DA LUNEDÌ ROMA IN ZONA BIANCA

ZONA BIANCAL’Rt nazionale resta basso, cioè ha lo stesso valore della scorsa settimana: 0,68. E in base ai dati dell’incidenza, da lunedì diventano bianche la provincia di Trento, la Lombardia, il Lazio, l’Emilia-Romagna, il Piemonte e la Puglia. Entrano cioè nella zona con meno restrizioni oltre 28 milioni di italiani, quasi la metà degli abitanti del Paese. Sono i risultati dell’analisi della Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità e del ministero alla Salute, che valuta l’andamento dell’epidemia. E così Roma passa ad essere una città in zona bianca.

ROMA, DA DOMANI IL COPRIFUOCO SLITTA A MEZZANOTTE

COVIDLa curva della pandemia scende e si allentano anche le misure anti-Covid. Da lunedì 7 giugno, così come deciso dal governo Draghi, la notte si allunga di un’ora: il coprifuoco slitta fino a mezzanotte per tutte le regioni gialle, Lazio compreso dunque. Salta invece nelle 4 regioni che, sempre dal 7, entreranno in zona bianca, raggiungendo Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia: il Veneto, la Liguria, l’Umbria e l’Abruzzo. In questi sette territori gli spostamenti non hanno già più limiti di orario. Per il resto d’Italia invece bisognerà aspettare il cambio di colore oppure il 21 giugno, data nazionale della caduta del coprifuoco.

ROMA IN ZONA BIANCA A METÀ GIUGNO, DICE NICOLA ZINGARETTI

zingarettiFinalmente ci siamo, parola di Nicola Zingaretti. “Io sono molto contento della mia comunità. La nostra è la Regione rimasta di più in zona gialla e in un momento drammatico la comunità ha reagito. Se i dati rimarranno così confido di arrivare in zona bianca intorno a metà giugno”. A dire che il Lazio potrebbe arrivare in zona bianca intorno alla metà del mese è il presidente della Regione Lazio, intervistato a Tg2 Post.

COVID, LE NUOVE MISURE: ECCO COSA SI PUÒ FARE (DA IERI)

COVIDNovità da ieri, 1° giugno 2021: cambiano le regole per ristoranti e bar in zona gialla per il ponte del 2 giugno, ma non solo. Può tornare il pubblico negli stadi e nei palazzetti per assistere a eventi e competizioni sportive di livello agonistico riconosciuti di interesse nazionale. Ecco cosa si può fare e le novità sulle riaperture in zona gialla. Dal 1° giugno i ristoranti e i bar in zona gialla possono tornare a fare servizio al tavolo anche dentro, nel rispetto dei protocolli anti-contagio. Non più solo tavolini pieni all’esterno del locale, si può prendere un caffè, un drink o consumare un veloce spuntino anche al bancone del bar. La riapertura delle sale interne delle attività della ristorazione dal 1° giugno deve avvenire nel rispetto dei protocolli anti-contagio. Continue reading

MEZZI PUBBLICI, TORNANO I CONTROLLORI: I FURBI SONO AVVISATI

AtacTempi duri per i furbetti dei mezzi di trasporto: tornano i controllori. Dal primo lockdown il controllo dei titoli di viaggio era stato sospeso. Ora che, gradualmente, si sta tornando ad una certa normalità, tra riaperture e vaccini, anche Atac vuole fare la sua parte ripristinando il controllore a bordo dei mezzi pubblici. Sono 300 i controllori che gireranno sui mezzi di superficie come sulle metropolitane. Dipendenti Atac e polizia amministrativa che nell’ultimo anno è stata impiegata soprattutto nel controllo del distanziamento sociale, il mantenimento dei dispositivi di sicurezza e la gestione dei flussi dei passeggeri.

IL 28 MAGGIO SCIOPERA L’AMA

AMA ROMASono le organizzazioni sindacali territoriali del comparto di Igiene ambientale Fp-Cgil, Fit-Cisl e  Fiadel ad aver proclamato lo sciopero Ama di venerdì  28 maggio.  L’agitazione sindacale inizierà con il primo turno mattutino, per concludersi intorno alle ore 04:30 della mattina del giorno successivo, sabato 29 maggio. In base a quanto prescritto dalla legge 146/90 e dai relativi accordi sottoscritti, Ama  ha attivato le procedure tese ad  assicurare durante lo sciopero i servizi minimi essenziali e le prestazioni indispensabili: pronto intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme, comunità recupero tossicodipendenti, ecc. Assicurata anche la pulizia – compreso lo svuotamento dei cestini – di alcune aree di grande interesse turistico-artistico della città.

