VILLA BORGHESE E SAN LORENZO NEL PERCORSO DI “VIA LIBERA”

VIA LIBERACiclisti, pedoni e corridori alla conquista del centro di Roma. È tornata, con la sua seconda edizione e in apertura della Settimana europea della Mobilità, “Via Libera” ovvero un circuito di circa 24 chilometri, con aree completamente chiuse al traffico veicolare, dedicato a pedoni e ciclisti. Sono loro che, questa mattina hanno affollato le aree più centrali della città, da via dei Fori Imperiali a piazza del Popolo, passando per via del Corso. Le strade interessate dal percorso sono state parzialmente o interamente interdette alle auto dalle 10 e le 19: da via Cola di Rienzo a piazza Venezia, dal tratto di via Tiburtina che attraversa San Lorenzo a via XX Settembre, fin dentro Villa Borghese. Parallelamente 27 linee bus hanno subito modifiche al loro consueto itinerario. Il progetto, promosso dal Campidoglio, è stato testato – tra gli altri – dall’associazione Salvaiciclisti con partenza da San Lorenzo. Fonte: la Repubblica

IN ARRIVO BONIFICA DELLO STADIO FLAMINIO, PAROLA DI FRONGIA

stadio flaminioL’assessore allo Sport del Comune, Frongia, è intervenuto sulla questione dello stadio Flaminio: “La prima operazione riguarderà sicurezza e igiene: inizieremo a breve un’operazione di bonifica dell’area insieme all’Ama e con mezzi pesanti. Dopodiché, stiamo concludendo un percorso di riqualificazione con il Coni e la Federazione Italiana Rugby, che procederà parallelamente con l’attività portata avanti, nell’ambito del progetto della ‘Getty Foundation’, con il Dipartimento di Ingegneria de ‘La Sapienza’ e con la ‘Pierluigi Nervi Project Association’. Un processo al termine del quale lo Stadio Flaminio tornerà ad essere un impianto sportivo. I soldi del bando promosso dalla Getty Foundation serviranno in parte a coprire le spese del piano di conservazione, utile a comprendere lo stato attuale dell’impianto e capire il piano d’intervento, ma naturalmente non sono sufficienti per la riqualificazione, per la quale serviranno cifre più elevate”.

E DOMENICA TORNA L’INIZIATIVA #VIALIBERA

Mappa_Viallibera_SettembreDomenica 16 settembre, dalle 10,00 alle 19,00, torna l’iniziativa #vialibera: una rete ciclopedonale che attraverserà tutta Roma con strade completamente o parzialmente off-limits per auto e scooter. Il percorso interesserà più strade. Tra le strade interessate: via Cola di Rienzo, via Tiburtina (San Lorenzo), via dei Fori Imperiali e Largo Corrado Ricci, via XX Settembre, Piazza Venezia, viale Manzoni, via Labicana, via Veneto. Scarica la mappa e scopri le strade completamente pedonalizzate e quelle solo parzialmente. Sosta vietata lungo i tratti interessati dalle 8,30 alle 20,30. Per tutte le informazioni su come cambia il trasporto pubblico consulta il Piano su muoversiaroma.it.

MUNICIPIO: I LOCALI DOVE GUARDARE UNA PARTITA DI CALCIO IN TV

sky-sportIl campionato di calcio 2018/2019 è da poco iniziato, e a molte persone piace vedere le partite della Serie A in un locale, magari mangiando un piatto gustoso o bevendo una birra in compagnia. Ecco alcuni locali del  municipio dove è possibile guardarsi la partita della squadra del cuore. Quartiere Flaminio: Kill moon Pub (pub), via Giovanni Battista Tiepolo 22; Quartiere Salario: Bandana Republic Pub (pub), via Alessandria 44; Quartiere Nomentano: Pub 800 (pub), piazza Pontida 4; Seamus Heany Pub (pub), viale delle Provincie 154; Quartiere Tiburtino: Luppolo 12 (pub), via dei Marrucini 12.

NEDO NADI; CHI ERA COSTUI?

