MUSEO DI VILLA GIULIA, CONFERENZA SULLA STORIA DI AQUINO

image008Nella Sala della Fortuna del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, venerdì 30 marzo 2018, ore 17, per Storie di Persone e di Musei si parla di “RIdefinire, RIqualificare e RIacquisire: la storia dei “RI” del Museo di Aquino”. La conferenza, presieduta dal direttore Marco Germani, è incentrata sulla Città di Aquino, nota per aver dato i natali alla famiglia dei D’Aquino, dalla quale discende San Tommaso, ma ricordata spesso per essere anche la patria del poeta latino Giovenale. Più volte citata nelle fonti antiche, conobbe il suo momento di maggiore sviluppo in seguito alla distruzione della vicina Fregellae nel 125 a.C. Fu uno dei centri romani più importanti del Lazio meridionale subendo un restringimento in età tardo antica e medievale quando, tuttavia, divenne la sede principale dell’omonima contea. Continue reading

A VIALE BUOZZI SI DISCUTE DELLA POESIA AUSTRIACA DEL NOVECENTO

FORUM AUSTRIACOIl 4 aprile, ore 17:30, nella sede del Forum Austriaco in viale Bruno Buozzi 113, inaugurazione della mostra, conferenza e performance dal titolo “Zwischen sinn und unsinn (Tra senso e non senso), parola, suono e immagine nella poesia austriaca del 900. La poesia concreta si impone a livello internazionale fin dai primi anni cinquanta. A presentare questo fenomeno artistico, poco conosciuto in Italia, una mostra a cura di Giovanni Fontana e Piero Varroni, una conferenza e una performance dell’artista e poeta Gerhard Rühm, esponente del movimento d’avanguardia austriaco “Wiener Gruppe”.

VIA GRAMSCI: BSR, CONFERENZA SULLA MITOLOGIA LEGATA AL TEVERE

BSRLunedì 26 marzo, dalle ore 09.00 alle 17.00, alla British School di Roma in via Gramsci 61, conferenza organizzata da Krešimir Vukovi dal titolo “Il fiume e la città: il Tevere nell’archeologia, culto e mito”. Questo simposio della durata di un giorno presso la British School propone di rivalutare gli aspetti archeologici, letterari e religiosi del Tevere all’interno della città di Roma e dei suoi dintorni dal periodo arcaico fino all’età augustea. Il fiume era il luogo dei primi miti romani, come la miracolosa salvezza di Romolo e Remo e la vicenda di Orazio Coclite al  ponte Sublicio. Anche Virgilio scelse di collocare l’arrivo di Enea nel Lazio alla foce del Tevere e altri poeti augustei sancirono la sacralità del fiume nei confronti di Roma.

VIA GRAMSCI: IL TEATRO GIAPPONESE TRA IL 1868 E IL 1926

TEATRO “LOCALE” IN GIAPPONEAll’Istituto Giapponese di Cultura, in via Gramsci, il 13 marzo alle 15:30, giornata di studi distinta in due momenti, dedicata al ruolo svolto dai teatri locali giapponesi in epoca Meiji (1868-1912) e Taisho (1912-1926): nel convegno accademici e studiosi giapponesi analizzeranno funzionamento e ruolo del teatro Yachiyo di Kumamoto, designato Patrimonio culturale nazionale; a seguire una tavola rotonda con interventi di Bonaventura Ruperti (Univ. Ca’ Foscari, Venezia) e Takashi Yamada (Univ. di Kumamoto), volti a fornire un quadro degli studi in Italia sul teatro giapponese e del ruolo delle memorie teatrali e dei materiali d’archivio.

BIBLIOTECA NAZIONALE: GLI INCONTRI DEDICATI A DE MAURO

biblioteca nazionaleLa Biblioteca Nazionale Centrale di viale Castro Pretorio ospita il Fondo librario di Tullio De Mauro nella Sala Linguistica a lui dedicata. Per ricordare il suo insegnamento la Biblioteca organizza un ciclo di incontri “Per Tullio De Mauro” su temi legati alle sue ricerche. Ecco i prossimi incontri: venerdì 23 febbraio 2018, M. E. Piemontese e V. Milani Comparetti, Il potere delle parole. A proposito di un libro; venerdì 16 marzo 2018, F. Albano Leoni, Il ruolo del ricevente nella comunicazione linguistica; venerdì 20 aprile 2018, G. Schirru, La riflessione di Antonio Gramsci sulle lingue e sul linguaggio.

