VILLA TORLONIA: DANNEGGIATA TARGA IN RICORDO DI JOYCE LUSSU

targa toponomastica in ricordo della partigiana Joyce Lussu«Apprendiamo con rabbia, grazie alla preziosa segnalazione dell’Anpi Provinciale, del danneggiamento della targa toponomastica in ricordo della partigiana Joyce Lussu all’interno di un viale di Villa Torlonia. Condanniamo con forza questo ennesimo vile gesto in spregio della memoria della nostra Città e del nostro Paese. Abbiamo tempestivamente provveduto ad inviare una nota alla Sovraintendenza Capitolina ed all’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale, richiedendo un intervento immediato per il ripristino della targa e mettendoci a disposizione ed a sostegno delle strutture capitoline. Ci attiveremo e vigileremo affinché l’intervento avvenga in tempi celeri e si provveda anche al ripristino di tutte le targhe danneggiate all’interno della Villa. La memoria è un valore che deve essere curato quotidianamente. L’impegno concreto e visibile delle istituzioni per onorare il ricordo, è la migliore risposta ai vandali della memoria». Così in una nota l’assessora alla memoria del II Municipio, Lucrezia Colmayer. Fonte: il Messaggero

VILLA PAGANINI RIAPRE TRA DUE GIORNI, PAROLA D’ASSESSORE

villa paganini“Villa Paganini verrà aperta questo venerdì“. È soddisfatto Emanuele Gisci, assessore alle politiche scolastiche del II Municipio, mentre si chiude alle spalle il cancello della Villa, dopo aver parlato con alcuni dipendenti del Servizio Giardini. Un cancello che è chiuso da oltre un mese, a causa di otto pini a rischio crollo, in seguito al violento nubifragio che ha colpito la Capitale nella notte tra il 16 e il 17 luglio. “Siamo molto contenti che siano cominciati i lavori – racconta – abbiamo sollecitato tanto per far sì che avessero inizio”. È tutto vero. Tanto che lui, così come Rino Fabiano, assessore all’ambiente, e la presidente Francesca del Bello, avevano minacciato qualche giorno fa un sit in permanente davanti alla Villa, se non fossero iniziati i lavori nel giro di pochi giorni. Continue reading

ALBERI CADUTI: IL MUNICIPIO SCRIVE AL PREFETTO

strage di alberi«Ormai è una questione di sicurezza». E così Francesca Del Bello, la presidente del II Municipio e l’assessore municipale all’Ambiente, Rino Fabiano, hanno deciso di rivolgersi al Prefetto perché intervenga sugli alberi del vasto ALBERI-VILLA-ADAterritorio che va dai Parioli al Flaminio, da San Lorenzo alla Tiburtina. Non solo. «Stiamo anche valutando una denuncia in Procura se non ci saranno interventi da parte del Campidoglio – spiega Del Bello – perché la sicurezza e la salute pubblica vengono prima di tutto». Mentre la rampa di piazza del Popolo è ancora chiusa per gli alberi pericolanti e mentre sulle vie della città e i marciapiedi sono ancora Villa-Ada-alberi-caduti-dopo-la-nevicatacarichi dei rami caduti per il maltempo, nella lettera inviata al Prefetto Paola Basilone e al Comando militare della Capitale, al generale di Divisione Agostino Biancafarina, presidente e assessore ricordano: «Nel II Municipio si sono verificati quattrocento episodi tra caduta di alberi e distacchi di rami, che hanno messo in serio pericolo la pubblica incolumità. Inoltre cumuli di rami e tronchi giacciono a terra rischiando di trasformarsi in pericolosi roghi o piccole discariche». E per questo chiedono di intervenire per l’incolumità dei cittadini. «Ci siamo rivolti all’ente superiore – spiega ancora Francesca Del Bello – perché abbiamo visto che il Campidoglio era sprovvisto per affrontare VILLA BORGHESE CADUTA ALBERIquesta emergenza. E l’abbiamo fatto dopo il temporale che ha messo in ginocchio via Lanciani perché abbiamo rilevato come i temporali di questi ultimi due mesi hanno messo a rischio il verde di tutto il nostro territorio». Il II Municipio è senz’altro quello con più verde: comprende otto ville storiche sulle diciassette in totale di Roma e due ville di pregio come il parco Nemorense e il parco Caduti del ’43 a San Lorenzo. Secondo un calcolo approssimativo è dotato di circa ventimila alberature. Continue reading