NEDO NADIIn piazza Santiago del Cile, sulla facciata del civico 7, c’è una lapide scolorita dal tempo e dall’incuria, che ricorda le gesta di Nedo Nadi, una leggenda sportiva di inizio secolo, morto a soli 47 anni per un ictus, il 29 gennaio 1940, al quale è intitolata una via del Villaggio Olimpico che collega l’Auditorium al Palazzetto dello Sport. In quella casa “Visse e morì Nedo Nadi, vincitore di 4 Olimpiadi, insuperato campione nelle tre armi, atleta, soldato scrittore e maestro, esempio di grandezza civile e guerriera, tutta la sua vita fu offerta alla Patria”. Nadi fu un atleta eccezionale, precoce e NEDO NADI 1versatile, unico in grado di vincere in tre discipline diverse (fioretto, spada e sciabola) 6 medaglie d’oro alle Olimpiadi di Stoccolma nel 1912 (dove esordì a 18 anni) e ad Anversa nel 1920. Prima di ritirarsi nel 1931, dimostrò ancora la sua bravura, vincendo nel 1930 il Campionato del Mondo per “professionisti”, cioè i Maestri di Scherma, nella spada. Divenuto tecnico della nazionale di scherma, vinse ancora nelle Olimpiadi del 1932 a Los Angeles (due ori, quattro argenti, due bronzi) e nel 1936 a Berlino (quattro ori, tre argenti, due bronzi).

QUEI GRANDI CAMPIONI AL VILLAGGIO OLIMPICO NEL 1960

wilma_rudolph_e_livio_berrutiOlimpiadi di Roma del 1960. Sono trascorsi  quasi sessant’anni, ma i ricordi sono stampigliati nella memoria dei meno giovani. Proponiamo cassius clay villaggio olimpicoROMA 1960: SPECIALE OLIMPIADIalcuni grandi campioni ritratti nel Villaggio Olimpico in quei giorni: sono facilmente riconoscibili: Cassius Clay, Nino Benvenuti, Livio Berruti e Wilma Rudolph, medaglie d’oro rimaste indelebili nella storia dello sport.

SIMONA QUADARELLA, PLURICAMPIONESSA DI AQUANIENE

Quadarella-Simona-“Ho diversi obiettivi nella vita ma per ora penso ai Mondiali dell’anno prossimo e alle Olimpiadi. Per il resto non so come cambierà la mia vita. Per il futuro spero solo di avere tante medaglie al collo”. Si racconta così Simona Quadarella, tre volte medaglia d’oro agli europei di Glasgow 2018 nei 1500, 800 e 400 stile libero, seduta sul blocco tre della piscina Aquaniene (ndr: viale della Moschea), dove abitualmente si allena. Fonte: la Repubblica

ANDREA PIRLO SMENTISCE VIA ALLEGRI

PALAZZO FIGCAndrea Pirlo affida all’Ansa la sua versione dei fatti sulla rottura con la Figc. L’ex regista di Milan e Juve, campione del mondo con la Nazionale nel 2006, doveva ricoprire il ruolo di vice del ct Roberto Mancini. L’accordo però è saltato, per la Figc a causa degli impegni che Pirlo aveva assunto con Sky. “Ma la Federcalcio – dice – sapeva tutto dei miei impegni con sponsor e partner extra-calcistici, compreso l’accordo che stavo chiudendo con Sky. Per andare incontro alle loro esigenze ho anche fatto il corso allenatori questa estate”. Continue reading

FGCI: NAZIONALE, ARRIVA PIRLO COME VICE DI MANCINI

LA FIGCSecondo quanto apprende l’Ansa, Andrea Pirlo è a un passo dal ritorno in Nazionale, dove dovrebbe assumere a breve l’incarico di vice del ct Roberto Mancini. La trattativa tra l’ex campione del mondo e la Federcalcio, che era praticamente conclusa, si è ora neutralizzata temporaneamente perché il commissario straordinario Roberto Fabbricini vuole verificare la compatibilità del ruolo di opinionista Sky assunto da Pirlo per la Champions che sta per cominciare con quello di tecnico dello staff azzurro. Con l’arrivo di Pirlo si dovrebbe completare l’organico di collaboratori del ct, che a sorpresa per il momento non include Angelo Gregucci, ‘storico’ assistente di Mancini. “C’é la possibilità di inserire Pirlo nel mio staff. Credo che possa essere una buona soluzione” ha detto Mancini, a Catanzaro per la consegna del “Premio Ceravolo”. “Andrea è un campione del mondo – ha aggiunto senza fare accenni alla compatibilità del ruolo di vice ct con quello di opinionista Sky -. Rappresenta per la Nazionale molto ed ha grande esperienza.Può ancora dare tanto all’Italia”. Fonte: la Repubblica

VIA ALLEGRI: LA FIGC NON PROCEDE CONTRO IL CHIEVO

PALAZZO FIGC“Improcedibile”. Il Chievo e il suo presidente Luca Campedelli vincono la battaglia al Tribunale federale, riuscendo a rendere nullo il procedimento istruito dopo i deferimenti emessi dalla Procura per le plusvalenze cosiddette fittizie scambiate con il Cesena dal 2015 al 2017. I veneti restano in Serie A e senza alcuna penalizzazione. La Procura non presenterà ricorso in appello, che gli farebbe solo perdere tempo. La salvezza del Chievo spegnerebbe le speranze del Crotone di restare in Serie A, nonostante la retrocessione sul campo. I calabresi però non demordono: Continue reading

