AL MUSEO MAXXI LA PREMIAZIONE DEI NASTRI D’ARGENTO

nastri-dargentoSi è svolta non al Teatro Greco, nella splendida cornice di Taormina che da decenni accoglie i più importanti protagonisti italiani e internazionali del cinema, bensì al Museo Maxxi di Roma, la cerimonia dei Nastri d’Argento 2020. E ancora una volta è stata la bravissima Anna Ferzetti a guidare lo show, in diretta su Rai Movie. La splendida attrice, compagna di Pierfrancesco Favino, ha sorpreso tutti con un meraviglioso abito bianco di un’eleganza incredibile, ad esaltare la sua bellezza delicata ed eterea. Compito non facile per Anna, in questa occasione: per la prima volta la premiazione, oltre ad avere una location d’eccezione, ha dovuto seguire regole speciali per rispettare le misure di sicurezza. Continue reading

A VIA DELLA LEGA LOMBARDA NASCERÀ UNA NUOVA BIBLIOTECA

VIA DELLA LEGA LOMBARDAÈ stato approvato, con delibera di giunta del II Municipio, il progetto definitivo per la realizzazione di una nuova biblioteca presso un ex deposito Atac in via della Lega Lombarda; il primo progetto era stato redatto e approvato nel 2009, ma non prevedeva gli interventi di consolidamento strutturali e di restauro che invece si sono resi necessari alla luce del nuovo quadro normativo, e viste le condizioni di vetustà e abbandono in cui l’immobile versa da molti anni.

VILLA GIULIA: IL 2 LUGLIO IL VINCITORE DEL PREMIO STREGA 2020

premio-strega-2020-1Il vincitore del Premio Strega 2020 sarà scelto fra sei autori: Veronesi, Carofiglio, Parrella, Ferrari, Mencarelli e Bazzi. La premiazione avverrà il prossimo 2 luglio al Museo Etrusco di Villa Giulia, in una cerimonia che sarà trasmessa in diretta su RaiTre. Intanto è stato annunciato anche il vincitore del Premio Strega Giovani 2020, assegnato dal 2014 solitamente a Montecitorio: il riconoscimento va a Daniele Mencarelli con Tutto chiede salvezza.

IL MAXXI FESTEGGIA ONLINE I SUOI PRIMI DIECI ANNI

Maxxi_maratona-digitale_1Per celebrare i suoi 10 anni di attività il Maxxi organizza una maratona digitale di 10 ore con l’intento di indagare il ruolo, la funzione sociale e le potenzialità digitali dei musei di tutto il mondo a seguito della pandemia. Prevista per giovedì 18 giugno – dalle 11 alle 21 – la manifestazione virtuale, introdotta e moderata da Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi, coinvolgerà grandi istituzioni italiane e internazionali, artisti, architetti, designer, critici, curatori e scienziati. Continue reading

E “ROMA SPARITA” VIVE SUL WEB

Immaginate quando nel Tevere si faceva il bagno e a piazza San Giovanni si vendevano le lumache. Quando a piazza Navona c’era il mercato e Campo de’ Fiori non era ancora invasa dai banchi.Quando Monte Mario era campagna e via della Conciliazione era ancora solo un progetto e per arrivare a San Pietro bisognava attraversare una piccola e pittoresca piazza, piazza Scossacavalli, oggi scomparsa. Scomparsa come sono scomparse le carrozze, i serciaroli, le botteghe vicino al teatro di Marcello, il tram su via Condotti, i caprari a Villa Borghese. «La Roma de na ’vorta», che oggi non c’è più, vive sul web attraverso un viaggio nel passato fatto di storie, ricordi, immagini ufficiali e scatti personali ripescati da cassetti impolverati e racconti di nonni nostalgici. Continue reading

SALARIA, LA VIA DELLE VILLE

Riprendiamo da roma2pass un vecchio articolo di Federico Mandillo, pubblicato a suo tempo sul giornale di S.Saturnino.