E VILLA PAGANINI RESTA CHIUSA

villa paganiniIl solito attento osservatore si lamenta su facebook sotto le mentite spoglie di Massimo Villa: “Villa Paganini non riaprirà nemmeno con l’inizio dell’anno scolastico a settembre. Il servizio giardini ancora non ha iniziato a lavorare per la messa in sicurezza delle alberature, e la chiusura del parco -come temevamo- da “provvisoria” si avvia a divenire così a tempo indeterminato. Come già accaduto per Villa Massimo – Giardino Giuseppe De Meo, a vincere è la burocrazia e l’inerzia a oltranza dell’amministrazione comunale e municipale, a venire sconfitti anche stavolta saranno i cittadini del nostro quartiere. Continue reading

VIA VOLSINIO: SCUOLA MAZZINI, NUOVO SPAZIO GIOCHI

scuola mazzini via volsinioGiochi nuovi e colorati, pavimentazione anti trauma e riqualificazione delle aree verdi. La scuola dell’infanzia comunale Mazzini, nel II municipio, ha un nuovo spazio giochi dopo la chiusura di oltre un anno del vecchio. È questo il primo esempio concreto dell’applicazione della delibera Genitori attivi voluta dal II municipio. Un provvedimento che consente ai genitori e ai cittadini di contribuire alla riqualificazione delle scuole. Nello specifico, alla Mazzini sono stati organizzati diversi eventi che hanno consentito la raccolta fondi: spettacoli teatrali, il mercatino di Natale, un concerto di musica gospel. Continue reading

DEVE ESSERE LIBERATO DALLE AUTO L’INGRESSO DI VILLA ADA

VILLA ADA INGRESSODopo aver coinvolto senza successo, la Sovrintendenza Comunale responsabile dei Parchi Pubblici, il servizio Giardini e la presidente de Municipio, affinché l’ingresso monumentale di Villa Ada Savoia sia libero da auto e pulito, Amuse – associazione Amici Municipio Secondo – coinvolge la presidente della Commissione Lavori Pubblici e Urbanistica del Municipio. A tal proposito è stata inviata una lettera, a firma della socia Ornella Malaguti, a Valentina Caracciolo, affinché intervenga per quanto di sua competenza.

VIA VOLSINIO: NUOVA AREA GIOCHI PER LA SCUOLA MAZZINI

scuola mazzini via volsinioGiochi nuovi e colorati, pavimentazione anti trauma e riqualificazione delle aree verdi. La scuola comunale dell’infanzia Mazzini  di via Volsinio ha un nuovo spazio giochi dopo la chiusura di oltre un anno, primo frutto concreto dell’applicazione della delibera ‘Genitori Attivi’ voluta dal II Municipio. Un provvedimento, viene spiegato in una nota, che consente ai genitori e ai cittadini di contribuire alla riqualificazione delle scuole.  “La realizzazione dell’area giochi della scuola Mazzini è la prova che la collaborazione tra tanti soggetti può funzionare” dichiarano la presidente Francesca del Bello e l’assessore alla Scuola Emanuele Gisci. “Una collaborazione che, oltre al sostegno economico, rende possibile la partecipazione attiva di tutta la comunità scolastica e delle associazioni territoriali. La partecipazione così si riempie di senso perché consente di ascoltare pareri e consigli che permettono di raggiungere un risultato completamente rispondente alle esigenze dei bambini e della scuola”.  Fonte: Romatoday

