CERIMONIA CON VIRGINIA RAGGI A SAN LORENZO

san lorenzo1san lorenzo 3Le bombe, i morti, le macerie. Settantacinque anni dopo, Roma non dimentica. Si è tenuta questa mattina nel parco dedicato ai caduti del 19 luglio del 1943 la cerimonia di commemorazione del bombardamento alleato a San Lorenzo. La sindaca Virginia san lorenzo 4Raggi ha deposto una corona di fiori all’interno del parco intitolato ai caduti del tragico bombardamento che rase al suolo il quartiere e uccise oltre 1.500 persone, ferendone 4mila. “Non rendiamo vana la storia”, ha detto la sindaca. Presenti alla cerimonia anche la storica partigiana Tina Costa, che ha vissuto la guerra e “non voglio vederne un’altra”, e il partigiano Nando Cavaterra con i fazzoletti dell’Anpi. Presenti anche i detenuti di Rebibbia che, grazie un accordo tra il Campidoglio e il Dap, nei giorni scorsi hanno contribuito alla pulizia del parco. Fonte: la Repubblica

INCIDENTE IN VIA MORGAGNI: DUE FERITI GRAVI

via morgagniÈ di due feriti gravi il bilancio di un incidente avvenuto nella notte in via Morgagni, al Nomentano. I due uomini viaggiavano a bordo di una moto.  L’uomo alla guida di uno scooter Mbk, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo ha sbandato ed è finito a terra. Il centauro è stato ricoverato al San Giovanni in prognosi riservata, mentre il passeggero è al Policlinico Umberto I in codice rosso. A quanto ricostruito dalla polizia locale, intervenuta per i rilievi, non sembrano al momento coinvolti altri veicoli. Per cause in corso d’accertamento una moto Mbk x city ha perso il controllo ed è andata a sbattere. A bordo c’erano due uomini: uno è stato trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I mentre l’altro motociclista è ricoverato all’ospedale San Giovanni in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale gruppo Parioli. Fonte: il Messaggero

FLAMINIO: CITTADINANZATTIVA SU QUESTIONE DEL RUMORE NOTTURNO

ponte della musica. foto Davide RossiPubblichiamo un intervento di Cittadinanzattiva Flaminio sulla questione del frastuono notturno che perseguita i residenti del quartiere. Ecco il testo: “Cittadinanzattiva Flaminio ha ricevuto molte segnalazioni per musica e rumori fino a notte fonda nei pressi del Ponte della Musica e di piazza Mancini. Ha quindi avviato le proprie verifiche sui permessi e le necessarie segnalazioni. È però importante che siano inviate segnalazioni dei  singoli cittadini alla Polizia di Roma Capitale e soprattutto che sia effettuato un costante  monitoraggio da parte della cittadinanza che individui con precisione le date, gli orari e soprattutto la fonte del disturbo sonoro (infatti, soprattutto per piazza Mancini, la musica a tutto volume potrebbe provenire piazza mancinida auto con stereo). Alleghiamo il modello  per l’esposto/segnalazione per il Ponte della Musica, che può essere modificato e utilizzato anche per piazza Mancini (indicando, previa verifica, la fonte del rumore).  Invitiamo  i cittadini che vogliano collaborare al nostro monitoraggio a  rispondere a questa mail con oggetto “Rumore piazza Mancini o Ponte della Musica o altro” indicando: nome cognome indirizzo, data del monitoraggio, orario iniziale e finale della musica, modalità di verifica della fonte sonora. Cittadinanzattiva Flaminio invierà agli uffici competenti un report delle segnalazioni (circostanziate) ricevute”.

PIAZZA MINCIO: LA FONTANA DELLE RANE PULITA A METÀ

fontana delle raneAcqua limpida e struttura ripulita. O almeno in parte. Ritorna a splendere la Fontana delle Rane. L’opera, che si trova al centro della piccola rotonda di piazza Mincio, nel cuore del quartiere Coppedè, negli ultimi mesi aveva dovuto fare i conti con l’incuria. Con la mancanza di manutenzione. Ora, la fontana è stata liberata dal muschio e dalla mucillagine, che se ne stavano impossessando. Resta però un problema da risolvere: l’erbaccia che ancora domina la parte superiore della fontana. Fonte: Roma H24

