MUNICIPIO: QUEI PALAZZI CHE DEVONO ESSERE SGOMBRATI

corso d'italiaSi torna a sgomberare palazzi occupati in tutta la città. E non mancano, di certo, nel nostro municipio. C’è, intanto, quello di via dei Lucani a San Lorenzo, dove fu trovata vittima Desirée Mariottini. Poi c’è quello a corso d’Italia, vicino Porta Pia, occupato da anni. Per non parlare di un altro edificio in viale del Policlinico. Il lavoro sarà lungo e difficile, non privo di problemi, a cominciare da quello del ricollocamento delle persone sgomberate.

DISCARICA DI PNEUMATICI DETURPA IL FORTE ANTENNE

FORTE ANTENNE«La montagna di pneumatici? Sta lì da due mesi». La buona notizia è che il Forte Antenne è stato ripulito dopo un’attesa di decenni. L’aspetto negativo è che, dopo la bonifica, i rifiuti non sono stati ancora rimossi. La discarica di gomme «decora» l’ingresso di uno dei 15 fortini che – alla fine dell’800 – furono eretti per difendere Roma dai francesi. La struttura, tra viale della Moschea e via Salaria, ricopriva l’antica Antemnae, conquistata da Romolo e così chiamata perché situata «davanti ai fiumi» (ante amnes), ovvero il luogo dove Aniene e Tevere si incontrano. Una vasta area collinare, in cui sorge anche Villa Ada, ma ancora più impervia, dove il bosco ospita l’inciviltà di molti. Continue reading

VILLA ADA, SOLO BIVACCHI E RIFIUTI

le baracche di villa adaLe statue raffiguranti le teste di cavallo sono l’unico fregio che ancora non è crollato. Lo stemma nobile dei Savoia invece è divorato dal tempo, ormai annerito e marcio. Le storiche Scuderie reali sono un po’ il simbolo dell’abbandono in cui versano i gioielli di Villa Ada. Uno dei parchi più grandi della Capitale, il più selvaggio e amato dai runner romani, resta in perenne equilibrio tra degrado assoluto e struggente bellezza. Nei quasi 200 ettari di boschi di lecci e querce sotto il Monte Antenne la natura e gli anni che passano si riprendono spazi che potrebbero essere valorizzati per il bene comune, tra occupazioni abusive e zone di pericolo per le migliaia di visitatori. Uno VILLA ADA 2scempio per l’area verde sulla Salaria, che l’anno scorso ha celebrato nel silenzio i 60 anni di apertura al pubblico. Già proprietà dei Savoia, nel 1958 fu l’allora ministro delle Finanze, Giulio Andreotti, a consegnare al sindaco Urbano Cioccietti le chiavi del nuovo parco comunale: lo ha ricordato l’Osservatorio Sherwood, con villa ada tempio di floraimmagini del prezioso archivio dell’Istituto Luce. Ma, oltre mezzo secolo più tardi, i pezzi pregiati della villa restano immersi nell’incuria. Spiccano i tre edifici delle ex scuderie, oltre duemila metri quadri lasciati a decomporsi tra gli alberi. C’era una volta una recinzione, definizione che non rende l’idea VILLA ADA 1dell’orrida parete di sughero che oggi pende sul sentiero, percorso ogni giorno da passeggini e ciclisti. L’accesso alle tre palazzine da anni non incontra più ostacoli, a ogni occupazione si sono aggiunti lucchetti e serrature, i segni dei bivacchi si scorgono tra le finestre in frantumi e cadenti. Tutto sembra a un passo dal cedimento: un’antenna tv penzola da un lato del soffitto, cornicioni e ornamenti di stucco si sgretolano tra i rami rampicanti del Casale dei Trenatori, che ospitava gli addetti alla manutenzione delle carrozze. È incustodita anche la scala di pietra che porta ai piani superiori dell’edificio più ampio. Continue reading

