VILLA TORLONIA, DAL 6 AL 31 AGOSTO, TECHNO@ADVENTURE

 Nel parco di Villa Torlonia, dal 6 al 31 agosto, è tempo di Techno@adventure, i nuovi giochi-sfida all’aperto proposti da Technotown, lo spazio dedicato alla creatività e alla scienza dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. Technotown vuole così offrire ai bambini e alle famiglie nuove occasioni di svago e di divertimento creativo che accompagnino, soprattutto i più piccoli, nel graduale ritorno alla normalità dopo le restrizioni anticovid-19.   Per queste ragioni la nuova programmazione estiva vede accanto ai tanti e diversi contenuti online, fruibili sempre sul sito www.technotown.it e sui canali social, anche una iniziale ripresa delle attività dal vivo. Sul web si troveranno nuove sfide, approfondimenti e tutorial speciali collegati e propedeutici alle attività che si svolgeranno poi all’aperto nel parco di Villa Torlonia. I giochi-sfida all’aperto, stile caccia al tesoro o avventure in villa, si svolgeranno nel rispetto delle misure anticovid-19 e del distanziamento interpersonale. I partecipanti useranno infatti solo i propri smartphone e le comunicazioni con i tutor di Technotown avverranno tramite messaggi su whatsapp.

MUNICIPIO: INIZIATE LE CHIAMATE PER GLI ASILI NIDO

asilo-nidoIl Municipio comunica ai genitori interessati che a partire da ieri, 3 agosto, hanno avuto inizio le chiamate dei bambini in lista d’attesa nei nidi del Municipio Roma II. Si ricorda all’ utenza di consultare la propria mail e gli orari dei nidi scelti nella domanda. Al momento dell’ accettazione si dovrà dichiarare di essere  in regola con le vaccinazioni obbligatorie. I nidi per i quali si potrà essere contattati sono tutti quelli dichiarati nella domanda inoltrata all’ufficio competente.

“IL PESCE INNAMORATO”: QUELLA SCENA VICINO PIAZZA FIUME

VERSARI CON PIERACCIONIGiusto ieri in tv hanno ridato “Il pesce innamorato” di e con Leonardo Pieraccioni e tanti altri. Tra questi, Vincenzo Versari nel ruolo dello zio che vuole aprire un negozio di parrucche. Ebbene, tra le tante location in Toscana, ce ne sono tre a Roma: piazza del popolo, il Grand Hotel Plaza a via del Corso e all’angolo tra via Piave e l’ex Porta Salaria, laddove Versari apre il negozio.

UN ALTRO GROSSO RAMO SI SPEZZA IN VIALE DELLE PROVINCIE

viale delle provinciell 29 giugno un grosso ramo si era spezzato in viale delle Provincie, finendo sulla carreggiata, danneggiando alcuni mezzi privati e invadendo il marciapiede fino ad arrivare con la fronda davanti al portone di un palazzo. E verso le 11 di ieri, lunedì 3 agosto, un altro ramo, della stessa grandezza, si è spezzato dallo stesso albero, rimanendo a “penzoloni”. Subito la strada è stata chiusa: “Autobus e macchine sono rimaste bloccate”, spiega Gianluca Margiotta, residente della zona. Sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno liberato la carreggiata e tagliato il ramo, i cui resti ormai sono stati accatastati al bordo della strada e ora occupano dei posti auto. Continue reading

NON C’ERA UNA VOLTA LA RINASCENTE A PIAZZA FIUME

piazza fiume Foto un po’ rétro di piazza Fiume. Ebbene, dove campeggia la scritta Fiat, oggi c’è la Rinascente. Un filobus (ci fossero adesso!) lascia la Salaria per andare verso via Piave e un ciclista imbocca la stessa strada come ora non si può, essendo senso unico al contrario. L’asfalto è fatto di sampietrini e il sottopasso con la libreria è di là da venire Infine, deve essere una stagione calda, a giudicare dall’abbigliamento dei pochi pedoni.

