LA SCOMPARSA DI CESARE NISSIRIO

nissirioScrive Marco Esposito: “Volevo segnalarvi che purtroppo è venuto a mancare in questi giorni Cesare Nissirio, un intellettuale del quartiere (abitava in via Catania, ndr), promotore culturale, scrittore, saggista, ideatore di mostre ed eventi e grande amante della cultura francese tanto da aver fondato il “Museo parigino a Roma”. Qualcuno di noi avrà avuto l’immenso piacere di conoscerlo…io da pochi mesi ma lo voglio ricordare con questo concerto che ha donato alla nostra collettività lo scorso gennaio presso la Casina delle Civette di Villa Torlonia, presentandosi in una delle molteplici vesti della sua personalità eclettica, quella di “chansonnier”. Buon viaggio Cesare. E ancora grazie”.

VILLA ADA, STRAGE DI PINI

villa ada“Fermate la strage dei pini a Villa Ada”. È l’allarme lanciato da Lorenzo Grassi, il coordinatore dell’Osservatorio Sherwood, formato da un gruppo di cittadini impegnati da oltre 10 anni per la tutela del polmone verde del municipio II, una delle foreste urbane più grandi d’Europa, con  oltre 600 specie arboree diverse. villa ada 2Un grido d’allarme condiviso dalle sette fondatrici del comitato “Salviamo i pini di Corso Trieste”, preoccupate anche loro per la sorte dei 129 pini che impreziosiscono la passeggiata tra via Nomentana e piazza Annibaliano. A Villa Ada “negli ultimi giorni sono tornate in azione le motoseghe del Campidoglio – spiega Grassi – finora hanno abbattuto circa villa ada 3sei pini nella porzione del parco compresa tra il laghetto superiore e la strada che conduce al maneggio: in questa zona oltre 50 alberi sono stati contrassegnati con una x rossa dipinta sui fusti, il che, secondo l’ultimo monitoraggio eseguito nel 2018 su bando dell’anno precedente (una gara da 3,5 milioni di euro), significa che sarebbero da abbattere”. Un fatto che preoccupa non solo l’Osservatorio Sherwood, ma tutti i frequentatori della villa, in testa gli amministratori più attenti alle dinamiche del territorio. Continue reading

MUSEI: PRIMA DOMENICA DEL MESE CON INGRESSO GRATUITO

musei_civici_aperti_prima_domenica_mese_d0Domenica 7 giugno si riparte anche con la prima domenica con ingresso gratuito per tutti nel Sistema Musei in Comune di Roma Capitale. Tutti, previa prenotazione obbligatoria allo 060608, potranno accedere gratuitamente nei Musei Civici, di nuovo aperti al pubblico dopo il lungo periodo di chiusura dovuto all’emergenza sanitaria. Aperte MIC CARDnuovamente anche le aree archeologiche dei Fori Imperiali (ingresso dalla Colonna Traiana e uscita dal Foro di Cesare su via dei Fori Imperiali) dalle 08.30 alle 19.15 (ultimo ingresso 18.15) e del Circo Massimo (a esclusione di Circo Maximo Experience) dalle 9.30 alle 19 (ultimo ingresso ore 18). Le visite saranno effettuate nel rispetto delle linee di indirizzo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, per la prevenzione del Covid 19. E’ obbligatoria per tutti la prenotazione allo 060608. Si potrà accedere solo al proprio turno di ingresso, esibendo la prenotazione digitale o cartacea e solo dopo la rilevazione della temperatura corporea che deve essere inferiore ai 37.5°. Continue reading

