L’INCIDENTE DI VIA NOMENTANA: “STO PER TORNARE” DICEVA SERENA

5542293_2257_incidente_corso_triesteSe potesse tornare indietro e riavvolgere il tempo fino alle 16 di ieri pomeriggio quando ha sentito sua moglie per telefono che gli diceva «Sono sulla Nomentana, fra poco arrivo a casa» Alessandro D. A. le avrebbe detto «Amore fermati, non proseguire, accosta il motorino» ma lui, insegnante di scherma della Federazione italiana, non poteva sapere cosa sarebbe accaduto e così ha chiuso il telefono, convinto di sentire, di lì a poco, il rumore delle chiavi che aprono la porta di casa e di vedere Serena rientrare, liberarsi della giacca a vento, della borsa e abbracciare entrambi i suoi figli, ancora troppo piccoli per dire addio alla loro madre. Continue reading

VIA NOMENTANA E VIA LIVORNO: DUE INCIDENTI MORTALI, IERI

VIA NOMENTANA 303Scontro mortale alle 16.30 all’angolo tra corso Trieste e via Nomentana (ieri, ndr). Coinvolti un Liberty guidato da una donna di 38 anni, un altro scooter, un’utilitaria e un camioncino. La donna, subito dopo l’impatto, è stata trasportata dal 118 al Policlinico Umberto I, dove è deceduta poco dopo il ricovero. L’uomo invece è arrivato all’ospedale San Giovanni in gravissime condizioni e in codice rosso. Sul posto sono interventi gli agenti della polizia di Roma Capitale del gruppo Parioli, che stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica del sinistro. Si cerca un terzo veicolo che secondo alcune testimonianze sarebbe coinvolto ma sarebbe poi scappato. Decine di persone hanno chiamato il 118 per chiedere soccorsi: fin da subito la ragazza è apparsa VIA LIVORNOgravissima. Mentre i sanitari tentatavano la rianimazione è stata trasportata al policlinico. Lo scontro alla stessa altezza (ma dall’altra parte della Nomentana) di quello del luglio 2017, quando, all’angolo tra via Spallanzani e via Nomentana, perse la vita un ragazzo di 18 anni. Un altro incidente è avvenuto alle 14.30 in via Livorno: un 51enne ha perso il controllo del proprio veicolo andando a sbattere contro i mezzi in sosta. L’uomo è deceduto poco dopo. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, gli agenti del II Gruppo Sapienza della polizia locale di Roma Capitale che hanno provveduto ad effettuare i rilievi. Fonte: la Repubblica

UN PO’ D’EUROPA A SAN LORENZO

SAN LORENZO San Lorenzo, quartiere Europa friendly. E’ stata inaugurata l’opera vincitrice della sesta edizione del MYllennium Award per la categoria MyCity, la sezione artistica del premio ideato e promosso dal Gruppo Barletta Spa, dedicato alla memoria del suo fondatore Raffaele Barletta. Presso l’istituto Superiore di Fotografia della Fondazione Pastificio Cerere, con la presidente del Municipio Roma II Francesca Del Bello e il presidente del MYllennium Award Paolo Barletta, l’inaugurazione ha coinvolto gli urban artist vincitori la cui opera ricopre la facciata del palazzo di via dei Corsi 2 nello storico quartiere romano. Il duo Howlers Crew, rigorosamente under 30, ha realizzato il murale Il Patto d’Europa, dedicato a unione e cooperazione, due valori alla base dell’Unione Europea nell’anno in cui si celebrano i 70 anni dalla dichiarazione di Robert Schuman, uno dei padri fondatori della Ue. L’opera si aggiunge alle 4 già realizzate sui muri del quartiere San Lorenzo grazie alle due precedenti edizioni di MyCity all’interno di MYllennium Award. Fonte: la Repubblica

PIAZZA DEI SANNITI, RINASCE IL GIARDINO SPONTANEO

san lorenzoIl giardino spontaneo di piazza dei Sanniti rinasce e continua a crescere giorno dopo giorno. E’ la risposta al blitz della squadra di tecnici del Comune che una settimana fa ha tagliato i due alberi, un tiglio e un fico, cresciuti davanti al Nuovo Cinema Palazzo. La mobilitazione per ricreare uno spazio verde tra l’asfalto e il cemento di San Lorenzo è scattata subito dall’indignazione di tanti residenti del quartiere che hanno cominciato a portare vasi di fiori e un ulivo. Ma il taglio delle due piante è solo l’ultimo di una serie di episodi che hanno colpito il palazzo occupato nove anni fa. Continue reading

