PARIOLI: OCCUPATO IL LICEO AZZARITA, MA LA PRESIDE NON CI STA

liceo azzarita logoUno striscione suggella l’occupazione del plesso dell’istituto Tommaso Salvini. Il liceo dei Parioli si aggiunge al lungo elenco di scuole occupate: trenta da settembre, quattordici solo negli ultimi tre giorni. Il blitz degli studenti è scattato all’alba. Secondo quanto riferito da un’impiegata del personale amministrativo alcuni ragazzi incappucciati sarebbero arrivati molto presto e all’urlo della dipendente si sarebbe scatenato il parapiglia. I liceali confermano di aver tentato di entrare verso le sei del mattino, ma negano il trambusto. «Abbiamo trovato il personale all’interno e quindi ci siamo allontanati», spiegano da dentro la scuola. E aggiungono: «All’entrata delle otto un compagno è stato placcato dai professori perché senza zaino e quindi sospettato di essere tra i possibili occupanti». Proprio durante l’ingresso a scuola è scattato il secondo tentativo di occupazione, questa volta riuscito. Continue reading

LA CURA DELLE PAROLE, SE NE DISCUTE A VIA SAVOIA

riguardo-alle-parole-2300x1200-formatkey-jpg-w511Il podcast “Riguardo (al)le parole”/“Concerning Words”, parte integrante del progetto “Transcultural Attentiveness”, nasce dalla necessità di uscire dalla formula chiusa del convegno, visto e vissuto da poche persone, e di creare uno spazio virtuale aperto e sempre accessibile, con contributi che toccano numerosi campi e aspetti del dialogo transculturale.  Il titolo della serie gioca con l’idea dell’avere riguardo e cura verso le parole, ma rimanda anche alla necessità di riguardare le parole, cioè di portare un nuovo sguardo su di esse. Ogni episodio della serie, pensata come conferenza permanente, accessibile in qualsiasi momento e secondo il ritmo di ascolto individuale, si focalizza su un concetto chiave. Alla presentazione del podcast, nell’Auditorium del Goethe-Institut di via Savoia, saranno presenti alcuni dei relatori e delle relatrici del podcast: Wissal Houbabi, Mackda Ghebremariam Tesfaù, Luca Peretti e il Collettivo Tezeta e le curatrici.

CASINA DELLE CIVETTE: PERCORSO GUIDATO PER NON VEDENTI

1050x545_mic_evento-GIDAlla Casina delle Civette di Villa Torlonia il 3 dicembre visita guidata nell’ambito dell’iniziativa Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. Accanto alla descrizione delle trasformazioni architettoniche dell’edificio, caratterizzato da un aspetto medioevale con un repertorio ornamentale che testimonia lo stile eclettico tipico degli inizi del Novecento a Roma, è possibile accompagnare il visitatore in un percorso guidato sulle Arti Applicate. Dall’ingresso di Villa Torlonia fino all’interno del recinto della Casina delle Civette si possono esplorare rilievi, sculture, ferri battuti, intarsi di legno, fontane di mosaico. All’interno del museo sono previsti percorsi tattili per scoprire alcuni dettagli degli diversi apparati decorativi.

DOMENICA “LEZIONI DI STORIA” AL PARCO DELLA MUSICA

LEZIONI DI STORIAAll’Auditorium Parco della Musica, per il ciclo di incontri Lezioni di Storia dedicati al tema del conflitto tra donne e uomini nel corso della storia dell’umanità, domenica 5 dicembre alle ore 11, Francesca Cenerini, docente di Storia romana ed Epigrafia e Istituzioni romane all’Università di Bologna, parlerà delle Politiche matrimoniali: l’onore e il sangue di Claudia Livia Giulia. Nella Roma del I secolo d.C. la lotta per il potere attraversa le grandi famiglie e investe direttamente le relazioni sessuali e matrimoniali. Come dimostra la storia di Claudia Livia Giulia, fra complotti, tradimenti e morti cruente. Le Lezioni potranno essere seguite anche in diretta streaming sulla piattaforma auditoriumplus.com. I biglietti singoli per le lezioni in presenza, gli abbonamenti e i biglietti per le dirette streaming sono acquistabili online su www.auditorium.com e www.ticketone.it.

