LA SAPIENZA: ARRIVA IL DOPPIO LIBRETTO

la sapienzaAnche la Sapienza avrà il doppio libretto, o carriera Alias, per gli studenti trans. Ad approvarlo, intorno alle 19.30 di oggi, è stato il senato accademico, composto da docenti, personale e ragazzi: a proporre la sua istituzione e a mettere fretta alla prima università capitolina, la più grande in Europa, sono stati il sindacato studentesco Link e Prisma, collettivo Lgbtquia+. Gli studenti, mentre si discuteva della carriera Alias, si sono riuniti sotto al Rettorato per un presidio. “Abbiamo ricevuto decine e decine di segnalazioni – spiegano da Link – Molti studenti avevano difficoltà in sede d’iscrizione o d’esame, quando venivano registrati e chiamati con un nome con cui non si identificavano”. Continue reading

LA SAPIENZA: GLI STUDENTI CONTESTANO IL TEST DI PSICOLOGIA

la sapienzaNuove polemiche a La Sapienza. Errori materiali, errori ortografici e parte del test illegibile: queste le segnalazioni pervenute con forza dagli studenti che hanno partecipato alle selezioni per l’accesso alla facoltà di Psicologia. L’Ateneo romano ammette, in parte, l’errore. Lo scorso tre settembre l’Università di Roma La Sapienza ha indetto i test di ammissione alla facoltà di psicologia e a sentire Cristiana, portavoce di un gruppo di cinquanta studenti “si sono verificate irregolarità inaccettabili: erano ammessi a fare il test studenti sprovvisti del documento, o con documento scaduto, i plichi contenti i test erano aperti. Sono, quindi, venute meno tutte le garanzie di ufficialità e imparzialità che devono essere proprie di un concorso pubblico, quale il test di ammissione a una facoltà universitaria. Continue reading

VIA OMERO: INAUGURAZIONE ALL’ACADEMIA BELGICA

academia-belgicaAll’Academia Belgica di via Omero, il 20 settembre alle ore 17, ci sarà la presentazione
“Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche”, l’ultima opera pubblica commissionata di Adrien Lucca. Si tratta di un’installazione in situ permanente, geometrica e non figurativa, dispiegata su cinque grandi finestre situate all’esterno della biblioteca dell’Academia Belgica, di fronte alla parete ovest dell’Accademia d’Egitto. “Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche” è il risultato di una ricerca sulla luce naturale, il vetro Dentelles de Lumière - allégorie de la recherchee la matematica condotta durante cinque mesi di residenza presso l’Academia Belgica. Per consentire una miglior comprensione del lungo processo creativo, questa inaugurazione sarà preceduta da una presentazione dall’artista stesso. L’inaugurazione dell’installazione conclude il mandato di Bracke come direttore dell’Academia Belgica.