VIA ALLEGRI: LA FIGC BENEVOLA CON IL PARMA CALCIO

PALAZZO FIGCLa serie A è salva. Il Parma può esultare per una sentenza, quella del tribunale nazionale federale, più morbida rispetto a quanto chiesto dall’accusa. Cinque punti di penalizzazione da scontare nel massimo campionato la prossima stagione. Due anni di squalifica, invece, a Calaiò per ilmessaggino inviato a un suo collega dello Spezia alla vigilia della gara conclusiva del campionato di serie B. Il tribunale ha riconosciuto nel comportamento di Calaiò il tentato illecito sportivo. Il Parma “ha conseguito sul campo la posizione finale in classifica che le ha consentito la promozione diretta in Serie A”, per questo il “tribunale ritiene che la penalizzazione riferita alla classifica del campionato di Serie B appena conclusosi, oltre che estremamente afflittiva” sarebbe anche “in aperto contrasto con lo stesso principio di afflittività previsto dall’art. 18, comma 1, lett. g) del Cgs”. È quanto si legge in un passaggio del dispositivo con cui il Tribunale federale nazionale della Figc ha sanzionato il Parma. Fonte. la Repubblica

VIA ALLEGRI: FIGC INDAGA SU CHIEVO E PARMA CHE RISCHIANO GROSSO

PALAZZO FIGCChievo e Parma sono nei guai. Dalla Procura della Figc di via Allegri, apprende l’Ansa, sono infatti in arrivo ai processi al tribunale federale nazionale richieste pesanti in termini di penalizzazione, «afflittive» ovvero da applicare sulla stagione appena conclusa. ​Il Chievo è accusato di plusvalenze fittizie; il Parma va a giudizio per tentato illecito sportivo. Entrambe le squadre rischiano la serie A.

PARIOLI: TORNEO FEMMINILE DI TENNIS ALL’ANTICO TIRO A VOLO

torneo tennis parioliÈ cominciato sui campi in terra battuta del Circolo Antico Tiro a Volo, nel cuore del quartiere Parioli a Roma, il torneo Itf femminile di tennis, secondo appuntamento più importante ospitato nel nostro Paese dopo gli Internazionali d’Italia. L’evento, giunto alla decima edizione, vede al via tutte le migliori tenniste azzurre con la sola eccezione di Camila Giorgi, impegnata sull’erba di Wimbledon. Deborah Chiesa, Martina Trevisan e non solo: sono ben dieci le italiane presenti nel tabellone principale del torneo Itf che quest’anno offre un montepremi da 60 mila dollari e anche l’ospitalità alle giocatrici. I match di primo turno hanno riservato finora ottime notizie per i colori azzurri, con l’eccezione della Chiesa, numero 148 della classifica mondiale e quinta favorita all’Antico Tiro a Volo: la trentina, protagonista quest’anno anche in Fed Cup, si è arresa all’esordio in due set (6-4 6-1) contro la qualificata ceca Zarycka.   Continue reading

RIAPERTO IL CIRCOLO ONDINA SUL LUNGOTEVERE

Ondina_Generali_usRiaperto “Ondina”, lo storico Circolo romano sul Tevere nato nel 1935 come dopolavoro per i dipendenti dell’Ina (l’Istituto Nazionale Assicurazioni), che Generali Italia restituisce alla città riportando a nuova vita una porzione del Lungotevere, nel tratto compreso tra ponte Risorgimento e ponte Matteotti. Riqualificati, secondo criteri di sostenibilità e in armonia con la storia del Circolo, 2500 mq di area verde e i due storici galleggianti di 500 mq che diventano così un luogo di ritrovo e di benessere aperto a tutta la cittadinanza, per la promozione dello sport e le iniziative sociali.