PIAZZA VERBANO, SABATO GRANDI PULIZIE

volantino-pulizia-p.zza-VerbanoSabato 4 dicembre 2021, dalle 9:30, a piazza Verbano, Amuse  – associazione Amici Municipio Secondo – organizza una pulizia volontaria, con Ama, Retake, comitati cittadini operanti nella zona e singoli cittadini interessati. Si vuole così manifestare l’interesse agli “spazi pubblici-beni comuni”, non per sottrarre alle amministrazioni competenti il dovere di predisporre tutti gli strumenti necessari per garantire la qualità della città.

IL VILLAGGIO DI NATALE ALL’AUDITORIUM, MA ANCHE…

auditorium parco del ghiaccioLa programmazione della Fondazione Musica per Roma in Auditorium propone il concerto di Michele Rabbia e Daniele Roccato che presentano il progetto Chantiers Sonores (giovedì 2 dicembre) e a seguire due serate dedicate a Canzoniere, che vedrà il ritorno in scena della poesia con la presenza di diversi interpreti (3 dicembre) e l’esecuzione di Acoustic postcards Venice di Andrea Liberovici e Interpretare Zanzotto. Gli Sguardi i Fatti e Senhal di Lello Voce (4 dicembre). Domenica 5 dicembre lo spettacolo Amore, Morte e Rock & Roll porterà in scena le ultime ore di Bowie, Cohen, Lou Reed e Freddie Mercury. Lunedì 6 dicembre torna Valerio Scanu con il suo E sarà Natale live show in versione acustica. Infine martedì 7 dicembre il duo Fabrizio Bosso e Rosario Giuliani capeggeranno il quartetto completato da Alberto Gurrisi all’organo e Marco Valeri alla batteria nel progetto Connection. (Inizio concerti ore 21. Biglietti online su https://www.ticketone.it). Da sabato 4 dicembre inoltre al via il Villaggio di Natale all’Auditorium e la Pista del ghiaccio che faranno da cornice a un cartellone ricco di concerti, spettacoli, Festival Gospel e mostre per festeggiare in musica le festività.

BREVE STORIA DEL QUARTIERE FLAMINIO

FLAMINIO STEMMAIl Quartiere Flaminio sorge lungo il primo tratto della via Flaminia, quello che da Porta del Popolo giunge fino a Ponte Milvio. Quest’area, estremamente vicina al fiume Tevere e molto pianeggiante, era esposta facilmente ad inondazioni, ed anche per questo non vi furono, per secoli, particolari insediamenti. Sappiamo però, chedurante il periodo dell’Antica Roma, lungo la via Flaminia sorgevano numerosi sepolcri: uno, ad esempio, detto “meta” o “trullo”, era di poco dentro Porta Flaminia ed aveva la forma piramidale, proprio come la Piramide Cestia; sappiamo poi dell’esistenza di un sepolcro circolare, che compare anche nella mappa di Roma del Bufalini, rinvenuto poi in degli scavi del 1911, ed altri frammenti di sepolcri sono stati rinvenuti negli anni presso Porta del Popolo. Intorno alla metà del Cinquecento, vi furono alcune importanti innovazioni in questo tratto della via Flaminia: Papa Giulio III fece costruire la Villa Giulia (che si trova però nel Quartiere Pinciano), e, come parte del complesso, fu eretta dal Vignola la Chiesa di Sant’Andrea. Continue reading

AUDITORIUM GARAGE, MOSTRA ANTOLOGICA DI ADRIAN TRANQUILLI

An Unguarded Moment, la mostraNell’Auditorium Garage, il rinnovato spazio espositivo del Parco della Musica che la Fondazione Musica per Roma dedica all’arte contemporanea, da sabato 4 dicembre apre An Unguarded Moment, la mostra antologica dell’artista Adrian Tranquilli che presenta oltre cinquanta opere in un percorso inedito, fatto di installazioni ambientali dal forte impatto visivo. Il progetto inoltre mette in risalto l’importante ruolo che la musica gioca nella produzione dell’artista romano. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

DOMENICA TORNA L’INGRESSO GRATUITO NEI MUSEI CIVICI

MUSEI CIVICIDomenica 5 dicembre torna inoltre l’ingresso gratuito nei Musei civici di Roma nei quali, oltre alle collezioni permanenti, sarà possibile visitare le numerose e differenti mostre temporanee in corso. Aperte al pubblico gratuitamente anche l’area archeologica del Circo Massimo e l’area archeologica dei Fori Imperiali. Dove poter andare, allora, nel nostro municipio? Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia,  Museo Pietro Canonica e Museo Bilotti a Villa Borghese.

