L’ERBORISTERIA SERENDIPITY DI VIA ISONZO HA COMPIUTO 6 ANNI

 IL COMPLEANNO DELLO SCORSO ANNOIn questi giorni Serendipity, l’erboristeria di via Isonzo, ha compiuto sei anni di attività. Le titolari, Emanuela e Valentina, si sono conosciute per caso nelle aule dell’Università La Sapienza, poi si sono ritrovate a lavorare insieme in una storica erboristeria romana: è stata la scintilla che ha acceso la passione che ha dato vita al negozio attuale. Visitando il sito internet di Serendipity avrete l’opportunità di conoscere meglio gli ottimi prodotti e di fare un acquisto di sicura soddisfazione. Inoltre Valentina, come naturopata, esegue consulenze per favorire il mantenimento della salute e benessere della persona. Tel: 351 8650617.

VIA SALARIA, MUSTAFÀ È TORNATO

MUSTAFA-ALIMustafà è tornato. Dopo qualche tempo, eccolo lì accanto al muretto del palazzo di via Salaria che fa angolo con via Savoia. E grazie a lui sulla grata, quando non piove, crescono tantissimi fiori di carta. Mustafà Alì, rifugiato politico egiziano, oppositore di Mubarak, fuggito dal suo paese è arrivato in Italia nel 1992. Deve essere di animo gentile Mustafà, se ha pensato, lui che nella vita faceva proprio il giardiniere, di coltivare fiori un po’ così, fatti con sapienza e maestria dalle sue mani esperte. C’è da vederle quelle rose, destinate a non appassire: si possono prendere con qualche euro, per un cadeau improvvisato o per dare colore e calore. E Mustafà, che parla quattro lingue, viaggia l’Europa con i suoi fiori. Lo si può trovare in un boulevard di Parigi o in una straße di Vienna. Ma più spesso è a Roma, anche a corso d’Italia. L’invito ai lettori è quello di andare a trovarlo e prendere una rosa o un margheritone del suo giardino.

BONUS BICI: PRONTI, PARTENZA, VIA!

BONUS BICI 2020Bonus bici 2020, ci sono finalmente ottime notizie. Un emendamento, a prima firma Paola Deiana, deputata M5S e capogruppo in commissione Ambiente, estende “il fondo per il bonus bici di ulteriori 20 milioni in modo da scongiurare ogni ipotesi di click day”. I fondi, spiega l’esponente Cinque stelle, serviranno per coprire anche chi “rischiava di rimanere escluso dal bonus” dato che la misura ha avuto “un successo sopra ogni aspettativa”. Erano infatti già stati stanziati fondi “sufficienti per l’acquisto di 450mila biciclette, ma i dati ci evidenziano come si sia arrivati, ad oggi, a quasi 600mila pezzi venduti. Cifre da capogiro – oltre ogni ottimistica previsione – che fanno presagire una nuova mobilità, finalmente sostenibile”. “Di fronte a tale richiesta non potevamo rimanere fermi, per questo abbiamo ritenuto fondamentale batterci per stanziare ulteriori 20 milioni di euro. Oggi è un bel giorno per l’ambiente, per la salute dei cittadini e per la mobilità sostenibile”, conclude Deiana. Continue reading

VIA ISONZO: SERENDIPITY, UN’ERBORISTERIA VERAMENTE “IN”

erboristeria_serendipity10Scrivono sul sito del loro negozio Emanuela Franchini e Valentina Nardi, titolari dell’Erboristeria Serendipity: “Conosciute per caso nelle aule dell’Università La Sapienza di Roma, tra noi due giovani studentesse subito una gran sintonia. Dopo la laurea la nostra amicizia ha continuato ad esistere anche se il caso ci ha allontanato. Ci siamo ritrovate per caso a lavorare insieme in una storica erboristeria romana: è stata la scintilla che ha acceso la nostra passione, la curiosità erboristeria_serendipity04per il naturale e la consapevolezza di poter aumentare il benessere della persona dalla cultura delle erbe. Era Pasquetta del 2014, durante una gita a Civita di Bagnoregio, quando per caso dal Belvedere della Grotta di San Bonaventura, con il sole in faccia, il vento tra i capelli e un panino tra le mani, Valentina mi dice: “Emanuela, apriamo un’erboristeria tutta nostra!”. A maggio, passeggiando per il centro di Roma, erboristeria_serendipity03ci imbattiamo per caso in un locale sfitto di cui siamo riuscite a vedere le potenzialità. A pochi passi da Villa Borghese, abbiamo deciso di trasformare il sogno in realtà: a luglio 2014 nasce la nostra Erboristeria Serendipity. Questa casualità è la serendipità: la fortuna di fare felici scoperte per puro caso e trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un’altra. Abbiamo aperto a novembre 2019 la erboristeria_serendipity12nostra erboristeria anche online per poter offrire la possibilità di ricevere Serendipity oltre che in tutti i quartieri di Roma, in qualunque parte d’Italia! Visitando il nostro sito internet avrete l’opportunità di conoscere meglio i nostri prodotti e di fare un acquisto di sicura soddisfazione. Mentre seguiamo con attenzione la vendita, organizziamo periodicamente eventi di cosmetica, floriterapia e check-up funzionale. Inoltre Valentina, come naturopata, esegue consulenze per favorire il mantenimento della salute e benessere della persona”.

