“SAN LORENZO CARNIVAL” DOMANI PER LE STRADE DEL QUARTIERE

Sabato 23 settembre 2017, dalle ore 15:00 alle ore 24:00, per le strade del quartiere San Lorenzo si svolgerà la seconda edizione del “San Lorenzo Carnival”. L’evento patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del II Municipio è organizzato in collaborazione con The London Notting Hill Carnival  di Londra & Rototom Sunsplash (Benicassim- Spagna). Sfileranno corpi di ballo e gruppi folkloristici:  Ensamble Venezuela, Ciento x Ciento Los Sambos (Peru’), Mistura “San Lorenzo Carnival”Maneira, Gruppo Soluna, Tamburi di Goree (Senegal), Los Compadres “Carnaval de Barranquilla” (Colombia), Totemtanz, Balla che ti passa (Coop Sociale Obiettivo Uomo), Afroots, Akuna Matata, Gruppo Matizes (Ecuador), Julia y Pepito “La Marinera” (Perù), SteadyRockerz All Stars + Associazionismi, Central Bolivia, Gruppo Zamacueca (Argentina), Atletico San Lorenzo (bambini polisportiva), I venti sognatori (ragazzi scuola teatrale Gabriella Graziani), Gruppo Jumandy (Ecuador), Fraternidad Llajtaymanta (Bolivia), Los Catrachos (Honduras), Mundo Cubano. Ecco gli ospiti musicali che si esibiranno sul palco montato a via degli Etruschi: Ruderoma Feat. Rufino & Bonifax & Mc Magoo (Uk), Cool Runnings Feat. Ras Mat I, One Love Hi Powa, D’oxman (Uk).

“PUPI SIAMO” IN SCENA AL TEATRO DI VILLA TORLONIA

VillaTorlonia_teatro_d0Due attori che stanno andando in teatro per recitare I giganti della montagna di Luigi Pirandello si ritrovano, in circostanze di apparente casualità, in camerino a parlare della vita e dell’arte del Poeta, dei suoi frammenti di esistenza, dei personaggi delle sue opere e della sua famiglia. Pupi siamo in scena sul palco del Teatro di Villa Torlonia venerdì 22 e sabato 23 settembre alle ore 19.30 è uno spettacolo in cui la parola viaggia insieme al corpo degli attori che, come una marionetta/pupo, si mostra in continua trasformazione: dalla “staticità” e rilassatezza del racconto alla dinamicità e ai ritmi nell’interpretazione dei personaggi, alcuni dei quali “reali” e composti, (la madre, il figlio Stefano, conoscenti), e altri, veri o fantastici, informati al disordine fisico e al caos. Continue reading

VIA OMBRONE: SPAZIOCIMA, OTTO ARTISTI, OTTO STILI, OTTO PERCORSI

Carlo Grechi, Domani uscirò. Tecnica mista su carta 30x40Di Costanzo, L'amore puro, tecnica mista su carta, 30x40Otto artisti, otto stili, otto percorsi. Riapre, al termine della pausa estiva, la galleria SpazioCima,      nel quartiere Coppedé, a Roma, con una mostra dalla rinnovata versatilità tecnica e tematica, e con il leitmotiv di una costante ricerca artistica e contenutistica. Un viaggio Fabio Salafia, Mimesi di paesaggio. olio su tavola 2015 25x18 cmGabriele Buratti, Insolvente.tecnica mista olio su tavola 100x100jpgipercolorato, tra ritratti segnati dalla vita e sagome umane macchiate dal criptico contenuto,tra paesaggi naturali e surreali ad angoli urbani e iperrealistici. “Art collection” è la nuova esposizione della galleria, sita in via Ombrone 9. Luisiano Schiavone, Mauricio, tecnica mista su tela, 80x80Nino Attinà,Figura con interno, 35 X 50 TECNICA MISTA SU CARTAL’esposizione, inaugurata ieri, proseguirà sino a martedì 10 ottobre. Ingresso gratuito, orari 10-13 e 14-19, dal lunedì al venerdì. La mostra, curata da Roberta Cima e organizzata con Giuliano Graziani e Laura Piangiamore, propone disegni, Peter Shevchenko, Matter of Thought. tecnica mista su tela. 100x170JPGSam Gimbel. The politics of pub. Gouache collage su carta 300gr, 78x53chine, pitture ad olio, acrilici e collage. Tecniche diverse che si fondono insieme per raccontare l’arte, in ogni sua forma, in un tripudio di accecante ma mai banale bellezza.