LA FONTANA DI PIAZZALE FLAMINIO

Sul piazzale Flaminio, a destra della Porta Flaminia, tra la Porta ed un fioraio, c’è una fontana ormai parzialmente coperta dalla balaustra del sottopasso pedonale. E’ costituita da una grande vasca rettangolare di laterizio, con bordi e basi di travertino, fiancheggiata da due cubi dello stesso materiale, sormontati da sfere, da cui altrettante cannelle versano getti d’acqua. Al centro della vasca c’è lo stemma comunale con la data di costruzione scritta sulla base. Nel 1886, la fontana decorativa che oggi si vede sostituì una vasca più semplice che funzionava da abbeveratoio per le bestie destinate a finire sulle tavole dei romani, specie di quelli più ricchi. Ancora nell’Ottocento, infatti, in questa area, una volta a settimana, i vaccari ammassavano di notte il bestiame, vitelli, maiali, pecore per condurlo, quando all’alba la Porta si apriva, nei vari palazzi delle famiglie nobili romane e nelle botteghe, dove venivano macellati. In alto, una grande lapide con lo stemma di Pio VI Braschi, che rammenta al passante come papa Pio VI Braschi, nel 1780, conoscendo la situazione di pericolo del grande deposito di legname dovuto ai ladri, ai frequenti incendi ed al forte vento che spirava sul fiume ed esaudendo benignamente le richieste dei mercanti, dei fabbri e dei falegnami, comprata per questo fine una vigna, ordinò al Cardinale Gugliemo Pallotta, proprefetto dell’Erario Apostolico (corrispondente all’attuale ministro delle Finanze e dei Lavori Pubblici), che fosse organizzata all’uopo e circondata di mura. Continue reading

CORSO TRIESTE, 4 GIUGNO DEL 1944

CORSO TRIESTE 1944

Corso Trieste. È il 4 giugno del 1944 alle ore 7. I carri della V armata americana sono entrati a Roma e vengono festeggiati – come si vede – dalla popolazione.  Fonte:  Roma Sparita (archivio: Paola Mazzei)

VIA FLAMINIA: QUEL GIUGNO DEL ’44

ROMA LIBERATALa liberazione di Roma fu uno degli episodi principali della Campagna d’Italia della Seconda guerra mondiale. Il 4 e il 5 giugno 1944 le truppe americane del generale Mark Wayne Clark riuscirono a superare le ultime linee difensive dell’esercito tedesco ed entrarono nella città senza incontrare resistenza, ricevendo l’entusiastica accoglienza della popolazione romana. Il feldmaresciallo Albert Kesselring, comandante della Wehrmacht in Italia, preferì ripiegare verso nord senza impegnare un combattimento all’interno dell’area urbana.

MUSEI: TANTO WEB PER I PIÙ GIOVANI FINO AL 9 GIUGNO

Contenuti web e social nei Musei Civici di Roma dedicati ai più giovani fino al 9 giugno. I canali social @culturaaroma daranno regolarmente aggiornamenti quotidiani con hashtag #laculturaincasakids oltre a quello generale della campagna  #laculturaincasa. Sulla pagina Facebook della Centrale Montemartini i bambini possono scoprire le sembianze degli dei greci con Gli Olimpi. Le statue delle divinità greche della Centrale Montemartini LOCANDINAoltre a colorare i disegni realizzati da Marcello Forgia per la mostra I colori degli Etruschi, ispirati alle fatiche di Eracle. È possibile giocare anche con una delle opere più preziose della collezione museale, La bambola di Crepereia e con In fondo al mar… ispirandosi al Mosaico con i pesci. Continua Chi cerca trova…animali al Museo, animali in Città, un gioco che ha per tema i tanti animali rappresentati nelle collezioni dei musei e nei monumenti della città. Tutte le info per partecipare sul sito www.museiincomuneroma.it. Il Museo Carlo Bilotti propone l’attività Arreda la tua stanza metafisica per riempire a piacere una stanza vuota, rielaborazione scherzosa del dipinto di Giorgio de Chirico Interno metafisico con biscotti. Continue reading