QUANDO A VIALE LIBIA C’ERA IL CINEMA MONDIAL

cinema-mondial-viale-libiabenetton-viale-libiaQuesto è il cinema Mondial, che si trovava in viale Libia (la foto è del 1964) al civico 57/65. Era un cinema di “seconda visione”, come si diceva allora, dove i film venivano proiettati in un secondo momento, dopo l’uscita in “prima”. Alla chiusura, è stato un magazzino Coin, poi diventato Benetton.

“UNA GIORNATA PARTICOLARE”, FILM DI SCOLA GIRATO A VIA XXI APRILE

Una_giornata_particolare_(film)“Una giornata particolare” è un film del 1977 di Ettore Scola. La vicenda riassume la vita di due persone: Antonietta (Loren), casalinga ingenua ed ignorante e madre di sei figli, è sposata con un impiegato il palazzo via XXI aprilestatale, fervente fascista; Gabriele (Mastroianni) è un ex radiocronista dell’Eiar, rimasto disoccupato perché omosessuale. Il film negli esterni e in parte degli interni è stato interamente girato in una delle case di viale XXI Aprile, i cosiddetti palazzi Federici, il più grande edificio di case popolari costruito in Italia negli anni Trenta.

A PIEDI IN TANGENZIALE PROVOCA INCIDENTE

TANGENZIALEÈ accaduto l’altro giorno  nel quartiere Trieste Salario, all’altezza dello svincolo per viale Somalia. L’uomo che ha causato il tamponamento è un rom, proveniente da un’insediamento abusivo che si trova nei pressi della Tangenziale. Nell’incidente sono rimaste ferite due persone, fortunatamente in maniera lieve. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale della Capitale e un’ambulanza del 118. I sanitari hanno soccorso i due automobilisti feriti.

VIA DEI PICENI, CHIUSA ASSOCIAZIONE CULTURALE

VIA DEI PICENIContinuano i controlli dei carabinieri sulla movida romana, soprattutto a Trastevere e a San Lorenzo. I militari hanno effettuato un sopralluogo in un circolo a San Lorenzo dove vi hanno trovato una trentina di persone all’interno che non effettuavano nessun tipo di distanziamento sociale. È accaduto ieri notte all’associazione culturale Amici dell’Arte in via dei Piceni. I carabinieri hanno riscontrato che diverse persone erano all’interno senza mascherine e non rispettavano il distanziamento. Ecco che sono state contravvenzionate 31 persone che dovranno pagare una multa per la loro condotto non a norma. L’associazione dovrà rimanere chiusa per 5 giorni. I controlli sono stati eseguiti dai carabinieri della compagnia Trastevere e da quelli della compagnia piazza Dante, con il rinforzo di militari provenienti dai Comandi del Gruppo Roma, dell’8° Reggimento “Lazio”, e del Nas di Roma e del Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria. Fonte: il Messaggero

PIAZZALE FLAMINIO: GLI ORARI ESTIVI DELLA FERROVIA ROMA NORD

STAZIONE DI PIAZZALE FLAMINIONuovo orario estivo per la Ferrovia Roma Nord. Dal 3 agosto entra in vigore la nuova offerta feriale sulla Roma-Civitacastellana-Viterbo: aumentano le corse sulla tratta extraurbana, i treni passano da 24 a 34 mentre le navette bus da 8 a 12. Sostanzialmente invariato il numero di corse del servizio urbano. Sempre 155 le corse tra Flaminio e Montebello. “Per la prima volta viene ampliato l’arco di servizio mattinale e serale di 40 minuti consentendo di raggiungere il nodo di interscambio Flaminio prima delle ore 6.00” – fa sapere Atac. Da Montebello, infatti, il primo treno partirà alle ore 5.35 anziché alle ore 5.55 come previsto nel precedente orario. Continue reading

