VIA CREMONA: VOLETE FARE UN PO’ DI SPINNING?

VIA CREMONA

 

 

Postata su Facebook da Nunzio: siamo a via Cremona e chi volesse fare un po’ di esercizi aerobici, non ha che saltare sulla bici da spinning lasciata accanto ai cassonetti. Ma il dubbio è che se l’hanno messa lì, vorrà dire che non funziona. E l’incivile di turno che lo ha fatto ben lo sa…

INAUGURATA LA STAGIONE SINFONICA ALL’AUDITORIUM

INAUGURATA STAGIONE SINFONICA AUDITORIUMTra il 10 e il 12 ottobre all’Auditorium Parco della Musica di Roma si è inaugurata la stagione sinfonica di Santa Cecilia con la “Grande Messe des morts” di Hector Berlioz diretta da Sir Antonio Pappano, con il tenore Javier Camarena. Nell’anno in cui tutto il mondo ricorda il genio di Hector Berlioz, a 150 anni dalla sua scomparsa, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha dedicato al compositore francese il concerto inaugurale con una delle sue opere più imponenti, un vero  kolossal. Tra gli ospiti, Ennio Morricone e Nicola Piovani.

LUCA LO PINTO È IL NUOVO DIRETTORE DEL MACRO

MacroAsilo_d0“Dopo una lunga e accurata selezione di candidature” avvenuta con bando pubblico e partita a luglio 2019, Luca Lo Pinto è stato nominato nuovo direttore artistico del Macro. Il progetto ‘museo per l’immaginazione preventivà è risultato vincitore tra quelli presentati per essere in grado, secondo la commissione, di “contribuire a una ancora maggior coinvolgimento di pubblici diversificati e contemporaneamente assicurare un alto livello di qualità dell’offerta”. Lo Pinto, classe 1981, vive tra Vienna e Roma. Attualmente è curatore alla Kunsthalle di Vienna. È co-fondatore della rivista e casa editrice Nero. Alla Kunsthalle Wien ha organizzato le personali di Camille Henrot, Pierre Bismuth, Nathalie Du Pasquier, Babette Mangolte, Charlemagne Palestine, Olaf Nicolai. Continue reading

ITALIA-GRECIA ALL’OLIMPICO: VADEMECUM SU SOSTE E TRASPORTI

stadio olimpicoSabato 12 ottobre 2019, alle 20.45, allo Stadio Olimpico di Roma si disputa la tanto attesa partita Italia-Grecia. Il match con la Grecia in programma sabato a Roma è fondamentale ed è previsto uno stadio gremito. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, lo stadio Olimpico si può raggiungere con il tram 2 (in partenza da piazzale Flaminio, corrispondenza con la stazione Flaminio metro A) e con 14 linee bus, in arrivo da diverse zone di Roma: 23, 31, 32, 69, 70, 200, 201, 226, 280, 301, 446, 628, 910 e 911. Per quanto concerne la viabilità, sono previsti in occasione della partita Italia-Grecia di sabato 12 ottobre alcuni divieti di sosta temporanei: giovedì 10 ottobre su via Marsala, tra i civici 32 e 102; da giovedì 10 e fino a lunedì 14 ottobre, su via Frescobaldi e via Raimondi, in zona Pinciano-Parioli. Su via Frescobaldi saranno anche possibili alcune chiusure al traffico; da venerdì a domenica 13 ottobre, sono previsti divieti di sosta anche su un tratto di via Domenico Chelini, vicino a piazza Euclide. Sabato, infine, attorno allo stadio Olimpico, sarà attivo il consueto dispositivo di viabilità e sosta, con aree di parcheggio dedicate, in particolare in zona piazzale Clodio e Villaggio Olimpico, con divieti finalizzati a scoraggiare la sosta selvaggia.

