POLVERI SOTTILI: NIENTE TRAFFICO, MA INQUINAMENTO SEMPRE ALTO

smog a romaA Roma i livelli di polveri sottili presenti nell’aria hanno sforato in ben 10 centraline su 13 il limite massimo consentito. Una situazione simile a quella che si era verificata a metà gennaio, che aveva portato a giornate in sequenza di stop alla circolazione per diverse categorie di veicoli. Nonostante la forte riduzione del numero di vetture private, ma anche di quelle del trasporto pubblico, a causa delle restrizioni alla mobilità legate al coronavirus, in quelle 10 centraline i valori di Pm10 erano superiori al limite fissato in 50 microgrammi per metro cubo. Questi i dati registrati dal monitoraggio quotidiano di Arpa Lazio: Preneste 71, Magna Grecia 73, Villa Ada 54, Guido 61, Fermi 74, Bufalotta, Cipro e Tiburtina 60, Arenula 63 e Malagrotta 74.

WEEKEND: ATTIVITÀ MOTORIA SOLO ATTORNO A CASA E POSTI DI BLOCCO

posti di bloccoPosti di blocco ad ogni auto a Roma. Così con una nota interna di un dirigente della Polizia Locale, si danno disposizioni agli agenti per i controlli del week end, giorni in cui si attende un maggior numero di uscite dalle proprie abitazioni. Obiettivo mettere un freno a tutti quei cittadini che, in questi giorni, stanno ignorando il Decreto del Governo che contiene le limitazioni per il coronavirus. Inoltre “Resta consentito svolgere individualmente attività motoria nei pressi della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona”. Lo prevede l’ordinanza con le nuove restrizioni firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza per contenere il contagio da coronavirus.

MERCATI AGIBILI SOLO SE CONTROLLABILI: ECCO LA LISTA

piazza alessandria mercatoMercati aperti solo se alimentari e solo se in grado di far rispettare la distanza fissata dalla legge tra i clienti. Così, insieme a pub, locali, ristoranti e bar, nella Capitale arriva la stretta anche sulle bancarelle. A stabilirlo, a seguito del blocco totale imposto dal Governo per l’emergenza coronavirus, l’assessore al Commercio Carlo Cafarotti, che ha dato in queste ore precise disposizioni agli uffici del dipartimento di via dei Cerchi, con una nota inviata anche a direttori e presidenti di municipio, al capo di gabinetto della sindaca Raggi, ai vertici della polizia locale. Stop a resse e gente accalcata tra le bancarelle. Continue reading

ATTIVITÀ COMMERCIALI, CHI È APERTO E CHI NO

NEGOZI CHIUSICon il decreto del presidente del Consiglio dell’11 marzo 2020, il governo sospende per 14 giorni su tutto il territorio nazionale le attività commerciali al dettaglio, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti). Ecco nel dettaglio quali attività vanno avanti e quali si fermano secondo il dpcm. Continue reading

CHIUSURA METRO ALLE 21, MENO BUS, MA ANCHE TAXI E TPL

bus 90 a porta piaA quanto si apprende da fonti del Campidoglio sono previste novità sostanziali già dalle prossime ore per il trasporto pubblico locale di Roma. Atac, su input della sindaca Virginia Raggi, sarebbe pronta a far partire da subito la riduzione estiva del servizio, che prevede circa 1.060 mezzi di superficie su strada e la chiusura delle metro alle ore 21. Tra le misure sono previste anche riduzioni per il servizio di trasporto periferico, castro pretorio metrogestito dal consorzio Roma Tpl, e per il servizio taxi. Il taglio arriva in conseguenza alle ultime misure per ridurre il rischio contagio da Coronavirus. Era atteso da ore, dato anche lo scarso utilizzo da parte dell’utenza, alla luce del diktat governativo in vigore dal 9 marzo: restare per quanto possibile a casa. Come già previsto dal decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, l’ente locale “può disporre la programmazione del servizio erogato dalle Aziende del Trasporto pubblico locale, anche non di linea, finalizzata alla riduzione e alla soppressione dei servizi in relazione agli interventi sanitari necessari per contenere l’emergenza coronavirus sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali”. Fonte: Romatoday