14 GIUGNO, ROMA IN ZONA BIANCA?

corrierefc_romana_web-Big-19-204x300

 

 

C’è una data quasi certa: è il 14 giugno. Per quel giorno Roma e il Lazio puntano alla zona bianca.  Quindi le restrizioni potrebbero essere molto più morbide con tutte le attività aperte ed il coprifuoco eliminato. Resterebbero solo l’obbligo di mascherina e distanziamento.

DRAGHI, UN’ACCELERAZIONE SULLE RIAPERTURE: ECCO LE DATE

DECRETODraghiDal consiglio dei ministri arriva un’accelerazione sulle riaperture. La bozza – esaminata nel pomeriggio dalla cabina di regia – prevede una serie di novità. Il governo ha scelto di anticipare l’apertura delle palestre dal 1° giugno al 24 maggio, e dei parchi tematici dal 1° luglio al 15 giugno mentre resta fissata al 1° giugno la ripartenza di bar e ristoranti al chiuso: ma rispetto al vecchio decreto potranno farlo anche a cena. Su proposta del premier Mario Draghi, il coprifuoco sarà spostato dalle attuali 22 alle 23 e il nuovo orario entrerà in vigore mercoledì 19 maggio, cioè il giorno dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta ufficiale. Nella cabina di regia il presidente del Consiglio ha inoltre proposto un ulteriore allentamento: dal 7 giugno il coprifuoco potrebbe essere spostato alle 24, per poi sparire definitivamente, sempre se i dati dei contagi lo permetteranno, dal prossimo 21 giugno.

PARTITA LA GARA PER 7 NUOVE LINEE TRAMVIARIE (ANCHE NEL MUNICIPIO)

tranvia della MusicaDalla tranvia della Musica alla nuova linea Barletta-Clodio; dalla metrotranvia linea H Anagnina-Torre Angela, al prolungamento della linea G oltre Tor Vergata; dalla tranvia Tiburtina-Ponte Mammolo alla linea Vigna Clara-Mancini; fino al nuovo collegamento per il Parco dell’Appia Antica. È partita la gara per la progettazione di 33 chilometri di nuove linee tram per Roma: sette collegamenti divisi in cinque lotti. Sono tutti progetti previsti nel Piano urbano della mobilità sostenibile. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata al 19 maggio 2021. Ecco l’elenco dei nuovi collegamenti: -Linea tranviaria via Barletta-viale Angelico-Piazzale Clodio -Linea tranviaria viale Angelico-Ponte della Musica-Auditorium-Parco della Musica -Linea tranviaria Stazione Tiburtina-Ponte Mammolo -Linea tranviaria Piazza Mancini-via Flaminia-Corso Francia-Stazione Vigna Clara -Linea tranviaria veloce Anagnina (Ma) Tor Vergata-Torre Angela -Linea tranviaria Giardinetti-Tor Vergata-scambiatore A1 sud -Tangenziale tranviaria Sud Marconi-Parco Appia Antica-Subaugusta. Ad onor del vero, aggiungiamo noi, di queste linee di tram si parla dal 2014.

NEL NOSTRO MUNICIPIO E IN CITTÀ RIAPRONO I MUSEI CIVICI E NON SOLO

musei in comuneIl Sistema Musei Civici di Roma è pronto alla riapertura al pubblico dei suoi musei, delle mostre e delle aree archeologiche, ora anche nei fine settimana e nei festivi (1°maggio escluso). Da  martedì 27 aprile, tra gli altri, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese torneranno ad accogliere i visitatori con i capolavori delle collezioni permanenti, le numerose mostre prorogate e alcune importanti novità espositive, sinora rinviate a causa della pandemia in corso. Le riaperture sono promosse da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti si potranno seguire su museiincomuneroma.it e culture.roma.it e sui canali social di Roma Culture, del Sistema musei civici e della Sovrintendenza Capitolina. Servizi museali a cura di Zètema Progetto Cultura.

ROMA TORNA IN GIALLO

lazio zona giallaIl semaforo da domani a Roma torna giallo. E quindi cosa cambia. Ecco il nuovo decalogo: via libera agli spostamenti, senza necessità di autocertificazione, tra le regioni gialle. Nelle regioni arancioni o rosse invece, si potrà andare per motivi di salute, necessità o lavoro sempre con l’autocertificazione. Al di fuori di queste motivazioni gli spostamenti saranno permessi solo a chi è in possesso della “certificazione verde”, che viene rilasciata dalle strutture sanitarie a chi è stato vaccinato contro il Covid e a chi è guarito dal virus e ha in entrambi i casi una validità di sei mesi. La certificazione, inoltre, può essere rilasciata anche a chi ha effettuato un tampone rapido o molecolare ed è risultato negativo al Covid. Il pass, però, in questo caso ha una validità di 48 ore. Rimane invariato il coprifuoco dalle 22 alle 5, al di fuori di questa fascia oraria ci si potrà spostare solo per motivi di salute, necessità o lavoro e sempre con l’autocertificazione. Continue reading