BLITZ ANTIMOVIDA: NEL MIRINO SAN LORENZO E PIAZZA BOLOGNA

movida-alcol-san-lorenzo1Nel week-end sono stati circa 1.000 i controlli totali finalizzati al contrasto degli illeciti nelle principali aree della movida: dal mancato rispetto dell’ordinanza anti-alcol ai casi di abusivismo commerciale, dal fenomeno dei parcheggiatori abusivi alle violazioni al codice della strada. movida-san-lorenzoLa polizia locale, con agenti dell’Unità Spe e Gruppi I Centro, II Sapienza, Gssu e Gpit hanno attuato le consuete misure di controllo nelle zone più frequentate, come piazza Bologna, Trastevere, San Lorenzo e Rione Monti, riscontrando irregolarità per oltre 50.000 euro.  Particolari verifiche hanno riguardato l’area di piazza Bologna, dove gli agenti dei Gruppi piazza-bolognaspeciali e territoriali, unitamente al personale dell’Arma dei Carabinieri, Compagnia Parioli, hanno rilevato una serie di violazioni, sia amministrative che penali: dagli illeciti relativi alle occupazioni di suolo pubblico ed alle insegne pubblicitarie, alle violazioni delle normative in tema di sicurezza alimentare, con irregolarità riscontrate su etichettatura e POSTE PIAZZA BOLOGNAmancata tracciabilità degli alimenti. In alcuni casi si è proceduto con la denuncia dei gestori per il reato di frode in commercio. Al termine delle verifiche, inviata anche segnalazione alla Asl di zona per le carenti condizioni igieniche riscontrate all’interno di alcuni locali. In totale, durante i controlli del weekend, accertate violazioni per un ammontare complessivo di oltre 50.000 euro. Sono state 760 le sanzioni per il mancato rispetto del codice della Strada e 130 i veicoli rimossi per intralcio alla circolazione. Fonte: il Messaggero

TIBURTINA, RAGAZZA VUOLE LANCIARSI DAL PONTE: SALVATA

VIA TIBURTINAAlle 4 di mattina C.M., autista Atac di 52 anni e padre di tre figli, esce dal deposito di Portonaccio per andare a prendere servizio sulla linea bus 46 a Monte Mario. È buio e appena svoltato sul ponte all’altezza della stazione Tiburtina, intravede una sagoma al di là del parapetto. Immediatamente ferma il bus e scende. Una giovane ragazza, di circa 20 anni, mora, ben vestita, è già in bilico sul vuoto. «Fermati, che stai facendo? – le chiede l’autista avvicinandosi – scendi da lì, è pericoloso!». Continue reading

PONTE FLAMINIO, GIGANTE MALATO

Ponte_Flaminio[1]C’è un grande malato che riposa a cavallo del Tevere. Piuttosto malandato, al suo interno ridotto a un grosso grumo di ruggine, ponte Flaminio ha bisogno di cure immediate. A lanciare l’allarme sull’attraversamento di corso Francia sono i tecnici del Simu, il dipartimento dei Lavori pubblici del Campidoglio. La relazione firmata dall’architetto Claudio Luzi, accompagnata da decine di fotografie, lascia pochi dubbi: il cemento armato del gigante a sette arcate richiede interventi immediati. Corroso dal tempo e dall’acqua, il ponte ha problemi di impermeabilizzazione che negli anni hanno portato a “un profondo ammaloramento del calcestruzzo fino alle barre d’armatura”. Continue reading

“SCOMODO” IN PIAZZA DELL’IMMACOLATA A SAN LORENZO

piazza immacolata san lorenzoLo scorso venerdì a piazza dell’Immacolata a San Lorenzo la rivista Scomodo ha dato vita ad un’iniziativa culturale: la piazzetta di San Lorenzo è diventata teatro e palcoscenico per i tanti partecipanti alla manifestazione. Con: il diciottesimo numero di Scomodo, musica live con Joe Victor, Johnny DalBasso, Chiazzetta, il punkautore, & more to be announced, dj set, un microfono aperto, spritz e pasta per tutti.