MUNICIPIO: SCUOLE, GENITORI PARTE ATTIVA NELLA RIQUALIFICAZIONE

via volsinio scuola mazziniFinora l’hanno fatto «spontaneamente». D’ora in poi lo potranno fare «ufficialmente». Il consiglio del II Municipio ha, infatti, approvato una delibera dove è stabilito che i genitori degli alunni delle scuole, almeno in quel territorio che va dai Parioli al Flaminio a San Lorenzo, potranno contribuire alla riqualificazione degli edifici e delle aule. Cosa materialmente mamme e papà potranno fare negli stabili?Tinteggiare le pareti e gli infissi oppure aggiustare le porte interne, le persiane o le finestre e perfino gli avvolgibili con la sostituzione delle cinghie e delle molle. Ancora: rimpiazzare lampade, interruttori o campanelli; riparare o sostituire scuola-Fratelli-Bandiera1le componenti dell’impianto idrico. I genitori, in sintesi, potranno fare gli imbianchini, gli elettricisti e gli idraulici per aggiustare tutto quel che non funziona nelle scuole dei propri figli, rendendole più pulite e più adeguate in molti aspetti essenziali. «Abbiamo pensato e studiato questa delibera – spiega l’assessore municipale alla scuola media alfieriScuola Emanuele Gisci – per favorire la partecipazione delle famiglie alla vita della scuola. È un impegno culturale e positivo perché proprio alcune professionalità dei genitori possono così contribuire alla manutenzione degli edifici, con questi piccoli interventi che adesso potranno fare con un’autorizzazione ufficiale e non come prima “sotto banco”». Così sempre più «cittadini fai da te» e in questo caso con l’approvazione dell’amministrazione e dei consigli d’istituto, sopperendo in realtà a quelle che ormai sono croniche mancanze di finanziamenti: «È vero, i fondi sono molto pochi per la manutenzione delle scuole – ammette Gisci -. Ma questi piccoli interventi delle famiglie per mancanza di risorse VIA TEVEREd’ora in poi possono diventare più facili e immediati, stabilendo un legame con gli istituti». E considerando l’aspetto positivo della faccenda, che riguarda le classi dalle materne, alle elementari alle medie, la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, lo definisce così: «Un risultato importante che intende la scuola guido alessivalorizzare le scuole come luoghi di aggregazione e di incontro nel territorio. Un provvedimento che va incontro all’esigenza di informazione e partecipazione delle famiglie e delle scuole che hanno chiesto più volte di intervenire in tal senso. Una risposta all’idea di una scuola autonoma che si apre alla cittadinanza e crea un presidio di impegno civico dove tutti contribuiscono ai beni comuni». La delibera è stata approvata con 15 voti favorevoli, tra i quali 14 della maggioranza e uno dell’opposizione. E ieri il provvedimento «è arrivato dopo un lungo periodo di confronto», conclude l’assessore Gisci, e ha interessato «tutta la comunità scolastica, a partire dai dirigenti fino agli insegnanti e ai genitori, oltre alle istituzioni competenti del Municipio». Fonte: Corriere della Sera

PORTE APERTE ALLA SAPIENZA

XXII edizione di Porte Aperte alla Sapienza

È in corso di svolgimento la XXII edizione di Porte Aperte alla Sapienza (17-18-19 luglio) con: stand informativi nei viali della Città universitaria dalle 9.30 alle 18.00; presentazioni delle facoltà in Aula magna; performance musicali e teatrali delle orchestre Sapienza e degli attori di Theatron – Teatro antico alla Sapienza; apertura straordinaria dei Musei Sapienza; presentazione dei servizi per gli studenti con disabilità e dsa (17 luglio).  Continue reading

LA SAPIENZA: 24 AULE MULTIMEDIALI E IPERTECNOLOGICHE

LA SAPIENZA TECNOLOGICANell’aula 3 di Lettere e Filosofia si arriva, si apre il pc (ancorato) sul banco e si studia. Finito si chiude e si lascia lì: ce ne sono 82, uno su ogni postazione, a disposizione di tutti. Lo stesso ad Economia, Aula 8b. Nell’aula Galasso di Giurisprudenza, i lucernari si aprono e chiudono da soli in caso di pioggia e l’intera parete dietro la grande cattedra di legno diventa un grande schermo dove vedere filmati comodi sulle poltroncine, come al cinema. E nascosti nel muro decine di pannelli audio. Nell’aula Grassi di Scienze Naturali dietro il vecchio controsoffitto sono state scoperte le antiche finestre ed ora l’arena da 129 posti ogni mattina s’inonda di luce. Tutti i banchi sono cablati. Il wifi aleggia su tutta la città universitaria. Le lavagne luminose calano dal soffitto e si fa lezione anche sui maxischermi. Benvenuti alla Sapienza 4.0, dove i quasi 120 mila studenti iscritti troveranno ambienti sempre più moderni e all’avanguardia. Quasi 153 milioni investiti, di cui 115 circa dai fondi della Banca Europea. Continue reading

LA SAPIENZA: OK A DOPPIO LIBRETTO PER TRANS

LA SAPIENZA“Il senato accademico dell’Università La Sapienza approverà a settembre il doppio libretto per gli studenti trans, al fine di consentire ulteriori modifiche migliorative al testo a garanzia della riservatezza e della privacy degli studenti”. Dopo la denuncia di ieri da Gay Center, AzioneTrans e associazioni di studenti, sulla bocciatura da parte del Senato accademico del libretto per gli allievi transgender, questa mattina arriva la risposta. In una nota dell’università più grande d’Europa si legge che “gli organi di governo dell’Ateneo hanno dato prova di essere sensibi alle tematiche riguardanti l’identità di genere in molte occasioni e che in particolare sulla doppia carriera universitaria per gli studenti in transizione di genere sono impegnati concretamente”. Fonte: la Repubblica