È NATO IL COMITATO DI QUARTIERE SALARIO-TRIESTE

Quartiere Trieste Salario – II MunicipioI miasmi dell’impianto Tmb Salario dell’Ama sono un problema per i cittadini e non soltanto quelli del III Municipio che da anni si battono per la chiusura, ma anche del Trieste-Salario. Per questo anche i residenti del quartiere vogliono organizzarsi per poter lottare contro puzza e aria irrespirabile. L’idea di creare un comitato del Trieste-Salario contro il Tmb è nata sul gruppo Facebook “Quartiere Trieste Salario – II Municipio” e la prima riunione operativa ci sarà già la prossima settimana, annunciano Micaela Ficcaglia e Valerio Ercolino. «Vogliamo seguire le orme dei comitati del III Municipio che si sono organizzati e stanno portando avanti una lotta concreta da anni – spiega Ficcaglia utente del gruppo e tra i promotori – Lo dobbiamo fare: è una questione ambientale e di salute. L’obiettivo è essere pronti per partecipare alla prima riunione dell’Osservatorio municipale permanente sul Tmb prevista per settembre», il gruppo costituito dal presidente del III Municipio Giovanni Caudo per strutturare la vertenza. Continue reading

CARLO MANFREDI A PROPOSITO DI PISTE CICLABILI E USO DELLA BICI

via nomentanaScrive il consigliere municipale Carlo Manfredi sulla sua newsletter: “Visto il sopralluogo ‘a sorpresa con fotografo al seguito”’ della Sindaca Raggi per verificare i lavori della pista ciclabile su via Nomentana – un progetto approvato e finanziato da altri – mi sembra doveroso mettervi a parte di una via nomentana 1Risoluzione approvata (non ci sono dubbi) dalla Commissione Ambiente e Mobilità, e successivamente dal Consiglio del II Municipio, per la realizzazione di una rete di percorsi ciclabili nel nostro territorio. Si tratta di un semplice atto, che però pone le basi per un sistema di percorsi che permetta alle persone di spostarsi in sicurezza con la bici – per svago, turismo o lavoro – integrando e completando le piste ciclabili esistenti e in costruzione. La risoluzione prende spunto dalla nuova legislazione vigente, che equipara la bicicletta agli altri mezzi di trasporto e impone alle amministrazioni locali di promuovere l’uso della bici nell’elaborazione e definizione dei Piani della Roma. Piste ciclabili. Punti criticimobilità. Mi sono state fatte delle obiezioni: Obiezione 1: “Per motivi oggettivi non posso/voglio usare la bici, mi piacerebbe invece molto avere un sistema di trasporto pubblico più efficiente ed efficace”. Risposta: nessuno vuole obbligare nessuno a usare la bici; ma se più persone la useranno ci saranno in giro meno automobili, ci sarà meno traffico, e Bici-elettriche-in-arrivo-a-Villa-Ada-Ma-Legambiente-e-contraria_anche il trasporto pubblico ne trarrà giovamento. (Naturalmente molto altro andrà fatto). Obiezione 2: “Roma non è adatta alla bicicletta e andare in bici è pericoloso”. Risposta: è vero, andare in bicicletta, viste le condizioni attuali della mobilità romana, presenta dei rischi. Ma proprio per questo motivo bisogna promuoverne l’uso. Più bici ci saranno per strada, più la gente si abituerà a convivere con i ciclisti e meno rischioso diventerà andare in bicicletta. Insomma, avere più bici per strada conviene a tutti; a chi la usa regolarmente, a chi la usa occasionalmente, e a chi non la usa mai”.

ENTRO L’ANNO INIZIANO I LAVORI AL PARKING DI VIA CHIANA

il parcheggio di via chiana“Entro la fine dell’anno inizieranno i lavori per il ripristino definitivo del parcheggio di via Chiana“. Lo dichiara la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, a seguito dell’approvazione da parte del Campidoglio della manovra diassestamento di bilancio. Un provvedimento che, come anticipato già nei giorni scorsi, porta nelle casse di via Tripoli una somma che supera gli 11 milioni di euro. Nella fattispecie, il maxi emendamento passato in Aula Giulio Cesare prevede lo stanziamento di 4.400.395,80 euro, soldi che dovranno essere “impegnati” dal II Municipio entro il 31 dicembre 2018 e tra cui ci sono quelli previsti per la manutenzione straordinaria dei mercati (729.000 euro), in primis il mercato Trieste con lavori di riqualificazione e messa a norma della struttura, e quelli, appunto, per gli interventi di adeguamento impiantistico del parcheggio coperto di via Chiana (219.795 euro).  Continue reading

