimenti e pozioni”; sempre il 18 gennaio dalle 15.30 alle 17.30 nell’ambito dell’esposizione fotografica Carpe Sidera. La Meraviglia del Cielo sulla Bellezza di Roma, il curatore della mostra Gianluca Masi terrà l’incontro dal titolo Paesaggio urbano e paesaggio celeste: regole per una perfetta armonia per svelare i segreti per realizzare immagini di notevole effetto compositivo. Il 19 gennaio, invece, alle 15.30, 16.30 e 17.30 bambini e adulti saranno coinvolti in Museo Game: “La regina dell’Asia”, un percorso giocato su enigmi e imprevisti che li porterà a conoscere i segreti di uno degli animali più affascinanti del nostro Pianeta.

CASA DEL CINEMA: ANTONIO MONDA RACCONTA NEW YORK

MONDACon il titolo Viaggio a New York, lunedì 20 gennaio alle 19:30, Antonio Monda dialogherà alla Casa del Cinema con Giorgio Gosetti sulla grandezza, l’unicità e le contraddizioni di New York, alternando immagini di personaggi della città, sequenze di film celeberrimi e brani dei suoi libri letti da Chiara Caselli. Un viaggio e una celebrazione per quella che è tuttora vissuta come la città-simbolo nella cultura americana e mondiale. Per il direttore artistico della Festa del Cinema, l’appuntamento alla Casa del Cinema è ormai una tradizione che va di pari passo con l’uscita dei suoi romanzi dedicati alla Grande Mela. Attraverso il suo progetto editoriale di dieci libri iniziato nel 2012 per Mondadori, Monda continua a raccontare la New York del ventesimo secolo, con personaggi che ricorrono da un testo all’altro e storie ambientate in decenni diversi: dagli anni cinquanta del primo romanzo L’America non esiste, ai successivi La casa sulla roccia (anni sessanta), Ota Benga (anni dieci), L’indegno (anni settanta), L’evidenza delle cose non viste (anni ottanta), Io sono il fuoco (anni quaranta) e Nel territorio del Diavolo (anni novanta) che in egual misura hanno affrontato le epoche del secolo scorso.

VILLA TORLONIA: TECHNOTOWN, TRE GIORNI DI LABORATORI E…

technotownTechnotown, lo spazio di Villa Torlonia dedicato alla creatività e alla scienza, dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, propone per venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 gennaio alcune educative e divertenti attività didattiche rivolte al pubblico dai 6 ai 99 anni. Dai 6 ai 10 anni è indispensabile la presenza di un adulto che lavorerà con il bambino. Continue reading

LIBRERIA TOMO: PRESENTAZIONE DE “I TEMPORALI” DI CRISTIANO POLETTI

agguato all'incrocio Venerdì 17 gennaio, alle ore 19, presso Tomo Libreria Caffè, in via degli Etruschi, si parla di un libro di Cristiano Poletti. Di che si tratta? I Temporali di Poletti, fenomeni naturali desiderati e minacciosi o orizzonti del pensiero legati al nostro essere smarriti lungo gli anni e i secoli eppure fissi nell’eternità di pochi istanti luminosi, disegnano un libro maturo e forte, traguardo raggiunto di un lungo cammino poetico ed esistenziale, ma anche punto di svolta, riconoscimento di sé e del proprio rapporto con l’esistente, promessa per il futuro e riscatto. La parola oscilla tra il dato autobiografico, alluso e mai esibito, e la meditazione sulla storia e sui suoi vinti; e l’intonazione del testo a sua volta sta in equilibrio su un bilico espressivo, ora tendente al picco lirico, all’immagine fascinosa, ora capace del nitore ammirevole di chi non ha più bisogno di maschere e di orpelli. Continue reading