GAY CENTER: “SAPIENZA BOCCIA IL DOPPIO LIBRETTO PER LE TRANS”

la sapienza 6“Dopo diversi anni di incontri, promossi da Gay Center, Azione Trans e dalle associazioni di studenti dove abbiamo richiesto di attuare, alla università Sapienza di Roma, il libretto per le persone trans, nella seduta di ieri tale proposta è stata bocciata dal Senato accademico”. Lo riferiscono Fabrizio Marrazzo, portavoce Gay Center, e Richard Bourelly di Azione Trans, che attribuiscono al libretto un valore identificativo importante per chi ha cambiato aspetto perchè “consente loro di essere identificate con il nuovo nome durante l’appello o gli esami, evitando quelle situazioni di umiliazione che portano le persone trans ad abbandonare gli studi”. Molti atenei italiani hanno già adottato il doppio libretto universitario per le persone transgender, come ad esmpio: l’Università Tor Vergata di Roma, Catania, Torino, Milano, Padova, Verona, Bologna, Bari, Napoli, Urbino, Trento, Pavia, Siena, Caserta. Ma non La Sapienza di Roma: il più grande ateneo d’Europa è ancora indietro sul piano della tutela dei diritti delle persone trans, e resta il fanalino di coda.  Continue reading

GIOVANNI D’ALÒ È IL NUOVO DIRETTORE ARTISTICO DELLA IUC

iuc_logo_La presidente della Iuc, Istituzione Universitaria dei Concerti, sentito il parere del consiglio direttivo, ha nominato Giovanni D’Alò direttore artistico dell’Istituzione. Giovanni D’Alò si è diplomato in violino al Conservatorio de L’Aquila e si è laureato in Lettere presso l’Università “La Sapienza” con una tesi in Storia della musica discussa con Pierluigi Petrobelli. È cresciuto professionalmente alla Iuc, dove ha lavorato dal 1995 come responsabile delle pubblicazioni e dei progetti didattici e dal 2005 come segretario artistico. Attivo anche in campo musicologico e giornalistico, ha collaborato con La Repubblica, Trovaroma e varie riviste specializzate.

VIALE ROMANIA: UN PADIGLIONE CINESE ALLA LUISS

LUISSL’ultima a salire sul carro di Pechino è la Luiss Guido Carli di Roma. L’Università privata controllata da Confindustria ha sottoscritto un accordo per “istituire un Padiglione cinese all’interno della Luiss di viale Romania, che servirà da centro culturale per lo sviluppo di relazioni bilaterali tra i due paesi”. Secondo quanto annunciato con un tweet dal direttore generale, Giovanni Lo Storto, il Padiglione è frutto di una “intesa trilaterale con l’Università Renmin e lo Scio”, acronimo che sta per Ufficio per l’Informazione del Consiglio di Stato (l’Ufficio di propaganda del governo cinese), mentre la stessa Renmin – un’eccellenza in Cina nell’ambito degli studi politici – è tra le più vicine al Partito comunista cinese (Pcc).

IL 18 GIUGNO SI INAUGURA LA SEDE DELLA LUISS BUSINESS SCHOOL

 Lunedì 18 giugno, alle ore 17:30, Luiss inaugura Villa Blanc, sede della Luiss Business School. Apre l’evento il presidente della Luiss Business School Luigi Abete. Il professore di Restauro all’Università Sapienza di Roma Giovanni Carbonara tiene la lectio dal titolo “La bellezza ritrovata”. A seguire la laudatio del rettore Luiss Paola Severino in onore di Carlo Azeglio Ciampi, al quale viene dedicata un’Aula di Villa Blanc.  La presidente Luiss Emma Marcegaglia chiude la cerimonia di inaugurazione, coordinata dal direttore generale Giovanni Lo Storto.