QUANDO SI PROGRAMMA NEI DETTAGLI UN BLITZ “A SORPRESA”

raggi-ks7c-u3010215142134i3-656x492corriere-web-roma_304x232Finto blitz «a sorpresa»: «Pulite le strade e chiamate  il fotografo: arriva Raggi». È questo il senso della nota del Comune di Roma, a firma di Maria Rosaria Pacelli, inviata a Polizia Locale, Ama, Carabinieri e Questura, che diceva “Mercoledì 1 agosto, alle ore 18, la sindaca di Roma visiterà il cantiere per la realizzazione della pista ciclabile di via Nomentana, a partire da Porta Pia, fino a viale Regina Margherita. Per l’occasione gli uffici in indirizzo provvederanno ciascuno per la parte di competenza: – il servizio di viabilità; – ad assicurare la presenza del fotografo. L’Ama e il Decoro Ama, nel servizio dell’espletamento ordinario, devono provvedere ad assicurare un’accurata pulizia delle aree ove si svolgerà la visita”. La segnalazione è della presidente del Municipio II, Francesca Del Bello.

MUNICIPIO: NECESSITA UN SERIO MONITORAGGIO DEGLI ARBUSTI

villa paganiniI violenti nubifragi avvenuti in questi ultimi giorni hanno causato nuove e numerose cadute di alberi  che hanno creato numerosi disagi tra cui la chiusura di Villa Paganini. Da tempo – dice il consigliere municipale Andrea Rollin – chiediamo al comune un intervento per monitorare veramente, non con società fantasma, tutti gli arbusti del Municipio e di procedere a un’eventuale potatura ove necessario. Inoltre, chiediamo  anche la raccolta dei rami caduti che spesso giacciono giorni sui marciapiedi. Purtroppo il comune non ha accolto nessuna delle nostre richieste e  visto questo silenzio continuo da parte dello stessi Comune l’assessore al verde del Municipio Fabiano e la presidente del Bello hanno scritto al prefetto chiedendo di intimare il comune ad agire visto che ormai la caduta degli alberi è diventata una vera questione di sicurezza oltre che di decoro.

IL PONTE DELLA MUSICA A PALLA

ponte della musica. foto Davide RossiPubblichiamo il testo di una lettera di Anna Maria Bianchi di Cittadinanzattiva, che  – dice la scrivente – come le precedenti,  probabilmente non avrà alcun seguito: così  le persone anziane e con problemi di salute che vivono in questa zona del Flaminio dovranno convivere tutta l’estate con la musica a palla fino a notte fonda.

In queste torride serate estive, al caldo insopportabile  si aggiunge, per molti abitanti del Flaminio, l’insopportabile rumore fino a tarda notte  e la necessità di tenere le finestre chiuse, con il risultato di  un  caldo ancora più insopportabile. Stanotte, 28 luglio,  intorno all’1 e 30, esasperata dalla musica a palla sparata  dalle casse del  locale “Nativo” sotto il Ponte della Musica, autorizzato dal Comune nell’ambito della manifestazione “Estate romana”,  ho deciso di chiamare la Polizia di Roma Capitale. Come mi avevano già segnalato altri residenti, in seguito alla chiamata si attiva un nastro che indica quanto tempo bisogna aspettare prima di poter parlare con un vigile urbano: 28′ (alcuni mi hanno riferito tempi ancora più lunghi). Continue reading

PIAZZA MANCINI: OGGI SI INAUGURA IL RESTYLING

piazza manciniUna grande festa popolare, oggi dalle sei di sera alla notte. Così a piazza Mancini si inaugurerà il restyling dei giardini: un parco giochi nuovo di zecca con scivoli e altalene e, soprattutto, una grande cavea per film, spettacoli, musica e teatro. Ci saranno laboratori per bambini, l’esibizione della Banda dei vigili, ma anche un concerto, una messinscena 2 piazza mancinie la proiezione del film “Come un gatto in tangenziale”, per finire con dieci gazebo per l’offerta gratuita di bevande e degustazioni. A tagliare il nastro sarà la minisindaca del II Municipio, la dem Francesca Del Bello, che ha voluto la riqualificazione dell’area per la quale sono stati spesi 140 mila euro con una scelta della giunta municipale. “Così”, spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Gian Paolo Giovannelli, “si permetterà al quartiere di usufruire di uno spazio verde ampio e tranquillo, location ideale per attività culturali e spettacoli all’aperto nel periodo estivo e dove i bambini potranno giocare al sicuro”. Continue reading