PIAZZA FIUME: IL MONUMENTO A QUINTO SULPICIO MASSIMO

SEPOLCRO SULPICIO MASSIMOCippo_funebre_quinto_sulpicio_massimoIl monumento a Quinto Sulpicio Massimo è un monumento sepolcrale romano oggi posizionato all’incrocio tra via Piave e via Sulpicio Massimo, all’interno delle mura Aureliane. Dalla demolizione della torre orientale di Porta Salaria sono venuti alla luce due monumenti: il monumento di Quinto Sulpicio Massimo e uno non identificato. Il monumento non identificato, anch’esso collocato all’incrocio tra via Piave e via Sulpicio Massimo nell’area del vecchio Studio di Ettore Ferrari, è una struttura di epoca Sillana composta da una cella rettangolare costruita in grossi blocchi di peperino, con cornici e lesene in calcare e sottobasi di ardesia. Sulla destra, è collocato il secondo monumento composto da uno zoccolo di travertino e da un cippo marmoreo con frontoni ed acroteri. Continue reading

MOVIDA VIOLENTA A SAN LORENZO

 Notte in stile “Fight club” dei giovanissimi a San Lorenzo.  “Dacce i panini”, ordina una comitiva di quattro ragazzi al lavorante bengalese, 38 anni, in una paninoteca in via dello Scalo di San Lorenzo. Hanno i soldi per pagarne uno solo ma ne vogliono quattro. Lui non cede. Loro prima provano a ingannarlo poi passano alle mani. Centrano il dipendente con una bottigliata in fronte: finisce al pronto soccorso del San Giovanni  e viene dimesso con otto giorni di prognosi. Va peggio al titolare della paninoteca, bengalese anche lui, che cerca di mandare via i ragazzi e viene ferito con una testata al setto nasale. I quattro aggressori sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo operativo di piazza Dante. Non solo risse al chiaro di luna. A San Lorenzo ci sono anche diversi locali che fanno somministrazione camuffati da finte associazioni culturali. Pur di fare profitto violano le misure anti-covid. Una di queste, in via dei Piceni, è stata multata e chiusa per cinque giorni. All’interno c’erano 31 persone, troppo vicine e senza mascherine: agli avventori la multa sarà notificata a casa.

SPOSTATE LE BANCARELLE DI LARGO RAVENNA

LARGO RAVENNAScrive l’assessore municipale Valeri Casini: “Dopo un lungo percorso di confronto con le associazioni di settore, i commercianti e i cittadini, sono state delocalizzate le bancarelle a rotazione di largo Ravenna. Un risultato importante atteso da anni, con l’obiettivo di salvaguardare il decoro e il lavoro degli operatori ambulanti autorizzati e delle stesse attività commerciali. Un particolare ringraziamento va all’Ufficio Tecnico del Municipio, ad Ama, alla polizia locale e a Francesca Del Bello, presidente del Municipio”.

ALCUNE RIFLESSIONI SULLA VICENDA DEL PARCO NEMORENSE

Parco_NemorenseScrive Thaya a proposito del Parco Nemorense: “Con una Determina Dirigenziale, il 7 dicembre 2018 il Dipartimento Tutela Ambientale aveva approvato la “Riqualificazione ambientale e vegetazionale” del Parco Nemorense. I lavori per realizzarla, avviati a novembre 2019, sono terminati il 26 giugno u.s. (come previsto nel verbale della Direzione Lavori) dopo un’interruzione di 49 giorni (17 marzo-5 maggio) dovuta al Covid19. Seppure consapevoli dell’esiguità dell’importo lavori (Euro 338.877,91 + 20.148,84 per la sicurezza, ridotti addirittura di 1/3 grazie a una sorprendente “offerta a ribasso” dell’azienda aggiudicataria), molti cittadini, alcuni dei quali nel corso degli anni si sono battuti affinché la Soprintendenza rispettasse il vincolo su questa bella opera di Raffaele De Vico (il parco essendo proprietà di ente con più di 70 anni è sottoposto a tutela ai sensi dell’art.10 c.1 del D.Lgs. 42/04 )  e l’Amministrazione Capitolina cancellasse il parcheggio interrato previsto dal Piano Urbano Parcheggi, avevano riposto grandi speranze in questo progetto di riqualificazione. Continue reading