AUDITORIUM: BAMBINI, PALLONCINI ROSSI E MUSICHE DI MORRICONE

bambini festa cinemaBambine e bambini protagonisti alla Festa del Cinema di Roma 2020 con un suggestivo evento musicale, sulle note del Maestro Ennio Morricone, per accogliere il red carpet delle attrici e degli attori del film “Fortuna” e accendere i riflettori sulla condizione di milioni di minori, in Italia e nel mondo, che rischiano di vedere il proprio futuro negato a causa delle conseguenze della pandemia di Covid. Nell’ambito della partnership tra Save the Children – l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro – e la Festa del Cinema di Roma, i ragazzi dell’Orchestra “I Giovani Musici” di Roma, allievi della Scuola di Musica “L’Insieme”, si sono esibiti in un omaggio al Maestro Ennio Morricone che ha accolto l’arrivo sul red carpet dei protagonisti del film in selezione ufficiale “Fortuna”, patrocinato proprio da Save the Children. Continue reading

PIAZZALE ALDO MORO: UN ALBERO A RICORDO DI STEFANO CUCCHI

PIAZZALE MORO“Questo albero di ulivo e questa targa a piazzale Aldo Moro sono meravigliosi. Il 6° Memorial Stefano Cucchi, che ha visto una staffetta attraversare le vie di tutta la città, simboleggia l’uscire dall’isolamento che veramente può uccidere. La comunità degli affetti ancora una volta si è stretta intorno a me e alla mia famiglia a sostegno della nostra battaglia. Quello che abbiamo costruito tutti insieme, passo dopo passo, diventerà sempre più grande”. Per Ilaria Cucchi l’albero di ulivo piantato davanti alla Sapienza ha una grande significato sia per il messaggi odi giustizia che esprime sia per la collocazione che guarda l’ingresso del più grande ateneo della capitale frequentato da migliaia di studenti e docenti a cui è affidato l’importante compito di diventare e di  formare i cittadini di domani. Continue reading

VILLA ADA: QUELLA LAPIDE A RICORDO DI FRANCESCO TOMMASI

Non basterebbe una vita per conoscere tutti i segreti che si nascondono all’interno di Villa Ada, l’enorme polmone verde del Trieste-Salario. Tra gli edifici della famiglia reale, i bunker sotterranei, i templi e i monumenti, basta fare una passeggiata per scoprire nuovi enigmi. Come quello della misteriosa stele ritrovata nel fitto bosco che collega la frazione del parco Rabin con il resto della villa. Lungo il muro di cinta di via Salaria, celata dalla VILLA ADAvegetazione incolta, c’è una lastra squadrata di marmo con un’incisione. “Serg. Magg. Pilota Tommasi Francesco 20 aprile 1942”. Risale a 77 anni fa. Ma chi era Francesco Tommasi? E perché la sua lapide è posizionata all’interno dell’area verde? Lo abbiamo scoperto con l’aiuto di Lorenzo Grassi, coordinatore dell’Osservatorio Sherwood, l’associazione ambientalista attiva per la tutela del patrimonio storico e vegetale della grande villa storica del quartiere. Il vero nome del defunto, in realtà, è Giuseppe Tomasi. Era nato a Trieste, città a nord est d’Italia, il 3 luglio del 1915. A ventisette anni, età in cui il pilota ha tragicamente perso la vita, era maresciallo di terza classe nell’esercito italiano, e faceva parte del 51° Stormo Caccia, con base all’aeroporto di Ciampino. Continue reading