“La vecchia Roma tramonta. Hanno demolito porta Salaria, la vecchia Porta Veneranda,… i conventi vengono cambiati in uffici, s’aprono le finestre claustrali e se ne fanno di nuove nelle pareti”. Così, sconsolato, scriveva agli amici in Germania, quattro anni dopo la breccia di Porta Pia, Ferdinando Gregorovius. Il grande scrittore e storico della città chiuse il suo diario romano e partì definitivamente il 14 luglio 1874, convinto che, col cambiare del clima storico, “la mia missione a Roma è terminata”. Negli stessi anni tra il 1872 e il ’74 la nobile famiglia dei Potenziani, romana e sabina, villa adaperfezionava coi procuratori di Casa Savoia la vendita di una sua vasta villa sulla Salaria (ndr: oggi Villa Ada), che arrivava fino al boscoso monte Antenne e all’Aniene, perché divenisse residenza privata dei re d’Italia. Pochi anni dopo, alla morte di Vittorio Emanuele II, nel 1878, la villa prese il nome di Ada, che era la moglie del conte svizzero-tedesco Tellfner, amministratore dei beni della famiglia reale, quando questi l’acquistò da re Umberto I che non volle restare nella dimora del padre, troppo campestre, preferendo il Quirinale. Continue reading

CALPESTANDO LA STORIA: VIA SALARIA ANTICA

Il sale era nel passato l’elemento fondamentale per la conservazione dei cibi e quindi un prodotto che le popolazioni abitanti lontano dalle coste marine devono procurarsi o attingendolo direttamente ai bacini di raccolta o scambiandolo con altri beni. In ogni caso, è necessario trasportarlo utilizzando mezzi naturali come i fiumi o creati dall’uomo come le strade e la via Salaria nacque nella notte dei tempi per questo scopo. Il percorso comincia dal Mare: dagli stagni di Ostia, ove erano attive le antiche saline (“Campi salinarum”). Il sale, la cui raccolta era gestita direttamente dai popoli sabini, era caricato su mezzi di trasporto terrestri che percorrevano le vie parallele alle sponde del fiume: la via Ostiense, sulla sponda sinistra e la via Campana (che portava ai Campi) poi Portuense, sulla sponda destra. Continue reading

VIALE CASTRO PRETORIO, L’ATTIVITÀ DELLA BIBLIOTECA NAZIONALE

La Biblioteca nazionale centrale di Roma ha sempre rivestito un ruolo di primo piano tra le biblioteche italiane nel censimento e nello studio della stampa dei primordi, a partire dalla pubblicazione, fra il 1943 e il 1981, del monumentale Indice generale degli incunaboli delle biblioteche d’Italia. Sulla scia di questa consolidata tradizione, la Bncr sta coordinando un ambizioso progetto di digitalizzazione e catalogazione degli incunaboli delle biblioteche annesse ai Monumenti Nazionali, in collaborazione con il Cerl, Consortium of European BIBLIOTECA NAZIONALEResearch Libraries, e con il generoso contributo della Fondazione Polonsky. Punto di partenza del progetto sono le undici biblioteche annesse ai Monumenti Nazionali (Abbazia di Santa Giustina, Abbazia di Praglia, Abbazia di Montecassino, Certosa di Trisulti, Abbazia di Farfa, Abbazia di S. Nilo a Grottaferrata, Monastero di Santa Scolastica a Subiaco, Abbazia di Casamari, Badia di Cava dei Tirreni e Oratorio dei Gerolamini a Napoli), inca­merate a partire dalla fine del XIX secolo dallo Stato italiano a seguito delle leggi di confisca e ora appartenenti al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

