PIAZZA BOLOGNA: ARRESTATO IL PUSHER DELLA MOVIDA

PIAZZA BOLOGNAEra come un “fantasma” che si aggirava tra avventori e studenti universitari distribuendo dosi di cocaina, hashish e marijuana, in zona piazza Bologna. I carabinieri sono arrivati a lui attraverso pedinamenti e i controlli di militari in abiti civili tra la folla.  In manette è finito un 29enne libico, con precedenti, arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Roma con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Attraverso i  riconoscimenti fotografici e l’analisi dei tabulati telefonici della sua utenza, è stato possibile accertare che l’arrrestato è stato responsabile di circa 50 episodi di cessioni di sostanza stupefacente ad acquirenti.  Si tratta perlopiù di studenti universitari e degli habituè dell’happy hour, tipico dei locali della zona. Il pusher della movida di piazza Bologna è stato portato in carcere a Regina Coeli. Fonte: il Messaggero

VILLA PAOLINA: IL COMUNE DECISO A BLOCCARE LA DEMOLIZIONE

Per ora la notizia è ufficiosa, ma è solo questione di tempo. L’assessorato all’Urbanistica del Campidoglio guidato dall’assessore Luca Montuori è intenzionato a non concedere il permesso a demolire villa Paolina, l’ex convento di suore dell’inizio degli anni Venti di largo XXI Aprile, per costruire al suo posto, con le norme del Piano Casa regionale e un PIAZZA XXI APRILE VILLA PAOLINAaumento di cubatura, un palazzo moderno di otto piani più due interrati a parcheggi. E la società costruttrice, la Cam, si prepara ad un ricorso al Tar e a una lunga battaglia legale. Da parte della giunta Raggi sarebbe il primo segnale per dare un alt allo scempio dei villini del primo Novecento, che, con più di cinquecento richieste in tutta la città, è diventato un vero e proprio caso urbanistico, su cui è intervenuto il Mibact annunciando vincoli. E si stanno moltiplicando le riunioni in assessorato per raccogliere tutti gli elementi contrari al progetto, tra cui le norme sulle variazioni di densità abitativa. La Cam dopo l’acquisto lo aveva presentato il 30 maggio ricorrendo al Piano Casa, la legge scaduta il 30 giugno e sostituita da quella per la Rigenerazione Urbana approvata sempre dalla Pisana. Continue reading

PARCO DELLO SPORT: UNA PROPOSTA DI AMUSE PER LO STADIO FLAMINIO

lo stadio flaminioAmuse, Amici Municipio Secondo,  ha predisposto una proposta sul recupero in chiave sportiva delle aree antistanti allo Stadio Flaminio, in linea con le ripetute manifestazioni di volontà e convergenza d’intenti da parte del Municipio II, del Comune di Roma e delle numerose Associazioni che vorrebbero realizzarvi un complesso per attività sportive all’aperto, gratuite e a basso costo. Un utilizzo, anche se parziale, dello Stadio, da tempo abbandonato e esposto a una evidente situazione di degrado, potrebbe restituire in tal modo l’area alla cittadinanza e rappresenterebbe un risultato importante, oltre che un ulteriore impulso al ripristino dello Stadio in sè. Il progetto di massima prende il via anche a seguito della delibera del Comune di Roma che dà il via libera alla cooperazione con il Dipartimento d’Ingegneria strutturale della Sapienza, che si occuperà di elaborare un  piano di conservazione per lo Stadio Flaminio, avvalendosi di un finanziamento erogato dalla Getty Foundation. Continue reading

LE PROMESSE DA MARINAIO SUL GIARDINO DI VIA DI VILLA MASSIMO

villa massimo giardinoSu Facebook l’attento residente che si firma con lo pseudonimo di Massimo Villa ci ricorda che la presidente del Secondo Municipio, Francesca Del Bello, il 16 novembre 2017, annunciò in un’assemblea pubblica che il parco “Giuseppe De Meo” sarebbe stato aperto entro la primavera 2018, e nulla finora è accaduto. E la sindaca Virginia Raggi due anni fa promise di interessarsi personalmente alla vicenda, ma di questa promessa non c’è nessuna traccia. Disse nel 2016 – ricorda Massimo Villa – “sentiamoci dopo le elezioni, quando sarò sindaca”. Ha cambiato numero e mail, rendendosi irreperibile…