COVID: LA ZONA DI VILLA BORGHESE TRA LE PIÙ COLPITE

CORONAVIRUSNuovo record di contagi nel Lazio: sfiorata quota mille, 200 in più rispetto a 24 ore prima. Ieri sono stati infatti 994 i Covid positivi a fronte di 28 mila tamponi effettuati: un caso a Santa Marta, la residenza del Papa. Il rapporto è di 3,6 malati ogni 100 abitanti testati. Dodici i decessi. La metà circa dei contagiati, ovvero 494, sono localizzati a Roma città: 173 nella Asl Roma 1, dove si registrano cinque decessi (si tratta di pazienti di 81, 87, 89, 92 e 99 anni con patologie pregresse); 250 nella Roma 2, di cui 106 sono recuperi di vecchie notifiche (tre gli anziani di 70, 85 e 95 anni deceduti); 71 nella Roma 3, più il decesso di un 92enne. Le zone della Capitale con una più alta concentrazione di malati sono Grottarossa, il Foro italico, la Pisana, Villa Borghese e la zona universitaria di San Lorenzo. Nei dintorni della Capitale invece i casi arrivano a 162. Nella Asl Roma 5 si è acceso un cluster per un battesimo con cinque positivi: indagine epidemiologica in corso. Fonte: Corriere della Sera

PIAZZA DEI SANNITI: IL COMUNE TAGLIA DUE ALBERI

PIAZZA DEI SANNITIil tiglio“Mi è sembrato una crudeltà inaudita e soprattutto incomprensibile. Possibile che il problema di San Lorenzo siano due alberi, un tiglio e un fico amati da tutti, tanto da mobilitare polizia e vigili. Mi hanno riferito che c’era anche la Finanza. Come se tutti loro non avessero cose più importanti a cui dedicarsi. E soprattutto questa scena quale germanomessaggio trasmette. Perché i giovani dovrebbero credere nelle istituzioni se poi intervengono con le motoseghe?”. È indignato Elio Germano, attore pluripremiato, per l’incursione che mercoledì mattina ha portato al taglio degli unici due alberi di piazza dei Sanniti: cresciuti in un francobollo di terra sottratto all’asfalto tra le strisce blu e poi curati da un gruppo di volontari e attivisti del Nuovo Cinema Palazzo a San Lorenzo. Sei anni fa c’era anche lui in piazza a piantare il tiglio. Il fico invece è nato spontaneamente. Quei due alberi sono poi cresciuti velocemente e hanno visto tante delle iniziative culturali e sociali ospitate dentro lo spazio occupato il 15 aprile 2011 per fermare l’operazione speculativa che prevedeva l’apertura di un grande casinò- sala bingo nel cuore del quartiere. Continue reading

POLICLINICO UMBERTO I: ALLARME COVID PER 13 NEONATI

POLICLINICO PEDIATRIAAllarme per 13 neonati ricoverati in terapia intensiva al Policlinico Umberto I. Il caso, chiusosi in serata, dopo l’esito del tampone sui bambini ha tenuto banco per almeno tre giorni, lasciando con il fiato sospeso i genitori dei piccoli pazienti e tutto il personale dell’ospedale. All’inizio di agosto una donna ha partorito un bimbo pretermine, spostato in terapia intensiva per seguire l’evolversi della crescita. Regolarmente la mamma e il padre gli hanno fatto visita, sottoponendosi ai controlli di rito prima di avere accesso al reparto, dove inevitabilmente sono entrati in contatto sia con l’ambiente in cui gli altri bambini sono trattati sia con i genitori dei degenti. Tutto è filato liscio e in sicurezza fino al 14 ottobre. Continue reading

MUNICIPIO: IL SESSO A PAGAMENTO AL TEMPO DEL COVID

SESSO A PAGAMENTOÈ un mondo nascosto, lontano dai controlli medico-sanitari delle Asl e delle autorità. Eppure sono molti i cittadini che quotidianamente rischiano il contagio del Covid per fare sesso a pagamento. Il mercato della prostituzione non si è fermato neppure al tempo della pandemia. Ma come far convivere il distanziamento sociale con il sesso mercenario? “Uso le cautele che occorrono, sanifico costantemente l’ambiente dove ricevo. Neppure io voglio ammalarmi”, spiega al telefono Isabella (nome di fantasia), prostituta che lavora a via Nomentana. Continue reading

POLICLINICO: PRONTO SOCCORSO, MEDICI E INFERMIERI CONTAGIATI

POLICLINICOMedici e infermieri del pronto soccorso positivi al Covid e reparti sovraffolati: è allarme al policlinco Umberto I ma anche in provincia: l’Asl Rm 5 ha bloccato le degenze ordinarie e gli interventi programmati in tutte le strutture che servono ben 76 Comuni dell’hinterland.
Il policlinico Umberto I era già in sovraccarico di pazienti positivi – ieri ancora 50 in attesa di ricovero – ma ora accusa un colpo durissimo. Con i numeri dei sanitari positivi in crescita costante: 13 del pronto soccorso sono risultati contagiati negli ultimi due giorni. A cui si sommano i 30 degli altri reparti. Continue reading