MUSEO DI VILLA GIULIA, L’ANTICA CULTURA DELL’OLIO E DEI VINO

museo villa giuliaGiovedì 15 febbraio 2018, ore 17:30, nella Sala della Fortuna al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, conferenza dal titolo: “Il Museo del Vino e il Museo dell’Olivo e dell’Olio di Torgiano: un’insolita angolazione culturale”. Il ciclo Storie di Persone e di Musei fa spazio al Museo del Vino (Muvit) e al Museo dell’Olivo e dell’Olio (Moo) di Torgiano (Pg), presentati da Maria Grazia Marchetti Lungarotti, direttrice della Fondazione Lungarotti Onlus.

VIA GRAMSCI: CONFERENZA SUI RAPPORTI ITALO-GIAPPONESI

url All’Istituto Giapponese di Cultura di via Gramsci, venerdì 16 febbraio – ore 18:30 – conferenza “Così lontani, così vicini”, a cura di Marco Del Bene; a seguire proiezione dell’omonimo documentario (regia di Ai Nagasawa e Davide Savelli ©2016 Rai-Nhk, 58’). Docente di Storia del Giappone moderno e contemporaneo alla “Sapienza” di Roma, Marco Del Bene ha partecipato alla realizzazione del documentario Così lontani, così vicini commentando, in qualità di storico, i momenti salienti della storia delle relazioni tra Italia e Giappone, iniziate con l’Ambasceria Tensho (1585), argomento della conferenza del 13 febbraio. Riallacciandosi a questa, Del Bene traccerà il prosieguo delle relazioni tra i due Paesi fino ai giorni nostri, evidenziando come la storia ha creato formidabili parallelismi in contesti antropologici e culturali tanto diversi e distanti.

VIA GRAMSCI: ALLA BRITISH SCHOOL SI PARLA DI “ESPERTI GLOBALI”

bsrAlla British School di Roma in via Gramsci 61, il prossimo 14 febbraio, alle ore 18, lo studioso di Cambridge,  Peter Burke, parlerà dei cosiddetti “esperti globali”, dal Rinascimento ad oggi (da Leonardo a Umberto Eco, per intenderci), spiegando agli intervenuti come questi polymath siano riusciti a resistere nonostante l’attuale predominio della specializzazione nei vari campi.

VIA GRAMSCI: COME SONO NATI I RAPPORTI TRA GIAPPONE E ITALIA?

ISTITUTO GIAPPONESENella sede dell’Istituto Giapponese di Cultura, in via Gramsci, martedì 13 febbraio – ore 18:30 – conferenza “L’ambasceria Tensho e il “De Missione”, a cura di Marisa Di Russo (già docente alla Tokyo University of Foreign Studies); a seguire proiezione del documentario Ito Mancio. 23 marzo 1585: Papa Gregorio XIII riceve in concistoro quattro giovani dignitari giapponesi, tra cui Ito Mancio, inviati a Roma su idea del gesuita p. Alessandro Valignano (Chieti, 1539 – Macao, 1606), Visitatore della Compagnia di Gesù nelle Indie orientali. È la prima ambasceria giapponese in Italia, inizio delle relazioni tra i due paesi. La relazione di viaggio redatta dallo stesso gesuita sulla base del diario dei quattro giovani è stata tradotta per la prima volta in italiano e pubblicata nel volume Dialogo sulla missione degli ambasciatori giapponesi (ed. Olschki, Firenze 2016), curato da Marisa Di Russo, invitata a illustrarne i contenuti.

A VIA ULISSE ALDROVANDI SI DISCUTE DEGLI ANNI DI PIOMBO

Allegato senza titolo 00284Giovedì 8 febbraio, alle ore 17:30, nella sede dell’Unar (Unione nazionale Associazioni regionali) in via Aldrovandi 16, si terrà la presentazione del libro “ I nemici della Repubblica. Storia degli anni di piombo” di Vladimiro Satta. Il volume, vincitore nel 2016 del Premio nazionale di Storia contemporanea Friuli Storia e del Premio Acqui – Sezione Storico scientifica, ricostruisce l’epoca del terrorismo politico rosso e nero in Italia, dai primi episodi violenti del ‘68 alla lotta armata, chiarendo, in modo dettagliato e documentato, il ruolo delle Istituzioni ed il modo con il quale è stata fatta giustizia. Continue reading