IN AUTUNNO NUOVI AUTOVELOX (ANCHE) SU NOMENTANA E TIBURTINA

motori360_nuovi_autovelox_roma_2L’obiettivo è semplice: ridurre gli incidenti stradali e garantire una maggiore sicurezza tra le strade della Capitale, con la speranza in attesa che si concluda l’iter per il rinnovo delle rimozioni di stanare anche gli automobilisti indisciplinati che parcheggiano in doppia fila. C’è anche un corollario al teorema principale: rimpinguare le asciutte casse del Campidoglio aumentando le contravvenzioni. A palazzo Senatorio hanno le idee chiare: entro l’autunno saranno istallati all’interno del Raccordo anulare, su strade a grande viabilità, almeno 20 autovelox. I dispositivi che saranno di ultima generazione con lenti focali stile grandangolo per coprire una vasta area avranno verosimilmente un doppio compito attraverso un sistema integrato di tecnologie: sanzionare all’istante coloro i quali superano i limiti di velocità e fotografare le auto in doppia fila da segnalare poi ai vigili per interventi immediati. Continue reading

PRESTO ESTESO L’ORARIO DELLA ZTL: VARCHI CHIUSI FINO ALLE 20

ztl a san lorenzo«Stamattina in commissione abbiamo dato il via libera alla delibera di indirizzo, che approderà presto in Aula Giulio Cesare, che prevede la progressiva estensione dell’orario della Ztl Centro Storico, dapprima alle 19 ed entro un anno alle ore 20». Così in un post su Facebook il presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale Enrico Stefano. «Allo stesso tempo verrà studiata la possibilità di avvicinare gli orari delle Ztl Trastevere e Centro Storico, che ad oggi, essendo diversi, rischiano spesso di far diventare le due zone una il parcheggio di scambio dell’altra. Vogliamo infine rivedere le categorie e le tariffe secondo principi di equità e progressività». Continue reading

PRESTO A SAN LORENZO LA DIFFERENZIATA, PAROLA DI RAGGI

raccolta-differenziata-dei-rifiuti«Il porta a porta arriva a San Lorenzo. Presto anche questo quartiere di Roma potrà cambiare volto come già avvenuto per il quartiere ebraico dove, grazie al nuovo sistema predisposto da Ama, la raccolta differenziata ha raggiunto l’85% e le strade sono tornate pulite». Lo scrive su Twitter il sindaco di Roma Virginia Raggi. «In queste settimane – aggiunge – abbiamo avviato il censimento di tutte le utenze di San Lorenzo e abbiamo scoperto oltre 3.500 scrocconi: più di 3.500 persone che non pagavano il servizio perché non erano presenti negli elenchi di Ama. Di fatto, vivevano sulle spalle degli altri cittadini del quartiere che, invece, pagano da anni le fatture. Ora, grazie al nostro censimento, questi scrocconi pagheranno quanto dovuto. Ama, l’azienda che raccoglie rifiuti in città, avrà più risorse per i servizi, la raccolta dei rifiuti sarà finalmente dimensionata alle reali esigenze del quartiere (stop ai sacchetti lasciati per strada) e le strade potranno tornare pulite. Voglio ringraziare l’assessora Pinuccia Montanari e l’Ama che stanno effettuando un lavoro straordinario». Fonte: il Messaggero