NUOVA INIZIATIVA DELL’ISTITUTO GIAPPONESE DI VIA GRAMSCI

istituto-giapponese-romaLa Biblioteca dell’Istituto Giapponese di Cultura, in collaborazione con la Biblioteca dell’Istituto Italiano di Studi Orientali dell’Università di Roma “Sapienza” terrà un ciclo di incontri sulla ricerca bibliografica riguardo alle risorse per studi e la ricerca sul Giappone. Nei due appuntamenti (25 e 27 maggio), i bibliotecari delle rispettive istituzioni spiegheranno come svolgere una ricerca bibliografica sia per la scelta di un argomento di ricerca che per l’approfondimento di un determinato argomento, avvalendosi di vari strumenti di ricerca disponibili sia sul web che nelle rispettive strutture. Questi incontri sono rivolti soprattutto agli studenti universitari di studi giapponesi, specialmente i laureandi. L’incontro si terrà in lingua italiana e la partecipazione è a numero chiuso fino al raggiungimento di un massimo di 100 partecipanti ammessi in ordine cronologico, in base alla data di ricezione delle domande.

VIALE ROMANIA: LA LUISS DISCUTE SU FACEBOOK DI PANDEMIA

LUISSAlla Luiss, esperti di fama internazionale tengono lezioni online su temi inerenti ai loro ambiti di ricerca e connessi con aspetti relativi all’emergenza sanitaria e alla diffusione pandemica del Covid-19: cosa ci dice la data science sull’evoluzione e il controllo di una pandemia? Quali sono i benefici del ricorso a processi di open innovation nella risposta alla diffusione del virus? Quali sono i modelli migliori per stabilire le misure restrittive e di contenimento dei contagi?  A queste domande e a molte altre ancora proveranno a rispondere le #Luiss.MasterClasses, un ciclo di incontri  attraverso i quali la Luiss offre un contributo importante per comprendere i principali temi legati alla pandemia in corso, fornendo punti di vista approfonditi. Segue una sessione di Q&A con i partecipanti al Webinar. L’incontro di domani alle 18:30 – il decimo del ciclo – vede come protagonisti Ian McCarthy professore Luiss di Technology Management e Gianni Riotta direttore Scuola di Giornalismo Luiss. Introduce e modera: Andrea Prencipe rettore Luiss. L’incontro si svolgerà in lingua inglese. Tutti gli incontri saranno trasmessi in diretta Facebook

LA VILLA BORGHESE DI LELIA CAETANI, PITTRICE DI TALENTO

lelia-caetani-howard-la-fontana-dei-cavalli-marini-a-villa-borgheselelia-caetani-howard-tetti-di-romaPersonalità complessa quella della principessa Lelia Caetani Howard, ultimo ramoscello di quella grande quercia che era stata la famiglia Caetani di Sermoneta. Alla sua morte, infatti, nel 1977, si estinse definitivamente il casato. Aveva una nonna inglese e una madre americana ed era dunque un incrocio anglo-italiano di cui conservò tutta la vita le caratteristiche. Personaggio delicato e forte insieme possedeva in egual misura una buona dose di scetticismo romano ed insieme di sense of humour britannico. La sua storia come pittrice è ancora tutta da scrivere. Forse proprio a causa della sua riservatezza e di quel tipo di educazione che impone la regola di non prendersi sul serio. Eppure i suoi quadri sono stati esposti a Parigi nel 1933 alla Galerie Marcel, nel 1934 alla Galerie Leon Marseille, presentati da Eduard Vuillard e ancora, nel 1934 e 1937, da Dunoyer de Segonzac che la descrisse come un’adolescente silenziosa. Nel 1948 espone alla Galerie André Weil, e poi in Inghilterra da René Char e da Kathleen Raine. Nel 1954 è a New York alla Hugo Gallery. A Roma tiene tre personali (1937, 1955 e 1958) alla Galleria dell’Obelisco di Gasparo Dal Corso e Irene Brin. Irene Brin e Dal Corso, troppo noti per parlarne, furono maestri mai più raggiunti nello scoprire talenti inconsueti o inclinazioni artistiche bizzarre, genialità sconosciute. Lelia Caetani è una pittrice oggettiva, con una sensibilità classica e rispettosa del suo soggetto. Continue reading