“A SPASSO NEL TEMPO” SABATO E DOMENICA A VILLA GIULIA

Tornano sabato 23 settembre (con orari e costi ordinari nel corso della giornata e apertura straordinaria serale di tre ore, al prezzo simbolico di 1,00 € e gratuità per gli aventi diritto) e domenica 24 settembre, con orari e costi ordinari, Le Giornate Europee del Patrimonio. In tale occasione, incentrata sul tema Cultura e Natura, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia diventerà a partire dal primo pomeriggio di sabato 23 settembre e fino al pomeriggio image001di domenica 24 una vera e propria macchina del tempo grazie a oltre cento rievocatori provenienti da tutta Italia. “A spasso nel tempo” è un format di successo giunto alla sua quarta edizione, per la prima volta ospitato presso un museo statale. Didattiche, spettacoli e laboratori racconteranno la storia a 360 gradi, grazie a veri e propri accampamenti che andranno dal Neolitico fino alla Seconda Guerra mondiale, nei quali sarà possibile approfondire direttamente molti aspetti della vita quotidiana e di quella militare. Ma il programma prevede anche molte altre iniziative ed eventi: a partire dal pomeriggio di sabato 23 sono infatti in programma relazioni e visite guidate tematiche gratuite, a Villa Giulia e a Villa Poniatowski volte ad approfondire il tema Cultura & Natura.

GUIDO RENI DISTRICT: LA TRE GIORNI DELLO “SPIN CYCLING FESTIVAL”

spin-expo-“La rivoluzione dei pedali non è ancora avvenuta… l’idea di una città in cui prevale la bicicletta non è pura fantasia”: a questa considerazione di Marc Augè si ispira il primo Spin Cycling Festival italiano. Ispirato dal “fratello maggiore” londinese, che ha già ottenuto un grandissimo successo a livello internazionale l’edizione romana mira al cambiamento, a offrire confronto e informazione sulla mobilità sostenibile. Dal 22 al 24 settembre, presso il Guido Reni District, ha luogo il primo festival della capitale interamente dedicato al mondo della bicicletta. Continue reading

RADIO SAN LORENZO, TANTI AVVENIMENTI IN DIRETTA STREAMING

radio_san_lorenzo_img_max_widthAncora Radio San Lorenzo: progetto dedicato alla trasformazione urbana e culturale del quartiere, attraverso il racconto del presente e del passato, immaginando gli sviluppi futuri e ospitato all’Ex Dogana e nelle piazze e luoghi simbolo di San Lorenzo. Su www.radiosanlorenzo.it ultima diretta itinerante sabato 30 settembre dalle 19 alle 20, da Piazza dell’Immacolata, dal titolo La trasmissione dei saperi: dall’esperienza di Maria Montessori alla ultime ricerche sulla pedagogia, dialogo fra insegnante di scuole e docente di Psicologia dell’età Evolutiva. Ultime dirette streaming anche degli eventi musicali all’Ex Dogana; dallo Scalo Est, da mezzanotte alle 6 del mattino, ci si potrà sintonizzare per Classico Rave: l’anello di congiunzione tra la musica colta e l’elettronica contemporanea (22 settembre); Paula Tample (23 settembre); Roma Creative Contest Closing Party (29 settembre) e El Gran Final (30 settembre).

AUDITORIUM: “WATCHDOG”, JAZZ MIGRATION IN CONCERTO

watchdog-3All’Auditorium Parco della Musica, nell’ambito della XX edizione di Una striscia di terra feconda, festival franco-italiano ideato e diretto da Armand Meignan e Paolo Damiani, da non perdere stasera, venerdì 22 settembre alle 21, Watchdog, jazz migration in prima nazionale con Anne Quiller al piano, fender rhodes e moog, Pierre Horckmans al clarinetto e clarinetto basso; alle 22.15, Vingt ans après, una produzione originale di e con il contrabbassista Paolo Damiani accompagnato da Paolo Fresu  alla tromba, Gianluca Petrella al trombone, Theo Ceccaldi al violino e Danilo Rea al pianoforte.

AL MACRO DI VIA NIZZA IL “LIVE CINEMA FESTIVAL”

macroFino al 24 settembre, appuntamento negli spazi del Macro – Museo d’arte contemporanea Roma con Live Cinema Festival, la manifestazione internazionale incentrata sulle più innovative performance di spettacoli audio-video dal vivo. Tra gli eventi gli questa settimana, segnaliamo il collettivo internazionale Kanaka che presenterà, venerdì 22 dalle 21 alle 22, Deception, esplorazione di infiniti universi attraverso un complesso sistema sonoro in 3D. Sabato 23 dalle 21 alle 22, appuntamento con il live mash-up dello spagnolo Fonostrabico in programma con Itinerarios; dalle 22 alle 23, dall’Ungheria, arrivano i Don’t Eat Group che in Dissection sviluppano la loro idea di live cinema come incontro fra teatro, riprese digitali in tempo reale e improvvisazione musicale. Domenica 24 dalle 22 alle 23, imperdibile l’appuntamento con Klaus Obermaier, artista austriaco considerato tra i padri dell’arte multimediale. Regista, coreografo e compositore, Obermaier presenterà l’opera Faceless Voiceless, riflessione sull’anonimizzazione del volto umano in una società, in particolare l’America di Trump, che accresce sempre di più le pratiche di sorveglianza.