TIBURTINA: BOCCIATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEI RESIDENTI

piazzale-stazione-tiburtina-proposta-cittadini“La Sindaca Raggi e la sua maggioranza iniziano la campagna elettorale per le prossime amministrative chiudendo la porta in faccia ai cittadini”. È duro il commento del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina al termine dell’Assemblea Capitolina che ha visto la bocciatura della proposta di iniziativa popolare per la riqualificazione della zona, dopo vent’anni di promesse, finalmente liberata dalla Tangenziale Est. Si perché dopo anni di battaglie contro la sopraelevata, piloni di cemento, buio e degrado i residenti La stazione Tiburtina senza la tangenziale, il nuovo volto del piazzaleimmaginavano la rinascita del loro quartiere in una versione più verde e ciclabile. Nell’idea dei comitati e delle associazioni che hanno curato il progetto, circonvallazione Nomentana sarebbe dovuta diventare una strada ad una corsia per senso di marcia con accanto un parco lineare da stazione Tiburtina a via Nomentana, ai lati parcheggi e una pista ciclabile. “Un anello verde di 5-6 chilometri, in cui si può girare senza incrociare strade e auto. Vogliamo che la trasformazione urbana della nostra zona renda ai cittadini quel che toglie” – aveva detto l’architetto Ettore Pellegrini. Ma non solo, dopo l’abbattimento della Tangenziale Est, Tiburtina sognava un bosco urbano davanti alla stazione e una passeggiata architettonica. Continue reading

CONDANNATO DAL GIUDICE DEL LAVORO IL POLICLINICO UMBERTO I

policlinicoIl policlinico Umberto l è stato condannato dal giudice del Lavoro di Roma per comportamento antisindacale dopo “l’adozione unilaterale del regolamento per l’attività libero professionale tra le mura dell’ospedale”. La denuncia era stata presentata dai segretari della Funzione pubblica di Cgil, Cisl, Uil del Lazio contro la direzione dell’azienda ospedaliera. Ora i dirigenti delle tre federazioni di categoria, Giancarlo Cenciarelli, Roberto Chierchia, Sandro Bernardini, elencano i motivi della decisione di avviare il procedimento giudiziario: “Violazioni gravissime della legge e dei contratti, accordi disattesi, relazioni sindacali al palo e percorsi di cura messi a rischio da un’azienda arroccata contro i lavoratori”. Continue reading

VIALE ROMANIA: ACCORDO TRA LUISS E AGENZIA DEL DEMANIO

luissDidattica, ricerca e inserimento al lavoro, rigenerazione e recupero del patrimonio immobiliare del nostro Paese: queste gli asset portanti della convenzione-quadro sottoscritta dalla Luiss Guido Carli e dall’Agenzia del Demanio, che inaugurano un prestigioso rapporto di carattere scientifico-accademico, voluto dal direttore generale dell’Università, Giovanni Lo Storto, e dal direttore della Agenzia, Antonio Agostini.
L’accordo definisce la possibilità di sviluppare, insieme, progetti di ricerca per analizzare tematiche di reciproco interesse e prevede l’inserimento, mediante l’attivazione di tirocini curriculari, di studenti e giovani laureati nelle direzioni territoriali dell’Agenzia e l’opportunità di organizzare attività di confronto, testimonianze, project work e affiancamento al lavoro all’interno dei progetti “AdoptionLab” e “shadowing” dell’Università, che hanno l’obiettivo di mettere gli studenti in contatto con imprese ed istituzioni aiutandoli a conoscere attività e iniziative di grande valore. Continue reading

