DERBY, ARRIVARE ALL’OLIMPICO E PARCHEGGIARE: ISTRUZIONI

Roma-LazioÈ tutto pronto per  il derby Roma-Lazio di oggi, che si giocherà all’Olimpico alle 18. Per la stracittadina saranno previsti  divieti di sosta  ad ampio raggio e già molte ore prima dell’incontro, anche nell’area del parcheggio di scambio di Cipro. Ai  tifosi giallorossi  è richiesto di arrivare allo stadio dalla direttrice  piazzale Clodio, ponte della Musica e ponte Duca D’Aosta, mentre ai sostenitori  biancazzurri  è raccomandata la direttrice di afflusso  Ponte Milvio/Tor di Quinto. Le chiusure sono previste dalle 15. Durante le fasi di afflusso e deflusso dei tifosi sono previste chiusure al traffico su Ponte Duca D’Aosta, viale dei Robilant e viale Antonino di San Giuliano. Durante le fasi di deflusso, viale di Tor di Quinto sarà temporaneamente a senso unico da Ponte Milvio verso la Tangenziale. Continue reading

SEMINARIO SULL’IPOVISIONE AL POLICLINICO UMBERTO I

ZONA POLICLINICOL’ipovisione è una condizione visiva in forte crescita, che attualmente colpisce circa un milione e mezzo di persone in Italia. Nonostante ciò, l’argomento è ancora poco conosciuto e ancor meno discusso: chi vive a contatto con persone ipovedenti raramente ne capisce appieno la situazione. Non solo, le stesse persone ipovedenti non sono in genere consapevoli delle soluzioni, mediche e non, che già oggi possono alleviare i disagi della loro situazione. L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (Uici), la Sezione Italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (Iapb) e la Clinica Oculistica dell’Università “La Sapienza” di Roma organizzano un seminario per focalizzare l’attenzione sui problemi legati al mondo dell’ipovisione, sulle soluzioni oggi esistenti e su quelle che occorrerà ricercare in futuro. Il seminario nazionale “Ipovisione tra aspettative e realtà” V edizione si terrà oggi, 18 novembre. a partire dalle 9 presso l’aula della Clinica Oculistica dell’Università “La Sapienza” – Policlinico Umberto I (ingresso da via Lancisi). Fonte: il Messaggero

VILLA MASSIMO: AL VIA FRA 3 MESI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE

GIARDINI VILLA MASSIMO“La Soprintendenza speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma autorizza le opere di ripristino come da elaborati con la prescrizione che la nuova giostra per l’infanzia dovrà essere posizionata nella stessa situazione del 1949 e che dovranno essere piantumati sotto i pini essenze di ginepro”. Dopo anni dalla chiusura il progetto per la riqualificazione e la riapertura di Villa Massimo, presentato dal II Municipio guidato dalla dem Francesca Del Bello, è stato approvato ad agosto dal soprintendente Francesco Prosperetti, che ha anche comminato al Municipio stesso una multa di 2500 euro per lo stato di degrado dello storico parco, sottoposto a tutela monumentale e paesaggistica, acquistato dal Governatorato di Roma nel 1934. E dunque fra tre mesi potranno iniziare i lavori, come annuncia la minisindaca, che ha annunciato la svolta. Il progetto prevede in sostanza che la villa torni esattamente a come era nell’immediato dopoguerra. Continue reading

DELITTO DI PORTA PIA: FERMATO UN CLOCHARD DI 55 ANNI

sottopasso piazza croce rossaC’è un fermo del pm di Roma per la morte di Norma Maria Moreira da Silva, la 49enne brasiliana il cui cadavere è stato trovato tra giorni fa in un sottopassaggio nel centro di Roma. Si tratta di Aldobrando Papi, 55 anni, clochard. E’ accusato di omicidio volontario. L’uomo ha ammesso di avere aggredito la brasiliana. “E’ morta per la caduta, non l’ho stuprata”, ha affermato il clochard. Papi ha detto ai magistrati di aver dato uno schiaffo alla brasiliana, al culmine di una lite, dopo aver avuto un rapporto sessuale consenziente. La donna sarebbe morta a causa della caduta. “L’ho visto litigare con la vittima”, hanno confermato alcuni senzatetto ascoltati in questura. Ieri sono stati proprio loro ad indicare agli inquirenti che A.P., il 55enne indagato dalla procura per omicidio volontario, solo qualche ora prima della morte di Norma Maria Moreira da Silva aveva litigato con la vittima. Intanto a piazzale Clodio è arrivato l’esito preliminare dell’autopsia. La brasiliana, 49 anni, è stata colpita più volte alla testa, forse con un bastone. Sarebbe morta in seguito alle diverse ferite riportate dai colpi violenti. Oltre ai traumi sul cranio ne sarebbero stati riscontrati altri più lievi sul resto del corpo. Bisognerà invece attendere l’esito di ulteriori analisi per stabilire se la donna, trovata nuda, abbia subito anche una violenza sessuale. Fonte: la Repubblica