COMMISSARIATO SAN LORENZO: TENTA DI CORROMPERE POLIZIOTTO

COMMISSARIATO SAN LORENZOÈ successo all’interno del commissariato San Lorenzo. Una 50enne, innervosita per i tempi di attesa, necessari alla redazione della denuncia di smarrimento del suo bancomat, ha iniziato a discutere con un agente in servizio di vigilanza al Corpo di Guardia del commissariato. Nonostante l’agente le avesse spiegato le ragioni dell’attesa, lei non ha voluto sentire ragioni e lo ha insultato :”Lei dovrebbe cambiare mestiere perché la Polizia non è cosa sua” “Se l’hanno rinchiuso lì dentro non è un bravo poliziotto…” Quando la signora ha anche rifiutato l’esibizione di un documento, come richiestole dal poliziotto, l’agente l’ha denunciata per rifiuto di generalità. È stato in quel frangente che la donna si è avvicinata all’agente per chiedergli quanto volesse “per cestinare quelle carte”. La donna è stata così indagata in stato di libertà per il reato di tentata corruzione e rifiuto di generalità. Fonte: la Repubblica

TEAM DELLA SAPIENZA RECLUTATO PER RESTAURO SANTO SEPOLCRO

santo sepolcroRisanare il pavimento della “rotonda” e indagarne le fondamenta, per verificare da vicino l’esatta struttura ipogea e lo stato di conservazione. Un’avventura speciale che vede schierata in prima linea l’équipe dell’università La Sapienza chiamata a partecipare al restauro del Santo Sepolcro, cuore religioso della Cristianità e meta del culto e del pellegrinaggio di milioni di fedeli provenienti da tutto il mondo. La Custodia di Terra Santa ha affidato l’incarico al dipartimento di Scienze dell’antichità, diretto da Giorgio Piras, che dovrà preparare lo studio storico preliminare ai lavori di restauro della pavimentazione della Basilica del Santo Sepolcro di Gerusalemme nonché sovraintendere dal punto di vista archeologico l’intervento di restauro che sarà effettuato dalla Fondazione Centro Conservazione e Restauro dei beni culturali La Venaria Reale di Torino. Continue reading

AUTO SI RIBALTA SU VIA DEL MURO TORTO

via del muro torto 2

Un’auto si è ribaltata ieri in via del Muro Torto in direzione piazzale Flaminio. A causa dell’incidente il traffico è necessariamente rallentato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Non si conosce la dinamica dell’incidente.

BLITZ DI SALVINI ALLO STADIO FLAMINIO

STADIO FLAMINIOAncora una tappa romana per l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Dopo il sit in del 4 ottobre e il sopralluogo tra i roghi tossici di Fonte Laurentina, il senatore della Lega ha organizzato un sopralluogo all’interno dello Stadio Flaminio, vecchio impianto sportivo abbandonato nel II municipio. “Ecco l’ennesimo simbolo del degrado di Roma” ha detto in diretta Facebook in quella che uè n’operazione di attacco studiata, quasi quotidiana, contro la sindaca Virginia Raggi e il Campidoglio a Cinque Stelle. Continue reading

MICHAEL STIPE AL MAXXI SI RACCONTA

stipe maxxiGrande partecipazione di pubblico al Maxxi, museo delle arti del XXI secolo, dove Michael Stipe ha presentato Our Interference Time – A Visual Record, il suo secondo libro fotografico a un anno di distanza da Volume 1, uscito per Damiani. Nell’opera, realizzata insieme allo scrittore e artista canadese Douglas Coupland, l’ex frontman della storica rock band dei Rem. riflette sul passaggio dalla cultura analogica a quella digitale e su come queste interagiscono tra di loro. Stipe racconta che la sua passione per la fotografia è nata all’età di 14 anni, prima ancora di scoprire la musica. Contemporaneamente cominciava a interessarsi alle tematiche ambientali. L’artista devolverà i ricavi del primo anno di vendite del singolo ‘Your capricious soul’, con il quale inaugura la sua carriera di solista, all’associazione ambientalista Extinction Rebellion. Fonte: la Repubblica

SVILUPPI SULL’OMICIDIO DI VIA DEI LUCANI

“Gli imputati ci hanno impedito di allertare i soccorsi per aiutare Desirée Mariottini”. Lo ha affermato, nel corso dell’incidente probatorio, un testimone ascoltato dal gup della Capitale. Il procedimento è quello che vede imputati quattro uomini per la morte della 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita il 19 ottobre scorso in un palazzo abbandonato nel quartiere romano di San Lorenzo. L’atto istruttorio è stato sollecitato dal MANIFESTO DESIREEprocuratore aggiunto Maria Monteleone e dal pm Stefano Pizza per cristallizzare le testimonianze di alcune persone presenti in quelle ore drammatiche nello stabile di via dei Lucani. Secondo l’accusa, gli imputati avrebbero abusato della ragazza dopo averle fatto assumere un mix di droghe che ne hanno provocato la morte. Continue reading

