PIAZZALE FLAMINIO: FERROVIA ROMA NORD A RISCHIO

STAZIONE DI PIAZZALE FLAMINIOC’è un treno che parte da una delle stazioni storiche di Roma, in pieno centro – piazzale Flaminio -, serve 70 mila pendolari al giorno, raggiunge l’area nord della città e dell’hinterland, ma si perde nella palude di binari vecchi e insicuri, con passaggi a livello a raso e in molti casi senza protezione. Si arriva così al paradosso che da Montebello (vicino a Prima Porta) in poi i treni oggi viaggiano solo in una direzione. Si tratta della Roma Nord, che passa da Saxa Rubra, copre la zona settentrionale della provincia, a binario unico raggiunge Civita Castellana e finisce la sua corsa a Viterbo. Continue reading

DECORO: MENO TASSE AI COMMERCIANTI CHE TENGONO PULITO

degrado_san_lorenzoCommercianti in soccorso dell’amministrazione per garantire il decoro di San Lorenzo. In cambio di interventi di manutenzione urbana, negozianti e artigiani potranno avere riduzioni e affrancazioni dalla tassa e dal canone per l’occupazione di suolo pubblico (Osp e Cosap). È quanto prevede il progetto approvato dalla giunta del Municipio II, impegnato da tempo nel rilancio di un quartiere che porta i segni di una movida notturna spesso senza regole. San Lorenzo è stato teatro negli ultimi mesi di violenti fatti di cronaca, dall’orribile morte di Desirée Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita la notte tra il 18 e 19 ottobre in uno stabile abbandonato in via dei Lucani, al pestaggio di un giovane del Gambia a opera di due estremisti di destra lo scorso 17 giugno. Continue reading

“FLAMINIO GARDEN”, DI TUTTO FINO A TARDA NOTTE

A due passi da Piazzale Flaminio, l’estate a Roma offre anche teatro, concerti e laboratori di scrittura in uno dei giardini segreti più incredibili della Capitale. In un luogo antico ed ancestrale, ritenuto la porta magica degli Dei dagli antichi romani, sorge «Flaminio Garden», un luogo in cui si coniuga « Arte, musica ed eventi», tra gli odori e le vestigia di una Roma antica che non smette di sedurre con la sua storia immortale. Inaugurato FLAMINIO GARDENvenerdì 12 luglio, «Flaminio Garden» in questa estate ospiterà numerosi eventi tra spettacoli teatrali, dj set, happening, eventi e performance live. All’interno dei giardini della Filarmonica Romana, accanto alla manifestazione «I Solisti del Teatro» (www.teatro91.com), curata da Carmen Pignataro, apre le porte a una nuova forma di intrattenimento culturale. La centralità degli eventi teatrali viene affiancata da eventi collaterali dedicati alla nobilitazione di uno spazio (quello dei Giardini della Filarmonica) che, nelle intenzioni degli organizzatori, durante il periodo estivo diverrà un polo di aggregazione oltre che culturale anche dell’intrattenimento. Non solo teatro, quindi: gli spettatori saranno accolti in uno spazio rinnovato, che gli farà vivere un’esperienza completa grazie ai contenuti musicali che si andranno ad affiancare a quelli della rassegna teatrale al termine degli spettacoli. Continue reading

LA RINASCENTE DI PIAZZA FIUME PIANGE ANTONELLA

ANTONELLALa Rinascente di piazza Fiume a Roma piange la scomparsa di Antonella, sconfitta da un brutto male all’età di 46 anni. “Una ragazza solare, sempre con il sorriso sulle labbra” dicono di lei le colleghe ancora sgomente per la terribile notizia. Si, perché Antonella era davvero una ragazza speciale. Aveva scoperto di essere malata tra anni fa dal ritorno da una vacanza con le amiche. Eppure non aveva perso la speranza. Aveva combattuto il nemico invisibile con la stessa determinazione con la quale era riuscita ad ottenere l’abilitazione da avvocato mentre lavorava. Una forza di volontà che sembrava aver avuto la meglio. Il male, infatti, sembrava essere stato sconfitto, poi la recidiva che non le ha dato scampo. La disperazione dei genitori e dei due fratelli non sembrava essere la sua. Fino all’ultimo giorno aveva continuato a rassicurare gli amici e i parenti: “oggi mi sento meglio” amava ripetere a chi le telefonava per sapere come stava. Perché Antonella era cosi: non amava le lacrime e i visi tristi, voleva e regalava positività a chi gli stava accanto. Oggi, secondo week end di saldi, per le commesse della Rinascente non è un giorno come un altro. Continuano a fare il loro lavoro con la stessa professionalità, ma con la morte nel cuore. In loro rimane solo il conforto delle parole di Sant’Agostino: “La morte non è niente, sono solamente passato dall’altra parte”. Fonte: il Messaggero