PIAZZA MANCINI, IL 24 LUGLIO SI INAUGURA L’AREA VERDE E LA CAVEA

locandina piazza manciniTutti i cittadini sono invitati a partecipare martedì 24 luglio, dalle 18 alle 23, ad un evento gratuito per l’inaugurazione dell’area verde e della cavea di piazza Mancini dopo i lavori di riqualificazione effettuati dal II Municipio. Durante la festa, cui saranno presenti la presidente Francesca del Bello, gli assessori e i consiglieri del Municipio, si svolgeranno le seguenti iniziative:

– ore 18:00  Laboratorio e giochi per i bambini a cura dell’associazione «I bambini per il Flaminio»
– ore 18:30  Esibizione della Banda della Polizia Locale di Roma Capitale
– ore 19:15  Inaugurazione e taglio del nastro da parte della Presidente del Municipio, Del Bello
– ore 19:45  Musica e teatro a cura dell’associazione «Tra terra, cielo e mare»
– ore 21:15  Proiezione del film «Come un gatto in tangenziale» a cura dell’Associazione «Natura, Sport e Spettacolo»
Dalle ore 19:00 alle ore 21:00 saranno a disposizione dieci gazebo per l’offerta gratuita di bevande e degustazioni.

CADUTA ALBERI: IL MUNICIPIO SCRIVE ALL’ESERCITO

VILLA BORGHESE CADUTA ALBERIServe l’intervento di Esercito, Protezione civile nazionale e Prefettura. Perché «ormai è una questione di incolumità pubblica: sono 400 gli episodi tra cadute di alberi e tronchi». Francesca Del Bello e Rino Fabiano, presidente e assessore all’Ambiente del II Municipio (Parioli-Salario-San Lorenzo) non hanno dubbi e strage di alberiparlano di «calamità naturale», soprattutto dopo che oggi, giovedì, è precipitato l’ennesimo albero in piazza delle Crociate, all’altezza di via Tiburtina (vicino al cimitero Verano). Il tronco ha colpito una Peugeot 208 in transito guidata da un uomo di 58 anni, portato in Villa-Ada-alberi-caduti-dopo-la-nevicatacodice verde al Policlinico Umberto I. La strage del verde continua insomma: 80 gli alberi caduti tra il 2016 e il 2017, 320 nel 2018. Gli amministratori locali si appellano ai principi di adeguatezza e di sussidiarietà citati dall’articolo 118 della Costituzione e nella lettera protocollata il 18 luglio (Prot.cb. 101323) Del Bello e Fabiano segnalano «la gravissima situazione in cui versa Roma e in particolare il II Municipio per quanto attiene la salute delle alberature stradali e nelle aree verdi» e le «ripetute» segnalazioni alla sindaca Virginia Raggi e all’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari sullo «stato di emergenza».  Nella lettera vengono ricordati gli allarmanti dati della cura del potatura_alberi_verde: 18 giardinieri per 3 milioni e 200 mila mq di verde nel territorio. Circa 100 mila mq sono gestiti dal Municipio (aree al di sotto dei 5 mila mq). L’appello è stato indirizzato al Comando militare della Capitale, Generale di Divisione Agostino Biancafarina, al Prefetto di Roma Paola Basilone e al capo della Foglie e ramiProtezione Civile Angelo Borrelli. «Questa è una calamità naturale che va affrontata da enti superiori al Comune visto che l’impegno del Campidoglio è insufficiente, anzi inesistente – aggiunge Fabiano – l’ufficio giardini non ha camion, mezzi e neanche i cesti per potare». Con la lettera si chiede quindi «che organi superiori si assumano una responsabilità su un pericolo pubblico che in questo caso è rappresentato dalla mancata cura delle grandi alberature, sappiamo – aggiunge Fabiano – che le strutture interpellate hanno mezzi e uomini per tali attività». Attività che di solito però vengono svolte quando c’è formalmente una dichiarazione di stato di emergenza. Insomma, per fare un esempio, la Protezione civile nazionale (struttura della Presidenza del Consiglio dei Ministri) potrebbe attivarsi solo dopo una richiesta a livello nazionale. Continue reading

