VIALE CASTRO PRETORIO: BNCR, CONVEGNO SU DANTE ALIGHIERI

danteA conclusione delle manifestazioni previste nell’ambito del VII centenario dantesco, la Biblioteca nazionale centrale di Roma in viale Castro Pretorio ospita oggi la prima giornata del Convegno Dante e Roma. Il convegno, che proseguirà venerdì 3 dicembre presso l’Istituto Nazionale di Studi Romani , sarà dedicato ad approfondire gli aspetti relativi sia alla Roma di Dante sia agli echi danteschi a Roma, focalizzando l’attenzione su tematiche quali Roma nell’età di Dante e l’ambasciata di Dante a Roma nel 1300; Bonifacio VIII e gli altri papi condannati da Dante; Il Grande Giubileo: Roma centro del mondo; Luoghi simbolici di Roma: il Monte, il Ponte; I due Soli: il Papato e l’Impero; Il rapporto conflittuale con la Chiesa: Roma come Babilonia o Nuova Gerusalemme, ed altro. Il Convegno si chiuderà col confronto-recital tra la Divina Commedia e il “Commedione” del Belli.

AUDITORIUM, IL FESTIVAL DELLE SCIENZE DAL 22 AL 28 NOVEMBRE

XVI edizione del Festival delle ScienzeDal 22 al 28 novembre torna all’Auditorium Parco della Musica la XVI edizione del Festival delle Scienze di Roma, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con diversi partner scientifici e culturali. Il tema di quest’anno è “Sfide” e sarà dedicato alla relazione tra società ed economia, alla salute, alla medicina, allo studio dell’Universo e alle scienze della vita. Il programma è articolato in sette aree tematiche: Pianeta, Società e economia, Salute e medicina,  Universo e Spazio, Tecnologia e innovazione, Cervello e pensiero, Snodi della Scienza. In programma oltre 200 eventi, in presenza e in streaming, che vedranno la partecipazione di scienziati di fama internazionale, giornalisti e intellettuali. Tra questi la storica della scienza Naomi Oreskes, in dialogo con l’astrofisica e chief Diversity Officer dell’Esa Ersilia Vaudo e il filosofo della scienza Telmo Pievani, il giovane attivista Potito Ruggiero con il giornalista Federico Taddia e la divulgatrice scientifica Elisa Palazzi, l’archeologa Rebecca Wragg Sykes con l’antropologo Giorgio Manzi, l’esperta di cyber security e fondatrice della rete Women Leading in AI Ivana Bartoletti, le lectio magistralis della cosmologa Chanda Prescod-Weinstein, dell’astrofisico Mario Livio, della fisica Chiara Marletto; il dialogo tra il premio Nobel per la Fisica 2021 Giorgio Parisi, il presidente dell’Infn Antonio Zoccoli e il fisico teorico Luciano Maiani, condotto dal giornalista Edoardo Camurri. Biglietti online su https://www.ticketone.it – Info: www.festivaldellescienzeroma.it

AUDITORIUM: IL FESTIVAL DELLE SCIENZE DAL 22 AL 28 NOVEMBRE

Festival delle ScienzeLa sedicesima edizione del Festival delle Scienze di Roma si terrà dal 22 al 28 novembre all’Auditorium e sarà dedicata al ruolo della scienza di fronte alle sfide globali. Una riflessione focalizzata in particolare a comprendere come possiamo indirizzare il futuro di noi stessi, della Terra e delle specie che vi convivono, alla luce anche degli eventi dello scorso anno, che ci hanno costretto a misurarci con i nostri limiti e con le conseguenze delle nostre azioni. Come di consueto, diverse saranno le aree tematiche sulle quali si concentreranno gli incontri (Pianeta. Il mondo che cambia, Società e economia, Salute e medicina, Universo e spazio, Tecnologia e innovazione, Cervello e pensiero, Snodi della scienza), in una modalità ibrida in cui a eventi in presenza si affiancheranno appuntamenti in remoto che sarà possibile seguire in streaming sul sito del Festival e tramite i suoi canali social.