MLAC DELLA SAPIENZA: ANTONIO BALLISTA, CONCERTO E MOSTRA

Ballista_AntonioDa anni protagonista della scena musicale italiana e internazionale come pianista e direttore d’orchestra, particolarmente attento agli sviluppi più recenti dell’arte dei suoni, Antonio Ballista dalla metà degli anni Settanta affianca all’attività musicale quella di artista visivo. Martedì 21 gennaio alle 18.30 si inaugura al Mlac, Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza (a cui si accede dallo AntonioBallista-AtmosfereSospese_Autoritrattostesso ingresso dell’Aula Magna), la mostra “Antonio Ballista. Atmosfere sospese. Opere grafiche 1976-2020”. Sono una sessantina tra incisioni e disegni stampati digitalmente. La mostra resterà aperta fino a sabato 1 febbraio e sarà visitabile tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 15 alle 19, con ingresso libero. Questa mostra si svolge in occasione del concerto che Antonia Ballista terrà sabato 25 gennaio alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza per la Iuc, Istituzione Universitaria dei concerti, per cui ha preparato uno dei suoi tipici programmi bizzarri, intelligenti, sorprendenti, con una serie di brevi brani musicali apparentemente disparati ma tenuti insieme da una fantasiosa idea. Sotto il titolo Noir. AntonioBallista-AtmosfereSospese_Piani di luceAntonioBallista-AtmosfereSospese_La cucina di LornaLa Paura Si Fa Sentire Ballista ha riunito musiche di Verdi e di Adams, di Gounod e di Michael Jackson e di un’altra dozzina di compositori, che ci faranno provare il lato oscuro della musica, che ci parla di leggende misteriose, di avvenimenti paurosi, di orride streghe e di tremende tempeste. Paura mescolata all’ironia. Con la partecipazione del soprano Lorna Windsor (ci sarà anche un cameo con la voce registrata di Paolo Poli) e le immagini visionarie di Gian Luca Massiotta.

CASINA DI RAFFAELLO, UN MESE PIENO DI APPUNTAMENTI

casina_di_raffaello_villa_borgheseCasina di Raffaello, da sabato 18 gennaio a domenica 16 febbraio, accoglierà bambini e ragazzi con tanti laboratori ludico-educativi con i quali i piccoli visitatori potranno giocare e imparare divertendosi. Per i più piccoli, dai 24 ai 36 mesi, sono state pensate attività ludiche da svolgere insieme ai genitori, come ad esempio mettere in “ordine” e “disordine” materiali e oggetti in base a diverse caratteristiche, oppure scoprire la magia del colore dipingendo con particolari colori a dita adatti alla loro età. Bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni, divisi nelle diverse fasce d’età, potranno invece imparare a trasformare le lettere dell’alfabeto in bellissime illustrazioni, oppure con i ritagli di carta creare ambientazioni fantastiche e strambi personaggi, o ancora realizzare il proprio orsetto del cuore con stoffa, bottoni e altri materiali. Inoltre, nella Sala lettura al piano superiore della struttura, bambini e genitori potranno sfogliare libri dedicati al mondo degli orsi ed ascoltare letture animate delle storie degli orsi  più amati e simpatici, come Winnie Pooh, Baloo, Paddington e molti altri. Continue reading

VIA OMERO: ACADEMIA BELGICA, NUOVA MOSTRA DI STIJN ANK

Invitation 'Stijn Ank - Poems te Rome'Nel suo soggiorno all’Academia Belgica Stijn Ank ha creato delle opere d’arte che sono essenzialmente un’inchiesta sul rapporto tra materia, colore, tempo e spazio. Avendo nel corso degli anni lavorato su affreschi in varie località, l’opportunità di stare a Roma e di dedicarsi a quello che per lui è il nocciolo dei suoi impegni artistici gli ha permesso di gettare una nuova luce sulle sue opere.Dal 22 gennaio verrà esposta, nella sede di via Omero 8, la selezione di una nuova serie di opere di Stijn Ank, chiamata ‘Poems to Rome’, frutto di un’esplorazione quotidiana durante il suo soggiorno.

SABATO CONCERTO A SANT’AGNESE

sant'agneseCONCERTOSabato 18 Gennaio alle 20:30, nella Basilica di Sant’Agnese fuori le Mura in via Nomentana, la Cappella Musicale Costantina presenta grandi classici. Il Gloria e il Credo di Antonio Vivaldi e brani di Albinoni, Mascagni, Franck, Mozart faranno da cornice al consueto appuntamento: Laude a Sant’Agnese. Le voci di Giulia Patruno, Yuri Yoshikawa, Namiko Okano, Chiara Valsecchi saranno accompagnate dall’orchestra, l’organo e l’Arpa la direzione affidata all’organista della basilica Paolo De Matthaeis. L’appuntamento fa parte dei festeggiamenti per Sant’Agnese. Il concerto è gratuito.