BLACK OUT IERI AL FLAMINIO

LUNGOTEVERE DELLE NAVIMattinata senza corrente o con la fornitura elettrica a singhiozzo ieri per centinai di utenze tra i quartieri Prati e Flaminio a Roma. Colpa di un principio di incendio che si è sviluppato all’interno di una centralina elettrica su lungotevere delle Navi. Il fumo ha invaso tutta la cabina della centralina, uscendo anche dai tombini circostanti. I vigili del fuoco sono intervenuti assieme al personale tecnico per raffreddare i fili elettrici che si erano surriscaldati: l’alto consumo elettrico di questi giorni, dovuto soprattutto al massiccio impiego dei condizionatori in uffici, negozi e abitazioni private, sta provocando in alcune occasioni disagi alla rete che in alcuni punti rischia di andare in sovraccarico. Decine le telefonate dei residenti ad Acea per avere chiarimenti sui tempi del ripristino. La situazione ora sta lentamente tornando alla normalità e si prevede che nel pomeriggio tutte le strade interessate dalla mancanza di energia elettrica. Fonte: roma.fanpage.it/

PIAZZA PERIN DEL VAGA ADESSO È UN “GIOIELLINO” PEDONALE

Piazza Perin del Vaga pedonalizzata. Rinasce senza auto e scooter la piazza del Flaminio, già premiata dal Fai, il Fondo Ambiente Italiano, come opera di particolare interesse urbanistico. A quattro mesi dall’inizio dei lavori il Secondo Municipio è pronto dunque a godersi il suo “gioiellino” architettonico libero da rumori, clacson e smog.  Un’elegante ellissi racchiusa tra tre palazzi, un tempo popolari, dove ai lati sorgono due fontane in travertino con i delfini dalla coda alzata: qui Comune e Municipio II hanno PIAZZA PERIN DEL VAGAimmaginato un vero e proprio “salotto” del quartiere a disposizione di residenti e turisti. Circa 110mila euro le risorse investite da via Dire Daua per la riqualificazione di piazza Perin del Vaga, fondi reperiti addirittura da uno stanziamento del Ministero dell’Ambiente risalente al 2014-2015. Nel marzo scorso l’avvio del cantiere: completo rifacimento della pavimentazione con lastre in monostrato vulcanico bocciardato, l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti, l’installazione di una rastrelliera per le biciclette e la realizzazione della nuova segnaletica stradale. Continue reading

IL 12 LUGLIO 1903 VENIVA APERTA AL PUBBLICO VILLA BORGHESE

VILLA BORGHESE DA PIAZZALE FLAMINIOA Roma, il 12 luglio 1903, viene aperta al pubblico per la prima volta Villa Borghese. Il nucleo della tenuta era già di proprietà dei Borghese nel 1580, sul sito del quale è stata identificata anche la posizione dei giardini di Lucullo (o horti luculliani). Il possedimento fu ampliato con una serie di acquisti e acquisizioni dal cardinale Scipione Borghese, nipote di papa Paolo V e futuro patrono di Gianlorenzo Bernini, con l’intento di crearvi una “villa di delizie” e il più vasto giardino costruito a Roma dall’antichità. Nel 1606 la realizzazione degli edifici fu affidata dal cardinale agli architetti Flaminio Ponzio e, dopo la morte del predecessore, a Giovanni Vasanzio (Jan van Santen); gli architetti furono affiancati dal giardiniere Domenico Savini da Montelpulciano e dall’intervento anche di altri artisti, quali Pietro e Gianlorenzo Bernini. La villa fu completata nel 1633. Fonte: il Messaggero

VILLA BORGHESE: LA POLIZIA SCORTA UNA FAMIGLIA DI ANATROCCOLI

VILLA BORGHESESu Casilina News leggiamo una notizia curiosa: una famiglia di anatroccoli, la mamma con i propri piccoli , è stata salvata  da una pattuglia della Polizia Locale, gruppo II Parioli. Gli agenti, appena notato il piccolo gruppo di anatroccoli mentre vagava tra i veicoli, lungo le strade intorno a piazzale Flaminio, sono scesi subito dal mezzo di servizio adoperandosi per metterli al riparo da possibili investimenti. Con pazienza, il personale ha “scortato” a piedi la famigliola, consentendole di raggiungere in sicurezza il laghetto di Villa Borghese. Resta da capire – aggiungiamo noi – come abbiano fatto ad arrivare dalle parti di piazzale Flaminio.

