LA SINDACA VIETA GLI SPRECHI D’ACQUA, MA…

eddie bevePer le elevate temperature e il relativo incremento dei consumi idrici, la sindaca Raggi ha disposto che fino alla fine di settembre 2021 i prelievi di acqua dalla rete idrica di distribuzione comunale siano consentiti esclusivamente per i normali usi domestici e sanitari. Nell’ordinanza è stato vietato l’utilizzo dell’acqua potabile nei seguenti casi: irrigazione o simili di orti  e giardini; riempimento di ogni tipo di piscina mobile 0 da giardino; lavaggio automobili/cicli/motocicli; qualunque uso ludico o che non sia quello del servizio personale. Acea, polizia locale e forze dell’ordine effettueranno controlli a campione per verificare i corretto uso dell’acqua potabile. La violazione dei divieti comporta una sanzione da 25 a 500 euro. Resta il fatto, aggiungiamo noi, che  gli sprechi maggiori dipendono dalle falle del servizio idrico i cui tubi sotterranei sono spesso rotti, per non parlare delle fontanelle che non hanno rubinetti che blocchino il flusso dell’acqua.

VIA CHIANA: STOP AI LAVORI DEL PARKING AL MERCATO TRIESTE

VIA CHIANAUna storia infinita quella del mercato Trieste di via Chiana e del suo fantomatico parcheggio. La giunta Raggi ha infatti stoppato i lavori al parcheggio interno, chiuso da dicembre 2017. Si tratta di 420 posti. Posti che contribuirebbero a decongestionare un’area del quartiere satura di auto e permetterebbero ai negozianti del mercato di incrementare il volume di affari. L’amministrazione capitolina ha deciso di stralciare dalla variazione di bilancio quel milione e 300 mila euro necessari a riaprire il parking.

FLAMINIO: AL VIA I LAVORI AL PALAZZETTO DELLO SPORT

PALAZZETTO DELLO SPORTScrive Veronica Tasciotti, assessore allo Sport, turismo e grandi eventi di Roma: “Questa mattina mi sono recata al #PalazzettodelloSport di viale Tiziano per vedere di persona l’avvio dei lavori per la riqualificazione interna ed esterna dell’impianto sportivo. La data di inizio lavori è lunedì 2 agosto, la durata prevista è di 180 giorni, ho incontrato e parlato coi responsabili della ditta che ha vinto il bando relativo ai lavori e si occuperà di svolgerli i quali mi hanno rassicurato sul rispetto delle tempistiche previste. Per ora si è ancora in fase di cantierizzazione e allestimento, le attività più intense inizieranno fra la metà e la fine del mese di agosto. Grazie all’impegno del Dipartimento sport, ai fondi stanziati dal mio predecessore Daniele Frongia e alla forte e chiara volontà della sindaca Virginia Raggi, siamo davvero contenti di poter annunciare l’avvio dei lavori che vedrà la nostra città poter fruire di nuovo di uno degli impianti sportivi capitolini più belli in assoluto. Finalmente a norma e realmente a disposizione delle squadre sportive romane.”

NUOVI ORARI PER IL PUNTO FACILE DI VIA GOITO (PREVIO APPUNTAMENTO)

PUNTO FACILE ROMAIl Municipio II fa sapere che dal 15 giugno il Punto Roma Facile di via Goito 35  segue il seguente orario: martedì e giovedì dalle 8:30 alle 12, previo appuntamento da concordarsi telefonicamente ai numeri  0669603333 – 0669603334 – 0669603335. I Punti Roma Facile, o più semplicemente Prof, sono spazi assistiti di Roma Capitale dove i “facilitatori digitali”, operatori e volontari appositamente formati, sono a disposizione degli utenti che hanno bisogno di indicazioni e consigli relativi all’uso del computer, alla navigazione in rete e all’accesso ai principali servizi on line.

VILLA ADA E VILLA BORGHESE: SOLDI PER IL VERDE VERTICALE

Platani Valletta Villa Borghesevilla-ada-La sindaca di Roma ha messo sul piatto qualche decina di milioni. Precisamente sessanta milioni di euro per il verde verticale nelle ville di Roma (tra cui, ovviamente Villa Borghese e Villa Ada), 1 milione e 400mila euro per la ripiantumazione di 2.500 alberi, di cui 500 già messi a dimora “nelle prime 3 settimane”. Sono due dei punti che Virginia Raggi, sindaca uscente e ricandidata alle prossime elezioni di ottobre, ha inserito nel bilancio di fine mandato pubblicato sul sito ufficiale del Comune. Il documento non è sfuggito all’Osservatorio Sherwood, che da sempre si occupa della tutela di Villa Ada insieme ad altre associazioni locali. “Per dovere di cronaca – scrivono su Facebook – siamo tenuti a segnalare alla ricandidata Raggi che nel parco di Villa Ada la definizione ‘cura e manutenzione’ ha significato in realtà solo ed unicamente raffiche di abbattimenti di alberi, per altro senza neanche garantire la messa in sicurezza, considerato che continuano a cadere sui vialetti. Di ‘cure’ proprio non se ne sono viste, men che mai per prevenire e contenere la terribile infestazione della cocciniglia dei pini“.

ANDREA ROLLIN: QUEI TAGLI INDISCRIMINATI DI ALBERI

ANDREA ROLLINScrive Andrea Rollin, presidente della Commissione ambiente del II Municipio: “Continuano senza sosta in tutta la città di Roma gli abbattimenti di alberi, in particolari di pini. Nel Municipio II il Comune  ha di recente effettuato abbattimenti a Villa Glori e a via di Villa Chigi; in particolare a Villa Glori sono stati tagliati più di 100 pini in due interventi diversi. Nonostante numerose richieste , il Comune non ha mai reso noto il piano degli interventi previsti per il 2021 e sta effettuando questi interventi in un perodo in cui sarebbero vietati, come anche prescritto dal regolamento del verde  approvato dallo stesso comune.  Questa amministrazione invece che curare gli alberi procede solo con massicci abbattimenti, anche di alberi sani, e senza prima aver effettuato un’adeguata analisi degli stessi. Infatti, questi interventi avvengono sulla base degli esiti di un TAGLIO PINImonitoraggio, solo visivo, di numerosi alberi romani effettuato tra il 2017 e il 2018 i cui esiti non sono stati mai resi noti dall’amministrazione a cittadini e municipi. Oltre al danno ambientale, il Comune non ha predisposto un piano di piantumazione organico per tutta la città, il Comune agisce in maniera opaca e poco chiara mentre cittadini e  Municipio attendono risposte. Sarebbe invece necessario dare ampia comunicazione degli interventi effettuati. rendere pubbliche  tutte le perizie e le analisi effettuate sugli alberi abbattuti o da abbattere e indicare tempi e modalità della piantumazione di questi alberi.”

DEL BELLO: SAN LORENZO, A MEZZANOTTE COME CENERENTOLA

RAGGI DEL BELLOMovida violenta a San Lorenzo e la presidente del Municipio Del Bello chiede alla Raggi di emanare un provvedimento che faccia chiudere tutte le attività a mezzanotte. Schiamazzi, musica ad alto volume, urla e gruppi di giovani che a notte inoltrata stazionano davanti ai locali, sotto le finestre dei residenti. E quindi notti insonni, risveglio tra i rifiuti con le vie e le piazze che si trasformano in un accumulo di rifiuti, bicchieri sparsi e cartacce. Gli abitanti di San Lorenzo sono perciò esasperati. A buon diritto!