PONTE MILVIO, UNA STORIA LUNGA VENTICINQUE SECOLI

Piranesi-Ponte-Milvio-550x359Innumerevoli lucchetti hanno adornato uno dei ponti di Roma per diverso tempo, testimoniando promesse di amore eterno o quasi di coppie innamorate. Ora non è più possibile incontrare tali sigilli di amore, che avevano creato qualche problematica alla struttura e ai lampioni, tanto da essere rimossi nel 2007. Siamo sulla sponda nord del Tevere e stiamo battaglia-ponte-milvioparlando del Ponte Milvio. Si tratta di uno dei ponti più antichi di Roma, situato in un’area che era particolarmente strategica e funzionale al tempo degli antichi romani. Sorge con l’intento di prolungare via Flaminia nel IV secolo a.C. nella zona in cui appunto confluivano le vie Cassia, Flaminia, Clodia, e Veientana. Gli antichi romani lo chiamavano Ponte Mollo perché Pontemilvio-1930-550x319durante le piene del fiume Tevere, era il primo dei ponti a essere sommerso dall’acqua. Le prime menzioni di questo ponte risalgono al 207 a.C. durante la seconda guerra punica. In questo momento storico, la struttura doveva essere in legno e la sua costruzione è legata a un certo Molvius, della gens Molvia. Appunto, PONTE MILVIOMolvius è probabilmente il nome di uno dei magistrati che approvarono la ricostruzione del ponte in muratura. Altre fonti, invece, sarebbero concordi nel collegare il nome del ponte allo stato disastroso in cui spesso si è ritrovato nel corso della storia. A causa di queste frequenti situazioni, il ponte fu sottoposto a diversi interventi di restauro o ricostruzione come ad esempio quello legato al censore PONTE MILVIOMarco Emilio Scauro e risalente al 109 a.C. Tali interventi continuarono sino in epoca moderna. Tra questi, agli inizi dell’ottocento, furono promossi alcuni interventi di restauro da papa Pio VII, e affidati a Giuseppe Valadier. Egli ricostruì le arcate del ponte e realizzò una bella torre in stile neoclassico. Esiste però un altro episodio che ha reso il ponte particolarmente celebre per la storia di Roma e dell’intera cultura occidentale. Si tratta della conversione dell’imperatore Costantino, l’imperatore cristiano che ponte milvio stamattinanel IV secolo si trovava nei pressi di Ponte Milvio in occasione della battaglia contro Massenzio. Era il 312 d.C. e Costantino uscì vincitore da questo scontro diventando non solo imperatore ma artefice di un rinnovamento religioso che senz’altro ha cambiato il corso della storia dell’Occidente. Costantino ha promosso la libertà di culto nel 313 ponte milvio stanotteattraverso l’editto di Milano. La religione cristiana divenne allora un importante fattore di coesione e di propaganda per Costantino e le fonti tramandano che la sua conversione fu quasi miracolosa. Si narra che Costantino avrebbe sognato il Dio dei PONTE MILVIOcristiani la notte precedente allo scontro con l’avversario, e che in quella notte ebbe chiaramente una premonizione sulla vittoria. Avrebbe dovuto però far rappresentare sugli scudi dei suoi soldati un simbolo formato dalle lettere iniziali del nome di Cristo. Si trattava delle lettere greche X e P. Oggi il ponte Milvio fa parte del quartiere della Vittoria e di Tor di Quinto, dista poco da piazza PONTE MILVIO E I LUCCHETTIMancini, e costituisce un sito di interesse non solo per la sua fisionomia ma anche per i suoi dintorni, per la presenza di luoghi di interesse e locali. Si può passeggiare in zona, visitando Ponte Miglio con la sua torretta, e raggiungere anche il Foro Italico o l’Auditorium Parco della Musica. E non solo. Per chi ama andare in bici, è possibile percorrere Foto Ponte Milviol’area attraverso il proprio mezzo a due ruote, o addirittura noleggiarlo. Sappiamo inoltre che un tempo esisteva un circolo di artisti nei pressi del Ponte Milvio, il Pontemolle Gesellschaft, fondato nel XIX secolo. Ne facevano parte Thorvaldsen, Franz, Cornelius, Reinhart, Millin e diverse altre personalità artistiche. Artisti provenienti da tutta Europa si ritrovavano così in questa zona, passeggiando in aree che al tempo dovevano apparire particolarmente suggestive, anche grazie alla presenza della Torretta Valadier, e soprattutto agli occhi di chi giungeva a Roma da lontano.

AMUSE INVITA I CITTADINI IN PIAZZA UNGHERIA PER…

AMUSEScrivono quelli di Amuse, associazione Amici Municipio Secondo: “Abbiamo completato la sistemazione a verde delle due aiuole di piazza Ungheria in collaborazione con i Vivai Fleming: ci vediamo domenica 22 novembre dalle 11 alle 13 davanti alla chiesa di San Roberto Bellarmino per controllare che sia tutto a posto, pulire e raccontare la nostra iniziativa”.