VIALE REGINA MARGHERITA: FARMACIA MULTATA PROTESTA

“Mi hanno multato di 600 euro, quel cartone non lo potevo rimettere dentro il negozio, ci aveva appena fatto i bisogni un cane. Era una questione igienica”. Come si dice, oltre al danno la beffa. E pure salata. Emilio Manfredi è il titolare di una farmacia di viale Regina Margherita. Nel massimo picco dell’emergenza rifiuti, ora sulla lenta via di risoluzione, si è ritrovato come tanti colleghi esercenti ad aspettare invano che qualcuno passasse a ritirare la sua differenziata. Cartoni per lo più, le scatole con cui arrivano una volta al mese cartoni farmacia- viale regina margheritai carichi di medicine.  “Per giorni e giorni non è venuto nessuno, da calendario sarebbero tre i passaggi a settimana previsti, ma niente – racconta – me li riportavo sempre all’interno, questa volta però ci aveva fatto la pipì un cane, per ovvie ragioni igieniche non ho potuto che appoggiarli al cassonetto bianco della carta”. I vigili però l’hanno beccato proprio mentre buttava il rifiuto contaminato, e hanno provveduto subito a compilare il verbale. “Anche loro però erano imbarazzati” racconta ancora il farmacista. Che multare il titolare per un cartone appoggiato a uno dei centinaia di secchioni straripanti di immondizia in tutta Roma, appariva evidentemente come un paradosso. Ma tant’è. Seicento euro, la sanzione prevista per l’abbandono illecito di rifiuti, è arrivata. Continue reading

SAN LORENZO, PESTANO UN RAGAZZO AFRICANO: ARRESTATI

SAN LORENZOAndrea Chilelli e Ivano Vitti sono i due estremisti di destra, entrambi pregiudicati, finiti in manette per il pestaggio di un ragazzo africano, L.C., lo scorso 17 giugno. «Scimmia, negro di merda, devi anna via, nun te volemo», gli hanno urlato, dopo che questi aveva “osato” entrare in via dei Volsci 32, il locale, un tempo centro sociale dell’estrema sinistra, oggi divenuto ritrovo di neofascisti. Proprio come Chilelli e Vitti, che, secondo quanto appurato dalla Digos, che ne sono i due gestori. Continue reading

NUOVA STAZIONE FLAMINIO, CANTIERE INFINITO

metro flaminio cantiereLa ferita aperta nel polmone verde del centro storico, il cratere scavato lì dove villa Borghese guarda verso piazza del Popolo, inizierà presto a rimarginarsi. Stanno finalmente per ripartire i lavori per il completamento dello scambio tra la fermata Flaminio della metro A e il capolinea della ferrovia Roma- Viterbo, opera avviata nel lontano 2007 e ferma dal settembre 2017. Via Atac, dentro la Regione. Un commissariamento velato, come sui rifiuti: dopo le lungaggini dovute all’iter del concordato richiesto e ottenuto dai vertici della municipalizzata dei trasporti, torna in capo alla Pisana la gestione delle gare per la realizzazione delle infrastrutture delle linee ferroviarie ex concesse. Da una parte la tratta che collega la capitale alla Tuscia, dall’altra la Roma- Lido. Entro la fine del mese, nel cantiere ridotto a una voragine profonda 30 metri, dovrebbero tornare ad affacciarsi operai e betoniere. Fonte: la Repubblica

METRO POLICLINICO: TROPPO CALDO, MALORE PER UN UOMO

METRO POLICLINICOL’Atac lo ha registrato, genericamente, come “malore”, mentre la metro B/B1 è stata interrotta in entrambe le direzioni dalle 9.12 alle 9.27. Ma a far sentire male un signore su un treno alla fermata Policlinico, pochi minuti dopo le 9 di oggi, martedì 9 luglio, potrebbe essere stata una botta di calore. D’altronde “da giorni circolano solo treni vecchi, che non hanno l’aria condizionata”, racconta F.C., una testimone. “Stamattina ne sono passati quattro di seguito: lì dentro faranno almeno 35 gradi, forse anche 40″, aggiunge. “I treni sono senza aria condizionata e un passeggero si è sentito male”, ha scritto su twitter un’altra viaggiatrice. Soccorso l’uomo, il servizio è ripreso regolarmente. Fonte: la Repubblica

SUSAN SARANDON ALLA GNAM

gnam«Il più bel museo che abbia mai visitato»: così l’attrice premio Oscar Susan Sarandon ha commentato la sua visita alla Galleria nazionale d’arte moderna. E ha aggiunto, twittando la sua felicità accanto a una statua di donna, fingendo di sussurrarle qualcosa all’orecchio: «Raramente mi è capitato di vedere in un museo qualcosa di così vivo». Il marmo, che porta la firma di Adalberto Cencetti, è «Ignara mali», del 1893 , anno in cui l’opera fu presentata all’Esposizione nazionale di Roma per essere poi acquistata dalla Galleria Nazionale (foto di Michael Angel, che ha accompagnato l’attrice nel percorso). Una seconda foto, dello stesso autore, la ritrae invece sullo sfondo di una pittura di grande formato di Giovanni Fattori, «Battaglia di Custoza», del 1880. Continue reading