LO STADIO PAOLO ROSI DIVENTA LA CASA DELL’ATLETICA ROMANA

StadioRosi_d0Approvata  in Giunta la delibera relativa allo Stadio Paolo Rosi di via dei Campi Sportivi, che diventerà finalmente la Casa dell’Atletica Romana. Roma Capitale e Fidal hanno raggiunto un accordo di cooperazione con l’obiettivo di riqualificare lo stadio partendo proprio dal ripristino del manto della pista di atletica e delle annesse pertinenze. L’obiettivo è quello di promuovere valorizzare e diffondere lo sport ed in particolare l’atletica leggera nelle varie fasce d’età della popolazione, con particolare riguardo alle categorie disagiate e alla terza età. Verranno inoltre messe a disposizione ogni anno otto borse di studio per i giovani talenti dell’atletica romana.

INTESA COMUNE/LA SAPIENZA PER IL RECUPERO DELLO STADIO FLAMINIO

lo stadio flaminioIntesa tra il Campidoglio e la Sapienza sul recupero dello stadio Flaminio. È stato approvato con delibera di giunta l’accordo di cooperazione tra amministrazioni pubbliche con il Dipartimento di ingegneria strutturale e geotecnica della Sapienza per il recupero e la valorizzazione dell’impianto sportivo in stato di abbandono. Il  Campidoglio fa sapere che il protocollo di intesa è finalizzato allo studio approfondito dell’impianto ed ha questi obiettivi: valutare il valore architettonico e storico dell’opera di Nervi e lo stato di conservazione nonché le modifiche avvenute nel tempo; definire modalità e livelli di protezione per le diverse parti della struttura che ne permettano il riutilizzo e funzionamento. Il protocollo si propone anche di formulare linee-guida sulla manutenzione e gestione nel rispetto dell’opera originale in funzione di progetto di riqualificazione. Faranno parte del gruppo di lavoro interdipartimentale, oltre al dipartimento sport e politiche giovanili, il dipartimento programmazione e attuazione urbanistica, il dipartimento sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana, il municipio II e la sovrintendenza capitolina. Continue reading

RILASCIO SCHEDE ELETTORALI, UFFICI APERTI MATTINA/POMERIGGIO

VIA-DIRE-DAUAIn prossimità della giornata elettorale del 4 marzo 2018 per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica l’Amministrazione capitolina ha previsto aperture straordinarie degli Uffici per il rilascio delle tessere elettorali. Da lunedì 26 febbraio a giovedì 1 marzo gli uffici anagrafici di Roma Capitale saranno aperti dalle ore 8:30 alle ore 17:30, venerdì 2 marzo dalle ore 8.30 alle ore 18.00, sabato 3 marzo dalle ore 9:00 alle ore 18:00 e domenica 4 marzo dalle ore 7:00 alle ore 23:00. Le tessere elettorali possono essere richieste presso tutti i Municipi oppure presso il Servizio Elettorale Centrale di via Petroselli 50, a prescindere dal domicilio, senza utilizzazione del servizio di prenotazione TuPassi e con rilascio immediato, dai cittadini che l’abbiano smarrita, esaurita, deteriorata o non ritirata. La tessera elettorale può essere consegnata a un familiare convivente dell’intestatario, purché munito di delega scritta in carta semplice accompagnata dall’originale del documento del delegante.

DOMANI NIENTE SCUOLA A ROMA

NEVEDomani scuole chiuse a Roma in previsione dell’ondata di maltempo e dell’allerta neve. «È stata firmata l’ordinanza sindacale che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio di Roma per lunedì 26 febbraio», si legge in una nota del Campidoglio. Preso atto dell’ultimo aggiornamento delle previsioni fornite dalla Protezione Civile regionale, che confermano i rischi di neve e forti gelate, è stata infatti firmata ordinanza sindacale che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio di Roma per lunedì 26 febbraio. La seconda ordinanza, che sarà firmata nella giornata di oggi, è quella relativa a parchi, cimiteri e ville storiche che verranno chiusi fino a cessata allerta.