COVID: RICOVERATO ALL’UMBERTO I, DOPO UNA VICENDA ALLUCINANTE

policlinico umberto IHanno fatto prima a ricoverarlo in terapia sub-intensiva che a spedirgli l’esito del tampone, comunicato con ben 13 giorni di ritardo dall’Asl Roma 2. E senza manco lo straccio di un referto, andato ufficialmente perduto: «risulta positivo al tampone del 5/11 ma non ci è stato ancora pervenuto il referto – ha scritto in un’e-mail mercoledì 18 l’ufficio Profilassi Sisp dell’Asl – Sarà nostra premura richiedere il referto a chi di competenza, e contattarla non appena ricevuto». Peccato che il malcapitato 73enne sia già stato, nel frattempo, ricoverato in gravi condizioni presso il reparto di Pneumologia dell’Umberto I. Con il resto della famiglia quasi tutta contagiata e “dimenticata” dall’Asl, che ha impiegato da un massimo di 16 giorni ad un minimo di una settimana per riuscire a comunicare l’esito dei referti agli altri 4 componenti del nucleo. Fonte: il Tempo

MERCATO TRIESTE, ARRIVANO LE MACCHINETTE MANGIAPLASTICA

LOGO MERCATO TRIESTELe macchinette mangiaplastica arrivano nei mercati rionali. Il progetto, analogo a quello già sperimentato nelle stazioni della metropolitana di Roma, prevede una premialità: conferendo 100 bottiglie, i cittadini avranno diritto a 1 euro di sconto sulla spesa presso i banchi aderenti alla campagna, a fronte di una spesa minima di 5 euro. Il meccanismo è semplice: per avere un codice utente, basta scaricare l’app Coripet per Android e Ios, disponibile su Google Play e App Store, oppure richiedere la card Coripet presso il mercato. Le macchinette arriveranno anche al mercato Trieste.

CHIUDONO ALLE 21 SUPERMARKET E NEGOZI, SÌ ALL’ASPORTO DI CIBO

NEGOZI CHIUSINegozi e supermercati di Roma e del Lazio chiusi dalle 21 nei giorni feriali, prefestivi e festivi per consentire al personale il rientro a casa entro le 22. Bar e ristoranti, in quanto pubblici esercizi, potranno effettuare attività di vendita con asporto fino alle 22. Sono questi i punti focali dell’ordinanza firmata dal Governatore Nicola Zingaretti contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid.

COME AFFITTARE UN MONOPATTINO ELETTRICO NEL NOSTRO MUNICIPIO

MONOPATTINO ELETTRICOUn tocco sullo smartphone e si parte: cresce sempre di più la flotta di monopattini elettrici in sharing che è possibile noleggiare anche nel nostro quartiere: Helbiz, Lime, Bird, Dott, Wind, Keri, Link e Voi. La scelta di modelli è ampia e per salire a bordo basta scaricare l’apposita applicazione. La flotta di monopattini rientra nel piano del Campidoglio per incrementare la mobilità sostenibile in tutte le aree di Roma al fine di sgravare il trasporto pubblico nell’era Covid.

IL 25 NOVEMBRE SCIOPERO DI SCUOLE E TRASPORTO PUBBLICO

SCIOPERO BUSSi preannuncia un mercoledì nero quello del 25 novembre: l’Unione sindacale italiana e l’Unione sindacale di base hanno proclamato lo sciopero generale. A rischio paralisi, trasporti e scuole. A Roma incroceranno le braccia i dipendenti capitolini, sia della aziende pubbliche, sia delle aziende partecipate, comprese cooperative e servizi socio sanitari educativi. Autobus di Atac, tram, metro e mezzi Cotral saranno fermi dalle 8.30 alle 12.30. L’agitazione investe anche la scuola, come si legge nel sito del Ministero dell’istruzione, sciopererà “il personale del comparto scuola docente, ata, educativo e dirigente a tempo determinato e indeterminato, delle scuole in Italia e all’estero”.

I LEGAMI DELLA GRANDE ANNA MAGNANI CON IL NOSTRO MUNICIPIO

anna magnaniAnna Magnani è una delle più grandi attrici della storia del cinema italiano ed internazionale, con due nomination all’Oscar ed uno vinto (nel 1956 con il film La rosa tatuata accanto a Burt Lancaster). Memorabili anche le sue interpretazioni in Roma città aperta di Rossellini e Bellissima di Luchino Visconti. Interprete di ruoli forti e appassionati, anche nella vita ha sfidato con caparbietà la società del suo tempo. Ci sono poi aspetti che la legano al nostro municipio: il primo, che nacque il 7 marzo del 1908 dalle parti di Porta Pia; il secondo, che a lei è intitolata una strada nel quartiere Parioli.