MERCATO DI VIA CATANIA, RIAPERTI OGGI I SERVIZI ANAGRAFICI

via cataniaQuesta mattina è stata riaperta la sede dell’ufficio anagrafico del Municipio Roma II all’interno del Mercato Italia. Gli Sportelli Demografici sono aperti al pubblico il lunedì- mercoledì – venerdì con orario 8.30 – 13.00 e il martedì e giovedì con orario 8.30 – 16.30, per i seguenti servizi: 1) rilascio Cie per documenti scaduti esclusivamente con prenotazione sul sito: https://www.prenotazionicie.interno.gov.it/; 2) erogazione di servizi in presenza (dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, copia integrali ed estratti per riassunto degli atti di stato civile, autentiche, attestazioni per il rinnovo del permesso di soggiorno, pubblicazioni di matrimonio, dichiarazione anticipata di testamento, dichiarazione di convivenza di fatto) tramite prenotazione per email, telefonica, o in front office con ingresso limitato alle urgenze.

ENRICO MONTESANO, UN ATTORE DELLE NOSTRE PARTI

Enrico-Montesano_Teatro.itL’altra sera cenava al ristorante Bio di via Isonzo Enrico Montesano, cosa che fa spesso. Il celebre comico, che abita dalle parti di viale Liegi, era lì con i familiari e tra pizze e fritti ha trascorso la serata. A due passi, al Teatro Tirso di via Tirso, l’attore nei mesi scorsi avrebbe dovuto recitare in “Monologo non autorizzato”. Poi, il coronavirus ha bloccato tutto. Ora, speriamo, che anche per Enrico si possa riaprire il boccascena.

CONTINUANO I LAVORI NELLE SCUOLE DEL MUNICIPIO

SCUOLAScrive Rino Fabiano, assessore Ambiente, Verde e Sport Municipio II: “Non più di tre mesi fa iniziammo una ricognizione in tutte le palestre scolastiche di competenza municipale al fine di rendere piu sicuri e fruibili gli spazi a tutti, sia durante gli orari scolastici, che durante le ore assegnate alle Associazioni Sportive. Il lavoro è proseguito e ve ne diamo riscontro. I.C.Plesso Borsi – via Tiburtina Antica 25: Raschiatura intonaco, perimetro interno della palestra causa risalita di umidità. Impermeabilizzazione di tutto il perimetro con pannelli isolanti. Tinteggiatura completa della palestra ,sostituzione corpo illuminanti interni.Sostituzione lampade di emergenza vie di esodo non funzionanti. Sistemazione gradino esterno. I.C.Falcone e Borsellino – via Giovanni da Procida: (palestra A) fissaggio a parete delle sbarre di danza. Verifica funzionamento finestre e sistemazione mostre. Tinteggiatura completa della palestra. Revisione serranda del bagno e tinteggiatura. (palestra B) Sostituzione corpo illuminanti con plafoniere a led . Sostituzione battiscopa mancante e ammalorate. Tinteggiatura completa .Tinteggiatura dei bagni causa vecchie infiltrazioni + installazione nastro antiscivolo. Lo sport in ambienti sicuri! W lo sport!”.

VIA PINCIANA: AUTO IN DIVIETO DI SOSTA BLOCCA BUS E…

VILLA BORGHESESettanta minuti alla fermata ad attendere l’arrivo del bus bloccato da un Suv parcheggiato in sosta vietata. A provocare l’estenuante attesa Davide Caffio, nato a Taranto, che il 14 maggio 2019 ha parcheggiato la sua Nissan Juke sullo spartitraffico di via Pinciana, a Villa Borghese, impedendo al mezzo dell’Atac di circolare. Ora Caffio – difeso dall’avvocato Salvatore Galati – rischia il processo per interruzione di pubblico servizio: è accusato di aver ritardato una corsa del 53. Il procuratore aggiunto Paolo Ielo ha chiuso le indagini nei confronti dell’automobilista, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. Si tratta di una delle prime inchieste nate all’indomani della decisione della Procura di dichiarare guerra alla sosta selvaggia quando provoca ritardi considerevoli alle corse dell’Atac, alle ambulanze, al trasporto dei rifiuti. Continue reading