UNIVERSITÀ: E I PROF BLOCCANO GLI ESAMI

LA SAPIENZA«Non sulla nostra pelle». Lo striscione da stamattina verrà srotolato nelle tre università di Roma e in contemporanea in tutti gli atenei d’Italia. Gli studenti universitari rispondono così ai loro professori e a loro si appellano. «È una protesta che danneggia prima di tutto noi, è folle». Perché da questa mattina prende il via lo sciopero degli esami universitari. Stop alla prima data dell’appello per la sessione che va dal primo giugno al 31 luglio. Che significa un rischio molto alto di prepararsi all’esame, arrivare all’università e trovare l’aula vuota. Sono i professori e i ricercatori universitari che protestano. Continue reading

VIA OMERO: L’ACCADEMIA D’EGITTO COMPIE NOVANTA ANNI

Quasi un secolo di incontri, di dialogo, di scambi artistici e di diplomazia culturale tra il Cairo e Roma. È l’attività svolta dall’Accademia d’Egitto di via Omero che quest’anno celebra i suoi 90 anni di vita nella capitale. Nel 1928 veniva approvato il primo bilancio per la creazione di una Accademia di Belle Arti per l’Egitto in Italia. Da allora molti sono stati i cambiamenti nel corso degli anni, ma la missione non è mai cambiata: «innalzare la voce della Cultura», dice la professoressa Gihane Zaki, attuale direttore dell’Accademia, la ACCADEMIA D'EGITTOprima donna alla guida dell’istituzione dopo ben 13 direttori tutti uomini. «L’Accademia rappresenta un angolo di terra egiziana nel cuore di Roma, una finestra dalla quale il pubblico italiano può affacciarsi e ammirare le diverse sfaccettature della civiltà egiziana, condividendo un unico linguaggio, quello dell’arte che si fa parola. Attraverso conferenze, concerti, proiezioni cinematografiche e mostre d’arte, l’Accademia riflette il suo spirito e apre le sue porte». Continue reading

MUSICA E SBALLO ALLA SAPIENZA TRASFORMATA IN DISCOTECA

la sapienza«Preparate i tre euro, così la fila scorre più veloce». Piazzale Aldo Moro, mezzanotte passata, davanti al cancello un servizio d’ordine improvvisato regola l’afflusso di centinaia di giovanissimi. Benvenuti al “TeppaFest” ovvero al festival «delle resistenze metropolitane», firmato e prodotto dai collettivi di quello che è uno degli atenei più antichi al mondo. Finanziato dal pubblico danzante, qualche migliaio di under 25 a caccia di alcolici (e “fumo”) a prezzi altamente concorrenziali. Teppa, ovvero “teppaglia”, quella che ha trasformato, sabato notte (nel giorno del 715esimo compleanno dell’ateneo), il pratone della Minerva in un gigantesco dancefloor. Oltre 2000 le persone sbarcate al di là dei cancelli (rigorosamente aperti) per assistere al djset firmato da artisti sapienzacult nell’area “antagonista”: quando Murubutu sale sul palco, partono i selfie neanche fosse Marracash. «Quest’anno la Sapienza tornerà ad essere invasa dai partigiani e dalle partigiane della città, con una tre giorni di sport, cultura e antifascismo», recitava la locandina della pagina dei promotori dell’evento, che riunisce le varie realtà “rosse” dell’università. Una tre giorni culminata nel rave che si è spinto fino alle prime luci dell’alba. Ingresso su piazzale Aldo Moro: nessuno scavalcamento, gli organizzatori sono muniti delle chiavi dei cancelli. Un tavolo con alcuni bicchieri, con dentro le monete per il resto da dare al pubblico (pagante). Scontrini fiscali non pervenuti. Vietato introdurre bottiglie di vetro: si consuma solo quanto viene offerto (a pagamento, si intende) dietro ad un bancone improvvisato vicino al rettorato. Continue reading

SULLA TERRAZZA DEL PINCIO LA FESTA DELLA POLIZIA DI STATO

schieramento-550x247Si è svolta ieri sulla Terrazza del Pincio l’evento per celebrale i 166 anni della Polizia di Stato, che si è chiusa con l’esibizione della Banda del corpo. Durante la cerimonia, alla presenza del ministro dell’interno Minniti e del capo della Polizia Gabrielli, sono state consegnate onorificenze ai poliziotti caduti in servizio, a quelli impegnati in speciali attività operative, agli sportivi olimpici e paralimpici delle Fiamme Oro. Quest’anno la medaglia d’oro al merito civile è stata assegnata alla Polizia Scientifica.