AUDITORIUM: I JETHRO TULL FESTEGGIANO I LORO PRIMI 50 ANNI

jethrotullAppuntamento stasera in Cavea, con la storia della musica. Ian Anderson presenta i 50 anni dei Jethro Tull in un tour mondiale, per celebrare l’anniversario d’oro della leggenda del rock-progressive. I Jethro Tull sono uno dei più grandi gruppi rock-progressive di tutti i tempi e il loro immenso e variegato catalogo di lavori comprende folk, blues, musica classica e heavy rock. Il concerto sarà caratterizzato da un ampio mix di materiali, alcuni dei quali incentrati sul periodo formativo precedente e soprattutto sui “heavy hitters” del catalogo Tull dagli album ‘This Was’, ‘Stand Up’, ‘Benefit’, ‘Aqualung’, ‘Thick As A Brick’, ‘Too Old to Rock And Roll: Too Young To Die’, ‘Songs From The Wood’, ‘Heavy Horses’, ‘Crest Of A Knave’ e persino un tocco di ‘Taab2’ del 2012. Il 2 febbraio 1968, nel famoso Marquee Club a Londra, i Jethro Tull si esibiscono per la prima volta con questo nome. Il gruppo diventerà una delle band di maggior successo e più durature della loro epoca, vendendo oltre 60 milioni di album in tutto il mondo ed entrando nel corso degli anni nella coscienza culturale collettiva. Il loro album di debutto ‘This Was’, esce più tardi nello stesso anno. Il fondatore, frontman e flautista, Ian Anderson, ha giustamente il merito di aver introdotto il flauto nel rock, come strumento di prima linea.

MAXXI: ULTIMO APPUNTAMENTO SULL’ARCHITETTURA AFRICANA

6 small house next to the sea in Cape town 2017_Jo NoeroGiovedì 19 luglio alle ore 18.00 al Maxxi, l’architetto Jo Noero sarà protagonista del terzo e ultimo appuntamento con Lo spazio di un continente, il ciclo di tre incontri a cura di Irene De Vico Fallani e Elena Motisi, realizzato in occasione della mostra African Metropolis. Una città immaginaria (fino al 4 novembre 2018), nel quale tre protagonisti dell’architettura africana contemporanea sono stati invitati a raccontare come l’Africa stia diventando portavoce di una progettualità etica, innovativa, attenta agli spazi pubblici e al benessere comune. Nell’ultimo appuntamento Jo Noero, direttore dello studio Noero Architects, spiega come l’architettura sia un’arte sia sociale che pratica, e ha la responsabilità di essere utile oltre che bella. Continue reading

VILLA GIULIA, TUTTI GLI EVENTI DEL 19 E 20 LUGLIO

VILLA GIULIA

Due giornate dense di eventi nella Villa Giulia<https://www.facebook.com/pages/Villa-Giulia/144996205543868>, lo splendido edificio rinascimentale edificato da Giulio III, il papa a cui il Palestrina dedicò la “Missa Ecce sacerdos magnus” e che oggi è il Museo più rappresentativo del mondo etrusco: accoglie non solo alcune delle più importanti creazioni di questa civiltà ma anche prodotti greci di altissimo livello, confluiti in un’area che fu tra l’VIII e il V secolo a. C. uno straordinario punto d’incontro di genti diverse. Continue reading

CINQUANTA SFUMATURE DI PD ALL’EX DOGANA DI SAN LORENZO

pd_logo[1]Si chiama “Tutta un’altra Roma”, ma c’è il rischio che sia sempre il solito Pd. Da domenica al 5 agosto all’ex Dogana di San Lorenzo andrà in scena la versione ultra compatta della Festa dell’Unità, nome evocativo ma poco aderente viste le guerriglie urbane che animano i dem. E così il gruppo dirigente del segretario renziano Andrea Casu sta lavorando con notevole fatica – come se dovesse scoprire la formula della Coca Cola – per incastrare le agende dei big. Saranno tutti chiamati a spiegare perché non dobbiamo dividerci». Ma nel dubbio si esibiranno soli. Sono attesi il governatore Nicola Zingaretti (candidato alle primarie fantasma del Pd) e Maurizio Martina (neo segretario del Pd fantasma).  I renziani romani, che orbitano intorno al vulcanico Luciano Nobili, sperano che Matteo rientri presto dal Sud Africa affinché ci sia ex-doganala sua “ostensione” nell’Urbe. E poi parlerà il battagliero Carlo Calenda. Spazio anche a Gianni Cuperlo e Andrea Orlando, ben raccontato nel romanzo In Esilio di Simone Lenzi. E poi Dario Franceschini, ago della bilancia di tutte le maggioranze dai babilonesi a oggi, e Paolo Gentiloni, premier uscente. Senza dimenticare I Giovani Turchi di Matteo Orfini e i Vecchi Orfani (nel senso politico) di Ignazio Marino, che si riaffacciano nei municipi. Il popolo dem chiede solo un’accortezza agli organizzatori: che la festa sia free-drink. Bere per dimenticare. Fonte: il Messaggero