VIA ALESSANDRIA: MACCHINE IN ETERNA DOPPIA FILA

image003Denuncia il Tavolo Qualità II Municipio: “Via Alessandria: la foto risale a mercoledì 2 ottobre, ma un giorno vale l’altro. Tutti in doppia fila. I vigili cosa fanno? Invece di stare inutilmente in due, tre ai semafori (utilmente per loro perché ogni multa va a incrementare il loro fondo pensioni) perché non vanno dove sanno che c’è da andare, e proprio per questo evitano?”.

DISACCORDO TRA RAGGI E BERGAMO SUI VERTICI DELL’AUDITORIUM

raggi e bergamoIn Campidoglio disaccordo tra la sindaca Virginia Raggi e Luca Bergamo, assessore alla crescita culturale di Roma Capitale nella giunta, di cui è diventato vicesindaco nel dicembre del 2016: infatti, è lite sul metodo e i tempi brevi delle nomine riguardanti l’Auditorium. Per rinnovare vertici la Raggi ha fatto un bando lampo: «Manifestazioni di interesse entro il 15 ottobre», per presidente, ad e cda.

ARRESTATO MOLESTATORE DI SALARIO, TRIESTE E AFRICANO

municipio_03Approcciava ragazze in strada molestandole prima con commenti volgari, e poi le seguiva fin dentro gli androni e gli ascensori e le costringeva a subire palpeggiamenti. Un 43enne italiano è stato arrestato a Roma per violenza sessuale. L’uomo è un violentatore seriale: già in carcere per diversi precedenti dello stesso tipo, dopo neanche un mese che era uscito di galera ha subito ricominciato ad aggredire altre donne. Almeno cinque i casi accertati fra febbraio e agosto scorsi. A mettere in allarme le forze dell’ordine è stata la denuncia di una vittima, una ragazzina 13enne, che l’uomo aveva molestato. Gli episodi si sarebbero verificati principalmente nelle zone Salario, Trieste, Quartiere Africano e Appio-Latino. Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura, si stanno ora concentrando su due episodi ulteriori: il primo sarebbe avvenuto in zona Trieste, vittima una ragazza di 31 anni, mentre il secondo in zona piazza Lodi. Utile alle indagini, secondo quanto si apprende, il monitoraggio di un gruppo Facebook in cui una 30enne attraverso uno pseudonimo avrebbe denunciato le molestie. I carabinieri, dopo essere risaliti all’identità della donna, hanno raccolto la denuncia e sono intervenuti. Fonte: la Repubblica

LA SAPIENZA: IN ESPOSIZIONE OPERE DI MIRELLA BENTIVOGLIO

bentivoglioElegante e severa, carnagione bianca su vestito nero, come la maggior parte delle sue opere esposte dal lunedì 7 ottobre e fino al 31 ottobre al Museo laboratorio dell’Università la Sapienza, Mirella Bentivoglio si infila in una grande “O”. La foto è degli anni Settanta e si intitola Io= me. Il gesto è semplice, il la sapienzasignificato profondo. La donna è la “I” maiuscola e con il suo corpo va a formare la parola che è l’ossessione dell’artista: “Io”. Niente di narcisistico, intendiamoci, nel lavoro di questa protagonista dell’arte italiana ( e romana) del secondo dopoguerra, che la Sapienza ha il merito di celebrare con una mostra intelligente e di grande valore didattico, a due anni dalla morte e in attesa che le altre istituzioni si muovano. Anzi: il senso dell’opera di Mirella Bertarelli in Bentivoglio, nata a Klagentfurt, in Austria, nel 1922, e morta a Roma, dove viveva, nel 2017, è stato tutto improntato a un uso anche ironico del linguaggio e della comunicazione, ma proprio ai fini della demitizzazione dell’ego dominante e della visione mostraromantica dell’artista. Curata da Ada De Pirro e da Angelandreina Rorro, l’antologica Oltre la parola, Mirella Bentivoglio dalla Collezione Garrera (al Mlac da domani, inaugurazione alle 17, fino al 31 ottobre) propone 50 lavori che appartengono a due fratelli, i musicologi Gianni e Giuseppe Garrera, che con Bentivoglio hanno intessuto un rapporto stretto di collaborazione e di condivisione dell’amore per l’arte. Già ma di che arte si tratta? Di formazione poetessa, Bentivoglio non crede agli steccati e, negli anni ‘ 60 delle neo avanguardie, si affaccia con convinzione sul mondo delle immagini. Si scava un ruolo da protagonista nel mondo della Poesia concreta e di quella visiva. E impiega i codici della comunicazione per sovvertire le logiche merceologiche. Così in Cuore d’oca la “C” di Coca scompare in un ricciolo per lasciar declamare la parola ” oca”. E poi c’è il lavoro demistificatorio sull’Io. Continue reading