LA SAPIENZA: “ARCAICO”, SPETTACOLO DI DANZA

Arcaico foto di scenaPer la prima volta nei suoi settantacinque anni di storia la Iuc, Istituzione Universitaria dei Concerti, presenta uno spettacolo di danza: martedì 21 gennaio alle 20:30 nell’Aula Magna della “Sapienza” si svolgerà la prima romana di “Arcaico”, con la coreografia di Davide Bombana, una produzione del Balletto di Roma – che nel 2020 festeggia i suoi sessant’anni di vita artistica – in coproduzione con Fabbrica Europa. I ritmi creati dal suono dei diversi strumenti suonati dal vivo da Katia Pesti (pianoforte, contrabbasso e percussioni etniche) e l’accompagnamento vocale di Gabin Dabiré, la cui sensibilità artistica si lega indissolubilmente al senso solenne di “Arcaico”, si amalgamano al movimento dei corpi e alla gestualità ricercata e plasmata dalla coreografia di Davide Bombana, protesa a quel richiamo attrattivo, profondo e metamorfico che regola l’umanità intera fin dalla sua nascita.

TEATRO TIRSO DE MOLINA: ENRICO MONTESANO, ULTIMI GIORNI

MONTESANOFino al 19 gennaio al Teatro Tirso de Molina di via Tirso, va in scena Enrico Montesano con “monologo non autorizzato”. Dice lo stesso attore: “Era inevitabile! Dopo Rugantino, il Marchese del Grillo ed il Conte Tacchia, tutti ampiamente premiati dal pubblico, che ringrazio, era ineludibile che sentissi il desiderio di fare uno spettacolo da solo. Un monologo. Un ritorno alle origini! Da tempo pensavo a una cosa del genere, avevo lavorato al testo, lo spettacolo era pronto, avevo bisogno di recitare, non potevo stare fermo.  Certi spettacoli vanno fatti subito, sono legati al momento… sentono gli umori! Si è presentata quest’occasione e l’ho presa al volo. Perché in un piccolo teatro come il Tirso de Molina? Domanda retorica. Dice: “Allora perché te la sei fatta?” “Perché prima o poi me l’avrebbe fatta qualcun altro!” Un teatrino mi riporta alle origini, mi solleva da allestimenti complessi, obblighi ed incombenze varie. In cambio offre leggerezza e stretto contatto con il pubblico e questo stimola la fantasia e pungola la creatività! E poi non esistono teatri piccolio grandi, belli o brutti! Esistono teatri, punto!  L’ultima volta che vidi Paolo Villaggio recitava al teatrino della Cometa. A Broadway, Al Pacino recitava Shakespeare in un piccolo teatro. È libertà! E quando un Attore, va a recitare in un Teatro, scatta la scintilla dello spettacolo, e in quel teatro, la sera, invece di stelle si accendono parole!”.

PURITANO, CAMPAGNA E SIERRA STASERA ALL’AUDITORIUM

AUDITORIUMIl successo del remix di “Thoiry” porta anche la firma di Puritano, nome d’arte di Daniele Rossetti, rapper e autore romano classe 90. Il rap di Puritano si anima di chitarre elettriche e di rock, è tagliente e sicuro, e la sua musica, che lo ha portato ad avere 2 milioni di visualizzazioni su YouTube e 5 milioni di ascolti su Spotify, è tra le cose più interessanti in città.  Eugenio Campagna in arte Comete è nato a Roma nel 1991 e vive a Roma. Appassionato di musica fin da bambino, ha iniziato da ragazzo a scrivere canzoni e poi ad esibirsi come artista di strada e nei locali della sua città. Continue reading

TEATRO DELLE MUSE DI VIA FORLÌ: “NON È UNA TRAGEDIA”