IL 25 FEBBRAIO QUARTA DOMENICA ECOLOGICA: STOP ALLE AUTO

Fascia_VerdeStop alle auto il 25 febbraio per la quarta domenica ecologica nell’ambito delle misure programmate dalla Giunta Capitolina. Previsto  il divieto totale della circolazione per i veicoli dotati di motore  endotermico, nella zona a traffico limitato denominata “Fascia Verde”  del  Pgtu (Piano Generale del Traffico Urbano)  dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. La misura ha l’obiettivo di contenere e prevenire l’inquinamento atmosferico. Roma presenta, infatti, criticità in termini di qualità dell’aria, soprattutto nel periodo invernale. Continue reading

OGGI BLOCCO DEI VEICOLI PIÙ INQUINANTI NELLA FASCIA VERDE

smogPolveri sottili oltre i 50 milligrammi per metro cubo, venerdì e sabato scorsi, e previsioni Arpa Lazio che indicano condizioni meteo favorevoli alla permanenza degli inquinanti nelle 24-48 ore a partire da domenica 18 (vedi i report nella pagina dell’Ambiente). Per queste ragioni è stata emanata un’ordinanza della sindaca Raggi che dispone per lunedì 19 febbraio il blocco dei veicoli più inquinanti all’interno della Fascia Verde . Stop, dunque, dalle 7.30 alle 20.30 di lunedì a queste categorie di veicoli: ciclomotori e motoveicoli pre-Euro 1 ed Euro 1 a due-tre-quattro ruote con motore a 2 e 4 tempi; autoveicoli a benzina Euro 2. A queste si aggiungono le categorie già bloccate in modo permanente nella Fascia Verde: autoveicoli a benzina pre-Euro 1 ed Euro 1; diesel da pre-Euro 1 a Euro 2. Limitazioni anche per gli impianti di riscaldamento: temperatura massima non oltre i 17 o 18 gradi a seconda del tipo di edificio.

MUNICIPIO: IN ARRIVO IL PAGAMENTO BANCOMAT AGLI SPORTELLI

Pago_bancomatRoma Capitale nel percorso di attuazione della strategia di crescita delle procedure di pagamento online dei servizi e delle attività erogate alla cittadinanza, ha programmato l’estensione delle modalità di pagamento tramite Bancomat o Carta di Credito anche per i servizi resi dagli sportelli anagrafici. A tal fine, in maniera progressiva, in sostituzione delle vecchie casse presso i Municipi verranno introdotte nuove modalità di pagamento che consentiranno al cittadino di pagare gli importi dovuti tramite lettore delle carte (Pos), ottenendo in tal modo la ricevuta del pagamento da presentare per ottenere il rilascio  delle certificazioni richieste. Continue reading

DOMANI E LUNEDÌ, STOP IN FASCIA VERDE PER VEICOLI PIÙ INQUINANTI

smogDisposto con ordinanza della sindaca Virginia Raggi, per domenica 28 e lunedì 29 gennaio, il blocco della circolazione per i veicol più inquinanti all’interno della Fascia Verde. Lo stop riguarda le seguenti categorie di veicoli: domenica 28 gennaio dalle 7.30 alle 20.30 non possono circolare ciclomotori e motoveicoli pre-euro 1 ed euro 1 (a due, tre e quattro ruote, con motore a 2 e 4 tempi); autoveicoli a benzina pre-euro 1, euro 1 ed euro 2; autoveicoli diesel pre-euro 1, euro 1 ed euro 2. Lunedì 29 gennaio, sempre dalle 7.30 alle 20.30: ciclomotori e motoveicoli pre-euro 1 ed euro 1 (a due, tre e quattro ruote, con motore a 2 e 4 tempi); autoveicoli a benzina euro 2. categorie che si aggiungono a quelle già bloccate in modo permanente (autoveicoli a benzina pre-euro 1 ed euro 1; autoveicoli diesel da pre-euro 1 ad euro 2). Gli impianti di riscaldamento, inoltre, non devono superare il 28 e 29 gennaio le temperature massime di 17-18 gradi, a seconda del tipo di edificio.