VIA SEBENICO: A SCUOLA ARRIVA UN DEFIBRILLATORE

LOCANDINA DEFIBRILLATOREGiovani cuori, ma da leoni. E molto si può fare grazie al controllo, alla prevenzione, ai mezzi e alle capacità di effettuare un intervento immediato. Anche a scuola. Ecco dunque un defibrillatore tra i banchi dell’Istituto Comprensivo Luigi Settembrini, nel plesso via Sebenico 1. Arriva grazie alla donazione della  Fondazione  L’Arcobaleno di Marika Onlus e per ritirarlo alunni e insegnanti  si riuniscono per una cerimonia di consegna venerdì 6 aprile alle 10. L’iniziativa patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Educative, Scolastiche e per la Famiglia è parte attiva del Progetto Salvavita promosso dal Municipio. L’evento rientra in un percorso più ampio che prevede tra l’altro la consegna di ulteriori defibrillatori, sempre a cura della Fondazione Arcobaleno di Marika, e la formazione degli insegnanti dei vari istituti alle manovre di disostruzione e all’uso del defibrillatore.

VILLA BORGHESE: RISORGE IL CNEL A VIALE LUBIN

CNELDato per morto durante la campagna referendaria (“voglio essere chiaro sul Cnel: anche basta!”, diceva Matteo Renzi prima del voto del 4 dicembre 2016), al punto che a poche settimane dal voto gli uffici di Villa Lubin a Roma erano ingombri degli scatoloni di chi si apprestava a fare un trasloco, risorto nella notte del No, festeggiata con pasticcini e champagne, il Cnel ha celebrato oggi la sua definitiva resurrezione con le 48 nomine varate dal governo Gentiloni in uno dei suoi ultimi atti. L’organo consultivo del Parlamento e del governo in materia economica, che da un anno è retto dal professor Tiziano Treu, che fu ministro del Lavoro nel primo governo Prodi, e ministro dei Trasporti con D’Alema a Palazzo Chigi (“mi sono preso il miglior D’Alema”, dice), e che al referendum aveva votato Sì (“ma sul Cnel non ero d’accordo”), quindi riparte: il parlamentino è composto da 64 esperti, dieci dei quali sono di nomina del Quirinale e i rimanenti sei dal Terzo Settore. Continue reading

LA SAPIENZA PRIMA AL MONDO IN LETTERE CLASSICHE

la sapienzaSarebbe ipocrita dire che il primo posto «mondiale» della Sapienza nelle discipline di lettere classiche non è stata una sorpresa. Non perché la Sapienza e i suoi ricercatori non meritino il riconoscimento, ma perché siamo abituati a vedere le nostre università pubbliche, surclassate dai blasonati atenei americani e inglesi, navigare oltre il centesimo posto nelle classifiche. Questa volta, andando nello specifico di una disciplina che appartiene alla storia e alla cultura non solo della Capitale, in una classifica che valuta la reputazione e la qualità delle ricerche ma non la didattica – rapporto professori alunni, attrattività per docenti e studenti internazionali -, la Sapienza ha battuto anche Oxford e Cambridge. Continue reading

PUBBLICATO UN VOLUME PER L’80° DEL FORUM AUSTRIACO

copertinaIn occasione dell’80esimo anniversario dell’istituto, il Forum Austriaco di Cultura Roma e l’Istituto Storico Austriaco hanno pubblicato un volume celebrativo che ripercorre la storia dell’istituto dal titolo ‘Austria in Urbe’. Gli interessati possono reperire il volume presso il Forum Austriaco di Cultura Roma (24,90 euro) in viale Bruno Buozzi 113. Il Forum Austriaco di Cultura Roma è l’istituto di cultura austriaco più antico all’estero. Con la sua biblioteca che raccoglie oltre 100.000 volumi, l’Istituto – che ospita al suo interno tra l’altro anche l’Istituto Storico Austriaco e il Consolato Austriaco – è il luogo di rappresentanza storico delle arti e delle scienze austriache. Ideato, progettato e costruito negli anni 1935-1937 da Karl Holey, questo istituto è un raro testimone della storia contemporanea e un gioiello architettonico davvero singolare. In occasione dell’ottantesimo anniversario di questa venerabile istituzione, il presente volume commemorativo raccoglie, insieme a un omaggio visivo, le voci di autori prominenti che rendono così onore a questo edificio unico nel suo genere.