VIALE ROSSINI: CICLISTA CADE E SI FRATTURA COSTOLA E SETTO NASALE

CICLISTAUna pedalata nel cuore della città che per un ciclista si è trasformata in un incubo. Claudio, tra i tanti romani amanti delle due ruote, stava percorrendo la Dorsale delle Ville Storiche, la pista che da piazzale delle Belle Arti conduce attraverso Villa Borghese a Villa Ada, quando l’urto con un dosso lo ha scaraventato a terra. Le radici degli alberi fuoriuscite sull’asfalto hanno provocato una serie di spaccature sul manto stradale, prominenze tanto ravvicinate e inattese da far perdere l’equilibrio all’uomo che in un baleno si è ritrovato a terra, sanguinante e dolorante. Continue reading

SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO IL PROSSIMO 23 OTTOBRE

SCIOPERO BUSSarà un venerdì di disagi e mezzi a singhiozzo, quello del 23 ottobre, a causa di uno sciopero di 24 ore che coinvolgerà il settore dei trasporti. A indire l’agitazione è il sindacato Cub, in lotta per “uscire dalla crisi con un nuovo modello di sviluppo per garantire lavoro stabile e tutelato, per aumentare salari, redditi, diritti e welfare”. A rischio autobus, tram, metro, ferrovie urbane. Coinvolto anche il settore ferroviario: la protesta partirà dalle 21 di giovedì 22 e andrà avanti fino alle 21 di venerdì. Non sono al momento esclusi possibili disagi anche per l’alta velocità. Il comparto aereo, invece, si fermerà dalle 00.01 e fino alle 24. Infine, sono previste manifestazioni a Milano, Torino, Napoli e anche a Roma. Fonte: la Repubblica

IL QUARTIERE TRIESTE NELLA TOP FIVE DI QUELLI A RISCHIO CONTAGIO

QUARTIERE TRIESTEIn cima alla top five dei quartieri a rischio contagio all’interno del Grande raccordo anulare c’è Centocelle. Qui, il numero dei positivi raggiunge quota 211. Seguono nell’ordine: Primavalle (191), Torpignattara (190), Trieste (183), Val Melaina (179). Per Centocelle un aumento significativo con 26 casi in più rispetto alla scorsa settimana. Decisamente altalenante  l’incremento nelle altre quattro zone, in cima alla classifica negativa della diffusione del virus: a Primavalle +29 casi positivi; a Torpignattara + 9; a Trieste + 28; a Val Melaina +29. Ma è appena fuori dal Gra che si registra una maggiore incidenza con Torre Angela che svetta in cima alla classifica e conquista la maglia nera al ritmo galoppante di 266 casi totali, e un incremento, rispetto alla scorsa settimana, di 21 positivi. Continue reading

VIA DEI LUCANI SARÀ ESPROPRIATA PER INTERESSE PUBBLICO

san lorenzoL’area di via dei Lucani, a San Lorenzo, verrà espropriata per interesse pubblico. I proprietari dei terreni del quadrante non hanno aderito in numero sufficiente al processo avviato dall’amministrazione capitolina finalizzato a una riqualificazione urbana. Così il Campidoglio procede con il piano B: “Avevamo iniziato coinvolgendo le proprietà in un progetto di riqualificazione che non è andato a buon fine visto che non siamo arrivati all’adesione al 75 per cento. Quindi da adesso entra in campo il pubblico. Daremo attuazione all’articolo 42 della Costituzione che prevede, visto che la proprietà privata deve essere anche finalizzata all’interesse pubblico, e che questo coincide nel caso specifico con il sottrarre un’area al degrado, di restituire quest’area alla cittadinanza”, ha spiegato la sindaca Virginia Raggi nel corso del primo appuntamento del percorso di partecipazione che si è tenuto il 9 ottobre presso la facoltà di Lettere de La Sapienza, a San Lorenzo. Continue reading

LE STORIE CHE HANNO SEGNATO LA VITA DEI PARIOLI E NON SOLO

monte_parioliRiprendiamo un vecchio e interessante articolo de Il Foglio, pubblicato nel maggio 2016, dal titolo “Sole che sorge sui Parioli”, in cui troviamo tante storie e personaggi che hanno segnato nel bene e nel male la vita dei nostri quartieri.