PIAZZA FIUME: BICI ED ECO BOX, LA DIFFERENZIATA È ROM

via-sulpicio-massimoArriva con la bicicletta a piazza Fiume, l’accosta alla fila di cassonetti e si mette al lavoro. Sul sellino, un contenitore verde e alto, di cartone plastificato. C’è scritto Eco box Raccolta differenziata. La fa a modo suo, con l’uncino: affonda il ferro ricurvo nella monnezza, tira fuori sacchetti, li apre e poi li ributta via, qualcuno scivola a terra. Ecco cosa ha differenziato in pochi minuti nel suo Eco box: un paio di scarpe di pelle marrone, una camicetta a fiori, qualche filo elettrico strappato a non si sa cosa, stampelle, una borsetta nera. Finiranno sull’asfalto di qualche mercatino dove si vende il meglio della spazzatura. E chi compra il rifiuto rifiutato prima o poi lo rifiuterà a sua volta, è l’eterno ritorno dello scarto. In una città che i sacchetti li mette in mostra piuttosto che farli sparire, dove il porta a porta avanza dello 0,000 e qualcosa, i rovistatori si sono attrezzati e si “spacciano” per netturbini che fanno la differenziata, con tanto box ecologici. Il Comune aveva promesso: multe a chi rovista (finirebbero nella carta) via 60mila cassonetti, lotta al racket dei metalli scartati che causa all’Ama un danno da 8 milioni con quasi 2.000 contenitori che vengono presi d’assalto dagli uncini ogni giorno. Ci vorrà tempo – l’avevano detto, però – intanto la raccolta alternativa e parallela cresce, si organizza, si mimetizza. Ci ritroveremo i rom in divisa arancione (qualcuno è stato già fotografato con la giacca Ama) e camioncini. Si accettano scommesse su chi vincerà la gara di efficienza. Fonte: il Messaggero

PORTA PIA: CONTINUANO LE INDAGINI SULLA MORTE DELLA CLOCHARD

Norma Maria Moreira da SilvaColpita alla testa più volte con un corpo contundente. Sarebbe morta in seguito alle diverse ferite riportate dai colpi violenti Norma Maria Moreira da Silva, la 49enne brasiliana trovata morta alcuni giorni fa in un sottopassaggio di Corso d’Italia. È quanto emergerebbe dai primi risultati dell’autopsia effettuata all’Istituto di medicina legale della Sapienza. Sul cranio sarebbero stati riscontrati vari traumi. Altri più lievi sul resto del corpo. Bisognerà invece attendere l’esito di ulteriori analisi per stabilire se la donna, trovata nuda, abbia subito anche una violenza sessuale. E intanto proseguono le indagini per risalire al suo aggressore che potrebbe avere le ore contate. I sospetti degli investigatori si starebbero concentrando su un clochard che bazzica abitualmente in zona. Continue reading

TORNANO LE DOMENICHE ECOLOGICHE DAL 19 NOVEMBRE

domanica-ecologicaContenere le emissioni inquinanti e contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche sono alcuni degli obiettivi delle domeniche ecologiche, che tornano nella Capitale a partire dal 19 novembre. La Giunta capitolina ha dato il via libera all’iniziativa che prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella Ztl Fascia Verde del Pgtu, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. A partire da novembre 2017 la limitazione si estenderà anche agli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. Le domeniche ecologiche sono state programmate secondo il seguente calendario: 19 novembre 2017, 17 dicembre 2017, 21 gennaio 2018, 11 febbraio 2018. Continue reading