RIAPERTURE: COSA SI PUÒ E NON SI PUÒ FARE DAL 26 APRILE

CORONAVIRUSCoronavirus e riaperture. Dal 26 aprile ci sarà il ripristino delle zone gialle, così come deciso dalla cabina di regia, e il governo ha delineato una road map di progressive riaperture in Italia a partire da quel giorno, sempre nel rispetto delle misure di contenimento per ridurre la diffusione del Covid-19. Saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle e si introduce la novità del pass per gli spostamenti tra regioni di diverso colore. Il pass attesterà la sussistenza di una delle seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test covid negativo in un arco temporale da definire, avvenuta guarigione dal Covid. Continue reading

IL VALZER DEI COLORI: DOMANI ROMA TORNA IN ZONA ARANCIONE

ARANCIONE AREARoma torna in zona arancione da domani. Dopo il weekend di Pasqua e Pasquetta la regione vedrà un allentamento delle misure anti Covid, grazie all’indice Rt che si mantiene inferiore ad 1, anche se l’attenzione resta alta. Cosa riapre, allora, in città: i negozi e i centri commerciali (solo nei giorni feriali, mentre restano chiusi nei festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie). Riaprono anche parrucchieri e centri estetici. Continue reading

PASQUA IN ROSSO PER TUTTI

uovo-di-pasqua-rosso-con-il-grande-arco-giallo-109528868Pasqua blindata a Roma e in tutto il Lazio. Infatti da ieri e fino a domani saremo in zona rossa. Dopo le feste la città tornerà in arancione, dove dovrebbe rimanere almeno fino al 30 aprile. Il nuovo decreto legge, che sarà in vigore dal 7 aprile, infatti, non prevede la zona gialla fino alla fine del mese.

IL 26 APRILE SCIOPERO DEI LAVORATORI DELL’AMA

RIFIUTITra poco meno di un mese, lunedì 26 aprile, ci sarà lo sciopero della raccolta dei rifiuti a Roma. Infatti, Cgil Cisl e Fiadel hanno proclamato l’astensione dal lavoro sia per i dipendenti di Ama che per gli addetti delle ditte private che svolgono servizi in appalto per la municipalizzata capitolina. E per fortuna non siamo ancora nella stagione calda…

DA DOMANI ROMA TORNA IN ZONA ARANCIONE, MA A PASQUA…

ARANCIONE AREADa domani, martedì 30 marzo, si cambia: Roma e Lazio saranno in zona arancione fino al 3 aprile quando tutta l’Italia, per Pasqua, si tingerà nuovamente di rosso. Per le prossime vacanze, infatti, cambierà ancora tutto. Da sabato prossimo fino al lunedì di Pasquetta (compresi), si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse, come successo per Natale. Saranno consentiti esclusivamente gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute. Da domani, quindi, a Roma e nel Lazio saranno in vigore nuove misure e regole per arginare la diffusione del coronavirus. In zona arancione ci si potrà spostare nel proprio Comune, rispettando il coprifuoco che inizia alle 22 e termina alle 5. Per bar e ristoranti restano le regole di apertura dalle 5 alle 18: consegna a domicilio consentita, asporto possibile, ma divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. I musei possono rimanere aperti, sempre fino al 3 aprile. Continue reading

ROMA BICOLORE: ROSSA, ARANCIONE, ROSSA

COVIDRoma rossa, anzi no, arancione, anzi no, rossa. Infatti, la nostra città oggi, domenica e lunedì è in zona rossa. Da martedì 30 marzo  in zona arancione fino al 3 aprile data in cui tutta l’Italia, per Pasqua, si tingerà nuovamente di rosso. Dal 3 al 5 aprile si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse, come successo per Natale.  Saranno consentiti esclusivamente gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute. In questi tre giorni sarà consentito, per una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione di amici o parenti della stessa regione, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone. Chi si sposta potrà comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti. Il Lazio, da martedì, quindi passerà “in zona arancione” con la riapertura delle scuole, ma “occorre ancora grande cautela”, sottolinea l’assessore alla Sanità e l’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

E DOMENICA TORNA L’ORA LEGALE

ora-legale-2Torna il cambio d’orario. Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 marzo le lancette vanno spostate in avanti di 60 minuti, alle 2 di domenica dovremo ricordarci di mettere le lancette sulle 3. Un cambio d’orario che ormai è automatico per tutti i dispositivi dotati di connessione (smartphone, computer, tablet, smartwatch), mentre per gli altri si dovrà provvedere manualmente.