VIA SALARIA: TUTTO QUEL CHE SERVE PER IPHONE, IPAD, MAC, IMAC

locandina

In via Salaria 82, a due passi da piazza Fiume, ha aperto da qualche tempo un negozio di riparazioni di Samsung, Ipad, Imac, Mac e cellulari. E potete trovarvi anche una vasta gamma di custodie e altri accessori per il vostro telefonino. Insomma, tutto quello che vi può servire in caso d’emergenza e non solo. L’orario è continuato: dal lunedì al venerdì, ore 10/19; sabato ore 10/17.

AUDITORIUM: IN PREVENDITA I BIGLIETTI PER “LA NOTTE DEL CAFFÈ”

auditoriumDa ieri sono aperte le prevendite per “La Notte del Caffè”, l’evento musicale che andrà in scena il 4 agosto alla Cavea del Parco della Musica per la rassegna “Auditorium Reloaded”. Una festa in musica che attraversa il Mediterraneo sulle rotte degli antichi viaggiatori. Tre progetti musicali che si incontrano in una notte di musica e sapori: Nando Citarella & Tamburi del Vesuvio, Stefano Saletti & Banda Ikona, Pejman Tadayon Sufi ensemble. Tre modi diversi di raccontare il Mediterraneo e le sue tante culture. Questo il senso di una serata speciale nella quale i tre Maestri cerimonieri Citarella, Saletti e Tadayon, da anni riuniti nel progetto del Cafè Loti, presentano i loro progetti solisti in un unico grande spettacolo. Continue reading

PIAZZA GENTILE DA FABRIANO: LA RIPARTENZA DELLA LIBRERIA KOOB

koobScrive la libreria Koob di piazza Gentile da Fabriano: “Dopo i mesi di fermo, finalmente tante nuove uscite, libri belli e interessanti! Abbiamo pensato di raccontarvi i libri che ci sono piaciuti di più e che trovate da noi in libreria. Per tutta la settimana, ogni giorno su facebook e instagram brevi suggestioni per orientarsi nello stile dei nostri incontri mensili Cosa si legge in città (ci mancano! Speriamo di poterli rifare presto). Vi ricordiamo i nuovi orari: dal lunedì al sabato 10:30-14 e 15:30-19:30.

OGGI HA RIAPERTO IL MERCATINO DEL BORGHETTO FLAMINIO

mercatino_del_borghetto_flaminio_13_nGiornata di festa al “Garage sale – Rigattieri per Hobby” al Borghetto Flaminio che, finalmente, questa mattina dopo tre mesi e più, ha riaperto il cancello “lucchettato” su piazzale della Marina. Tanti già in attesa fuori ad aspettare alle 10 del mattino (entrata alle 10,30). I banchetti sono stati dimezzati, da 240 a 120, e tutti distanziati secondo le norme. “Per noi oggi è una giornata molto bella. Finalmente possiamo riprendere la nostra attività iniziata 25 anni fa – racconta l’organizzatore Enrico Quinto collezionista di abiti vintage con Paolo Tinarelli – l’idea vincente è stata quella di mettere nel reparto abbigliamento un vaporizzatore che ha igienizzato sul momento abiti e accessori che le persone così hanno provato. Poi quelli non acquistati venivano sanificati un’altra volta. Tutti gli stand erano a distanza di sicurezza e divisi per la tipologia della merce esposta. Siamo molto contenti e riprenderemo tutte le domeniche fino al 28 giugno”. Il mercatino ha prolungato il suo orario di chiusura, prima chiudeva alle 18, ora alle 19. Passeggiando fra i banchetti c’era davvero di tutto: dagli abiti estivi a fiorellini messi “solo una volta” ai kimoni giapponesi, dai bauli da viaggiatori in stile “Grand Tour” alle bambole di celluloide.  Alle 14 anche lunch con il Foodtruck “Er Cimotto”. E alle 18 aperitivo per tutti: con mascherina, per festeggiare la riapertura.