NETFLIX ANNUNCIA “BABY”, SERIE ISPIRATA ALLE SQUILLO DEI PARIOLI

Michele Galvani - baby squillo lipperaDopo Suburra e la docu serie sulla Juventus, Netflix annuncia la terza serie originale italiana. Si chiama Baby ed è «liberamente ispirata allo scandalo delle baby squillo dei Parioli nel 2014». La serie – spiega in una nota il colosso dello streaming – «racconta le vicende di un gruppo di ragazzi in cerca della propria identità e indipendenza tra amori proibiti, pressioni familiari e segreti condivisi». Otto episodi, primo ciak nel 2018, Baby è prodotta da Fabula pictures. Fonte: il Messaggero

QUANTE STORIE DI DEGRADO TRA PORTA PIA E VILLA BORGHESE

Sottoterra, a venti gradini di distanza dai marciapiedi di Porta Pia. Ma comunque a due passi dal continuo viavai di auto e motorini del tunnel di corso Italia. Qui, in uno scuro e maleodorante limbo di cartoni usati come cuscini e lenzuola, passa le proprie notti chi un tetto non ce l’ha. Qui è stata uccisa Maria Norma Moreira Da Silva trovata senza vita ieri mattina dalla polizia. Qui, per gli investigatori della squadra mobile, la 49enne brasiliana è il luogo del delitto al muro tortostata aggredita brutalmente. Senza fissa dimora, abituata a fare la spola tra le vie attorno la stazione Termini e la zona di Castro Pretorio, la vittima ha trovato la morte proprio lì dove i clochard del centro cercano di salvarsi la vita, di proteggersi dal freddo e dalla pioggia. Secondo chi indaga, a ucciderla sarebbe stato un altro senzatetto. Forse dopo averla stuprata. Una particolare agghiacciante che, però, serve a calcare una volta in più i contorni della vita nel ventre buio del lungo sottopasso a intermittenza che collega l’area del policlinico Umberto I a piazza del Popolo. Esistenze dure, estreme. Lontane dai riflettori della politica cittadina, che per queste persone non è mai riuscita a trovare una soluzione. Continue reading

ECCO I PARTICOLARI DEL DELITTO DI CORSO D’ITALIA

CORSO D'ITALIATrovata per terra, nuda, in un sottopassaggio al centro di Roma con una profonda ferita alla testa, graffi sul viso e una caviglia rotta. È giallo sulla morte di una senzatetto brasiliana di 49 anni che da tempo viveva in Italia. L’allarme è scattato intorno alle 10.30 di ieri quando un operaio che doveva ripulire il sottopassaggio ha notato il corpo nella via di fuga all’altezza di CORSO D'ITALIA 1piazza della Croce Rossa, a Corso d’Italia, non lontano dal centro. Inutili i soccorsi del 118. I medici non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato Porta Pia, della Squadra Mobile e la polizia scientifica per i rilievi. Si indaga per omicidio. Per gli inquirenti si è trattato di un «attacco brutale». La donna, con qualche precedente alle spalle, CORSO D'ITALIA 2sarebbe stata colpita con forza alla testa tanto da spaccargli il cranio. Il decesso dovrebbe essere avvenuto intorno alle 4 della scorsa notte. Il fatto che sia stata trovata nuda non fa escludere che la vittima possa aver subito anche una violenza sessuale. Sarà comune l’autopsia a chiarirlo. Sono in corso inoltre accertamenti sui suoi indumenti. Durante il sopralluogo CORSO D'ITALIA 3i poliziotti hanno trovato i vestiti e una borsa vicino al corpo oltre a diverse chiazze di sangue. Non c’erano però documenti. Da chiarire se sia scesa in compagnia di qualcuno nel sottopasso, utilizzato dai senza fissa dimora come ricovero di fortuna. Al vaglio le immagini registrate dalle telecamere che inquadrano il tratto di strada dove si trova la rampa di scale che porta al marciapiede. Gli investigatori stanno ascoltando diverse persone per acquisire elementi utili a far luce sulla vicenda. Tra le ipotesi c’è quella che il delitto possa essere maturato negli ambienti di senza fissa dimora che frequentano la zona. E continua la scia di sangue nella Capitale. Quello di ieri è il terzo omicidio in cinque giorni. Fonte: il Messaggero