PUBBLICATO UN VOLUME PER L’80° DEL FORUM AUSTRIACO

copertinaIn occasione dell’80esimo anniversario dell’istituto, il Forum Austriaco di Cultura Roma e l’Istituto Storico Austriaco hanno pubblicato un volume celebrativo che ripercorre la storia dell’istituto dal titolo ‘Austria in Urbe’. Gli interessati possono reperire il volume presso il Forum Austriaco di Cultura Roma (24,90 euro) in viale Bruno Buozzi 113. Il Forum Austriaco di Cultura Roma è l’istituto di cultura austriaco più antico all’estero. Con la sua biblioteca che raccoglie oltre 100.000 volumi, l’Istituto – che ospita al suo interno tra l’altro anche l’Istituto Storico Austriaco e il Consolato Austriaco – è il luogo di rappresentanza storico delle arti e delle scienze austriache. Ideato, progettato e costruito negli anni 1935-1937 da Karl Holey, questo istituto è un raro testimone della storia contemporanea e un gioiello architettonico davvero singolare. In occasione dell’ottantesimo anniversario di questa venerabile istituzione, il presente volume commemorativo raccoglie, insieme a un omaggio visivo, le voci di autori prominenti che rendono così onore a questo edificio unico nel suo genere.

VIA GRAMSCI, SIMPOSIO SULLE RELAZIONI TRA GIAPPONE E ITALIA

istituto giapponeseMartedì 30 gennaio, alle ore 17, presso l’Istituto Giapponese di Cultura in via Gramsci, si terrà il simposio conclusivo del 150° Anniversario delle relazioni fra Giappone e Italia, organizzato dall’Ambasciata del Giappone in Italia in collaborazione con l’Istituto. Dal 2016 al 2017, grazie agli oltre 300 eventi celebrativi tenutisi in occasione dell’importante ricorrenza, l’interscambio fra i due popoli si è grandemente intensificato. Cavalcando l’onda di questo momentum, il simposio è intitolato “Ulteriori prospettive in vista dei prossimi 150 anni”, e ospiterà gli interventi di diversi relatori sul futuro della cooperazione fra Giappone e Italia nell’ambito delle relazioni bilaterali, dell’economia, della cultura e ricerca, e della scienza e tecnologia.

VIA OMERO: SI PARLA DI “CURES TRA ARCHEOLOGIA E STORIA”

COPERTINAAll’Academia Belgica, nella Sala del Trionfo, in via Omero 8, presentazione del libro “Cures tra archeologia e storia. Ricerche e considerazioni sulla capitale dei Sabini ed il suo territorio”, il 1° febbraio alle ore 17. Interverranno : Wouter Bracke, direttore dell’Academia Belgica; Elena Calandra, direttore Istituto centrale per l’archeologia; Marco Cavalieri, professore di Archeologia romana e Antichità italiche. Cures tra archeologia e storia propone, per la prima volta dal lontano 1980, anno di pubblicazione del volume sulla città sabina nella Forma Italiae, non tanto una sintesi, quanto uno status quaestionis sulle vicende storico-archeologiche della capitale dei Sabini e del suo territorio, a partire dal Neolitico fino ad età medievale. In effetti la Sabina tiberina è ricchissima di testimonianze del passato, talora, come a Cures, nascoste dalle trasformazioni del paesaggio e dallo scorrere del tempo. L’uomo da sempre ha sfruttato questa regione per la fertilità del suolo e la sua posizione strategica. Continue reading

VIALE BUOZZI: CONVEGNO PER LA “GIORNATA DELLA MEMORIA”

IL FORUM AUSTRIACOAl Forum Austriaco di Cultura in viale Bruno Buozzi, il 23 gennaio, alle ore 20, si terrà il convegno “Da Auschwitz al mondo: Il Servizio della Memoria in Italia come parte della cultura della memoria europea”. Il convegno, organizzato in occasione della Giornata della Memoria, analizza, sull’esempio del Gedenkdienst (Servizio civile austriaco per la memoria della Shoah), il ruolo della Memoria nella gestione dell’eredità delle dittature totalitarie nel presente e nel futuro. Introdotto in Austria nel 1992 come area di intervento del Servizio civile nazionale, il Gedenkdienst permette agli obiettori di coscienza austriaci di confrontarsi con la storia, rielaborando gli avvenimenti legati alle vittime del nazionalsocialismo. Continue reading