MUNICIPIO: SCUOLE, GENITORI PARTE ATTIVA NELLA RIQUALIFICAZIONE

via volsinio scuola mazziniFinora l’hanno fatto «spontaneamente». D’ora in poi lo potranno fare «ufficialmente». Il consiglio del II Municipio ha, infatti, approvato una delibera dove è stabilito che i genitori degli alunni delle scuole, almeno in quel territorio che va dai Parioli al Flaminio a San Lorenzo, potranno contribuire alla riqualificazione degli edifici e delle aule. Cosa materialmente mamme e papà potranno fare negli stabili?Tinteggiare le pareti e gli infissi oppure aggiustare le porte interne, le persiane o le finestre e perfino gli avvolgibili con la sostituzione delle cinghie e delle molle. Ancora: rimpiazzare lampade, interruttori o campanelli; riparare o sostituire scuola-Fratelli-Bandiera1le componenti dell’impianto idrico. I genitori, in sintesi, potranno fare gli imbianchini, gli elettricisti e gli idraulici per aggiustare tutto quel che non funziona nelle scuole dei propri figli, rendendole più pulite e più adeguate in molti aspetti essenziali. «Abbiamo pensato e studiato questa delibera – spiega l’assessore municipale alla scuola media alfieriScuola Emanuele Gisci – per favorire la partecipazione delle famiglie alla vita della scuola. È un impegno culturale e positivo perché proprio alcune professionalità dei genitori possono così contribuire alla manutenzione degli edifici, con questi piccoli interventi che adesso potranno fare con un’autorizzazione ufficiale e non come prima “sotto banco”». Così sempre più «cittadini fai da te» e in questo caso con l’approvazione dell’amministrazione e dei consigli d’istituto, sopperendo in realtà a quelle che ormai sono croniche mancanze di finanziamenti: «È vero, i fondi sono molto pochi per la manutenzione delle scuole – ammette Gisci -. Ma questi piccoli interventi delle famiglie per mancanza di risorse VIA TEVEREd’ora in poi possono diventare più facili e immediati, stabilendo un legame con gli istituti». E considerando l’aspetto positivo della faccenda, che riguarda le classi dalle materne, alle elementari alle medie, la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, lo definisce così: «Un risultato importante che intende la scuola guido alessivalorizzare le scuole come luoghi di aggregazione e di incontro nel territorio. Un provvedimento che va incontro all’esigenza di informazione e partecipazione delle famiglie e delle scuole che hanno chiesto più volte di intervenire in tal senso. Una risposta all’idea di una scuola autonoma che si apre alla cittadinanza e crea un presidio di impegno civico dove tutti contribuiscono ai beni comuni». La delibera è stata approvata con 15 voti favorevoli, tra i quali 14 della maggioranza e uno dell’opposizione. E ieri il provvedimento «è arrivato dopo un lungo periodo di confronto», conclude l’assessore Gisci, e ha interessato «tutta la comunità scolastica, a partire dai dirigenti fino agli insegnanti e ai genitori, oltre alle istituzioni competenti del Municipio». Fonte: Corriere della Sera

A PIAZZA MANCINI SI RICORDA PAOLO BORSELLINO

piazza manciniIl 19 luglio ricorre l’anniversario della strage di via D’Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino, Caudio Traina, Agostino Catalano, Walter Cosina, Emanuela Loi e Vincenzo Li Muli. La Regione Lazio e il II Municipio hanno organizzato per il 18 luglio alle ore 21 in piazza Mancini la rappresentazione teatrale “Il coraggio della legalità: Paolo Borsellino“, regia di Antonio Turco e Cosimo Rega a cura della Compagnia Stabile Assai della Casa di Reclusione Rebibbia. “Con questa iniziativa vogliamo unire la memoria e il ricordo delle vittime di mafie con l’impegno alla mobilitazione civile nel contrasto alla criminalità organizzata che nella nostra Regione come a Roma mostra profili di radicamento preoccupanti”, dichiarano il Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio Gianpiero Cioffredi e la Presidente del II Municipio Francesca Del Bello. Fonte: Roma H24