UN ALBERO PER LA VITA ALLA LUISS

luissUn albero per dare speranza a chi soffre e un futuro ai bimbi malati. All’università Luiss Guido Carli, in occasione della Giornata Mondiale contro il cancro infantile, è stato piantato un melograno per sostenere l’associazione Peter Pan onlus. La pianta, che si trova nell’orto dell’ateneo, rientra nelle iniziative organizzate per combattere i tumori infantili. Ogni anno, infatti, i bamini che si ammilano di cancro, linfomi o leucemia sono 1400, mentre gli adolescenti arrivano a quota 800. L’80 per cento guarisce, ma c’è ancora un 20% di tumori che non può essere combattuto perchè non sono state trovate terapie efficaci. “L’attenzione e la cura per ciò che ci circonda, le persone con cui entriamo in contatto e l’ambiente all’interno di cui viviamo, sono i valori alla base della missione formativa della nostra università. In un’epoca di cambiamenti così impattanti, sono questi gli strumenti che rafforzano la consapevolezza di sè e degli altri, per una società più sensibile e attenta”, ha dichiarato Giovanni Lo Storto, direttore della generale della Luiss, durante la cerimonia di piantumazione del melograno. Continue reading

TIBUS: FINANZA SEQUESTRA 26 CHILOGRAMMI DI MARIJUANA

STAZIONE TIBUSI militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno sequestrato 26 chilogrammi di “marijuana”, nei pressi della Stazione Tiburtina, e tratto in arresto un cittadino di nazionalità nigeriana diretto verso il Nord Italia. I Finanzieri del 3° Nucleo Operativo Metropolitano, durante un servizio di controllo economico territorio presso la Stazione Tiburtina, notavano un soggetto che, con fare estremamente guardingo e sospetto, era in procinto di salire su un pullman di lunga percorrenza diretto a Bologna, portando al seguito due grandi trolley. I militari, insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, un trentenne nigeriano, decidevano di sottoporlo a controllo ed effettuavano una perquisizione delle due valigie. Continue reading

LE FOLLI NOTTI DI SAN LORENZO

Movida San Lorenzo«Ma come si fa ad autorizzare una festa a tutto volume? Ma fosse stato solo quello: a un certo punto, mi è apparso davanti alla finestra persino un drone». A parlare è Alessandro Vivani, da oltre 12 anni residente a San Lorenzo, nello specifico in piazza dell’Immacolata: la piazza dove è andato in scena un evento musicale che, però, era privo di permessi. «Non è stata richiesta al Municipio l’occupazione del suolo pubblico», spiegava ieri la mini-sindaca, Francesca del Bello. Continue reading

CATACOMBE SANTA PRISCILLA: CROLLO PER LAVORI STRADALI

SANTA PRISCILLA«Chiusa per motivi tecnici». Un cartello in inglese campeggia all’ingresso delle catacombe di Santa Priscilla, in via Salaria, davanti a Villa Ada. Uno dei luoghi storici più suggestivi della Capitale, scavate fra il II e il V secolo. Un dedalo di gallerie di 13 chilometri. In una parte aperta al pubblico, e in quel momento frequentata da alcuni turisti, ieri mattina si è staccato dal soffitto a volta un blocco di tufo di circa 40 centimetri insieme con altri detriti e polvere. Ci sono stati attimi di panico sia fra i visitatori sia fra le suore che gestiscono il sito archeologico, poi le guide hanno indicato a tutti la via d’uscita e nessuno è rimasto ferito. Sul posto, alle 10.30, sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di via Genova che hanno svolto un sopralluogo nelle catacombe per scongiurare il rischio di altri cedimenti. Continue reading