E TANTE MOSTRE AL MACRO DI VIA NIZZA

MACRO LOGOAl Macro di via Nizza proseguono le mostre del programma autunnale: Fore-edge Painting, con Tauba Auerbach, Kerstin Brätsch, Cansu Çakar, Enzo Cucchi, Camille Henrot, Victor Man, Andrea Salvino e Andro Wekua; You can have my brain di Anna-Sophie Berger e Teak Ramos; The Extra Geography di Sublime Frequencies; Autoritratto come Salvo, che include anche opere di Jonathan Monk, Nicolas Party, Nicola Pecoraro e Ramona Ponzini; Win A New Car di Vier5; Chi ha paura di Patrizia Vicinelli, dedicata alla poetessa bolognese Patrizia Vicinelli. Ingresso gratuito. Orari: martedì, mercoledì, giovedì e domenica ore 12-20; venerdì e sabato ore 12-22.

QUEL PALAZZO AL FLAMINIO

 Il palazzo per la Società la Casa Familiare si trova nel Quartiere Flaminio, nell’isolato compreso tra via Flaminia, via Pasquale Stanislao Mancini, via Emanuele Gianturco e piazza della Marina. Esso venne realizzato tra il 1928 ed il 1932 dall’ingegnere Giulio Gra per la società La Casa Familiare, con il fine di ospitarvi alti dirigenti pubblici. L’edificio è di dimensioni imponenti, al punto da occupare un intero isolato, si sviluppa su cinque piani ed è ricco di elementi architettonici ripresi dai palazzi nobiliari della Roma manierista, quali bugnato, logge e portici. Tutte le facciate sono occupate centralmente da logge a tre archi su colonne corinzie di ordine gigante. Le finestre del pian terreno sono decorate da un bugnato a diamante e sormontate da un timpano, mentre quelle del piano nobile sono dotate di cornici modanate e architravate, l’ultimo piano è occupato da finestre quadrangolari con architrave su mensole occupato centralmente da una grande conchiglia. L’ampio numero di elementi, tuttavia, non appesantisce la facciata che mantiene una leggerezza arricchita da elementi che la rendono scenografica. L’uso del cemento armato, inoltre, coniuga gli elementi ripresi dal passato ad un’architettura moderna. Fonte: Rerum Romanarum

DUE GATTINI DA ADOTTARE

gattiniDice Gigi Benda:Ciao a tutti! Ho trovato questi due gattini per strada e ho veramente bisogno di aiuto per farli adottare siccome io in casa non posso tenerli. Mi è stato detto di liberarli ma non ho il cuore. Sono due maschietti di circa 2 mesi e mezzo. Se qualcuno di voi conoscesse qualcuno in cerca di micetti vi prego di farmi contattare su Facebook. Grazie a chi potrà aiutarmi.”

PORTA PIA E DINTORNI, LE LAMENTELE DEI COMMERCIANTI

PORTA PIASi lamentavano ieri i commercianti di Porta Pia e dintorni: “Oggi il piazzale di Porta Pia sarà oggetto di manifestazione e come sempre vietato alla sosta con le solite , pesanti, conseguenze per i residenti e commercianti. Non possiamo e non dobbiamo subire continuamente questa “tassazione” e disagio causato spesso da manifestazioni politiche , ultima quella dei 14 sindaci regione Lazio, con pochissime presenze a discapito di 40 autovetture spostate o rimosse con multe da 240 euro. Chi vuole potrà aderire al prossimo esposto in Procura della Repubblica e a tutte le azioni possibili perché questa continua e ingiusta vessazione abbia un termine.”