IL 7 OTTOBRE 1991 CI LASCIAVA NATALÍA GINZBURG

Natalia-GinzburgIl 7 ottobre 1991 muore a Roma, dove abitava nel quartiere Flaminio, Natalía Ginzburg, scrittrice di primo piano della letteratura italiana del Novecento. Natalia Levi nasce a Palermo da Giuseppe Levi, illustre scienziato ebreo di origine triestina, e Lidia Tanzi, milanese e non ebrea. Esordisce nel 1933 con il suo primo racconto, pubblicato dalla rivista “Solaria” e nel 1938 sposa Leone Ginzburg col cui cognome firmerà in seguito tutte le sue opere. Dalla loro unione nascono tre figli: Carlo, noto storico e saggista, Andrea e Alessandra. In quegli anni stringe legami con i maggiori rappresentanti dell’antifascismo torinese e in particolare con gli intellettuali della casa editrice Einaudi della quale il marito, docente universitario di letteratura russa, era collaboratore dal 1933. Nel 1940 segue il marito, che era stato mandato al confino per motivi politici e razziali, a Pizzoli in Abruzzo dove rimane fino al 1943. Nel 1942 scrive e pubblica, con lo pseudonimo di Alessandra Tornimparte, il suo primo romanzo intitolato La strada che va in città, che verrà ristampato nel 1945 sotto il nome dell’autrice. In seguito alla morte del marito, torturato e ucciso nel febbraio del 1944 nel carcere romano di Regina Coeli, nell’ottobre dello stesso anno Natalia giunge a Roma, da poco liberata, e si impiega presso la sede capitolina della casa editrice Einaudi. Continue reading

IN VENDITA CUSCINI DEDICATI AI LUOGHI DEL MUNICIPIO

CUSCINI,P20ROMA,P20NORDLa torretta di Ponte Milvio più famosa di Trinità dei Monti? Non esageriamo. Ma di certo Roma nord sta diventato un merchandising a tutti gli effetti. Ne è la riprova l’ultima trovata di una famosa catena di arredamento francese, 50 sedi sparse in tutta Italia, che ha da poco messo in vendita nei propri negozi (ma si trovano anche online) una serie di cuscini dedicati alla Capitale. Il logo stampato sulle federe è quello del Colosseo e fin qui nulla di strano. Ma, a sorpresa, le strade e le piazze scelte come simboli della città non sono quelle che hanno reso famosa Roma in tutto il mondo – piazza Navona, Fontana di Trevi, Trastevere o Castel Sant’Angelo- ma i luoghi tipicamente romanordisti: da corso Trieste a viale Parioli, da via Fleming a corso Francia. E non potevano mancare ovviamente piazza Euclide, storico ritrovo delle generazioni pre e post Moccia, e Ponte Milvio, tempio della movida under 20. I cuscini, dal costo di 14 euro e 99, stanno già diventando un cult tra i ragazzini ormai assuefatti da serie tv, parodie e social. E chissà che l’ormai famosa “battaglia” tra Roma nord e Roma sud non possa finire proprio così, a cuscinate. Fonte: il Messaggero