STADIO FLAMINIO: IN VISTA UN PROGETTO PER IL RECUPERO

lo stadio flaminioC’è un progetto per il recupero del Flaminio. Anzi, un master plan della Fir, la Federazione italiana rugby, in linea con il piano regolatore. Si tratta di sistemare le tribune, il campo e i locali sottostanti la struttura del Nervi. Nei piani della Fir il nuovo Flaminio diventerà la casa della palla ovale. Per gli allenamenti delle nazionali, con un museo dedicato al rugby e con spazi aperti anche alle altre discipline. Il Comune valuta con «interesse» questo progetto. Fonte: il Messaggero

VIA FLAMINIA: UN MESE DI CALCETTO ALLA CANOTTIERI LAZIO

CANOTTIERI LAZIOSarà ancora una volta un mese di calcetto senza soluzione di continuità, riempito all’orlo da sfide attese per un anno intero, quello che a fine luglio decreterà i circoli vincitori delle varie categorie della Coppa Canottieri. Come nelle precedenti 53 edizioni, nella storica «fossa» del Canottieri Lazio (25 giugno-25 luglio), andrà in scena l’evento clou dell’estate – non solo sportiva – romana, serate a cui quest’anno ha deciso di partecipare da protagonista anche il ct azzurro Roberto Mancini, che solo nelle ultime ore ha detto sì al suo Aniene. Frenato da intuibili problemi legati all’ordine pubblico, ma assolutamente voglioso di dare anche lui una qualificata mano ai colori gialloazzurri, Francesco Totti non ha invece ancora sciolto la riserva sulla sua possibile scesa in campo con la maglia dell’Aniene. Decisione capace di spostare gli equilibri in una Coppa Canottieri in cui giocheranno altri ex calciatori come Mimmo Caso, Stefano Fiore e Dario Marcolin, oltre a Daniele Baldini, vice di Spalletti sulla panchina dell’Inter. Fonte: Corriere della Sera

SABATO 23 GIUGNO “LA NOTTE BIANCA DELLO SPORT”

La Notte Bianca dello Sport edizione 2018 si svolgerà sabato 23 giugno. «Un appuntamento assolutamente da non perdere per tutti gli appassionati di sport ma non solo – spiegano dal Campidoglio – il programma è infatti ricchissimo di eventi di ogni genere, per una serata all’insegna della pratica sportiva ma anche del gioco, del divertimento e dell’intrattenimento». La manifestazione, giunta alla seconda edizione, nasce con l’intento di dare nuovo impulso e diffondere lo sport inteso non semplicemente in termini agonistici, ma anche come un’attività sociale, relazionale e culturale. «L’Amministrazione intende, inoltre, valorizzare il patrimonio impiantistico sportivo,  gestito tramite affidamento in concessione, e, per il perseguimento di tale attività – spiegano – si avvale della promozione di manifestazioni ed eventi che si fondano sull’attività fisica vista come un’opportunità di miglioramento della qualità della vita della persona e, di conseguenza, della collettività. Da qui nasce la manifestazione denominata Notte Bianca dello Sport: una serata in cui i vari impianti che hanno deciso di aderire restano aperti al pubblico e mettono a disposizione, a titolo totalmente gratuito, gli spazi, organizzando tornei, attività sportive, ludiche, intrattenimento per bambini, sport più o meno conosciuti. Offrendo così alla cittadinanza una serata di divertimento e pratiche sportive ma anche di conoscenza delle tante attività svolte dalle strutture, con la possibilità di accedere ad abbonamenti con offerte speciali». Fonte: il Messaggero

PIAZZA DI SIENA: ITALIA, UN SUCCESSO ATTESO 24 ANNI

PIAZZA DI SIENAFinalmente. Un’attesa durata 24 anni si è finalmente chiusa, grazie a Lorenzo De Luca e Halifax, che hanno vinto il Gran Premio Roma allo Csio di Piazza di Siena, tornando a regalare all’Italia un successo che mancava dal 1994, quando a vincere furono Arnaldo Bologni e May Day. Una edizione che si chiude sotto il segno del trionfo per il salto ostacoli azzurro, con la doppietta Coppa delle Nazioni-Gran Premio. E 31enne azzurro dell’Aeronautica, numeri 13 del ranking mondiale, è riuscito a ripetere l’impresa di Piero d’Inzeo del 1976, quando con Easter Light portò a casa anche il Gp dopo la Coppa.  Su due percorsi molto selettivi disegnati dallo chef de piste Uliano Vezzani, De Luca ha centrato un doppio percorso netto. Fondamentale però quello del barrage, chiuso con il tempo di 45”37. Dopo l’errore di Luciana Diniz e Fit For Fun, il pubblico di Piazza di Siena ha assistito con il fiato sospeso alla prova da netto dell’australiana Edwina Tops-Alexander e Inca Boy, che però hanno chiuso in 51”67, prima dell’ultimo della lista, l’irlandese Bertram Allen con Hector van d’Abdijhoeve, che con un altro netto ha chiuso alle spalle di De Luca per appena 6 decimi. A quel punto Piazza di Siena ha potuto liberare un urlo di gioia atteso 24 anni. Questo 2018 resterà davvero nella storia. Fonte: la Gazzetta dello Sport