CORONAVIRUS, BLOCCO TOTALE

CONTECoronavirus, è blocco totale. Dopo i provvedimenti di sabato notte e quello di lunedì sera che hanno progressivamente trasformato l’Italia in una zona protetta, scatta ora la chiusura di negozi, centri commerciali e attività non essenziali. È ancora una volta il premier Giuseppe Conte a metterci la faccia, in un discorso agli italiani. Nessuna conferenza stampa, ma una diretta annunciata sui social e rilanciata da tutte le tv. Disposta la chiusura di tutti i negozi in tutta Italia per limitare gli spostamenti e le occasioni di contatto delle persone. È guerra totale quindi al Covid-19. “Questo è il momento di compiere un passo in più” ha detto Conte. Continue reading

CORONAVIRUS: NIENTE PISCINE, PALESTRE E CENTRI BENESSERE

PISCINAÈ stata firmata l’ordinanza della Regione Lazio in merito alle ‘Misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019. Oltre ad imporre il divieto di spostamenti e viaggi, è  “disposta inoltre la sospensione delle attività fino a nuove disposizioni di piscine, palestre e centri benessere”, si legge. “L’ordinanza è emessa nel rispetto dei ruoli istituzionali”,  dichiarano in una nota congiunta l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato ed il vicepresidente, Daniele Leodori. Misure che si sommano al nuovo decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) che prevede sull’intero territorio nazionale che siano “sospese fino al 3 aprile le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati”.

ROMA CHIUSA PER VIRUS

CORONAVIRUSIn attuazione del Dpcm dell’8 marzo 2020, tutti i musei, i teatri e tutti i luoghi e gli istituti della cultura, come gli spettacoli, sono sospesi su tutto il territorio nazionale e dunque anche a Roma. Oltre a tutti i teatri e cinema tra gli altri ricordiamo che rimarranno perciò chiusi anche il sistema dei Musei civici, il Palazzo delle Esposizioni e anche la Casa del Cinema come le Biblioteche.

ATAC: DA DOMANI NON SI SALE SUI BUS DALLE PORTE ANTERIORI

BUS_910_fermata_Bioparco_d0[1]“Nell’ambito delle misure di prevenzione contro il coronavirus, Atac ha disposto che a partire da lunedì  prossimo, 9 marzo, il personale di guida, salvo casi di emergenza, non aprirà la porta anteriore delle vetture per le quali non è disponibile l’accesso separato alla cabina guida. Sarà consentito l’utilizzo della porta centrale e/o posteriore. La misura rimarrà operativa fino al termine dell’emergenza sanitaria”. È quanto si legge in una nota dell’Atac.

OGGI, SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO E DISAGI

SCIOPERO BUSDisagi oggi, per il trasporto pubblico. I lavoratori del sindacato Fast Confsal hanno indetto uno sciopero di 24 ore che coinvolge la rete Atac e la Roma Tpl, con l’adesione del sindacato Usb. Sono a rischio autobus, filobus, tram, metropolitane, Roma-Lido, Termini-Centocelle, Roma-Viterbo. Previste però le fasce di garanzia: mezzi pubblici in servizio regolarmente fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Tra le motivazioni dello sciopero, spiegano i lavoratori, ci sono “orari di lavoro, sicurezza, buoni pasto, manutenzioni e ferie”. Un’astensione del lavoro che era stata indetta per il 3 febbraio, poi differita su richiesta del prefetto.