IL PICCOLO POETA A PIAZZA FIUME

Tra le tante cose che si studiano a scuola, poche rimangono impresse nella memoria: scompaiono battaglie napoleoniche e astruse equazioni, ablativi assoluti e capitali africane, costellazioni celesti e scrittori del Seicento: ma di certo rimane indelebile il ricordo del fanciullino del Pascoli. Quel bimbetto, si sa, è il nostro lato poetico, «egli parla alle bestie, agli alberi, ai sassi, alle nuvole, alle stelle; egli è quello che piange e ride senza perché, di cose che sfuggono ai nostri sensi e alla nostra ragione; egli scopre nelle cose le somiglianze e le relazioni più ingegnose; egli adatta il nome della cosa più grande alla più piccola, e al contrario; impicciolisce per poter vedere, ingrandisce per poter ammirare … ». Quando siamo bambini, la sua vita coincide con la nostra, poi la sua voce e il suo sguardo permangono in poche persone, nei poeti, nelle anime semplici, negli uomini e nelle donne che continuano a provare stupore e compassione per l’esistenza; negli altri, quelli che badano al sodo perché non hanno tempo da perdere, il fanciullino muore per sempre. Continue reading

BIBLIOTECA NAZIONALE: ONLINE IL NUOVO PORTALE DIGITALE

biblioteca nazionaleÈ online il nuovo portale digitale della Biblioteca nazionale centrale di Roma (viale Castro Pretorio) dedicato alla letteratura italiana del Novecento e al museo Spazi900: il patrimonio letterario diviene liberamente accessibile a tutti. Il progetto, ideato e progettato dal direttore Andrea De Pasquale e curato da Eleonora Cardinale, nasce dalla vocazione verso la letteratura contemporanea propria della Nazionale di Roma, che conserva significativi fondi letterari novecenteschi e dal 2015 ha realizzato il primo museo letterario in una biblioteca pubblica, Spazi900, e contestualmente ha avviato la biblioteca nazionale 2digitalizzazione delle collezioni letterarie contemporanee possedute. Il portale si presenta come sottosito integrato alla Digital Library dell’Istituto e ha la funzione di aggregatore sia di risorse digitali interne alla stessa Digital Library sia di risorse esterne. Il portale non solo dà la possibilità di visitare virtualmente il museo Spazi900 grazie a una mappa interattiva, ma anche documenta gli autori della letteratura italiana contemporanea con risorse digitali, biografie, immagini, video, genesi delle opere, percorsi dei luoghi della vita e delle opere degli scrittori. Inoltre ricostruisce la localizzazione delle loro biblioteche e dei loro archivi, in considerazione della necessità di un censimento dei diversi istituti che conservano carte e libri degli scrittori. Continue reading

CORONAVIRUS, I PUNTI DELLA FASE 2

CONTEUna fase 2 che somiglia più ad una fase uno e mezzo. Un lockdown allentato che riporta alla situazione pre chiusura delle fabbriche. Una road map al momento vaga, con poche certezze se non quella che tutto dipenderà sempre e comunque dall’andamento dei contagi, con possibili ulteriori restrizioni. È il succo della conferenza stampa di ieri sera del premier Giuseppe Conte che ha presentato il nuovo decreto in vigore a partire dal prossimo 4 maggio per il contenimento del contagio. Di seguito, in sintesi, le misure del nuovo Dpcm: Continue reading