LIBRO DI TYPIMEDIA: QUASI UN SECOLO DI QUARTIERE NOMENTANO

Copertina_CE-Nomentano_SITO-pivccola-500x500“Come eravamo. Nomentano 1865 – 1960” è la nuova tappa del progetto editoriale che Typimedia dedica alla memoria dei quartieri di Roma. Una straordinaria opera collettiva nata grazie alla partecipazione diretta delle famiglie del quartiere, ma anche delle parrocchie, gli ospedali, le attività storiche che hanno condiviso il loro archivio fotografico e le tante storie che ogni immagine porta impresse. Novantacinque anni di storia durante i quali il nostro Paese affronta le guerre risorgimentali, due conflitti mondiali, una campagna di resistenza e, infine, l’inizio del processo di industrializzazione. Attraverso emozionanti foto d’epoca si parte dal periodo pontificio per arrivare fino all’Italia del boom economico. Gli scatti in bianco e nero raccolti dal curatore del volume, Antonio Tiso, mostrano la presa di Porta Pia, le strade sterrate e le campagne di inizi Novecento, i primi cantieri, luoghi come piazza Bologna e via Livorno quando ancora non avevano l’aspetto attuale. E ancora: le scene dei post bombardamenti, i volti dei combattenti per la libertà, la vita degli studenti universitari alla Sapienza, i primi scout di viale delle Province, i ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità, i matrimoni in tram, il volto amico del maestro Manzi. Accanto ai grandi temi si affiancano piccole storie di vita quotidiana, dense di calore, nelle quali viene spontaneo identificarsi per il loro carattere universale. E così, pagina dopo pagina, affiorano tesori nascosti che aspettavano solo di essere ripuliti dalla polvere per diventare parte di un libro collettivo. “Come eravamo” è un emozionante viaggio nella memoria che recupera e valorizza la conoscenza e la consapevolezza del nostro passato.

VIA SIACCI: A GENNAIO CORSO BASE DI FOTOGRAFIA DIGITALE

FOTO CORSOCorso base di fotografia digitale in aula, a via Siacci. Il corso dura due mesi (8 settimane) / dieci lezioni di 1 ora e 30 minuti / 8 incontri a studio + 2 uscite fotografiche. Da martedì 18 gennaio 2022. Docente Gilberto Maltinti. Costi: €250. Si accettano flexible benefit / i voucher del welfare aziendale. Iscriviti. Compila il form sottostante o scrivi a gilberto@pariolifotografia.it

AMUSE: L’INTERVENTO DI FEDERICA ALATRI SU RADIO ROMA CAPITALE

federica alatriLunedi 29 novembre, alle ore 11, Amuse associazione Amici Municipio Secondo, è stata in diretta su Radio Roma Capitale (Fm 93 Mhz) nella rubrica “Ma che parlate a fa” di Paolo Cento per fornire notizie e informazioni sulle attività di  Amuse. La socia Federica Alatri ha anticipato due importanti appuntamenti sul territorio del II Municipio che si terranno il 4 dicembre 2021 per una Giornata di pulizia volontaria insieme a Retake Roma in piazza Verbano e l’altra il 18 dicembre 2021 per una Giornata di solidarietà a piazza Ungheria. Per ascoltare l’intervento di Federica Alatri clicca qui.

“10 CORTOMETRAGGI POETICI” ALLA CASA DEL CINEMA

casa del cinemaGiovedì 2 dicembre, ore 20, alla Casa del Cinema, “Poetry!, le Voci della Poesia”, un progetto audiovisivo di Manuela Maddamma e Nicola Marcucci, con la proiezione di 10 cortometraggi poetici, interpretati dai volti e dalle voci di: Gerolamo Alchieri, Tiziana Bagatella, Angela Brusa, Stefano Brusa, Chiara Colizzi, Ughetta D’Onorascenzo, Gino La Monica, Nicola Marcucci, Silvia Siravo, Franco Zucca e Ludovica Modugno. Durante la serata Ludovica Modugno, scomparsa da appena un mese, sarà omaggiata dal ricordo dei colleghi e dell’Anad, Associazione nazionale attori doppiatori. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria (con green pass o tampone entro 48h).