Non è una tragedia (Ovvero Edipo c'entra poco)Wanda Pirol, Rino Santoro e Geppi Di Stasio, fino al 9 febbraio, al Teatro delle Muse di via Forlì, in “Non è una tragedia (Ovvero Edipo c’entra poco)”, scritta e diretta da Geppi Di Stasio. Se gli psicanalisti, Freud in testa, si sono arrogati il diritto di saccheggiare la mitologia per suffragare le loro teorie, allora noi ci arroghiamo il diritto di ricamarci sopra una commedia che, come è stato detto da più parti, contiene “una risata che penetra in profondità in uno spettacolo ironico, sconvolgente, profondo”. Insomma, una commedia sulla condizione umana piena di irridente comicità.

VIA GUIDO RENI: PROIEZIONE DEL DOCUFILM “BICICLETTE DI CITTÀ”

LOCANDINAGiovedì 16 gennaio, ore 22:15, presso il cinema Tiziano di via Reni, sarà proiettato il docufilm “Biciclette di città” alla presenza del regista Mario Rossi. Questo documentario, realizzato con il sostegno del Mibact, assume la prospettiva di coloro che scelgono la bicicletta come mezzo di trasporto in città, i ciclisti urbani, e prova a dare voce e movimento, attraverso il discorso collettivo e il semplice pedalare, al loro ideale, allo stesso tempo poetico e pratico, del trasporto. Tra i cardini dei programmi per la mobilità sostenibile dell’Unione Europea, la bicicletta è un mezzo semplice, economico e molto valido per i brevi e medi percorsi, in alcuni casi anche per i lunghi. Alle testimonianze dei ciclisti, con le loro motivazioni e esperienze, con la loro visione della città, si aggiungono le testimonianze di Marc Augé, antropologo di fama mondiale, di Giovanna Rossi del Ministero dell’Ambiente e di Giulietta Pagliaccio, presidente della Federazione Italiana Amici della Bicicletta.

TEATRO OLIMPICO: TORNANO LILLO & GREG CON “GAGMEN”

LILLO E GREGUno spettacolo che torna a grande richiesta, dal 14 al 26 gennaio al Teatro Olimpico, dopo il successo della passata stagione. Uno sfavillante “varietà” firmato Lillo & Greg. La storica coppia della comicità ripropone i suoi intramontabili cavalli di battaglia e novità assolute sottoforma di sketches. Gagmen riporta in auge vecchie glorie del duo che, strizzando l’occhio al noto filone cinematografico dei supereroi fumettistici, punta a far ridere di pancia anche il più serio degli spettatori. I due comici si rivelano, dunque, supereroi della risata con un’esilarante scaletta che attinge sia dal loro repertorio teatrale che a quello televisivo e radiofonico, portando sul palco sketch come “Che, l’hai visto?” o “Normal Man” (rubriche cult del popolare programma radiofonico 610 condotto dai due). Una miscela esplosiva che finalmente porta a teatro radio e tv in una sintesi perfetta, arguta, sottile, colta e molto attuale come solo Lillo & Greg sanno fare.

VIA GRAMSCI: ISTITUTO GIAPPONESE, RASSEGNA DI FILM D’ANIMAZIONE

ISTITUTO GIAPPONESEDal 14 gennaio al 12 marzo, nella sede dell’Istituto Giapponese di Cultura in via Gramsci, “Cineanimemania. Rassegna di cinema di animazione”, proiezioni ore 17 o 19, sabato ore 11, film in versione originale con sottotitoli in italiano e/o inglese. Un breve viaggio nell’animazione degli anni 2000, con 10 film provenienti dalla Japan Foundation Film Library di Tokyo, dalla Cineteca dell’Istituto Giapponese e dall’ampio listino degli anime giapponesi distribuiti dalla Dynit, tra cui i capolavori di Shinkai Makoto e Hosoda Mamoru.
Utilizzando elementi fantastici e un tocco di magia, i protagonisti delle storie – quasi tutti bambini e adolescenti – sono chiamati a fronteggiare situazioni impreviste, superare difficoltà oggettive e soggettive, ponderare delle scelte e trovare il proprio posto nel mondo.