DUE INCIDENTI MORTALI SU TANGENZIALE EST E NOMENTANA

tangenziale est sopraelevata Non termina la scia di sangue sulle strade della Capitale (70 vittime dall’inizio dell’anno). Un motociclista di 32 anni è morto questa mattina (ieri, ndr) in un incidente stradale. Lo scontro tra la moto e una Fiat Punto è avvenuto intorno alle 6.30 su via Ettore Romagnoli, in zona Nomentana. A bordo dell’auto viaggiava una ragazza di 22 anni. La moto Yamaha è stata distrutta. Via dei Romagnoli in direzione Montesacro è stata chiusa. Sul posto è intervenuta per i rilievi la Polizia locale di Roma Capitale. Sempre questa mattina una motociclista è morta sulla tangenziale est in direzione San Giovanni, ancora da ricostruire la dinamica. Fonte: il Messaggero

VORAGINE DI VIA ALESSANDRIA: QUANDO RIAPRE LA STRADA

VIA ALESSANDRIA“Italgas e Acea hanno perfezionato l’iter sul cantiere” – si apre con una buona notizia per residenti e commercianti di via Alessandria la commissione Lavori Pubblici del Municipio II. La strada del quartiere Italia da quasi due mesi è infatti “ostaggio” di quei bandoni a protezione della voragine che si è aperta, probabilmente in seguito al cedimento di una tubatura, nel bel mezzo della carreggiata. Era il 10 maggio scorso quando l’asfalto ha ceduto proprio sotto gli occhi dei tecnici intervenuti sulla segnalazione di un “semplice” avvallamento. Una riparazione del danno che avrebbe dovuto eseguire Acea ma che, con Italgas chiamata a spostare alcuni tubi per consentire lo svolgimento delle operazioni, ha subito forti ritardi scatenando la protesta dei residenti e dei negozianti rimasti di fatto ingabbiati tra transenne e nastri arancioni. Continue reading

NINFEO DI VILLA GIULIA: ANTONIO SCURATI VINCE IL PREMIO STREGA

SCURATILo Strega 2019 lo vince Antonio Scurati con ‘M. Il figlio del secolo’ (Bompiani), romanzo storico sull’ascesa di Mussolini e sulla conquista feroce del potere da parte del fascismo. Il favorito della vigilia conferma il pronostico, grazie a un libro che ha ottenuto un grande successo di pubblico – più di 120mila copie vendute – e di critica. Un volume di oltre 800 pagine che arriva fino al delitto Matteotti e che nella notte del Premio ha ottenuto ben 228 voti. “Sono felice della vittoria ma sono anche molto contento che altri italiani leggeranno questo libro. Potranno conoscere meglio la nostra storia: con la speranza che non si ripeta, anche in forme diverse”, ha spiegato l’autore alla fine. Continue reading

MUORE IN UNO SCONTRO FISIOTERAPISTA DEL CIRCOLO ANIENE

TOSCANOStava rientrando a casa in sella alla sua moto quando si è scontrato con un camion: per il centauro, Marco Toscano 27enne romano, non c’è stato nulla da fare. Lo scontro – avvenuto ieri sera alle 8 sulla via Tiburtina – è stato fatale ed è morto sul colpo. Un incidente che ha sconvolto i parenti e gli amici del giovane. Il giovane era fisioterapista e era impegnato come volontario al Circolo Canottieri Aniene ai Parioli per le terapie ai ragazzi portatori di handicap. Il giovane proprio ieri sera aveva dovuto annullare una seduta di fisioterapia perché nel circolo era saltata la corrente e dunque stava rientrando a casa a Settecamini. “Era un bravissimo ragazzo, amato da tutti” ha commentato Gianni Nagni, direttore del circolo. Fonte: la Repubblica

INCENDIO A SAN LORENZO: A FUOCO SEMINTERRATO IN VIA DEI PICENI

SAN LORENZOIncendio nella notte in un locale seminterrato adibito ad appartamento in via dei Piceni nel quartiere San Lorenzo. Le fiamme sono state subito circoscritte ma l’appartamento è inagibile. Non si registrano feriti né intossicati: l’abitazione era infatti vuota. I carabinieri della stazione San Lorenzo e i vigili del fuoco, sono intervenuti allertati dalla proprietaria di casa, una cittadina tunisina di 29 anni, che, rientrando, si è accorta del fuoco che usciva da una finestra all’altezza del marciapiede. Da una prima ipotesi degli investigatori, l’incendio sembrerebbe di natura dolosa. Fonte: il Messaggero