AUDITORIUM, LA BOSSA NOVA DI ROSÀLIA DE SOUZA

ROSALIA DE SOUZA • TEMPO TOUR •Rosàlia De Souza con “Tempo” ritorna sulla scena discografica dopo nove anni di assenza. In questo lungo periodo Rosàlia ha dedicato il suo tempo, pur proseguendo tra concerti e collaborazioni internazionali, ad una ricerca personale di spiritualità e approfondimento dell’aspetto letterario della sua arte. “Tempo” è un ritorno alla originalità della bossa nova: un lavoro senza filtri, votato alla purezza del suono e dell’interpretazione, con un tema centrale che lo rende omogeneo e unitario; una sorta di concept album all’insegna della “bossa nova d’autore”. All’Auditorium il 24 maggio, ore 21, Sala Petrassi.

YOGA A VILLA TORLONIA

YOGA VILLA TORLONIAHai voglia di rilassarti nel verde? Gli istruttori dell’associazione Sundaram ti mostreranno quanto è facile raggiungere uno stato di benessere psico-fisico attraverso lo yoga tradizionale autentico, nella splendida cornice di Villa Torlonia. Quando? Appuntamento sabato 26 maggio alle 9.00 e lunedì 28 maggio alle 18.30.

VIA SAVOIA: LUCIANA CASTELLINA PARLA DEL SESSANTOTTO

goethe institut divano verdeGiovedì 31 maggio 2018, ore 19, nella Sala Conferenze del Goethe Institut di via Savoia, dibattito con  Luciana Castellina e  Detlev Claussen sul tema “Testimonianze del Sessantotto. 1968–2018 | Praticare l’utopia”. Modera  Bettina Gabbe. Traduzione simultanea e live streaming su Youtube. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Man mano che il Sessantotto si allontana nel tempo, la distanza tra ciò che è accaduto e ciò che è stato trasmesso appare infinita. Diviene perciò opportuno cercare nelle parole e nelle testimonianze di chi quei fatti li ha vissuti, le tracce per capire quali volontà, quali sogni e quali forze determinarono il cambiamento. Ma soprattutto, per stabilire se è ancora rimasto qualcosa di un movimento che ha coinvolto studenti e operai di quasi tutta Europa, in primis Germania e Italia, per culminare nel maggio francese.  Continue reading

TARA GANDHI AL MAXXI PER LA GIORNATA DEL PERDONO

maxxiSarà  Tara Gandhi  Bhattacharjee, vicepresidente del Kasturba Gandhi National Memorial Trust e nipote del Mahatma Gandhi, l’ospite eccezionale che  oggi al Maxxi  parteciperà alla terza edizione della   Giornata Internazionale del Perdono  (Auditorium del Maxxi, ore 18.00, ingresso gratuito fino a esaurimento posti, con possibilità di prenotare i primi 100 posti su  http://bit.ly/GiornataPerdonoEventbrite). La  Giornata Internazionale del Perdono  è un  evento promosso da  My Life Design Foundation, organismo internazionale attivo nella promozione di valori e strumenti per la diffusione della cultura della pace, integrazione e consapevolezza, con lo scopo di celebrare il perdono come strumento indispensabile per la trasformazione delle relazioni individuali, collettive e sociali. A questa iniziativa, insignita per il secondo anno consecutivo della  Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, partecipano rappresentanti del mondo della cultura, della scienza e delle istituzioni, ognuno con il proprio contributo alla diffusione di una rinnovata cultura della pace e della consapevolezza.  Tra i partecipanti delle scorse edizioni: Don Luigi Ciotti, Gherardo Colombo, Giuseppe Di Taranto, Scarlett Lewis,  Yolande Mukagasana, Terry Waite, Stefano Zamagni.