“VIA FLAMINIA” DI PIETRO ROSSI MARCELLI ALLA LIBRERIA MINERVA

libreria minerva

libreria minerva 2Alla libreria Minerva del sottopasso di piazza Fiume potete trovare “Via Flaminia. Una passeggiata da Porta del Popolo a Belle Arti”, scritto da Pietro Rossi Marcelli. L’ennesimo libro su Roma? Un’altra guida turistica? Un ulteriore trattato per gli appassionati di storia e cose antiche? No, semplicemente una trasposizione su carta stampata di una delle tante “Passeggiate Roma2pass”, che i volontari dell’associazione Amuse organizzano per le strade del Municipio II di Roma. Questa pubblicazione è la prima di una serie di “passeggiate” che vi porteranno alla scoperta di Roma a nord delle mura Aureliane, nel territorio del Municipio II. Piccole guide tascabili scritte per chi vuole visitare con curiosità e senza fretta questa parte di città ma anche per chi desidera esplorarla virtualmente, limitandosi alla loro lettura. Visiterete i quartieri Flaminio, Pinciano, Parioli, Salario, Trieste, Nomentano e San Lorenzo, utilizzando come filo conduttore i luoghi lungo il nostro percorso, i personaggi che qui hanno vissuto e quello che qui è accaduto in un passato prossimo o remoto.

GLOBE THEATRE: VA IN SCENA “OTELLO” DI SHAKESPEARE

OTELLOAl Globe Theatre di Villa Borghese va in scena dal 20 luglio al 5 agosto (ore 21:15) “Otello” di William Shakespeare. “Penso oggi a Otello – dice il regista, MarcoCarniti – come una tragedia totalmente moderna che esplora un dramma intimo, familiare. Una storia di violenza che si consuma tra le quattro mura di un ambiente domestico. Un dramma psicologico a tinte forti. Otello è un uomo profondamente solo, per cultura e per educazione militare. Una macchina da guerra che di fronte ai sentimenti si autodistrugge. Tutto gerarchie e disciplina , vive in un mondo i cui sentimenti sono messi sotto processo”.

SGOMINATA BABY GANG CHE OPERAVA TRA VESCOVIO E AFRICANO

Commissariato-vescovioRapine e aggressioni in stile “Gomorra”. Così una baby gang, composta da 10 ragazzini, era diventata il terrore dei quartieri Vescovio, Africano e Coppedè. Dopo mesi indagini però i membri della banda sono stati rintracciati e denunciati nell’operazione coordinata dalla IV sezione della squadra mobile e dal commissariato Vescovio. I poliziotti hanno quindi ricostruito, grazie anche alle denunce delle vittime, il gruppo criminale a cui appartenevano sei minorenni: questa mattina all’alba il gip del Tribunale di Roma su richiesta dei magistrati del gruppo rapine ha disposto la custodia cautelare per quattro maggiorenni: uno è stato arrestato, per gli altri tre sono scattati gli arresti domiciliari. Agli altri sei componenti della banda, tutti minorenni, sono stati notificati gli avvisi di garanzia e chiusura indagini. Secondo quanto accertato dagli agenti, la gang prendeva di mira i coetanei del quartiere e con intimidazioni e minacce li costringeva a consegnare abiti di marca, oggetti di valore e le paghette settimanali. Continue reading

PIAZZA DEL MAXXI, SI PARLA DEL LAVORO DEL FUTURO

MAXXI_Il lavoro del futuro_INVITO_19luglioNell’era delle grandi trasformazioni tecnologiche, quali professioni sopravviveranno? Ci saranno ancora i lavori di oggi?  Saranno di più i posti di lavoro generati dalla tecnologia o quelli che scompariranno? Che cosa dovranno studiare i più giovani per essere competitivi? La gig economy, conquisterà regole e diritti? Questi i temi al centro del libro inchiesta di Luca De Biase Il lavoro del futuro (Codice Edizioni, maggio 2018). L’autore, giornalista del Sole 24 Ore e saggista, ne discuterà con il Presidente di Confindustra Vincenzo Boccia e con Paolo Gentiloni, giovedì 19 luglio alle ore 18:00 nella Piazza del Maxxi, con introduzione di Giovanna Melandri (ingresso libero fino a esaurimento posti). In un momento di grande incertezza sulle professioni di domani, mentre il tema del lavoro infiamma il dibattito politico nazionale, con  Il lavoro del futuro Luca De Biase rilancia e approfondisce un’inchiesta sviluppata per “Il Sole 24 Ore” e presenta case studies, numeri, analisi, interviste e proposte per uno dei temi più caldi e urgenti della nostra società. Continue reading