NINFEO DEL MUSEO DI VALLE GIULIA: TREVI VINCE IL PREMIO STREGA

Emanuele Trevi è il vincitore della LXXV edizione del Premio Strega con 187 voti per ‘Due vite’ (Neri Pozza), rispettando così le previsioni della vigilia che lo davano come favorito. Al secondo posto Donatella Di Pietrantonio con ‘Borgo Sud’ (Einaudi), 135 voti, e al terzo Edith Bruck con ‘Il pane perduto’ (La nave di Teseo), 123 voti. Al quarto posto Giulia Caminito con ‘L’acqua del lago non è mai dolce’ (Bompiani), 78 voti, e al quinto Andrea Bajani con ‘Il libro delle case’ (Feltrinelli), 66 voti. Il premio è stato consegnato da Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento, storico sponsor del liquore abbinato al riconoscimento fondato da Maria e Goffredo Bellonci. La proclamazione del vincitore della 75esima edizione è avvenuta questa notte nel giardino del Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Valle Giulia a Roma, con la cerimonia trasmessa in diretta su Rai 3 e condotta da Geppi Cucciari. Rispettando le prescrizioni in materia di distanziamento fisico, la manifestazione non si è potuta svolgere alla presenza dell’ampio pubblico consueto: erano presenti 120 persone in base ai protocolli Covid.

VILLA GIULIA: PREMIO STREGA, L’8 LUGLIO SI PROCLAMA IL VINCITORE

PREMIO STREGA 2021Tre donne e due uomini si contenderanno il Premio Strega 2021: Trevi, Di Pietrantonio, Bruck, Bajani e Caminito. Sono loro i cinque nomi in finale il cui vincitore verrà proclamato l’8 luglio 2021 con la classica conta dei voti al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. I giurati dovranno decidere tra: Due Vite (Neri Pozza), di Emanuele Trevi che ha registrato 256 voti; Il pane perduto (La Nave di Teseo) di Edith Bruck che ha ottenuto 221 voti, tallonata dall’altra favoritissima della vigilia, Donatella Di Pietrantonio con Borgo Sud (Einaudi) che raccoglie 220 voti. Seguono Giulia Caminito con L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani) e Andrea Bajani con Il libro delle case (Feltrinelli).

IL MUSEO MAXXI DA VIA GUIDO RENI A L’AQUILA

Il Maxxi di via Guido Reni ora ha – diciamo così – una succursale a 100 km di distanza, nel capoluogo abruzzese: l’Aquila. Bloccata più volte l’inaugurazione dalla pandemia, il museo ha finalmente visto la luce. Il progetto si colloca nel settecentesco Palazzo Ardinghelli restaurato ad opera del Mic. Non poteva dunque mancare in questo tanto atteso opening il ministro Dario Franceschini che ha “tagliato il nastro” e inaugurato la mostra delle collezioni.

NEL NOSTRO MUNICIPIO E IN CITTÀ RIAPRONO I MUSEI CIVICI E NON SOLO

Il Sistema Musei Civici di Roma è pronto alla riapertura al pubblico dei suoi musei, delle mostre e delle aree archeologiche, ora anche nei fine settimana e nei festivi (1°maggio escluso). Da  martedì 27 aprile, tra gli altri, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese torneranno ad accogliere i visitatori con i capolavori delle collezioni permanenti, le numerose mostre prorogate e alcune importanti novità espositive, sinora rinviate a causa della pandemia in corso. Le riaperture sono promosse da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti si potranno seguire su museiincomuneroma.it e culture.roma.it e sui canali social di Roma Culture, del Sistema musei civici e della Sovrintendenza Capitolina. Servizi museali a cura di Zètema Progetto Cultura.

“FACCIAMO LUCE SUL TEATRO”: GLI ARTISTI ALL’AUDITORIUM

Molti gli artisti intervenuti l’altro giorno nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica illuminata a giorno per aderire all’iniziativa in sostegno dello spettacolo.  Beppe Fiorello, Claudia Gerini, Corrado Guzzanti, Paola Minaccioni e l’ad della Fondazione Musica per Roma, Daniele Pitteri,  fra i partecipanti. L’iniziativa Facciamo luce sul teatro, messa a punto da Unita (Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo)  ha raggiunto un largo seguito a livello nazionale. Obiettivo dell’iniziativa: puntare i riflettori sul teatro che patisce da ormai un anno con stagioni bloccate e che sta vivendo le conseguenze di un nuova chiusura imposta  che va avanti da oltre 100 giorni.