IL 31 MAGGIO, A VIALE SOMALIA, CONFERENZA SULLE MERIDIANE

meridianaGiovedì 31 maggio 2018 alle 18:30, nella sala della libreria Eli in viale Somalia 50A, Roma2pass organizza una conferenza sugli orologi solari a Roma. Bruno Caracciolo, grande esperto di questi strani oggetti, racconterà di questa arte affascinante di costruire orologi solari, l’unica maniera per millenni per misurare il tempo e decidere, senza errori, quando cadesse la Pasqua è gli altri eventi religiosi legati a solstizio e equinozio. Vai alla pagina dell’evento. Per molti secoli le meridiane hanno avuto un ruolo di fondamentale importanza nel regolare la vita quotidiana dell’umanità, e lo studio della gnomonica – l’arte di costruire le meridiane – faceva parte della formazione di ogni erudito. Continue reading

ERODOTO PROJECT ALL’AUDITORIUM

ERODOTO PROJECT ALL'AUDITORIUMStasera all’Auditorium (Teatro Studio Borgna) nuove storie da raccontare per Erodoto Project, storie raccolte lungo le rotte del Mediterraneo, dai porti siciliani agli scali del Nord Africa, nelle pianure dell’Asia minore, nella mitica Istanbul. Storie tradotte in un linguaggio Jazz estraniato, contaminato e onirico. I richiami alla epica classica sono un pretesto per raccontare le odissee contemporanee, i nuovi “Ulisse”, che solcano oggi, le rotte antiche del Mediterraneo, per evocare storie del passato remoto, così simili a quelle contemporanee.  Continue reading

PARCO NEMORENSE, SI DISCUTE DI UN LIBRO SULLE DONNE BANGLADESI

LIBROGiovedì 24 maggio al Parco Nemorense, ore 18:30, il Caffè Nemorense presenta “Kotha. Donne bangladesi nella Roma che cambia” (editrice Ediesse per la collana “Sessismo e Razzismo”) di Katiuscia Carnà e Sara Rossetti, mediatrici culturali, insegnanti, antropologhe studiose di aspetti sociologici, illustrato dalle immagini di Alice Valente Visco, fotografa e attrice. Kotha, letteralmente racconto in bengalese, svela il legame delle nuove generazioni di donne bengalesi con i quartieri ‘multietnici’ di Roma. Dall’incontro tra le due autrici e quaranta delle nuove protagoniste di una comunità tra le più numerose nella Capitale nasce un interessante e intimo racconto corale che, attraverso frammenti di esperienze, giudizi, opinioni, dà voce alla loro percezione del razzismo, del rapporto con la religione, il velo, la lingua madre, il Paese d’origine. L’incontro al Caffe Nemorense è l’occasione per una riflessione con le autrici e la fotografa Alice Valente Visco, attraverso la lettura di dialoghi tratti dal libro e di poesie Bangladesi l’aperitivo accompagnato da assaggi di cucina bangladese che concluderà la serata.

LIBRERIA KOOB, SI PARLA DE “L’ANGELO DEL MARE FANGOSO”

angeloAlla libreria Koob di piazza Gentile da Fabriano, il 24 maggio 2018, h. 18, presentazione del terzo volume del ciclo noir sulla nascita di Venezia, “L’angelo del Mare Fangoso – Venetia 1119 d.C.”  di Roberto Tiraboschi, edizioni e/o. Roberto Tiraboschi ne parlerà con Elisabetta Bolondi. I personaggi dei primi romanzi, ovvero lo scriba Edgardo, la schiava Kallis, il medico magister Abella, il mercante Magdalena Grimani, lo speziale Sabbatai, il fiolario Tataro, tornano al centro del racconto. Siamo nell’anno 1119 d.C., Venezia è oppressa da uno dei più lunghi periodi di siccità della sua storia. Tre donne, Kallis, Magdalena, Abella, si trovano direttamente coinvolte in una vicenda delittuosa che sta sconvolgendo la città. Tre donne che in modi diversi lottano per emergere, per riscattare il loro passato, per conquistarsi un posto nella chiusa società dell’antica nobiltà veneziana. Kallis, la schiava, sospettata di un delitto orribile, deve difendersi da un’accusa infamante. Continue reading

E DA GIUGNO MUSEI (QUASI) GRATIS

museo CanonicaL’ingresso gratuito ai musei comunali era una delle prime iniziative annunciate dall’amministrazione di Virginia Raggi. E ora sta per diventare un progetto realizzato. A fine giugno sarà disponibile la tessera per i residenti per entrare (quasi) gratuitamente nei musei civici. L’iniziativa è stata annunciata ieri dal vicesindaco, Luca Bergamo, parlando del tema a margine di una conferenza stampa. La tessera musei per i romani costerà cinque euro all’anno (meno del costo di un solo biglietto intero) e consentirà ai residenti di visitare gratuitamente tutti i musei civici. I dettagli verranno forniti in un prossimo incontro, come spiegato dallo stesso Bergamo. E se a questo si va ad aggiungere che esiste già una rete di piccoli (e preziosi) musei comunali che sono gratuiti le possibilità per i romani diventano molto ampie. Da sempre il vicesindaco e assessore alla Crescita culturale si è detto favorevole all’ingresso gratuito o a prezzi estremamente popolari alle strutture museali e alle aree archeologiche. Continue reading