LIBRO ILLUSTRATO SU “LA STORIA DEL TRIESTE SALARIO”

COPERTINAOggi il Trieste-Salario è un quartiere in cui vivono 150.000 persone, e quasi 400.000 sono quelle che complessivamente qui si muovono e lavorano. Nel suo passato si susseguono tre millenni da raccontare, una affascinante storia cominciata 300.000 anni fa di cui rimangono segni visibili, reperti e monumenti. 101 luoghi fondamentali si snodano come tappe di una passeggiata nel Trieste-Salario. Un cammino che il lettore potrà ripercorrere personalmente, leggendo le pagine e guardando le immagini originali e inedite e le illustrazioni che arricchiscono il testo de “La storia del Trieste Salario. Dalla preistoria ai giorni nostri”. Gli antichi ritrovamenti dei primi uomini forse cannibali, la storia della giovanissima Sant’Agnese e del suo martirio, la celebre Sedia del Diavolo e il suo papa eretico, la casa dove abitò Pirandello e la villa dove Luchino Visconti proteggeva gli antifascisti durante le persecuzioni, sono solo alcune delle storie raccontate nel volume.

FASE 3: L’ORDINANZA SUGLI ORARI DEI NEGOZI (TORNANO PRECOVID)

VIRGINIA-RAGGISi allargano le maglie degli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali. La nuova fase 3 del coronavirus, dato il quadro positivo sanitario riscontrato, ha permesso al Comune di modificare le fasce definite a metà maggio. La sindaca Raggi ha firmato una nuova ordinanza, che esclude dai limiti orari quelle attività la cui clientela è particolarmente concentrata in determinati momenti della giornata.  Sono quindi esclusi dalla disciplina del provvedimento i laboratori di prodotti alimentari (ad esempio gelaterie, pizzerie al taglio, pasticcerie, rosticcerie), i negozi di ferramenta e di rivendita di materiale edile, prodotti di termoidraulica, bricolage e vernici. Idem per acconciatori ed estetisti, i cui clienti restano più a lungo all’interno del negozio e necessitano quindi di orari prolungati, e per le attività di autoriparazione come le autofficine (meccanici, elettrauto, carrozzieri, gommisti), e le concessionarie auto con laboratorio di riparazione e assistenza, anche al fine di supportare in questa fase la possibilità di utilizzo di mezzi privati per effettuare gli spostamenti per lavoro o altra necessità. Continue reading

VIA BISAGNO: IL PUNTO EINAUDI SEGNALA IL LIBRO “FLOWER POWER”

coverIl Punto Einaudi di via Bisagno (traversa di corso Trieste) segnala tra le novità in libreria “Flower Power” di Alessandra Viola. Le piante hanno diritti? E se ne hanno quali sono e cosa comporterà il fatto di riconoscerli? Attribuire diritti a soggetti che ne sono privi appare da sempre un’idea stravagante; eppure non bisogna dimenticare che neri, donne e bambini un tempo non ne avevano alcuno e oggi anche questo ci sembra impensabile. Nei secoli l’uomo ha allargato la cerchia dei diritti in seguito a guerre o rivoluzioni, come forma di riparazione per le ingiustizie e i danni subiti. Ci riferiamo sempre a guerre umane, ma combattiamo anche contro un popolo silenzioso e pacifico, dal quale dipende la nostra stessa sopravvivenza e che malgrado questo abbiamo decimato, spingendo migliaia di specie sull’orlo dell’estinzione: il popolo delle piante. Firmare una pace con l’ambiente è ormai indispensabile per risolvere problemi globali come fame, migrazioni di massa, desertificazione, inquinamento e cambiamenti climatici. È giunto il momento di una «Dichiarazione universale dei diritti delle piante», che riconosca i diritti delle nostre sorelle verdi e garantisca anche i nostri.

“ASSASSINIO A VILLA BORGHESE”, NOIR DI WALTER VELTRONI

Il-Nuovo-Libro-Di Walter-VeltroniMarsilio ha inaugurato qualche mese fa con un giallo a Villa Borghese, uno dei luoghi più affascinanti di Roma, la nuova collana Lucciole, dedicata ai romanzi contemporanei in formato tascabile. Autore del romanzo dal titolo Assassinio a Villa Borghese, Walter Veltroni, tra gli altri, già ministro per i Beni e le attività culturali e sindaco della Capitale. Dopo quindici anni di carriera bloccata per un errore professionale, l’ispettore Giovanni Buonvino, bello ma sfigato, riceve la tanto agognata promozione. Ma la fregatura è subito dietro l’angolo. Promoveatur ut amoveatur direbbero i latini; difatti la promozione di Buonvino ha il retrogusto della rimozione poiché il poliziotto viene spedito nel commissariato di Villa Borghese, un inutile nuovo ufficio dove confinare elementi dalle scarse capacità. Come Buonvino, appunto. “La squadra degli agenti del commissariato di Villa Borghese sembrava composta da Bombolo, Alvaro Vitali, Gigi Reder, i gemelli marchesini Pucci di Sapore di mare, Aristoteles e Edwige Fenech. Uno normale, a vista, non c’era”. Per Buonvino e la sua sgangherata squadra si prospettano mesi e anni di caccia ai ladri di merendine e ragazzini che calciano la palla addosso alle vecchiette, quando, improvvisamente, la serenità di Villa Borghese, del polmone alberato al centro di Roma, viene scossa da un atroce delitto. Continue reading