IL 23 FEBBRAIO RITORNA LA DOMENICA ECOLOGICA

Domenica-EcologicaDomenica 23 febbraio a Roma torna il blocco totale della circolazione. Si tratta della terza domenica ecologica prevista dall’amministrazione Raggi nella Ztl “Fascia Verde”. Il blocco del traffico sarà in vigore nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30 e riguarda anche i mezzi forniti di permesso d’accesso e circolazione nelle zone a traffico limitato. Sono invece esclusi dal divieto veicoli elettrici e ibridi, quelli a gpl, a metano, i mezzi bi-fuel. Esenzione anche per le auto a benzina Euro 6 (si fermano invece i diesel euro 6), per le moto a 4 tempi Euro 3 e successive, per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2 e successivi, per i mezzi con contrassegno disabili, per i veicoli car sharing e car pooling.

LUNEDÌ TRASPORTO PUBBLICO A RISCHIO

TIBURTINA, INAUGURATO NUOVO CAPOLINEA BUS DELLA STAZIONE - FOTO 3Lunedì 24 febbraio sarà una giornata nera per gli utenti del trasporto pubblico. Il sindacato Fast Confsal, infatti, ha indetto uno sciopero di 24 ore che coinvolgerà la rete Atac. Sono quindi a rischio autobus, filobus, tram, metropolitane, Roma-Lido, Termini-Centocelle, Roma-Viterbo. Al momento non hanno aderito i lavoratori di Roma Tpl, le cui vetture dovrebbero quindi circolare regolarmente. Sarà garantito il servizio per alcune fasce orarie: da inizio servizio e fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Corse notturne potrebbero saltare nella notte tra domenica e lunedì.

ATAC: REVOCATO LO SCIOPERO DI OGGI

IL BUS 360È stato revocato lo sciopero di 24 ore che era in programma per oggi e che avrebbe riguardato esclusivamente la rete Atac: autobus, filobus, tram, metropolitane, Roma-Lido, Termini-Giardinetti, Roma-Viterbo. Era stato indetto nei giorni scorsi dal sindacato Slm Fast Confsal per ragioni legate, tra le altre cose, alla sicurezza sul posto di lavoro, alla manutenzione delle vetture, alle mense, alle ferie, a problematiche specifiche che i lavoratori registrano in alcune aree della città. È stato proprio il sindacato a spiegare i motivi della revoca: Continue reading

DOMANI IL TRASPORTO PUBBLICO INCROCIA LE BRACCIA

BUSSarà un lunedì nero, quello del 3 febbraio, quando i lavoratori dei mezzi di trasporto pubblico incroceranno le braccia per uno sciopero di ventiquattro ore indetto dalla sigla sindacale Fast Confsal. Tra le motivazioni ci sono anche la sicurezza sul posto del lavoro, in seguito alle aggressioni avvenute negli ultimi mesi, e vetture che non cadano a pezzi.Sono a rischio bus e filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Viterbo. A rischio, essendo lo sciopero di ventiquattro ore, anche i bus notturni tra domenica e lunedì. Non hanno ancora aderito Trenitalia e Roma Tpl, che quindi dovrebbero risultare regolari. Saranno garantite le fasce di garanzia: nessun problema, quindi, da inizio servizio e fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20, mentre si prevedono disagi tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 e fino a fine servizio.

ZTL: TRE GIORNI DI STOP PER I VEICOLI PIÙ INQUINANTI

smogConsiderato il persistere di elevati livelli di inquinamento da Pm10, il Campidoglio ha disposto la limitazione della circolazione veicolare privata nelle giornate del 25 e 26 gennaio nella Ztl. Fascia Verde dalle ore 7.30 alle ore 20.30, per: – Ciclomotori e Motoveicoli fascia-verde-3Euro 0 ed Euro 1 – Autoveicoli Benzina Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 – Autoveicoli Diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2. Il 27 gennaio, invece, è stata disposta la limitazione della circolazione veicolare privata (oltre ai divieti già previsti dalla Dcs n. 4/2015) nella Ztl. “Fascia Verde” dalle ore 7.30 alle ore 20.30, per: – Ciclomotori e Motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 – Autoveicoli Benzina Euro 2.