COVID: LA SITUAZIONE IN CITTÀ E NEI NOSTRI QUARTIERI

la mappaIn una Roma a macchia di leopardo, il virus corre a più velocità, insomma. E circolando dentro al raccordo, dopo Centocelle raggiunge Don Bosco, che mantiene il secondo posto della classifica con un alto numero di contagiati: sono 614 i positivi a fronte dei 539 del 9 novembre (+ 75 in 6 giorni). Si tratta di numeri in termini assoluti, che fanno riferimento ai dati aggiornati al 15 novembre nella mappa del Seresmi (Servizo regionale per l’epidemiologia, sorveglianza e controllo delle malattie infettive dell’istituto Spallanzani), la quale identifica se in un’area geografica è presente un maggior o minor numeri di casi in rapporto alla popolazione residente e al numero di tamponi effettuati. In terza posizione c’è Primavalle, nel XIV Municipio, con 606 casi (+75 rispetto al 9 novembre e 142 in più rispetto ai primi del mese). Continue reading

QUELLA PALAZZINA DI VIALE LIEGI

VIALE LIEGIviale liegi 2La palazzina, che qui vedete riprodotta in foto d’epoca e in immagini attuali, si trova in viale Liegi n. 42 nel Quartiere Parioli. Fu progettata da Marcello Piacentini nel 1920 sui terreni appartenenti a viale liegi 1Villa Nobili, per conto della Società Italiana per le imprese edilizie. La pianta dell’edificio è ad L, con il tratto lungo che si sviluppa lungo via Montevideo e quello breve su viale Liegi.vÈ una delle migliori opere del giovane Piacentini rimaste ancora oggi, fortemente influenzata dallo stile viennese, di cui l’architetto era fervente ammiratore. La palazzina si sviluppa su quattro piani, con cinque finestre sulla facciata su Viale Liegi. viale liegi 4 viale liegi 3Le due finestre laterali sono incorporate in bow window che si sviluppano sul primo e secondo piano terminando in un balcone circolare al terzo piano. Una fascia a bugne rustiche di travertino riveste il piano seminterrato e il portone d’ingresso. La facciata è ricoperta da un’intonaco a striature orizzontali, di stile secessione, che da un forte effetto plastico di chiaroscuro. L’ultimo piano è caratterizzato da tre finestre ad arco; sul tetto si apre centralmente una cimasa con timpano contenente una finestra, affiancata da due sfere decorative, inoltre sono presenti due abbaini e comignoli, sulla sinistra si apre una lunga terrazza sormontata da un pergolato.

COUS COUS A REGOLA D’ARTE: DOVE? A PIAZZA BOLOGNA

cus-cusPiazza Bologna, location informale, e cous cous realizzato a regola d’arte. Nel ristorante Cus Cus, i sapori siciliani sono protagonisti e il piatto tipico della cultura araba – da cui il locale prende nome – viene proposto con maestria e passione. Da non perdere i cous cous vegetariani, il Cuscaponata, la Norma, il Freddo con Crema di basilico e pomodorini caramellati e quelli con la carne, come lo Zighinì di manzo, il pollo con i funghi e il Coniglio alla Pattuisa, realizzato in agrodolce secondo un’antica ricetta ragusana. A base di pesce, il sugo Catalana di Gamberi, il Ragù di Polpo, il Nero di Seppie, lo Spezzatino di Ricciola e patate. Il menù varia quotidianamente a seconda della disponibilità del mercato e della stagionalità.

VILLA TORLONIA: TECHNOTOWN ONLINE E “DIDATTICA A DISTANZA”

technotownTechnotown, lo spazio dedicato alla creatività e alla scienza dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, per essere vicino ai ragazzi e alle famiglie in questo tempo “sospeso”, riparte sul web con le nuove attività digitali a distanza del progetto Techno@Home. Un progetto che dallo scorso marzo ad oggi ha portato tante persone, piccoli e grandi, alla scoperta di curiosità, sperimentando insieme e divertendosi con la musica, la fotografia, la botanica e tanto altro ancora. Un progetto che soprattutto ha permesso a ciascun partecipante di poter condividere, attraverso i giochi e le sfide, la propria creatività con amici, familiari e persone vicine e lontane, creando una vera e propria community virtuale che anche oggi sta proseguendo con grande partecipazione.  Continue reading

ECCO LE PROBABILI REGOLE PER LO SHOPPING NATALIZIO

bus nataleUn Dpcm “fotocopia” che il 3 dicembre prolunghi per dieci giorni le restrizioni in vigore allo scopo di far scendere i numeri dell’epidemia. E poi una finestra di dieci-quindici giorni che, a ridosso del Natale, “liberi” lo shopping delle feste – che vale 5,1 miliardi secondo la Coldiretti – per poi tornare a chiudere tutto prima del 24 dicembre, consentendo feste solo con i congiunti ovvero i parenti stretti. Il piano del governo Conte per il Natale sembra farsi sempre più concreto mentre dall’analisi dei dati del Bollettino della Protezione Civile sembra registrarsi una prima frenata dell’epidemia di coronavirus.