Succede ai Parioli. Già quartiere per generoni affluenti, fascini discreti delle borghesie, poi sottoposto a damnatio memoriae, crollo dei prezzi, fuga dei cervelli; e popolazioni solo filippine, dicono i detrattori. Eppure, tanti movimenti sotterranei, e qualche avventura, non solo immobiliare. Sul fronte pinciano, verso villa Borghese, ecco palazzi di suprema eleganza londinese, di proprietà GINEVRA ELKANNBrachetti-Peretti, ove alloggiano nuovi arrivi; Ginevra Elkann, passione cinematografica, in un attico che guarda i meglio pini di Roma (quando è a Roma), mentre più giù, l’appartamentone della marchesa Giovanna Sacchetti appena rilocata qui ai Parioli con un’operazione immobiliare che ha destato scalpori; ha venduto infatti il piano nobile di palazzo Sacchetti in via Giulia, cartolarizzando un mito; progettato dal Sangallo e affrescato da Pietro da Cortona. Lì furono girate molte scene della “Grande bellezza”di Paolo Sorrentino, quelle malinconiche in cui i finti “Colonna di Reggio” abitavano un sottoscala, salendo a rimirare i saloni inserendo una monetina nell’apposita gettoniera. La marchesa Sacchetti invece per niente spiantata ha venduto per 30 milioni al finanziere gentiluomo Robert de Balkany già marito di Gabriella di Savoia, che ha fatto appena in tempo a buscaglione_01pagare, e a spirare (ma non a traslocare). Ma ai Parioli la marchesa si trova benissimo, coi padroni di casa squisiti Brachetti-Peretti (a Roma qualcuno sbaglia e li chiama “braghetti”, Laura Laurenzi scrisse un pezzo sul “Giardino dei finti contini”, circa un titolo comitale dubbio, però il loro villino non distante da qui è come si dice prestigioso, e con rara piscina). La marchesa è entusiasta, a parte i complicati pertugi del palazzo, per cui talvolta alcuni giovani ospiti Elkann si ritrovano in un burraco di matrone; ma sono cose che capitano, ai Parioli. O almeno da questa parte, du côté del Pinciano, avamposto araldico del quartiere: qui per esempio vive e grandiosamente opera Carlino Perrone, conte di San Martino, gentiluomo torinese-romano casati-stampagià proprietario del Secolo XIX, già precedentemente fuso con la Stampa e oggi dunque azionista con il 5 per cento del colosso “Stampubblica”, un 5 per cento che vale come quarto di nobiltà; sangue blu di editore oltretutto puro, e antico: il papà era proprietario del Messaggero che dopo fu venduto a Franco Caltagirone; l’editore impuro abita invece qualche centinaio di metri più giù, in un villone enorme chiamato “I tre delfini”, con cancellate ittiche perché in precedenza dei Parodi appunto Delfino; villone si dice sempre tiepidino d’inverno per sensibilità a bollette troppo alte, nonostante la quota importante di famiglia nel gestore Acea. Da questa villa – duemila metri quadri, la più misterica di Roma, un audrey con il figlio lucatempo era un convento di suore, con celle e segrete, ceduta poi ai Parodi e poi ai Calta – uscì in sfortunate circostanze Luisa Farinon, moglie di Franco e sorella della più nota conduttrice Gabriella, già “viso d’angelo” televisivo; un filippino – chi altri, da queste parti – sbroccò, portandosi via la signora, che fu poi recuperata fortunosamente in Slovenia, e il filippino prontamente suicida. Continue reading

TRASPORTO PUBBLICO: LUNEDÌ NERO PER CHI SI SPOSTA

STAZIONE FLAMINIOLunedì nero per chi si sposta sui mezzi pubblici a Roma: bus e tram affollati fanno scattare l’ira dei viaggiatori: “Stamattina il bus 916, altezza metro Cornelia, in direzione centro città, era strapieno – si sfoga Dana, un utente di 57 anni – prendo circa 6 bus al giorno e almeno 3 volte su 6 mi capita di trovare una METROsituazione come questa. Eppure, nessuno ne parla”. “Ben vengano le misure di protezione che il governo ci impone – aggiunge – però mi sento profondamente presa in giro se devo portare la mascherina durante il giorno anche all’aperto quando cammino da sola e poi salire su un bus stracolmo”. Non va meglio a bordo dei tram: “Alle 8,08 viaggiare sul tram 8 era praticamente impossibile”, racconta un utente, “gente ammassata e nessun posto libero”. “Mantenere il distanziamento sui mezzi pubblici è ormai molto difficile e di certo poco sicuro – aggiunge Germano Dottori, autore dello scatto – La gente sembra persino rassegnata”. Continue reading