MUSEO DI VILLA GIULIA: ROMARCHÉ. PARLA L’ARCHEOLOGIA

Dal 24 al 27 maggio  torna  RomArché. Parla l’archeologia, l’evento dedicato all’editoria archeologica e giunto alla nona edizione. Quest’anno la manifestazione, ospitata dal  Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia  (già sede dell’edizione 2013), propone un programma legato al tema 2018 della  Giornata internazionale dei Musei, organizzata da  Icom, “Musei iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici”. L’evento, infatti, si apre con il convegno scientifico  museum.dià III  (giovedì 24 e venerdì 25 maggio), progetto dedicato alla museologia, ideato dalla Fondazione Dià Cultura con l’intento di sostenere il sistema-MUSEO VILLA GIULIAcultura attraverso la ricerca e la presentazione di soluzioni strategiche e operative pensate per il sistema museale italiano. Il tema approfondito è quello delle reti: le connessioni tra musei, cittadini e territori diventano spazi creativi e compito degli operatori del settore diventa quello di regolare e sfruttare al massimo le potenzialità della rete. La manifestazione prosegue poi con le giornate di sabato 26 e domenica 27 maggio animate dal programma di  Leggere in RomArché, un insieme di incontri con gli autori e presentazioni di libri (gialli, archeosocial, riviste), laboratori, visite guidate speciali, rievocazioni storiche, concerti (e tanto altro) con l’obiettivo di comunicare l’archeologia in modo contemporaneo avvicinando al tema un pubblico sempre più vasto e multiforme. Continue reading

AUDITORIUM, DI SCENA IL FLAMENCO

Il 23 maggio, alle ore 21, nella Sala Petrassi dell’Auditorium, la compagnia Algeciras in “Sin volver la car”. Il nuovo spettacolo nasce dall’esigenza di trattare temi attuali attraverso la musica del flamenco che si pone non solo come cifra stilistica ma anche come fenomeno culturale che per sua stessa natura è il risultato di influenze legate anche alle migrazioni che hanno portato all’incontro di culture diverse. “Senza voltarsi”, lasciando flamenco auditoriumalle spalle ciò da cui ci si separa, portandone memoria, iniziare un nuovo percorso e dare vita ad una nuova realtà.  Vengono descritte le emozioni che immaginiamo pervadano gli esseri umani nelle diverse occasioni di separazione: dalla tradizione, dalla madre, dall’amore, dalla propria terra. All’interno dello spettacolo convivono contaminandosi diverse forme di musica e di espressione. Una storia, insomma, ricca di separazioni e di ritorni, di viaggi, di ricchezza che appartiene al grande tesoro culturale del Mediterraneo. L’andata ed il ritorno (la ida y vuelta) possono avere tregua solo quando ciascuna cosa trova la propria collocazione, il naturale approdo, dopo tanto vagare, ad una condizione migliore.

IL FUTURO DELL’ABITARE SU DUE RUOTE: SE NE PARLA A VIA SAVOIA

unnamed‘Il movimento delle “tiny house” conquista l’Europa. Il futuro dell’abitare arriva su due ruote’, talk con gli architetti  Van Bo Le-Mentzel / Leonardo Di Chiara. Quando? Mercoledì 23 maggio 2018, ore 19, nella Sala Conferenze del Goethe Institut di via Savoia. Ingresso gratuito | Italiano/tedesco con traduzione simultanea. Dopo il dibattito sarà possibile visitare la tiny house avoid neg Giardino del Goethe Institut. Ingresso consentito fino alle 21:30. Molte città sono accomunate da problemi simili: scarsa disponibilità di immobili, canoni di locazione elevati, traffico cittadino prossimo al collasso e mancanza di spazio. Una serie di esperimenti condotti in diverse città dimostra che vivere in pochi metri quadri può essere una buona opzione.