APPELLO PER LA SALVAGUARDIA DELLE VILLE STORICHE

Villa_borghese_tempioPubblichiamo di seguito l’appello rivolto a Roma Capitale e lanciato ieri per la salvaguardia delle ville storiche da: Amici di Villa Borghese, Associazione per Villa Pamphilj, Leprotti di Villa Ada, Osservatorio ambientale Sherwood.

Premessa

Il degrado e l’abbandono delle ville storiche di Roma stanno superando il limite di non ritorno. Per questo rilanciamo la mobilitazione per una riscossa forte, che imponga alle istituzioni un’immediata inversione di tendenza. Le ville storiche – come sancito a livello internazionale nel 1981 dalla Carta di Firenze – sono preziosi “monumenti viventi” che uniscono arte, storia e natura con effetti positivi fondamentali per la qualità della vita dei romani sul piano del benessere ecologico, culturale, psicofisico e sociale. Continue reading

VIA NOMENTANA, RECINZIONE SU PERCORSO PER NON VEDENTI

via nomentanaIn via Nomentana, a due passi dall’ambasciata della repubblica islamica dell’Iran, un tombino aperto e delimitato dalla rete arancione ostacola il percorso per non vedenti. L’ennesima barriera architettonica nella Capitale. Ancora una volta calpestato un diritto dei disabili. Il tombino, infatti, si trova proprio sulle strisce pedonali oramai sbiadite di un incrocio, nel punto in cui termina il marciapiede, e quindi la pavimentazione tattile che consente a non vedenti e ipovedenti di orientarsi e riconoscere luoghi e fonti di pericolo prima dell’attraversamento pedonale. Fonte: la Repubblica

LA CASINA VALADIER HA COMPIUTO DUECENTO ANNI

Casina-Valadier[1]Più di 600 invitati, una band in stile Anni Trenta, esibizione di ballerini sulle note di Battiato, performances, giochi di luce, cocktails e champagne a gogó, nonché i piatti dello chef Massimo D’Innocenti. Si è svolto l’altra sera il mega party per la celebrazione dei duecento anni della Casina Valadier, capolavoro in stile neoclassico nel cuore di Villa Borghese. Fu proprio Napoleone Bonaparte durante Il regno d’Italia napoleonico a commissionare all’architetto Giuseppe Valadier la realizzazione della terrazza panoramica del Pincio affacciata su piazza del Popolo con tanto di edificio con una delle più belle viste sulla Capitale. Continue reading

GNAM, ULTIMI GIORNI PER LA MOSTRA “CORPO A CORPO”

corpo-a-corpo-body-to-body-mostra-la-galleria-nazionale-d-arte-moderna-e-contemporanea-roma-884x600Ultimi giorni (fino al 24 settembre), alla Gnam, la mostra Corpo a corpo a cura di Paola Ugolini. La mostra analizza quel preciso momento in cui il lavoro degli artisti è caratterizzato dall’appropriazione di nuovi linguaggi che spaziano dalla danza all’evento, dall’happening al teatro, dalla pittura alla musica, dalla teoria alla scultura, dal cinema al video. All’interno di queste complesse vicende culturali, la mostra vuole ritagliare soltanto l’ambito in cui l’artista, lasciate le tradizionali forme dell’arte, utilizza il corpo come mezzo espressivo.

MUSEO CANONICA, DENIS SAVARY E IL SUO PROGETTO

Da oggi, fino al 29 ottobre, al Museo Canonica di Villa Borghese “Denis Savary”, progetto ispirato al contesto storico e culturale del museo che si sviluppa attraverso alcuni dei sistemi espressivi più ricorrenti nel suo percorso creativo: plastico, grafico, installativo. Denis Savary Rantanen (Granges-Marnand, 1981; vive e lavora a Ginevra), dopo aver soggiornato a più riprese a Roma, ha concepito un progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo Canonica che si sviluppa attraverso alcuni dei sistemi espressivi più denis_savary_ricorrenti nel suo percorso creativo: plastico, grafico, installativo. A far loro da comune denominatore una riflessione sull’idea di scultura ed il significato che tale pratica, attorno a cui Pietro Canonica ha incentrato buona parte della sua produzione, possiede oggi. Come Martin Soto Climent, Alfredo Aceto / Claire Tabouret, Tillman Kaiser, Claire Fontaine, Ciprian Mureşan, Nick Devereux, Benjamin Hirte / Chadwick Rantanen anche Denis Savary dà luogo a un percorso visivo site specific sviluppato mantenendo un atteggiamento quasi “performativo” (operando di giorno in giorno all’interno del museo, abbandonandosi alle suggestioni del luogo).