21 APRILE: GLI APPUNTAMENTI SUL WEB PER IL NATALE DI ROMA

© Yasuko Kageyama IMG_0107 MD_Teatro dell'OperaOggi, 21 aprile, Roma festeggia 2.773 anni di storia. Tante le iniziative in programma per il compleanno della Città Eterna da seguire in tv e sui social tramite internet. Tanti gli appuntamenti digital de #laculturaincasa promossi da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale con le istituzioni culturali cittadine. Su @culturaaroma (Facebook, Instagram, Twitter) tutti gli Biblioteche di Roma_foto da Album di Roma (2)aggiornamenti in diretta dalle 9 alle 23.30 con gli hashtag  #natalediroma2020 #laculturaincasa #iorestoacasa. In programma lo spettacolo-omaggio alla Città Eterna e agli italiani, realizzato e prodotto dal Campidoglio grazie alla collaborazione gratuita di un gruppo di professionisti, interpretato da Max Giusti e ambientato nella splendida cornice del Campidoglio, nei Musei Museo Civico Zoologia_iguana rosa - Foto di Gabriele GentileLa casina delle meraviglie - cap. 5 - 1. Salottino dei SatiriCapitolini e con lo sfondo dei Fori Imperiali, che andrà in onda sul Rai2 durante la trasmissione Patriae e sarà disponibile dal 22 aprile in versione integrale sul sito e i social di Roma Capitale. Alle 11 il Maestro Ennio Morricone, Accademico di Santa Cecilia, invierà sui canali web e social dell’Istituzione, il suo saluto seguito da un omaggio in musica degli Archi di Santa Cecilia, diretti da Luigi Piovano con Paolo Pollastri solista. “Roma come non l’hai mai sentita” è il titolo del video girato da Fabio Lovino e che ha come protagonista Antonio Pappano, Direttore Musicale dell’Accademia, che sarà pubblicato alle 15. Il Maestro Pappano, romano d’adozione, in una  breve visita di Roma ne esalta lo splendore e sottolinea la “fortuna di chi si sveglia tutte le mattine in mezzo a tanta bellezza”. Da Piazza di Spagna a Fontana di Trevi passando per il Colosseo, Pappano arriva all’Auditorium Parco della Musica dove incontra la sua “famiglia”, l’Orchestra e il Coro di Santa Cecilia.  Un altro contributo, alle 19, sarà una registrazione storica  di un concerto tenuto dall’Orchestra dell’Accademia il 18 luglio 1956 sotto la direzione dell’allora direttore principale Fernando Previtali. In programma il poema sinfonico Pini di Roma di Ottorino Respighi, composto nel 1924 che fa parte della “Trilogia Romana” con Fontane di Roma e Feste Romane in cui il compositore riporta le sensazioni provate visitando di Roma. Celebrano questo Giorgio Tirabassi_maratona Bellianniversario anche artisti come Sabrina Ferilli, che commenterà alle 22 in diretta sui canali social di Alice nella Città e @romacityfest con Laura Delli Colli, Presidente della Fondazione Cinema per Roma, e il curatore Mario Sesti le scene più belle e le inquadrature più suggestive tratte da celebri opere del cinema italiano come La grande bellezza di Paolo Sorrentino, che l’ha vista protagonista, La dolce vita di Federico Fellini, Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini, Sacro Gra di Gianfranco Rosi e altri film. Inoltre #Cinemadacasa, il flash mob cinematografico promosso da Alice nella città e la Fondazione Cinema per Roma | CityFest festeggeranno la giornata proiettando, sulle facciate dei palazzi, alcune note sequenze di film girate nella Capitale. Continue reading

“BIBLIO TU”: COME FRUIRE DI UN ENORME PATRIMONIO CULTURALE

BIBLIO TU

Una biblioteca immensa. Da lunedì 23 marzo basta attivare l’iscrizione online, anche quella gratuita, dal portale BiblioTu e si potrà fruire da remoto di uno straordinario patrimonio culturale (7.079 ebook; oltre 7.100 periodici di 90 paesi, in 40 lingue diverse; 77.233 registrazioni musicali; 127 audiolibri; 93 banche dati e collezioni digitali), a tutti gli iscritti delle Biblioteche di Roma.