LOTTA AL CANCRO INFANTILE: 4 MELOGRANI PIANTATI ALL’UMBERTO I

policlinico umbero IQuattro melograni sono stati piantati davanti al reparto pediatrico dell’Umberto I, in occasione della XVIII Giornata mondiale contro il cancro infantile. “E’ un momento veramente sentito per le istituzioni di questo Policlinico che hanno bisogno del privato sociale e dell’associazionismo proprio per avere sempre il contatto diretto e continuo con i pazienti e i loro familiari. Occasioni come queste ci permettono di migliorare l’accoglienza e il modo di porsi con i nostri piccoli ospiti che sono i nostri figli” ha dichiarato Emilio Scalise, dirigente medico della Direzione sanitaria dell’Umberto I. Continue reading

POLACCO ARMATO DI COLTELLO A STAZIONE TIBURTINA: ARRESTATO

STAZIONE-TIBURTINA-APERTUIRA-PEZZO11Un quarantenne che girava armato di un coltello all’interno della stazione Tiburtina è stato arrestato dalla Polizia di Stato. L’uomo è stato fermato per un controllo da una pattuglia della Polfer in servizio di vigilanza presso lo scalo ferroviario insieme a personale dell’Esercito. Il fermato è un cittadino polacco di 40 anni. Ulteriori accertamenti hanno permesso di scoprire che lo straniero era destinatario di un ordine di carcerazione in relazione al quale doveva scontare la pena di 16 mesi di reclusione oltre ad una multa di 1740 euro. Al termine della attività l’uomo è stato portato al carcere di Rebibbia. Fonte: il Messaggero

VIGILI-CONTROLLORI SUI BUS: NEL MIRINO VERANO E PIAZZA MANCINI

piazza-mancini1I vigili urbani salgono a bordo dei bus più pericolosi, sulle tratte famose per scippi, sassaiole e aggressioni ai conducenti. Ma controlleranno anche i biglietti. Un po’ argine al degrado e alla violenza, un po’ cacciatori di portoghesi, insomma di furbi che sfruttano i mezzi pubblici per un passaggio, ma senza sganciare un cent. Il piano è stato messo a punto dalla Polizia locale di Roma insieme all’Atac, l’obiettivo è «garantire una maggiore sicurezza ai passeggeri e agli autisti delle tratte più critiche», ma anche «supportare gli ispettori dell’Atac nella loro attività di verifica dei titoli di viaggio». Si parte il prossimo 18 febbraio, gli agenti della Municipale cominceranno tenendo d’occhio sei capolinea (piazza dei Cinquecento, Anagnina, Verano, Laurentina, Lido Centro e piazza Mancini), ma il progetto prevede la sorveglianza di quattordici zone, comprendendo quindi anche Ponte Mammolo, Tiburtina, Grotte Celoni, piazzale Clodio, largo Preneste, piazzale dell’Agricoltura, Cornelia, Monte Mario e l’area dell’ex manicomio di Santa Maria della Pietà. Fonte: il Messaggero

ARRESTATA LA DONNA CHE AVEVA VENDUTO LA DROGA A DESIRÈE

san lorenzoArrestata dalla polizia una ventunenne originaria del Botswana, ritenuta coinvolta nella drammatica vicenda della morte della sedicenne Desirèe Mariottini, ritrovata a ottobre senza vita in uno stabile abbandonato di San Lorenzo a Roma. Antonella Fauntleroy, questo il nome della giovane, è stata individuata da diversi testimoni come la pusher che procurava gli stupefacenti alla ragazza.Nella perquisizione effettuata contestualmente al suo arresto nel vano lavanderia di uno stabile in borgata Finocchio, sono stati sequestrati metadone e psicofarmaci. Per gli inquirenti avrebbe ceduto, in “maniera continuativa e aggravata”, sostanze stupefacenti alla sedicenne anche nei giorni precedenti alla sua morte. Sarebbe stata indicata in diverse circostanze e da più testimoni, come una persona che ha “aiutato” Desirèe a procurarsi ed assumere lo stupefacente all’interno dello stabile abbandonato di via dei Lucani 22. Continue reading