VIALE PARIOLI, GROSSO PINO SI SCHIANTA SU UN’AUTO

Ancora alberi crollati a Roma. L’ennesima tragedia sfiorata in una città dove basta una nottata di maltempo perché si rischi la vita. Dal centro alla periferia, la strage del verde non risparmia nessun quartiere della Capitale. Stavolta è successo su viale Parioli, all’altezza del civico 72, dove il ramo di un pino di grosse dimensioni si è schiantato sopra un’auto viale parioliparcheggiata, fortunatamente senza provocare feriti. Il ramo si è staccato nella notte, a causa del forte vento che è soffiato sulla città. E questa è la sorpresa che il proprietario della macchina, una Volkswagen, si è ritrovato la mattina uscendo di casa. E poteva andargli anche molto peggio. Fonte: il Messaggero

PIAZZALE FLAMINIO, IL SUK DELLA VERGOGNA

PIAZZALE FLAMINIOVestiti, ma anche libri usati, accessori per cellulari e cd, l’immancabile cianfrusaglia che attanaglia Roma, in ogni angolo, senza pudore. Un suk della vergogna che a piazzale Flaminio, cuore della città, lì dove si accede a piazza del Popolo, va avanti da anni. Ogni giorno decine di bancarelle: cianfrusaglie varie posizionate all’uscita della stazione in barba alle più banali norme di sicurezza. Dopo l’11 settembre il prefetto Achille Serra vietò le bancarelle nei pressi delle uscite di metro e ferrovie, ora che in giro per il mondo si susseguono attentati invece nessuno fa niente. E la domenica è sempre lo stesso – triste – spettacolo. Fonte: il Messaggero

BARBIERE DI VIA FEZZAN SI LAUREA A OTTANTACINQUE ANNI

IL BARBIERE«Il segreto è superare gli ottanta. Dopo è una passeggiata». Dino Risi, uno dei grandi registi della commedia italiana, ne era convinto tanto da sostenere nella sua autobiografia l’idea che sogni e progetti non hanno età e non si arrestano quando la lancetta degli anni supera la tacchetta degli ottanta. Un mantra ancora oggi di attualità come dimostrano due classe 1936 come Silvio Berlusconi e Lino Banfi. Ma la lista degli «highlander» non comprende solo famosi. Nella cerchia di quelli che non si arrendono al tempo che passa, rientra di diritto il dottor Peppino, alias Giuseppe Paventi, 85 anni, una vita trascorsa «con le mani tra i capelli della gente» e una laurea in giurisprudenza conquistata il 12 dicembre 2016. Continue reading

GUIDO RENI DISTRICT: OVER 60, ALLA MOSTRA NIENTE GIROSCOPIO

giroscopioQuante volte ci siamo domandati come deve essere la vita degli astronauti nello spazio? Il giroscopio umano, presente a Cosmo Discovery, mostra sullo spazio di scena a Roma, ci può far provare le loro stesse sensazioni per sopportare le accelerazioni gravitazionali che caratterizzano il volo. Ma occhio all’età. Dopo i 12 malori riscontrati in 40 giorni di apertura, il gioiellino della mostra romana è stato sospeso per chi ha più di 60 anni – età della maggior parte delle persone che hanno accusato i malori da giroscopio. Per salirci, gli over 60 dovranno aspettare l’ok della direzione dell’expo romana, ospitata per la mostra, negli spazi del Guido Reni District. Continue reading

PRIMO CIAK A VILLA GIULIA PER UN ELEFANTINO BIANCO

ELEFANTE VILLA GIULIAE se un elefante bianco ruba la scena a Michelangelo sotto la direzione di un grande maestro del cinema? Le scommesse sono aperte. Non c’erano occhi che per lui l’altro giorno a Villa Giulia, per quell’esemplare giovane (appena 48 anni) di piccolo pachiderma apparso nel cortile rinascimentale del Museo Etrusco. Possibile? Altroché, se c’è lo zampino di un regista di culto e sfarzo come Andrei Konchalovsky. Il bello è che il giardino con i portici affrescati del delizioso museo statale è stato trasformato, per esigenze di copione, in un cortile del Vaticano. Non altro che la corte del papa. Et voilà, siamo sul set del kolossal Il Peccato. Una visione, che l’autore russo sta dedicando al Buonarroti. Continue reading